Cerca

Gino Bruni

Il mio blog

Mese

dicembre 2015

Porsche – Semaforo verde per la Mission E

La prima Porsche ad alimentazione completamente elettrica è in dirittura d’arrivo. Il consiglio di supervisione ha dato oggi il via libera al progetto Mission E. Nelle parole di. Oliver blume, Presidente del Consiglio di Amministrazione, Porsche è dunque “all’inizio di un nuovo capitolo nella storia dell’auto sportiva”. La vettura dovrebbe essere lanciata alla fine del decennio.

Con questo progetto Porsche solo a Stuttgart-Zuffenhausen sono stati creati oltre 1.000 nuovi posti di lavoro. L’azienda investirà circa 700 milioni di euro nel suo sito principale dove, nei prossimi anni, saranno costruiti un nuovo impianto di verniciatura e un nuovo reparto di assemblaggio. Anche la fabbrica di motori esistente verrà ampliata per la produzione di motori elettrici e il reparto carrozzeria è in fase di espansione. Ma l’azienda ha intenzione di investire anche in altre aree, come ad esempio nel centro di sviluppo di Weissach.

La concept car Mission E ha celebrato il debutto mondiale al salone dell’auto di Francoforte a settembre scarso. I visitatori sono rimasti affascinati soprattutto dal suo design di elevato contenuto emozionale. Fedele alla parola d’ordine «E-performance», la vettura all’avanguardia tecnologica combina prestazioni di guida eccezionali con un’idoneità all’uso quotidiano .La vettura a quattro porte e quattro sedili singoli eroga una potenza di sistema di oltre 600 cv (440 kw), accelera da 0 a 100 km/h in meno di 3,5 secondi e ha un’autonomia di oltre 500 chilometri. Le batterie agli ioni di litio integrate nel sottoscocca della vettura, ricaricate dall’unità di carica da 800 volt sviluppato appositamente per la vettura e due volte più potente rispetto ai sistemi a carica rapida di oggi, sono in grado di raggiungere l’80 percento della massima autonomia dopo solo 15 minuti di ricarica. A scelta, la vettura può essere «rifornita» in modalità wireless per induzione, tramite una serpentina incorporata nel pavimento del garage.

Nuovo Mercedes-Benz GLS

Come per il GL, anche il nuovo GLS fissa parametri di riferimento nel mondo dei SUV e conferma la sua posizione di ammiraglia tra i fuoristrada. L’unico sette posti autentico nella realtà europea dei SUV di fascia alta offre una spaziosità generosa e crea un connubio tra esclusività e comfort convincente, agile dinamismo e sicurezza ai massimi livelli. Che lo si utilizzi nella quotidianità o al di fuori dei percorsi asfaltati, il nuovo SUV della Casa di Stoccarda sa gestire con maestria ogni situazione. Rispetto al modello precedente, la nuova generazione vanta un’efficienza incrementata, programmi di marcia DYNAMIC SELECT ampliati, l’ultima evoluzione delle sospensioni pneumatiche AIRMATIC con il sistema di sospensioni attive ADS perfezionato, il cambio automatico a 9 marce 9G-TRONIC, i più moderni sistemi di assistenza alla guida e la più aggiornata generazione telematica con accesso a Internet. Anche il nuovo Mercedes-AMG GLS 63 4MATIC offre più potenza, più dinamismo e più allestimenti. Grazie ad una potenza massima di 430 kW (585 CV), l’autotelaio realizzato ad hoc e il cambio 7G-TRONIC SPEEDSHIFT PLUS AMG perfezionato, il modello è la punta di diamante della gamma GLS. A bordo sono presenti di serie i programmi di marcia DYNAMIC SELECT AMG che offrono una versatilità ai massimi livelli e la trazione integrale Performance AMG sbilanciata sull’asse posteriore. Il GLS 63 4MATIC trasmette la sua forte personalità anche attraverso il design aggiornato, tipico del Marchio AMG, e gli interni di pregio.

 

I nuovi esterni dinamici e gli eleganti interni rielaborati accentuano in modo marcato il carattere del nuovo GLS. In occasione del facelift i designer hanno adattato questo SUV large-size di prestigio all’attuale linguaggio formale di Mercedes-Benz. Negli esterni ci si è focalizzati sulla nuova conformazione del frontale, mentre la coda è stata ammodernata soprattutto nell’area del paraurti e dei proiettori posteriori. Negli interni attirano l’attenzione la nuova organizzazione della plancia portastrumenti con il Media Display parzialmente integrato, il nuovo volante multifunzione a tre razze, la consolle centrale modificata, provvista di touchpad, ed i nuovi colori e inserti per gli allestimenti. Le dimensioni del GLS confermano il formato full-size di questa vettura e creano i migliori presupposti per una spaziosità generosa adatta a sette passeggeri.

 

 

Autovetture – Cresce la Sicurezza: Premiati con 5 Stelle 11 Modelli su 15

Promosse con 5 stelle BMW X1, Infiniti Q30, Jaguar XE e Jaguar XF, KIA Optima e KIA Sportage, Lexus RX, Mercedes-Benz GLC, Opel Astra (Vauxhall Astra nel Regno Unito), Renault Mégane e Renault Talisman,mentre ottengono 4 stelle la nuova MINI Clubman e il pick-up Nissan NP300 Navara. Non supera invece le 3 stelle il roadster tedesco BMW Z4 e si ferma a 2 stelle la citycar italiana Lancia Ypsilon. I risultati dell’ultima tornata di crash test EuroNCAP, il programma europeo per la valutazione della sicurezza delle autovetture in commercio in Europa di cui ACI è partner, confermano con evidenza un principio basilare per la sicurezza di tutti gli utenti della strada: i moderni dispositivi di assistenza alla guida, installati sulle automobili, non sono un mero optional di prestigio, ma costituiscono un elemento indispensabile per prevenire gli incidenti o ridurne, comunque, le più gravi conseguenze.

Proprio i sistemi di sicurezza attiva, come appare evidente già da un rapido sguardo ai risultati dei test riportati in tabella, hanno fatto ancora una volta la differenza nella valutazione finale dei 15 modelli presi in esame, che hanno spaziato dagli off-road di alta gamma alle piccole utilitarie, in attesa che entri in vigore dal 2016 il nuovo protocollo “Dual Rating”, che prevede una doppia valutazione: la prima riferita ad un equipaggiamento base in termini di sistemi di sicurezza (quasi una dotazione di serie) e la seconda riferita invece ad un equipaggiamento avanzato, veicolo dotato di un SAFETY PACK opzionale e disponibile su almeno il 50% dei mercati europei.

Particolarmente penalizzate, in quest’ultima tornata di test, la BMW Z4 e la Lancia Ypsilon. Al di là delle carenze riscontrate in termini sicurezza attiva, tra le criticità emerse per il roadster tedesco va segnalata la mancanza di chiarezza delle informazioni fornite al guidatore sullo stato dell’airbag lato passeggero, fondamentali in caso di trasporto di un bambino. Diversamente, sulla valutazione finale della citycar Ypsilon ha pesato soprattutto il nuovo test di impatto frontale a 64 km/h, ottenendo invece un apprezzabile 79% nella protezione dei bambini trasportati.

Tutti i risultati e le schede dei crash test sono disponibili sul sito www.euroncap.com

L’ Auto Show 2015: Debutto mondiale per Mercedes SL e Mercedes GLA

Blog su WordPress.com.

Su ↑