Cinquantaquattro chilometri da affrontare con la consapevolezza di potersi ritagliare un ruolo di primo piano. Con queste prerogative, la Scuderia spezzina BB Competition si avvicina allo “start” del Rally della Lanterna e del Rally Città di Pistoia, appuntamenti validi per la Coppa Rally di Zona in programma nel fine settimana, il primo a Santo Stefano D’Aveto e il secondo sulle strade della Toscana.

Quattro, gli equipaggi portacolori della scuderia spezzina impegnati nel confronto genovese.

La Peugeot 208 R2B di Luca Raspini (nella foto)  e Matteo Giannelli, ad un anno dall’ultima apparizione sul sedile sinistro della “francese” a trazione anteriore, vettura che utilizzerà – per la prima volta in carriera – Marco Betti, affiancato sulle strade liguri da Leonardo Fasulo.

A prenotare una posizione di rilievo nella classe N3  ci sarà Pietro Bancalari e Simona Righetti, tornati alla collaborazione dopo un anno sulla Renault Clio RS, vettura che ha visto l’esperto driver primeggiare nella categoria in occasione dell’ultimo impegno affrontato, il Rally di Casciana Terme 2019.

Sui sedili della Renault Clio RS, ci saranno Mirco Martinetti e Luca Lorenzini, con il pilota alla seconda esperienza sulla vettura ed alla terza in assoluto in carriera.

Costretti, invece, a dare forfait al Lanterna Claudio Arzà e Massimo Moriconi. Un’assenza, quella dell’equipaggio di punta di BB Competition, legata al ricorso in appello da parte del team PRT a seguito dalla squalifica di Paolo Andreucci dopo le verifiche al recente San Marino Rally.

“Siamo dispiaciuti di non poter prendere parte alla gara – il commento di Claudio Arzà, pilota e Presidente di BB Competition – purtroppo la situazione è quella di cui tutti sono a conoscenza: fino a quando non verrà fatta chiarezza sull’accaduto non potremo disporre della vettura. Attendiamo, quindi, fiduciosi il responso a seguito del ricorso presentato da PRT, struttura alla quale siamo legati sia dal punto di vista sportivo che di rapporto umano. Proprio per questo abbiamo preferito rinunciare alla gara anziché affrontarla con un altro tipo di vettura e con un altro team, certi che potranno esserci altre occasioni nel prosieguo della stagione. Dispiace per i nostri partner, per Michelin e per i nostri tifosi, comunque certi di tornare quanto prima sulle strade della Coppa Rally di Zona”.