Intercettati in Italia ricambi per autovetture contraffatti. In particolare, fanno sapere dall’Audi e dallo Studio Legale CBA, la contraffazione riguardava griglie auto, marchi e segni distintivi da apporre sulle parti di ricambio per un valore di diverse centinaia di migliaia di Euro.

Con il marchio Audi ma senza l’autorizzazione, i pezzi erano prodotti in Cina e commercializzati in Italia, in violazione dei diritti esclusivi di privativa industriale per marchio e design registrati.

I contraffattori sono stati individuati monitorando i siti di vendita online dei ricambisti che vendevano a carrozzerie.