Pasquale Bentivoglio, su Tatuus Ninja, si è aggiudicato la Susa – Moncenisio e, per la prima volta in carriera, scrive il suo nome sul “Libro d’Oro” della corsa in salita più antica del mondo.

Il pilota comasco, nonostante la pioggia a complicare le cose, ha ottenuto la vittoria grazie al miglior tempo in ognuna delle tre manche regolarmente disputate.

Una pioggia mai battente ma sicuramente fastidiosa ha caratterizzato la gara obbligando i piloti a scelte di gomme e di strategie più difficili del previsto.

Seconda piazza, e vincitore di Gruppo E2SS, Andrea Grammatico, il mattatore delle ultime due edizioni della competizione organizzata dalla Supergara, al via su una Radical SR4 Suzuki con i colori della Scuderia Winners Rally Team. Il giovane pilota torinese è bravo a tenere il passo di Bentivoglio nelle prime due manche ma nella terza e decisiva salita commette uno dei suoi rari errori di guida che lo costringe a rimandare a data da destinare il tris a Susa.

Gradino più basso del podio per Luca Veldorale, portacolori della Scuderia Alta Valle Motor Sport, vincitore tra le vetture Gruppo E2 Silhouette con un’A112 Kawasaki.

Per i genovesi in gara da evidenziare la prova di Stefano Repetto (Fiat cinquecento motorizzata Suzuki) che ha ottenuto la quarta piazza assoluta. Ottava posizione assoluta per Giacomo Giovanni Gozzi (Radical SR4) con i colori della Scuderia Racing for Genova. Per la Scuderia Sport Favale 07, il miglior piazzamento (11° assoluto) è arrivato da Paolo Bordo su Renault Clio. I suoi compagni di Team Franco Vigo (Renault R5 GT T); Enrico Franzero (A112 Abarth) hanno tagliato il traguardo rispettivamente in ventesima e ventunesima posizione.