Rally di Monza: una gara d’altri tempi, difficile e insidiosa e resa ancor più complessa da condizioni  meteo che non ha certo risparmiato gli equipaggi durante il weekend del primo Aci Rally Monza, secondo appuntamento italiano del Mondiale WRC 2020 e tappa conclusiva della serie iridata.

La Scuderia Lanterna Corse Rally Team ha partecipato a questa competizione con la coppia formata dal pinerolese Roberto Gobbin, per la prima volta in gara con i colori del team e dal genovese Alessandro Cervi, che per tutta la stagione ha occupato il sedile di destra della Fiat 124 Abarth preparata dall’Evo Motorsport.
 

“Monza non era nei nostri piani – ha dichiarato Gobbin – ma dopo il ritiro in Ungheria abbiamo cambiato programmi, impossibilitati a terminare l’avventura nel Campionato Europeo e nell’Abarth Rally Cup al Rally Islas Canarias. La decisione di scegliere l’Aci Rally Monza è stata dettata dalla validità per la FIA RGT Cup e, in generale, dal prestigio della gara”.

Nonostante il rally abbia procurato diversi imprevisti all’equipaggio della Lanterna Corse Rally Team, ha comunque tagliato il traguardo chiudendo al quinto posto della classe RGT ma con una pesante penalità per aver raggiunto in ritardo il parco assistenza del sabato sera a causa di un problema tecnico alla vettura.

“La soddisfazione è comunque grande per aver portato a termine un simile impegno, nonostante qualche difficoltà imprevista e un meteo che non ha certo aiutato – ha commentato Alessandro Cervi -. La nostra Fiat 124, come le altre vetture RGT hanno faticato sulle stradine infangate dell’Autodromo e di certo non era a proprio agio sulla neve incontrata sulle prove speciali bergamasche. Queste gare insegnano molto e fanno capire quale sia il confine tra il mondo amatoriale e quello professionistico, nulla può essere lasciato al caso e ogni dettaglio può fare la differenza”.

Ora per la Lanterna Corse Rally Team è tempo di iniziare a programmare la stagione 2021, sperando che la situazione sia migliore rispetto all’annata che sta terminando.