Dopo  le  prime  due  edizioni  che  lo  hanno  affermato  come  uno  degli appuntamenti  culturali  più  importanti  e apprezzati   in   Italia,   tornerà   a Camogli da giovedì   8  a domenica   11   settembre i lFestival   della Comunicazione. La manifestazione, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica,  è  ideata  e  diretta  da Rosangela  Bonsignorioe Danco  Singere  organizzata  dal  Comune  di Camogli e da Frame, in collaborazione con la Regione Liguria.

Quattro giornate, con oltre un centinaio di appuntamenti tra incontri, laboratori, spettacoli, mostre ed escursioni e più  di 130  ospiti italiani  e  internazionali provenienti  dal  mondo  della  comunicazione,  della  letteratura,  della scienza, delle imprese, della medicina e della psicologia, dell’arte, dei social network, del diritto, della filosofia. Il macrotema individuato per questa terza edizione da Umberto Eco: il world wide web. «Aveva già scelto il titolo della sua lectio Pro e contro il web»spiegano Rosangela Bonsignorio e Danco Singer «voleva, nelle giornate del  Festival,  analizzare  tutte  le  implicazioni  sociali,  culturali,  politiche,  educative  che questa  rivoluzione  ha comportato. E noi, con gli ospiti che hanno accettato il nostro invito, porteremo avanti il suo auspicio».

A Camogli, in un clima di accoglienza e coinvolgimento, gli ospit i– storici volti del Festival o nuovi compagni di viaggio – discuteranno con un linguaggio accessibile a tutti  le opportunità e le potenzialità di questo straordinario strumento,  immaginando  gli  scenari  futuri  e  le  vie  da  seguire,  a  venticinque  anni  dalla  pubblicazione  del primo sito web. Al Festival verrà consegnato per la prima volta il premio Comunicazione,per celebrare una personalità che si sia  particolarmente  distinta  nel  mondo  della  cultura:  quest’anno  sarà Roberto   Benigni,   che   ritirerà personalmente il premio a Camogli. In  occasione  della  manifestazione sarà inaugurata  la  mostra  di Tullio  Pericoli Quanti  ritratti,  caro  Umberto.  In esposizione quasi un centinaio di disegni, schizzi, giochi, scambi di ritratti e lettere in cui, nel corso degli anni e di una lunga amicizia, l’artista ha raffigurato il grande semiologo, ispiratore del Festival sin dall’inizio. La mostra, allestita nella Sala Consiliare del Comune di Camogli, sarà aperta fino all’11 dicembre.

L’ingresso è gratuito. Maggiori info su http://www.festivalcomunicazione.it