La quarta edizione del Rally Vigneti Monferrini, in programma dal 20-21 marzo, passerà alla validità nazionale.

Dopo vari anni con il format del RallyDay, il salto di qualità che sta entusiasmando gli sportivi e appassionati.

I successi delle edizioni passate hanno spinto Moreno Voltan, organizzatore della competizione, a scegliere una tipologia di gara più impegnativa, con un chilometraggio maggiore e soprattutto aperta alle vetture R5, le regine delle gare di zona. Dopo un’edizione con validità nazionale, infatti, gli organizzatori potranno richiedere ad Aci Sport la validità per il 2022 alla  Coppa Rally di Zona, un obiettivi che gli organizzatori ambiscono senza mezzi termini.

. L’attesa a Canelli per il weekend del 20-21 marzo è alta e tutta la città, come di consueto, è pronta ad accogliere calorosamente la gara organizzata dal VM Motor Team con la preziosa collaborazione della Pro Loco guidata da Giancarlo Benedetti.

E’ proprio Voltan, a carte ancora coperte, ad illustrate le prime novità della classica piemontese: “Qui a Canelli puntiamo sempre su una logistica curata nei minimi dettagli e alla migliore accoglienza da rivolgere ai concorrenti. La quarta edizione del Vigneti Monferrini sarà articolata su tre prove cronometrate da ripetere tre volte, molto tecniche e spettacolari e che invoglieranno gli equipaggi ad iscriversi alla gara”.

Confermata la presenza del Trofeo 600 per un Sorriso, iniziativa ideata da Mattia Casarone che si prepara a festeggiare il decennale e che ormai è strettamente legata a Canelli ed al VM Motor Team; ogni anno la raccolta benefica è destinata ad un ente diverso ed il Trofeo riservato alle piccole Fiat richiama partecipanti da tutta Italia.

A Canelli, dopo ben due anni di digiuno (l’edizione 2020 si sarebbe dovuta svolgere proprio all’inizio del lockdown di primavera) tutta la popolazione e l’amministrazione locale si preparano ad un grande evento che sa tanto di ripartenza e che porterà sulle prove tra le colline astigiane i migliori interpreti locali, senza escludere la partecipazione di qualche nome noto del panorama nazionale.  L’ultima edizione disputata, quella del 2019 (quella della foto), fu vinta dal biellese Omar Bergo, affiancato da Alberto Brusati su una Renault Clio Super 1.6.