Importante conferma per il 2018 sportivo della Scuderia  Lanterna Corse Rally Team.

Gianluca Caserza, vincitore del Trofeo Renault Twingo nella IRCup lo scorso anno, sarà nuovamente al via della serie nazionale che si articola su quattro gare tra Lazio, Emilia, Toscana e Lombardia.
Il 2017 di Caserza è stato sì trionfale, ma soprattutto è servito per prendere confidenza con il campionato e con prove cronometrate mai viste in precedenza. L’esperienza accumulata sarà utilissima al giovane pilota  genovese ed alla navigatrice Erika Badinelli, che anche quest’anno condividerà l’abitacolo con il suo compagno di vita; i due portacolori della Lanterna Corse Rally Team sono pronti per il grande salto, quello verso la classe R2B e verso la casa del Leone Rampante.

La vettura scelta per il programma è infatti la Peugeot 208 preparata e seguita dalla VSport di Paolo Valla, auto con la quale Caserza è iscritto al Trofeo monomarca organizzato dalla casa francese, il Peugeot Competition IRCup, e che ha già dato grandi soddisfazioni al pilota di Mignanego.

Le novità però non riguardano solo la parte sportiva; durante la stagione l’auto del pilota genovese porterà in bella mostra il logo dell’associazione Rekko, sodalizio dedicato al volontariato, che opera in Guatemala e in diversi stati africani, fondata e tuttora seguita dalla famiglia Noris. Un’iniziativa di tutto rispetto, che aiuterà l’associazione a promuovere la propria attività e le proprie raccolte fondi, destinate alle popolazioni bisognose di scuole, opere sanitarie ed opere pubbliche.

“Siamo molto entusiasti per il programma di questa stagione che sta per iniziare, vogliamo ringraziare i nostri sponsor e tutte le persone che ci stanno aiutando, sperando di ripagarli con buoni risultati –  ha dichiarato Gianluca Caserza –  L’affiatamento con la Peugeot 208 è buono, partiamo sicuramente da un’ottima base, ma il livello nella IRCup e nel Trofeo Peugeot è molto alto, tutte le gare saranno delle belle sfide. Siamo molto soddisfatti ed onorati di poter portare sulle nostre auto il logo della Rekko, il popolo del Rally si è sempre dimostrato molto sensibile e disponibile verso le iniziative benefiche e siamo certi che l’associazione potrà ampliare ulteriormente la propria attività.”