Ricerca

Gino Bruni

Il mio blog

Mese

settembre 2021

“Mare e Monti” – Raduno di auto storiche a Varazze – Arenzano – Sassello

In occasione della Giornata Nazionale del Veicolo Storico, indetta dal ‘ASI a livello nazionale, a Varazze è in programma un raduno di auto storiche denominato “Mare e Monti”.

Questo in sintesi il programma del raduno:

Le autovetture  arriveranno a Varazze nella mattinata di sabato 25 settembre 2021. Nel pomeriggio dalle ore 14,30 circa si sposteranno ”Piazzale Del Mare” dove resteranno in esposizione dalle ore 15,00 alle ore 18,00, così da consentire ai cittadini e ai turisti di poterle ammirare. I partecipanti, vista la coincidenza della locale manifestazione con la “Giornata Europea del Patrimonio”, parteciperanno ad una visita guidata, delle realtà culturali.

Nella giornata di domenica mattina, le auto ripartiranno, attraversando le strade cittadine.

 In seguito i partecipanti si dirigeranno verso l’entroterra per fare sosta al Sassello.

Alla manifestazione sono attese una quarantina di auto d’epoca che spaziano nella storia del motorismo, da quelle degli inizi del novecento alle più recenti auto sportive.

Auto storiche torna “Ruote nella storia”

Dopo gli appuntamenti di Campo Ligure nel 2018 e Torriglia nel 2019, torna il raduno turistico “Ruote nella Storia”. Promosso da Aci Storico, con la collaborazione del Veteran Car Club Ligure, l’evento si svolgerà domenica 3 ottobre a Varese Ligure.

Questo, in sintesi il programma:

I partecipanti si ritroveranno il 3 ottobre  alle ore 9,00 presso le sedi dell’Automobile Club di Genova e dell’Automobile Club della Spezia.
Dopo le verifiche e il perfezionamento delle iscrizioni sarà dato il via ufficiale con il percorso che si snoderà lungo la strada statale Aurelia.

I concorrenti convergeranno da Genova e da La Spezia per arrivare nella Piazza storica di Varese Ligure dove le vetture saranno esposte e presentate al pubblico.

Alle ore 15 il termine dell’esposizione con le premiazioni e il rientro lungo un suggestivo percorso nell’entroterra ligure.

Le iscrizioni possono essere effettuate presso la Segreteria dell’Automobile Club di Genova, nella sede di Viale Brigate Partigiane, 1/A oppure scaricando la scheda dal sito internet dell’Automobile Club di Genova e inviandola all’indirizzo sede@acigenova.it

ACI partecipa all’iniziativa #Roadhasevolved

La FIA Region I lancia #RoadHasEvolveduna nuova campagna per la sicurezza stradale 2021 incentrata sui dispositivi di mobilità personale [Personal Mobility Devices (PMD)]. L’iniziativa mira a sensibilizzare il pubblico sulla presenza contemporanea sulla strada di molteplici e diversi tipi di utenti e sull’importanza di condividere la mobilità in sicurezza.

I dispositivi di mobilità personale  – conosciuti anche come Personal Light Electric Vehicles (PLEV) Veicoli elettrici personali leggeri – comprendono  monopattini e monoruota elettrici, biciclette a batteria e altri dispositivi simili: mezzi che sono diventati popolari negli ultimi anni grazie alla loro accessibilità e praticità. Tuttavia le persone non sono sempre consapevoli delle regole e dei rischi che si corrono nell’infrangerle e che possono generare situazioni pericolose o provocare incidenti. Condividere la strada in sicurezza vuol dire rispettarne le regole, essere consapevoli della compresenza degli altri e mantenere viva l’attenzione mentre ci si muove. 

‘I dispositivi di mobilità personale si affiancano alle altre modalità di trasporto e arricchiscono l’offerta di mobilità, contribuendo ad aumentare la multimodalità. Ma la maggiore  offerta non deve comportare maggiori rischi. Dobbiamo fare in modo che questa novità non incida sulla sicurezza e ci riusciremo se ci impegneremo tutti” ha affermato Laurianne Krid, Direttore Generale della FIA Regione I.

La campagna è stata tradotta in 13 lingue, sarà condotta dai Club membri in Europa, Medio Oriente e Africa ed è sostenuta dal FIA Road Safety Grant Programme.

A Milano AutoClassica l’anteprima italiana di Kimera Automobili EVO37

I visitatori dell’undicesima edizione di Milano AutoClassica in calendario a Fiera Milano da venerdì 1 a domenica 3 ottobre, potranno assistere all’anteprima italiana in un salone dell’automobile aperto al pubblico, di Kimera Automobili EVO37, supercar stradale in edizione limitata che in fiera sarà esposta sia nell’inedita configurazione grigio metallizzata che nel colore rosso intenso, per far rivivere il mito della Lancia Rally 037, indiscussa icona dei Rally degli anni 80.

Luca Betti, da rallista a fondatore della scuderia Kimera Motorsport e di Kimera Automobili di cui è anche CEO, maturando una forte esperienza nel restauro e ricostruzione di vetture Lancia da Rally ha curato personalmente il progetto della EVO37, la supercar piemontese sovralimentata da 505 CV, 550 Nm di coppia, a trazione posteriore che interpreta al massimo la filosofia del Restomod, abbinando il fascino di regina dei rally alle peculiarità di una sportiva moderna in termini di qualità, prestazioni e sfruttabilità. Fondamentale è stato anche il supporto degli ingegneri Sergio Limone, Claudio Lombardi, Vittorio Roberti e Franco Innocenti  ed il collaudo a cura del due volte campione del Mondo Rally Miki Biasion. Dal punto di vista tecnico, il progetto è stato avviato nei mesi scorsi, e  una volta completato il fine-tuning del modello, è iniziata la produzione del primo lotto di auto. Dei 37 esemplari previsti in tutto, sono già più di 20 le EVO37 richieste e assegnate a clienti collezionisti di tutto il mondo, la prima delle quali verrà consegnata già in autunno.

La fase di lancio della Kimera EVO37 prevede una roadmap nei più esclusivi eventi automobilistici europei, rivolti a collezionisti ed amatori di supercar d’epoca e moderne. Dopo il Festival of Speed di Goodwood dove è approdata in versione prototipo, a fine agosto il debutto su strada a St. Moritz in Svizzera in occasione della decima edizione di Passione Engadina, la manifestazione internazionale, riservata a “top collectors”  di auto d’epoca italiane. Luca Betti, CEO di Kimera Automobili e pilota rally dal ricco curriculum internazionale, ha personalmente guidato l’ultima evoluzione stradale, con gli interni che prefigurano quelli definitivi di serie, in full carbon, Alcantara®, pelle e altri materiali pregiati. Questi interni richiamano fortemente quelli della 037 e della S4 stradali, a cui la EVO37 si ispira. E’ inedita anche la vernice della carrozzeria, nel colore grigio metallizzato che rievoca proprio quello della S4 più rara, costruita all’epoca in soli 5 esemplari. Dopo una tappa ad inizio settembre al Salon Privè del Blenehim Palace, nei pressi di Oxford, in Gran Bretagna, Kimera EVO37 sceglie la undicesima edizione di  Milano AutoClassica per il debutto presso il pubblico, i collezionisti ed i Media Italiani.

Il progetto  della fuoriserie Kimera EVO37 è stato concepito nel profondo rispetto per il passato, coinvolgendo da subito il gruppo di lavoro che all’epoca diede vita alle vetture che hanno ispirato la EVO37, ma sono stati i giovani Alessandro Bonetto e Carlo Cavagnero, insieme a Luca Betti e al suo staff, ad aver reso possibile questa impresa. 

A proposito di Kimera Automobili

La sede della Kimera Automobili è a Cuneo, presso Villa Kimera, una residenza nobiliare del Seicento, dove sono riuniti gli uffici, il reparto assemblaggio e l’officina del marchio di nicchia.L’azienda progetta e produce le sue vetture con la stessa metodologia e gli stessi processi industriali dei marchi automobilistici più noti e più grandi, ma con la meticolosità e la cura artigianale dei dettagli e della qualità dei materiali innovativi. Per questo ha coinvolto nel progetto EVO37, in un unico team, i migliori specialisti e fornitori torinesi in ambito automotive:  Italtecnica, Bonetto CV, Maps, LAM Stile, Bellasi, CiElle Tronics, Sparco. Ai quali si aggiungono i nomi di altre eccellenze italiane: Goodwool, Pakelo, Andreani – Ohlins, Brembo e Pirelli.

BIGLIETTI

La biglietteria online è ufficialmente aperta ed i biglietti si possono acquistare direttamente sul sito della manifestazione: www.milanoautoclassica.com

Erik Campagna vince la Garessio – San Bernardo

Erik Campagna, su Formula Arcobaleno, ho conquistato la Garessio – San Bernardo 2021. Il giovane pilota alessandrino, in gara con i colori della Scuderia VM Motor Team, dopo una gara, tutta all’attacco, lo ha visto, manche dopo manche, abbassare il risultato cronometrico e chiudere sempre al comando.

Dietro di lui, secondo sul podio, il varesino Davide Piotti, al volante della sua Osella PA 8/9 Alfa Romeo, con i colori della genovese Scuderia Valpolcevera.

Gradino più basso del podio per il genovese Stefano Repetto, primo in Gruppo E2 SH, che, al volante della sua Fiat Cinquecento.

In Gruppo Speciale Slalom ,la vittoria è andata ad un altro genovese: Paolo Bordo su Renault Clio RS

Le auto più preziose alla rievocazione della Arona Stresa Arona.

A distanza di 124 anni dalla sua prima edizione, oggi si è conclusa la terza Rievocazione storica della corsa più antica d’Italia: l’Arona – Stresa – Arona. La manifestazione, che ha visto come protagoniste le più belle e gloriose vetture d’epoca costruite fino al 1925 – con deroga al 1930 per quelle da corsa, è stata accolta con particolare entusiasmo non solo da parte di appassionati di auto d’epoca, ma anche dal pubblico che ha avuto la possibilità di ammirare questi gioielli lungo le sponde dei borghi del Lago Maggiore. 

Maurizio Cavezzali, Presidente del comitato organizzatore della Rievocazione Storica afferma “Siamo orgogliosi di aver avuto la possibilità di coordinare la terza edizione della manifestazione, portando valore aggiunto ai territori grazie alla bellezza ed eleganza delle vetture storiche, è auspicabile che eventi di qualità come questo possano moltiplicarsi in un territorio unico ed eccellenza come quello del Lago Maggiore”  

Sono state 27 le preziose auto d’antan che hanno preso parte alla manifestazione, tra queste la grande e maestosa Lancia 12hp del 1908 dell’architetto Corrado Lopresto, il più importante collezionista italiano, scortata da due damigelle Theta del 1914. Questo esemplare di rara bellezza, oggi rinominata “Alfa” grazie al sistema delle lettere greche, ha un motore tipo 51 a 4 cilindri di 2543 cc, il telaio basso, la trasmissione a cardano e il cambio a quattro marce, che le permettono di raggiungere la velocità di 100km/h. A riscuotere grande successo è stata anche la Renault Voiturette Type C del 1900, caratterizzata un motore (numero 1230) monocilindrico, 4 tempi da 3,5 CV, auto da corsa appartenuta a Louis Renault e costruita appositamente per essere esibita alle competizioni dell’epoca. Non da meno la presenza della Detroit Elettrica del 1924, caratterizzata dall’avvio immediato senza manovella, con un’autonomia di carica di circa 100 km, priva di fumo e odore di benzina. 

 “Ringrazio i partecipanti perché sono loro che permettono di mantenere viva la manifestazione e di arricchirla, ha dichiarato Alessandro Ciapparelli, Responsabile dell’evento e collezionista di auto storiche.  Siamo molto felici di come si sia svolta quest’edizione e per questo motivo abbiamo deciso di riviverla annualmente, rendendola un evento di riferimento per il Lago Maggiore.”  A garantire prestigio e supporto alla Manifestazione la partecipazione di blasonati sponsor quali il club ACI storico, punto di riferimento per appassionati e collezionisti di auto storiche, nelle sue sedi attive nel territorio Verbano Cusio Ossola e Novara e nella sede di Milano, che nel 1897 per prima organizzò la gara.

Auto storiche: Gran Premio Nuvolari il via il 17 settembre

Pochi giorni ci separano dalla partenza della 31ª edizione del Gran Premio Nuvolari, la manifestazione internazionale di regolarità per auto storiche più tecnica d’Italia, che dal 17 al 19 settembre riunirà a Mantova, città dalla quale il Gran Premio parte e arriva, il gotha dei classic enthusiasts insieme a vetture dal fascino intramontabile per celebrare il mito del grande “Nivola”, sportivo leggendario, che più di ogni altro ha segnato la storia dell’automobilismo del XX secolo.

Nell’anno che segna il ritorno alla convivialità e alla socialità, la manifestazione registra un importante numero di presenze: sono infatti 290 le richieste di partecipazione ricevute, di cui 267 quelle confermate dall’apposita commissione, a testimonianza del forte entusiasmo che circonda quella che è considerata una delle gare più belle al mondo.

Numerosi i paesi in rappresentanza di tutti i continenti (Italia, Germania, Svizzera, Olanda, Stati Uniti, Lituania, Gran Bretagna, Russia, Austria, Belgio, Uruguay, Argentina, Giappone, Polonia, Libano, Montecarlo, San Marino) e 48 le case automobilistiche in gara, dalle italiane Alfa Romeo, Maserati, Lancia, Ferrari e Fiat, alle inglesi Jaguar, Aston Martin, Bentley e Triumph, dalle tedesche Mercedes, BMW e Porsche fino alle pursang francesi firmate Ettore Bugatti. Saranno inoltre 93 le vetture anteguerra che prenderanno parte alla manifestazione.

Il Gran Premio rappresenta un’occasione unica per poter ammirare da vicino queste iconiche vintage car che hanno fatto la storia dell’automobilismo mondiale: si ritroveranno come di rito in Piazza Sordello, nel cuore della città gonzaghesca.  Il mito del “Grande Tazio” è sempre forte e presente e con il Gran Premio rivive ogni anno, grazie ai numerosi appassionati che condividono le emozioni di un viaggio straordinario a bordo di veri e propri capolavori di storia, meccanica e design.

Organizzata dalla Scuderia Mantova Corse, che quest’anno celebra 40 anni di appassionata ed instancabile, la manifestazione di regolarità è riservata ad automobili di interesse storico costruite fino al 1976, nel rispetto delle normative F.I.A, F.I.V.A., ACI Sport ed ACI Storico.

L’evento in onore del “Grande Tazio” godrà del patrocinio della Regione Lombardia, della Provincia di Mantova, dei Comuni di Mantova, Cesenatico, Rimini, Urbino, Arezzo, Cortona, Ferrara, San Benedetto Po e della Repubblica di San Marino.

Il Gran Premio è tradizionalmente organizzato grazie al contributo di prestigiosi sponsor: l’austriaca Red Bull “Main Partner” leader mondiale delle bibite energetiche, che anche quest’anno farà rivivere il mito di Tazio Nuvolari, TAG Heuer, “Official Timekeeper Partner”, dal 1860 eccellenza dell’industria orologiera svizzera e l’italianissimo Gruppo Finservice, “Technical Partner”, importante service company nel settore della finanza agevolata.

Rilevante novità di quest’anno sarà la presenza ufficiale di Ferrari Classiche, branca storica di Ferrari Spa, presente con un proprio stand durante le giornate di verifiche sportive e tecniche a palazzo Te.

Auto storiche: 11 e 12 settembre con la Rievocazione Storica Arona Stresa Arona

Fine settimana con la III Rievocazione Storica dell’Arona – Stresa – Arona: infatti, la corsa automobilistica più antica d’Italia, si svolgerà l’11 e il 12 settembre. Radunerà le più belle e gloriose vetture d’epoca costruite fino al 1925, con deroga al 1930 per quelle da corsa, per ripercorrere in due giorni il tragitto originario del 1897, lungo le sponde del Lago Maggiore con angoli ricchi di storia adornati da ville e castelli.

Saranno circa 25 le preziose auto d’antan che prenderanno parte alla manifestazione, tra queste la grande e maestosa Lancia 12hp del 1908 dell’architetto Corrado Lopresto, il più importante collezionista italiano, che verrà scortata da due damigelle Theta del 1914. Questo esemplare di rara bellezza, oggi rinominata “Alfa” grazie al sistema delle lettere greche, ha un motore tipo 51 a 4 cilindri di 2543 cc, il telaio basso, la trasmissione a cardano e il cambio a quattro marce, che le permettono di raggiungere la velocità di 100km/h.  Inoltre sarà presente la Renault Voiturette Type C del 1900, caratterizzata un motore (numero 1230) monocilindrico, 4 tempi da 3,5 CV, appartenuta a Louis Renault e costruita appositamente per essere esibita alle competizioni dell’epoca. Non da meno la presenza della Detroit ELETTRICA del 1924, caratterizzata dall’avvio immediato senza manovella, con un’autonomia di carica di circa 100 km, priva di fumo e odore di benzina.

Crash test Euro NCAP  assegna 5 stelle

Massimo punteggio per Audi Q4 e-tron, Lynk & Co 01, NIO ES8, Subaru Outback e Toyota Mirai.

“En plein” di stelle nel quarto round di test Euro NCAP del 2021. Tutti i cinque modelli Audi Q4 e-tron, Lynk & Co 01, NIO ES8, Subaru Outback e Toyota Mirai hanno ottenuto il massimo punteggio.

Cinque stelle anche per Ford Kuga Phev, modello ibrido plug-in della gemella Ford Kuga con motore convenzionale diesel (classificata con protocollo 2019).

La Q4 e-tron, modello completamente elettrico dell’Audi ha superato agevolmente tutte le prove del protocollo Euro NCAP 2021 con la valutazione di cinque stelle. In particolare massimo punteggio nelle prove della protezione dei bambini a bordo. Completa e performante la dotazione di sistemi di assistenza alla guida comprensiva del monitoraggio dello stato di guida del conducente, azionamento del freno dopo una collisione, (per prevenire impatti secondari), e di un avanzato sistema eCall. Uniche criticità le marginali performance del sistema di frenata di emergenza autonoma (AEB) in alcuni scenari e la scarsa protezione del bacino del pedone investito.

Il brand cinese Geely debutta in Europa con il modello Lynk & Co 01 ottenendo cinque stelle Euro NCAP. Si tratta di un Suv compatto basato sulla piattaforma CMA, (la medesima della Volvo XC40), disponibile nella motorizzazione benzina mild hybrid e benzina hybrid plug-in. Ottime performance in tutte le prove con eccellenza e massimo punteggio nei test dello scontro laterale contro barriera e palo. Ottima e completa la dotazione di ADAS, (assente solo il sistema per evitare incidente in retromarcia). Le uniche criticità riguardano il riconoscimento del pedone, da parte del sistema AEB, negli scenari più severi e la protezione del suo bacino in caso di investimento.

Il Suv cinese completamente elettrico NIO ES8, per la prima volta commercializzato in Europa, ottiene cinque stelle. Buone valutazioni in tutti i test, massimo punteggio nell’urto laterale contro barriera e nella protezione dei bambini a bordo nel caso di urto frontale “disassato”. Qualche criticità la marginale protezione del torace del conducente in caso di urto frontale e/o laterale contro il palo, e del bacino e delle gambe del pedone in caso di investimento. Completa la dotazione di sistemi di assistenza alla guida con prestazioni nella media o superiori a quelli degli altri modelli testati.

Il nuovo Subaru Outback, con motore alimentato a benzina, è acclamata “star” di questa serie di test Euro NCAP: conquistate 5 stelle con la migliore valutazione complessiva. I suoi punti di forza sono l’ampia e completa dotazione di sistemi di assistenza alla guida e le ottime performance riscontrate, (massimo punteggio in tutti i test, eccetto che nel funzionamento del sistema di riconoscimento del pedone in retromarcia). Qualche criticità solo nella protezione del torace per il conducente in caso di urto frontale e per il bambino seduto posteriormente in caso di urto laterale.

Anche la Toyota Mirai, (prima auto ad idrogeno con tecnologia Full Cell System a zero emissioni), ottiene il massimo punteggio Euro NCAP. Valutazioni positive in tutte le prove, massima votazione nella prova dell’urto contro barriera laterale e per la protezione dei bambini seduti sui sedili posteriori. Completa e performante la dotazione di sistemi di assistenza alla guida con collisioni evitate o mitigate nella maggior parte delle prove effettuate. Uniche criticità: la marginale protezione del torace del conducente in caso di urto frontale e la scarsa protezione del bacino del pedone in caso di investimento.

“Questa nuova serie di test Euro NCAP si contraddistingue per la varietà di alimentazioni dei modelli testati – ha dichiarato Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’Automobile Club d’Italia – oltre a quelle tradizionali, sono stati valutati auto ibride, completamente elettriche e un veicolo alimentato con fuel cell ad idrogeno. Siamo in una fase di transizione “epocale” della mobilità che ha come obiettivi sostenibilità e rispetto dell’ambiente. Evidenziamo con piacere che gli ottimi risultati di tutti i modelli testati denotano un impegno costante dei costruttori nella realizzazione di auto sempre più sicure”.

In questa sessione di test e stata valutata anche la nuova versione della Ford Kuga Phev, alimentazione ibrida Plug in, variante della “gemella” Kuga diesel, valutata 5 stelle con protocollo Euro NCAP 2019.

Blog su WordPress.com.

Su ↑