Da gennaio a settembre 2016 sono state vendute in tutto il mondo circa 518 mila auto elettriche, il 53% in più rispetto allo stesso periodo (in tutto l’anno scorso sono state circa 550.000), e questo rende necessaria una riflessione su come si sta preparando il nostro Paese ad affrontare la sfida dell’E-mobility.

L’Energy&Strategy Group del Politecnico di Milano ha, infatti, realizzato la prima edizione dell’E-Mobility Report, che vuole dare un inquadramento delle principali tecnologie “abilitanti” relative alla mobilità elettrica (auto elettrica e infrastruttura di ricarica), analizzando le modalità con cui i principali player del settore automotive si stanno affacciando a questo mercato. L’analisi dell’auto elettrica e delle infrastrutture di ricarica permette di fornire anche una panoramica dei principali meccanismi d’incentivazione attualmente presenti a livello globale e di confrontarli con la situazione italiana, stimando le previsioni del mercato fino al 2025.

Partendo poi dallo studio delle principali esperienze in tema E-mobility a livello italiano, saranno analizzati l’ecosistema degli attori che solitamente entrano in gioco e i modelli di business adottati, al fine di individuare e approfondire quelli maggiormente vincenti. Quali saranno i volumi d’investimento attesi in termini di automobili e infrastrutture di ricarica? Le policy che sta attuando il soggetto pubblico sono in linea con le aspettative degli operatori del settore? Quale sarà l’impatto dello sviluppo dell’E-mobility sul sistema elettrico nazionale? Sono alcune delle domande cui si cercherà di dare risposta.

La giornata di studio che cercherà di dare risposte su questi temi è in programma presso il Politecnico di Milano (Aula Magra Carassa – Via Lambruschini 4) giovedì 26 gennaio con inizio alle ore 9.30. Ad aprire l’incontra sarà Umberto Bertelè, della School of Management Politecnico di Milano; successivamente Vittorio Chiesa, Direttore dell’Energy & Strategy Group Politecnico di Milano, presenterà il primo rapporto sull’e-mobility.

Seguiranno tavole rotonde a cui parteciperanno le aziende partner: Abb, Ancitel Ae, Carrefour, Cesi, Edison, Enel Energia, Enel Green Power, Eni, Fondazione Tronchetti Provera, Route 220, Scame Parre, Vesta.