Cerca

Gino Bruni

Il mio blog

Mese

agosto 2015

Marco Signor vince la Ronde della Val d’Aveto

Automobilismo Ronde Val d’Aveto Vince Signor – Bernardi (Ford Focus) secondo Mezzogori – Baldini (Hyundai i”0)

Sorgente: Marco Signor vince la Ronde della Val d’Aveto

Marco Signor vince la Ronde della Val d’Aveto

Santo Stefano d’Aveto: Obiettivo centrato per Marco Signor e Patrick Bernardi. La coppia si era presentata per replicare il successo della passata edizione, possibilmente migliorando le prestazioni, e l’ha ottenuto.

La coppia veneta, al volante della Ford Focus WRC non solo ha dominato la 10° Ronde della Val d’Aveto, ma si è anche concessa il lusso di migliorare il record assoluto sulla prova cronometrata del Monte Penna.

“Vincere qui è un onore, ogni anno torniamo perché il calore del pubblico e della popolazione è unico. Abbiamo svolto importanti test di gomme in vista del Rally Di San Martino di Castrozza e siamo davvero soddisfatti” – ha dichiarato Signor a fine gara.
Seconda posizione finale per il genovese Andrea Mezzogori in coppia con Roberta Baldini, su Hyundai i20 WRC della HMI Rally.

Terza posizione assoluta per Jacopo Araldo e Lorena Boero, sul Ford Fiesta R5 della Meteco Corse che ha preceduto Damiano Reduzzi e Daniele Mangiarotti su Abarth Grande Punto Super 2000.

In quinta posizione ed al primo posto tra le vetture a due ruote motrici troviamo i genovesi Alessandro Multari e Roberta Brizzolara, su Citroen Saxo Kit A6, che si aggiudicano anche il premio speciale messo in palio dal Gruppo Sportivo Allegrezze

Il trofeo San Ste, riservato alle vetture delle classi A6 ed R2 ha visto primeggiare oltre che da Multari anche da Caserza – Capilli, vincitori di un’iscrizione gratuita per il prossimo Rally Valli Genovesi in programma nel mese di novembre.

Automobilismo Ronde Val Aveto dopo 2 prove Signor in testa

mezzogoriridDopo la sfilata tra le vie di Santo Stefano d’Aveto, questa mattina, la 10^ edizione della Ronde ha preso il via con una giornata calda e soleggiata.

Nella prima salita verso il Monte Penna Marco Signor ha fatto capire a tutti gli avversari le proprie intenzioni. Il pilota veneto ha fatto segnare un tempo notevole rendendo la Focus WRC imprendibile per i diretti inseguitori. L’unico che ha provato ad inseguirlo è stato Andrea Mezzogori, all’esordio al volante della Hyundai i20 WRC. Terza posizione nella provvisoria è il piemontese Araldo, su Ford Fiesta R5, inseguito dal velocissimo e spettacolare Mauro Miele, quarto, con la BMW M3.

Il secondo passaggio sul Penna prosegue con il monologo di Signor prosegue, con il tempo che questa volta scende a 8’09”1. Mezzogori migliora, affinando la conoscenza dell’auto. Araldo è nuovamente terzo, seguito da Miele e da Reduzzi. La sesta posizione è di Vigo che fa meglio del genovese Multari, settimo e di Mariani, ottavo Castagnoli firma il nono tempo mentre Marti con la Subaru WRC occupa la decima piazzai.

Notevole l’affluenza di appassionati lungo il percorso di gara.

Domani è il momneto della Ronde di Santo Stefano d’Aveto

signor_shakeRidSabato 29 agosto – Questa mattina le prime emozioni per gli appassionati che nelle prime ore della giornata hanno assistito allo Shakedown, il test con vetture da gara e alle verifiche preliminari, che hanno animato il centro di Santo Stefano d’Aveto.

Durante lo Shakedown alcuni equipaggi hanno potuto prendere confidenza con le auto ed apportare le ultime regolazioni, mentre il pubblico ha potuto iniziare ad assistere al grande spettacolo offerto dalle potenti vetture della classe WRC.

La più ammirata è stata senza dubbio la Hyundai i20 WRC dei genovesi Andrea Mezzogori e Roberta Baldini, che puntano ad impensierire Marco Signor e Patrick Bernardi, coppia veneta vincitrice dell’ultima edizione e una tra le più accreditate per il successo finale.

La collaborazione del paese – fanno sapere gli organizzatori della Lanternarally – è altissima sia da parte degli abitanti sia da parte dell’amministrazione, ma il ruolo più importante è giocato dallo staff del Gruppo sportivo Allegrezze, vero motore della sistemazione locale.

Le vetture che dalle 18.30 sono partite in ordine numerico inverso da Rocca d’Aveto e che hanno sfilato nelle strade nel borgo sono 91. Infatti, al termine delle verifiche è da segnalare la defezione dell’equipaggio Miele – Spinetta (Ford Fiesta WRC), impossibilitati per un ritardo nella fornitura di un ricambio per la loro auto.

Dopo la sfilata serale, le auto saranno lasciate in sosta nel parco chiuso di Allegrezze. Alle ore 9 di domani mattina la gara vera e propria.

I quattro passaggi sulla prova cronometrata del Monte Penna sono previsti, rispettivamente, per le ore 9.42; 11.54; 14.06 e 16.18.

L’arrivo del primo concorrente sotto il castello di Santo Stefano è previsto per le ore 16.48, con premiazione immediata sulla pedana.

Campionato Italiano Rally Auto Storiche

Il Rally Alpi Orientali Historic è il  penultimo round Cir Auto Storiche

Organizzato da Scuderia Friuli ACU, scatterà domani a Cividale del Friuli e si concluderà sabato 30 agosto il nono round della serie Tricolore. 404,41 i chilometri di gara tra le valli del Natisone e del Torre, undici prove speciali e la stracittadina frazi301 storicheone “Città di Udine”

La tre giorni della ventesima edizione del Rally Alpi Orientali Historic, si è aperta oggi giovedì 27 con le Verifiche Sportive e Tecniche domani,venerdì è la prima giornata di gara con lo Shakedown dalle ore 8 alle 12, la spettacolare partenza alle ore 14.15 da P.zza Duomo – Cividale del Friuli, l’arrivo della prima tappa è previsto alle 19.30 dello stesso giorno; la seconda tappa si corre sabato 29 agosto dalle 8 alle 17 per l’arrivo finale in P.zza Duomo – Cividale del Friuli.

Il Cir Auto Storiche si concluderà a metà settembre in occasione del prossimo Rallye Elba, decimo round a calendario dove avranno compimento le rincorse e prenderanno corpo le aspettative di ogni pilota. Le otto prove disputate ben delineano le posizioni delle classifiche Tricolori, ed è un Erik Comas in piena forma a caratterizzare quest’ultima fase della stagione. Il francese è leader sia della graduatoria del 3. Raggruppamento, sia del Trofeo Rally ’70, dopo aver dato dimostrazione di consistenza da “Tricolore” proprio nelle ultime gare.
Al volante della Lancia Stratos, il transalpino Comas, ex Formula 1 anni Ottanta, è in “pole position” per l’alloro finale dei due ranking. Dopo i tre ottimi piazzamenti, Comas ha ottenuto la prima affermazione assoluta e di Gruppo al recente Rally Piancavallo riuscendo a scavalcare Nicholas Montini in vetta all’assoluta del trofeo per le vetture del 2° e 3° Raggruppamento.

Rally del Friuli Venezia Giulia: appuntamento con il Trofeo Clio R3T

ClioIn questo weekend il Trofeo Clio R3T Produzione, dedicato alla nuova vettura “millesei turbo” della Casa francese, giunge al penultimo dei sei appuntamenti della stagione (Ciocco, Sanremo, Targa Florio, Casentino, Friuli Venezia Giulia e Due Valli).
A presentarsi in testa all’appuntamento friulano è ancora una volta Luca Rossetti, che al fianco del navigatore Matteo Chiarcossi ha messo a segno la vittoria per ben tre volte su quattro in questo 2015. Il portacolori della DP Autosport sfilerà sul palco di partenza di Cividale del Friuli con 209.4 punti, mentre a soli 16.2 lunghezze di distacco non mancherà l’esperto Ivan Ferrarotti (Gima Autosport), pronto a duellare assieme a Manuel Fenoli per la vetta della classifica del Trofeo e della classe Produzione del CIR. Un’altra Clio R3T sarà invece schierata sulla linea di partenza del rally dalla AMD Slovenija Auto per i due sloveni Aleks Humar Florjan Rus, reduci da un ottimo terzo posto conquistato in occasione dell’appuntamento precedente del Casentino.
Da evidenziare, la presenza dell’equipaggio “rosa” composto da Corinne Federighi e Daiana Ramacciotti su una Twingo R2 della AFS Racing, con cui puntano al titolo del raggruppamento femminile del Campionato Italiano Rally.
La gara tricolore (sesta prova stagionale su otto) prevede meno di 400 chilometri totali su 11 prove speciali divise in due tappe. La prima prenderà il via, domani, venerdì 28 agosto alle ore 15:30 dopo la shakedown della mattina. La bandiera di partenza sventolerà dalla Piazza del Duomo di Cividale per affrontare cinque speciali, tra le quali figura come terza quella ‘spettacolo’ nel centro città di Udine, in Piazza Primo Maggio. La seconda tappa prenderà il via sabato 29 alle ore 10:00 per affrontare le restanti sei prove previste dalla manifestazione.

Roberto Malvasio contento della sua stagione nel Civm

E’ soddisfatto, Roberto Malvasio, del riscontro ottenuto a Gubbio nel trofeo “Luigi Fagioli”, decima prova del Civm (Campionato Italiano Velocità Montagna), a cui ha partecipato con il suo prototipo Osella PA21, motorizzato Honda 1600 e gestito dalla DP Racing de L’Aquila, conseguendo la quarantatreesima posizione assoluta finale (su 145 concorrenti classificati) e la seconda piazza in classe CN1600 dietro all’amico e concittadino Andrea Drago.

“Alla vigilia, più che il piazzamento cercavo soprattutto delle conferme – puntualizza il pilota di Ronco Scrivia – e queste sono puntualmente arrivate: la vettura c’è ed ha un potenziale notevole che io devo imparare ad sfruttare meglio per ottenere risultati più importanti, che ritengo alla mia portata, spesso però difficili da conseguire perché talvolta si corre su percorsi dove, per andare forte, occorre rischiare molto”.

“Sono comunque contMalvasio_Gubbioento – aggiunge il portacolori della Winners Rally Team – sia dell’esito della gara di Gubbio che della mia esperienza in questa stagione nel Civm: ho affrontato gare prestigiose, tecnicamente d’alto livello ed impegnative riportando riscontri cronometrici sempre buoni e, cosa molto importante, senza neppure fare un graffio all’Osella”.

In queste ore Roberto Malvasio sta valutando la sua partecipazione all’undicesima e penultima prova del Civm, la Cronoscalata del Reventino in programma a Lamezia Terme, in Calabria, il prossimo 6 settembre. “E’ una gara che non conosco – osserva – logisticamente difficile e su un percorso davvero molto impegnativo: anche questo impegno contribuirà, eventualmente, ad accrescere la mia esperienza nel Civm”.

Lanterna Corse Rally Team partecipazione record alla Ronde di casa

La Lanterna Corse Rally Team si prepara ad un weekend da record, in occasione della decima Ronde della Val d’Aveto. La gara, che rappresenta uno dei tre appuntamenti di casa per i piloti ed i navigatori genovesi, vedrà infatti al v ia ben ventidue vetture schierate dal team.
Tra le top car ci sarà la Peugeot 206 WRC di Giuseppe Bevacqua e Silvia Gallotti, pronti alla battaglia nelle zone alte della classifica. Il Colonnello più veloce d’Italia cercherà di chiudere il conto con la sfortuna, che lo costrinse al ritiro per un problema meccanico al Lanterna.
Due le Renault Clio Super 1.6, portate in gara da Paolo Vigo con Nicola Berutti e da Giancarlo Pancrazi con Ilaria Camoirano.
Occhi puntati su Enrico Maria Volpi e Paolo Rocca, su Renault clio Williams A7, che se la vedranno con i veloci compagni di team Marco Corona ed Andrea Gorni. Giovanni Castelli sarà affiancato da Mattia Domenichella, Giuseppe Garziano da Alessandro Cervi ed Alex Zerega da Eleonora Monteverde, tutti su Clio Williams A7.
Gianluca Caserza, dopo le buone impressioni raccolte in uno slalom test, parteciperà a bordo di una Renault Twingo R2B, affiancato da Federico Capilli.
Alberto Verardo e Cristina Rinaldis, su Renault Clio Williams N3, sfideranno i compagni con le Clio RS di Emilio Baldassari con Nicolò Minetti ed Alberto Biggi con Elisabetta Franchi, mentre Marco Cotugno e Gianrenzo Roatta, sempre su Renault Clio, partiranno in classe A6.
Eros Massa sarà affiancato da Martina Balducchi a bordo di una Peugeot 205 A5; Marco Riva e Daniele Di Paolo guideranno la pattuglia di Peugeot 106 N2, completata da Gianluca Incontrera con Alessandro Schena, Stefano Comando con Davide Caponetto (unica Citroen Saxo), Michele Zerega con Giorgia Lecca e Giacomo Orsi con Fabio Vasta.
Walter Donato, su Fia Seicento A0, sarà affiancato da Edoardo Crocco, giovane e promettente navigatore finalmente all’atteso debutto in gara. Ruoli invertiti per Davide Coduri e Mauro Terrile, in gara con una Peugeot 106 N1, mentre in classe RS2 ci sarà la Suzuki Swift di donato Lanzarotti e Simona Gazzo

Il genovese Craviotto cerca la rivincita alla Ronde di Santo Stefno Aveto

Secondo impegno stagionale, dopo la sfortunata partecipazione al recente Rally della Lanterna, per Davide Craviotto. Sabato prossimo, infatti, il genovese sarà al via della 10^ Ronde della Val d’Aveto, con la Renault Twingo di classe R2B messagli a disposizione dalla Gima Autosport ed in coppia con Fabrizio Piccinini, uno dei suoi co-piloti storici.

“Al Lanterna – sottolinea il portacolori della scuderia Racing for Genova – ho fatto poco più di metà gara e sono stato costretto al ritiro quando ero in testa alla mia classe: visto che corro sempre meno, in Val d’Aveto ci terrei un sacco ad arrivare in fondo. Il risultato, ovviamente, non è la mia priorità ma se mi riuscisse di abbinare al traguardo anche un bel piazzamento, sarei davvero felice perché lo dedicherei a mio figlio Alessio”.

Assente dai rally dal 2013, Davide Craviotto è tornato a gareggiare quest’anno al RCraviotto_Lanternaally della Lanterna dove, in coppia con il “cugino” Giovanni Gazzia, è stato costretto allo stop prima della sesta prova speciale per un problema al cambio, quando era ventesimo assoluto e primo nella classe d’appartenenza

Blog su WordPress.com.

Su ↑