Quest’anno è un’importante ricorrenza per la storia dell’automobilismo italiano: la Fiat 500 compie sessant’anni. L’AISA – Associazione Italiana per la Storia dell’Automobile – dedica a questo rilevante traguardo una Conferenza che si terrà sabato 18 novembre alle ore 10.00 presso il Museo Nazionale dell’Automobile di Torino.

La Conferenza vuole mettere in evidenza alcuni temi importanti legati allo sviluppo e alla diffusione di una delle automobili più famose di tutti i tempi, dedicando particolare spazio anche agli aspetti di cui si è parlato meno, come la sua presenza nelle corse automobilistiche e le sue interpretazioni da parte dei vari carrozzieri.

Lorenzo Boscarelli, presidente AISA, parlerà del contesto storico e sociale nel quale la 500 è stata concepita; l’intervento di Roberto Giolito, responsabile di FCA Heritage, ha per titolo “500 – Back to the future” e racconterà come lo stile della 500 classica è stato reinterpretato nella 500 attuale; Lorenzo Morello dedicherà il proprio intervento agli aspetti tecnici e progettuali; Alessandro Sannia offrirà una panoramica sulle numerose e variegate interpretazioni della 500 da parte dei carrozzieri; Renato Donati parlerà, invece, della presenza della 500 nelle competizioni. Concluderà la Conferenza Carlo Giuliani, Vice-Presidente del Fiat 500 Club Italia che parlerà de “Il mito della 500”.

Alcuni esemplari di Fiat 500 particolarmente significativi saranno esporti in occasione della Conferenza, grazie alla collaborazione del Fiat 500 Club Italia.

L’appuntamento con “I 60 anni della Fiat 500” è per sabato 18 novembre 2017alle ore 10 presso il Museo Nazionale dell’Automobile “Giovanni Agnelli”, in Corso Unità d’Italia 40 a Torino.

La Conferenza è aperta a tutti gli appassionati e la partecipazione è libera fino a esaurimento posti.