Cerca

Gino Bruni

Il mio blog

Mese

novembre 2016

Per la Ford tra alcuni anni i semafori saranno sempre verdi

“Non c’è nulla di peggio dopo una lunga giornata di lavoro che imbattersi in tutti i semafori rossi, uno dopo l’altro, ed essere costretti a fermarsi e a ripartire a ogni incrocio”, ha dichiarato Christian Ress, Supervisor, Driver Assist Technologies, FordResearch and Advanced Engineering. “Regalare ai conducenti la possibilità di ‘cavalcare l’onda verde’ significa rendere l’esperienza di guida più agevole, aiutando così il miglioramento generale del flusso del traffico, fornendo riduzioni significative delle emissioni di anidride carbonica e diminuendo il consumo di carburante”.

L’innovativa tecnologia sulla quale Ford sta lavorando, ha proprio come obiettivo quello di trasformare in realtà il sogno di ‘cavalcare quello che già molti anni fa veniva chiamato “l’onda verde”.  Il Green Light Optimal Speed Advisory utilizza le informazioni sui tempi del semaforo ottenute da un’unità di raccolta dati posta a bordo strada e indica al conducente la velocità di crociera da mantenere per riuscire a incontrare sempre il semaforo verde.

All’interno del progetto che nel Regno Unito sta prendendo forma sotto il nome di Autodrive, Ford sta inoltre testando un innovativo sistema informativo che ha lo scopo di aggiornare tempestivamente l’automobilista in caso di arresto improvviso di un veicolo che precede, anche se non visibile, contribuendo a mostrare i vantaggi delle auto connesse.

Nissan porta l’elettrica alle Poste italiane

Nissan e Poste Italiane hanno siglato un accordo che realizza la più grande flotta di veicoli commerciali 100% elettrici esistente in Italia, grazie alla fornitura di 70 furgoni e-NV200 tramite le società di noleggio a lungo termine Arval e Leasys.

I van Nissan verranno utilizzati per le consegne dell’ultimo miglio in diverse località italiane, incluse Torino, Milano, Brescia, Roma, Avellino e Bari, contribuendo così a ridurre l’impatto ambientale nei centri cittadini, a beneficio dell’ambiente e della comunità.

“Siamo entusiasti di questa collaborazione con Poste Italiane ha dichiarato Bruno Mattucci, Amministratore Delegato di Nissan Italia. L’accordo rappresenta l’esempio di come, oggi, i veicoli elettrici possano rappresentare una soluzione reale ed efficiente di mobilità urbana anche per le flotte commerciali. La combinazione unica tra comfort di guida, costi d’esercizio contenuti ed emissioni zero rappresenta una scelta intelligente, a beneficio di tutti i cittadini.”

È proprio per queste caratteristiche che le vendite del Nissan e-NV200 in Europa sono cresciute dell’84% tra il 2014 e il 2015 e i numeri del 2016 confermano questo trend di crescita.

Oltre a produrre veicoli 100% elettrici, Nissan investe costantemente in ricerca e sviluppo e collabora da anni con istituzioni, enti e aziende private per sviluppare iniziative che rendano la mobilità urbana più efficiente e le città luoghi più vivibili.

Agile, versatile, elettrizzante: MINI Cooper S e Countryman ALL4

Adesso, il tipico divertimento di guida Mini si trasforma in un’esperienza affascinante e sostenibile. La mini coopers E countrymanall4 è il primo modello del marchio premium britannico equipaggiato con un propulsore ibrido plug-in che apre la possibilità di vivere una mobilità esclusivamente elettrica, dunque localmente a emissioni zero, abbinata a un’agilità sportiva e una versatilità straordinaria. Il compito di assicurare un’efficiente spinta lo assolvono insieme un motore tre cilindri a benzina e un  motore elettrico sincrono. I due motori generano una potenza di sistema di 165 kW/224 CV. Altrettanto affascinante sono il consumo di carburante di 2,1 litri per 100 chilometri e il valore di CO2 di 49 grammi per chilometro (valori nel ciclo di prova UE per vetture ibride plug-in). La mini coopers E countryman all4 si posiziona così come la vettura ideale per target-group urbani, che desiderano sfruttare per esempio i vantaggi della mobilità esclusivamente elettrica negli spostamenti giornalieri tra casa e ufficio e disporre il fine settimana di un utilizzo illimitato a lungo raggio.

La  mini coopers E countrymanall4 combina la versatilità offerta dal concetto di Internet spazio della nuova generazione di modelli con la sostenibilità della tecnologia eDrive di BMW Group e della trazione integrale elettrificata. Le ruote anteriori vengono azionate dal motore endotermico, le ruote posteriori dal motore elettrico.

Anteprima italiana per Toyota Prius Plug-in ad H2R-MFS 2016

Dall’8 all’11 novembre 2016, a Rimini Fiera, in occasione di H2R – Mobility for sustainability Toyota Motor Italia presenta in anteprima italiana la Toyota Prius Plug-in con tecnologia ibrida plug-in (elettrico-benzina+elettrico ricaricabile): rispetto alla Prius già conosciuta, questa versione è in grado di assicurare ben 50 Km di autonomia in modalità puramente elettrica, con ZERO emissioni, ZERO consumi, e velocità massima di 135 Km/h. Migliorano anche i consumi del sistema ibrido (1,0l/100Km) e le emissioni complessive di CO2, pari a 22g/Km. Tra le caratteristiche presenti su Prius Plug-in, Toyota introduce il nuovo sistema di ricarica solare sul tetto, in grado di garantire un aumento di percorrenza nella modalità EV Plug-In di ulteriori 5 Km.

La Toyota Prius, modello icona della tecnologia ibrida , giunta alla sua quarta generazione equipaggiata con la più recente evoluzione del sistema Full Hybrid di Toyota, punta a consolidare la sua posizione dell’ibrido sul mercato, grazie a prestazioni ambientali migliorate (solo 3.0 litri/100 km in ciclo combinato, miglioramenti apportati in termini di batteria, motore elettrico e motore termico), un design più accattivante, cresciuta reattività e piacere di guida assieme alla risposta del volante più rapida e sportiva, capacità dinamiche migliorate grazie alla piattaforma basata sulla nuova architettura TNGA e prestazioni senza precedenti (motore 1.8 VVT-I HYBRID da 122 cavalli/90 kW, 180 km/h di velocità massima, accelerazione 0-100 km/h in 10,6 secondi).Una vettura sempre più integrata anche grazie a innovazioni in termini di sicurezza, comfort e interazione tra il guidatore e la tecnologia di bordo.

Mirai (“futuro” in giapponese) è la prima berlina con tecnologia fuel cell a celle combustibile (elettrico- idrogeno): un’auto ibrida che usa insieme la batteria e le celle a combustibile alimentate da idrogeno. Toyota ha lanciato una nuova sfida nel 2015, dopo più di venti anni di ricerca dedicata allo sviluppo della tecnologia a celle a combustibile di idrogeno. Fuel Cell è una delle soluzioni più sostenibili per la mobilità: le emissioni di scarico che produce sono, infatti, solo vapore acqueo e per quanto riguarda il tema del riutilizzo, Toyota sfrutta per “mirai” più del 95% dei componenti riutilizzabili. Infine si presta ad un utilizzo quotidiano pratico e semplice, poiché la vettura si rifornisce in circa 3 minuti(come quelle tradizionali a benzina o diesel) ed ha un’autonomia di oltre 500 km con un pieno.

Blog su WordPress.com.

Su ↑