Prosegue in settembre l’andamento negativo dei consumi di benzina (-1,2%), mentre sostanzialmente stabili sono i consumi di gasolio per autotrazione (+0,5%). In netta crescita rispetto al settembre dello scorso anno sono i prezzi alla pompa dei due carburanti: la benzina passa da 1,520 a 1,640 euro al litro (+7,9%), mentre il gasolio passa da 1,369 a 1,522 euro al litro (+11,2%).

Questi forti aumenti dei prezzi hanno comportato in settembre una maggior spesa per le famiglie e imprese italiane di 452 milioni di euro (+10,3%).

Dall’elaborazione del CSP sui dati ufficiali del Ministero dello Sviluppo Economico emerge inoltre che il consuntivo dei primi nove mesi dell’anno vede crescere i consumi di benzina e gasolio auto del 2,1% (benzina -0,8%; gasolio +3,1%), mentre la spesa per gli italiani aumenta dell’8,7% (3,501  mld), gli introiti per l’Erario crescono del 3,9% (987 milioni) e la componente industriale, ossia la quota destinata all’industria petrolifera e alle sue reti di distribuzione, sale del 17,2% (2.514 mld).

 

Fonte Centro Studi Promotor.