Ricerca

Gino Bruni

Il mio blog

Categoria

ACISport

130 gli equipaggi al via della Winter Marathon 2022

L’evento, giunto alla 34ª edizione, sarà riservato alle persone in possesso di Green Pass Rafforzato
Mancano 9 giorni al via della Winter Marathon: la più tradizionale e longeva gara invernale di regolarità, per la 15esima volta organizzata da Vecars, è in programma dal 20 al 23 gennaio a Madonna di Campiglio e sarà una delle edizioni più lunghe ed affascinanti di sempre con oltre 500 km di gara, 16 ore di guida e 15 passi dolomitici (record), 65 prove cronometrate e 6 prove di media.
Una nuova avventura – riservata a vetture costruite entro il 1968 e una selezione di modelli di particolare
interesse storico e collezionistico prodotti entro il 1976 – disputata nuovamente in 2 tappe: la prima giovedì 20 in notturna lungo la Val di Sole con sosta sul Passo del Tonale e la seconda venerdì 21 attraverso le strade e i passi più famosi del Trentino-Alto Adige con sosta cena sul Passo Gardena. Per la prima volta verrà inoltre ammesso, fuori classifica, un ristretto numero di vetture Porsche “youngtimer” prodotte dal 1977 al 1990.
In queste ultime settimane gli organizzatori sono stati impegnati su più fronti per garantire il regolare
svolgimento della manifestazione nel rispetto del “Protocollo Generale ACI Sport per il contenimento della diffusione del COVID-19 nel motorsport” per la tutela di tutti i partecipanti. L’accredito degli equipaggi e le operazioni di verifica sportiva e tecnica verranno svolte giovedì 20 gennaio dalle 11.00 alle 17.00 all’interno dell’Area Protetta predisposta in Piazzale Brenta (zona Palù) con i Concorrenti che, rigorosamente in possesso di Green Pass Rafforzato, al loro arrivo dovranno farsi misurare la temperatura e, se tutto in regola, identificati con un braccialetto da tenere per tutta la durata della manifestazione, potranno accedere all’area.
Le operazioni burocratiche, previste a fasce orarie in base al numero di gara assegnato, avverranno
all’interno di un truck hospitality allestito per l’occasione e al cui interno avverrà la consegna del kit di
partecipazione con tutti i gadget, il road book e i numeri di gara.
Dopo le verifiche sportive e tecniche di giovedì 20 gennaio dalle ore 11.00 alle 17.00, la gara prenderà il via alle  19.00 dalla centrale Piazza Righi con le vetture impegnate in un percorso di circa 110 km che li condurrà – novità assoluta – fino al controllo timbro in Piazza XXVII Settembre a Ponte di Legno con alcune serie di prove molto insidiose fra cui quelle inedite previste all’interno della Pista Ghiaccio Val di Sole sul Passo Tonale. Dopo la cena servita nuovamente al Ristorante La Baracca e le ultime serie di prove (in totale 18 cronometrate e 2 di media) le vetture rientreranno a Campiglio a partire dalle ore 23.30.
Venerdì 21 gennaio, dalle ore 11.00, la partenza della seconda tappa di 400 km attraverso le strade e i passi dolomitici più famosi del Trentino-Alto Adige: la prima parte riporterà i concorrenti in Val di Sole con i passaggi a Dimaro e Fondo e il valico del Passo della Mendola fino al controllo orario del Safey Park di Vadena dove all’interno della moderna struttura verrà anche servito il pranzo; la ripartenza verso Bolzano porterà gli equipaggi sul Passo Nigra verso Carezza e Ponte Nova prima della salita verso i passi Lavazè e Pramadiccio e la discesa in Val di Fassa con il controllo orario di Predazzo. Dopo il passaggio a Moena e Canazei le vetture affronteranno le affascinanti salite verso i Passi Pordoi, Campolongo e Gardena con la disputa delle PC e PM solitamente decisive per il primato, prima della sosta per la cena allo Chalet Gerard, elegante hotel a Selva di Val Gardena perfettamente integrato nel fascino della natura del Gruppo Sella e del Sassolungo.
Dopo il transito a Ortisei Val Gardena e il valico del passo Pinei, nella centrale Piazza del Tribunale a
Bolzano sarà previsto un controllo timbro prima dell’ultima parte di gara – con il superamento del Passo
Mendola – fino al controllo orario finale di Folgarida in attesa del rientro della prima auto in Piazza Righi a
Campiglio poco prima della mezzanotte.
Lo spettacolo riprenderà sabato 22 gennaio alle ore 13.15 sul lago ghiacciato di Campiglio con lo svolgimento dei due classici trofei-spettacolo fuori classifica; il primo riservato ai primi 8 equipaggi classificati alla Winter Marathon su vettura Porsche (Trofeo Centro Porsche Brescia) mentre il secondo per i primi 32 classificati (Trofeo Eberhard), entrambi svolti con la formula dell’eliminazione diretta con in palio importanti premi e cadeaux. Subito a seguire le premiazioni che verranno svolte direttamente sul lago ghiacciato al termine dei due trofei. Fra i 130 equipaggi al via riconfermano la loro presenza sia il due volte campione mondiale rally Miki Biasion, in gara per Eberhard su Lancia Stratos del 1974 sia il pilota nonché volto Sky Sport F1 Davide Valsecchi su Lancia Fulvia Coupé Rallye 1.3 HF del 1968. Saranno in totale 16 i marchi automobilistici presenti, 6 le nazioni rappresentate dai conduttori, 15 le vetture anteguerra iscritte e 25 i Top Driver al via, tutti alla ricerca del successo che lo scorso anno andò a Edoardo Bellini e Roberto Tiberti, nuovamente in gara sulla stessa Fiat 508 C del 1937 per provare a difendere il primato.
Sempre più determinante sottolineare l’apporto di quelle aziende che hanno deciso di legare il proprio brand a quello della Winter Marathon: iniziando col rimarcare il prezioso supporto di Eberhard & Co., Maison svizzera di orologeria che premierà i vincitori della gara e dell’omonimo trofeo del sabato sul lago ghiacciato, fra i Main Sponsor ci saranno BPER Banca, APT di Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena, Sparco, Famila, Acqua Valmora, acqua ufficiale dell’evento oltre che del Giro d’Italia, Isval e Industria Chimica Panzeri.
Fra i Top Sponsor, oltre a Villa Trasqua, azienda vinicola di Castellina in Chianti (Siena) già official red wine
della Mille Miglia, Verde Corsa, Centro Porsche Brescia, Unica, DimmidiSì, Arexons, Coati, Balsamo e
Promotica.
Anche questa edizione della Winter Marathon sarà trasmessa in diretta streaming su internet; sarà infatti
possibile connettersi tramite PC, tablet o smartphone tifando gli equipaggi preferiti e interagendo attraverso le pagine ufficiali di Facebook, Twitter e Instagram con l’hashtag #WinterMarathon2022.
Grazie alla collaborazione con Teletutto sarà inoltre possibile seguire da casa i momenti salienti della
manifestazione attraverso i collegamenti in diretta da Madonna di Campiglio e lungo il percorso. Tramite il sito internet sarà infine possibile monitorare in tempo reale sia il posizionamento delle vetture in gara grazie al servizio di BE Traced sia le classifiche ufficiali curate come sempre dalla Federazione Italiana
Cronometristi.

La stagione 2022 di Ice Challenge a Livigno grazie anche alla sinergia dell’Automobile Club Sondrio

Mentre si avvicina sempre di più l’inizio della stagione 2022 di Ice Challenge – Campionato Italiano Velocità su Ghiaccio 2022, che prenderà il via il prossimo weekend 15-16 gennaio all’ICE Driving School di Livigno, BMG Motor Events affina i dettagli logistici ed organizzativi per consentire al circus del ghiaccio tricolore di regalare nuove ed impareggiabili emozioni.

Il lavoro di sinergia con i tanti attori coinvolti intorno al campionato ha consentito, in questi 5 anni, di accrescere continuamente la popolarità e la nomea di Ice Challenge, arrivato a coinvolgere piloti militanti nel WRC World Rally Championship, giovani talenti italiani, personalità di spessore del mondo sportivo, non solo rallystico, e nuove realtà legate al motorsport.

In prima linea in questa attività di collaborazione e dialogo sono sicuramente i Presidenti degli Automobile Club che ospitano le gare in calendario. Andrea Mariani, Presidente dell’AC Sondrio è il capofila del calendario e si prepara per il primo round stagionale a Livigno, oltre ad assumersi oneri e onori di garantire le procedure amministrative per lo stacco delle nuove licenze laddove ve ne sia necessità.

“La natura ci ha regalato un luogo magico come Livigno – ha precisato Andrea Mariani, Presidente dell’Automobile Club Sondrio – e il Campionato Italiano Velocità su Ghiaccio ci permette di sfruttare occasioni importanti di visibilità e promozione del territorio. Tutto quello che è sport è per noi molto importante nell’ottica dell’avvicinamento alle Olimpiadi 2026. Queste iniziative ci permettono inoltre di avvicinare i giovani alle attività che proponiamo tramite la pista di Livigno, focalizzate principalmente sulla sicurezza e sull’educazione stradale, valore imprescindibile nell’attività del nostro AC. Sapere guidare su ghiaccio permette sensibilità che tradotte sulle strade di tutti i giorni restituiscono consapevolezza e controllo”.

“Ice Challenge – Campionato Italiano Velocità su Ghiaccio si compone come noto di cinque rounds, che abbracciano regioni della nostra Italia con grandi e radicate tradizioni nel motorsport: il Piemonte, la Lombardia ed il Veneto – ha sottolineato Gianluca Marotta, Presidente della Commissione Off-Road e Cross Country Rally che fa capo anche alla Velocità su Ghiaccio – Proprio per garantire anche agli AC la massima esposizione mediatica va sottolineata la creazione di un nuovo canale di comunicazione da parte di ACI Sport Spa riservato e dedicato alla velocità su ghiaccio, grazie a Marco Rogano ed a tutto il settore comunicazione coordinato da Luca Bartolini”.

“Fa inoltre piacere sapere che i Presidenti degli Automobile Clubs di Torino, Sondrio e Vicenza, territorialmente competenti per le rispettive locations di gara – ha proseguito Marotta – sono vivacemente interessati ed efficacemente propositivi alle attività automobilistiche sulle superfici a bassa aderenza come la velocità su ghiaccio e che la federazione ACI Sport ed il promoter BMG Motor Events possono contare sul supporto ed il gradimento degli AC, fini conoscitori delle esigenze di ciascun territorio anche dal punto di vista turistico”.

“Al Round inaugurale di Livigno sabato 15 gennaio – ha concluso Marotta – terrò inoltre un incontro con i teams ed i conduttori giovando anche della presenza dello stesso Pres. Mariani, di Giuseppe Pezzaioli quale Motorsport Manager di Yokohama Italia e del Direttore della Scuola Federale Aci Sport Michele Alboreto Raffaele Giammaria che interverrà in videoconferenza”.

Parte l’ Ice Challenge 2022

Si apre ufficialmente la settimana che terrà a battesimo Ice Challenge – Campionato Italiano Velocità su Ghiaccio 2022. L’attesissima serie invernale prenderà il via il prossimo weekend, 15 e 16 gennaio, sulle nevi di Livigno ospite dell’Ice Driving School, la pista che oramai da qualche stagione ospita il round inaugurale.

Lungo all’incirca 1000 metri, ridisegnato tuttavia ogni anno anche se con piccole modifiche, il Ghiacciodromo di Livigno è un fiore all’occhiello del calendario Ice Challenge. Nato da un’idea di Oliviero Bormolini nel 1992, questo impianto è diventato negli anni l’Università del Traverso ed è a disposizione, con istruttori qualificati, per sessioni di guida su neve e ghiaccio con vetture più o meno performanti per imparare le tecniche della guida in condizioni invernali ed aumentare anche la sicurezza sulle strade di tutti i giorni.

Il tracciato sorge ai piedi del passo Forcola, all’estremità del paese di Livigno verso il confine con la Svizzera dell’Engadina, Canton Grigioni. Posto ad un’altitudine di 1816 metri e in una zona di tramontana, il Ghiacciodromo vanta condizioni invernali perfette che assicurano un fondo ghiacciato con pochi eguali in Italia per spessore e qualità, motivo per cui è diventato anche il Centro Tecnico Federale Neve-Ghiaccio ACI Sport.

Lo scorso anno Livigno ospitò un doppio appuntamento con le vittorie di Andrea Bormolini, Raffaele Silvestri, Corrado Pinzano e Christian Tiramani. Quest’anno l’appuntamento livignasco sarà valido come un round unico e di conseguenza incoronerà solo un campione per categoria.

Fra le iscrizioni già protocollate confermati i nomi di Simone Firenze, Christian Tiramani, Paolo Lunardi, Sergio Durante, Jean-Claude Vallino, Erik Lindeblad, Piergiacomo Riva, ma la lista continua e lascia presupporre uno spettacolo tutto da seguire.

Il programma del weekend inizierà già venerdì 14 gennaio alla sera con l’accreditamento dei concorrenti che seguirà ovviamente tutto il Protocollo Covid per il contrasto alla diffusione della pandemia. L’azione in pista si svolgerà su due giornate, sabato 15 e domenica 16, con un programma che verrà dettagliato nelle prossime ore.

Come già confermato, le due giornate di sabato e domenica saranno trasmesse con continui collegamenti in streaming sulla pagina Facebook icechallengeofficial e in contemporanea su Acisporttv. I collegamenti seguiranno le prove libere, le qualifiche e le batterie di gara con immagini dal tracciato, interviste ed il consueto commento by Ice Challenge aperto agli interventi in diretta del pubblico

Si aprono le iscrizioni per l’8^ Ronde della Val Merula.

E’ giunto il tempo di iscrizioni all’ottava edizione della  Ronde della Val Merula, in programma ad Andora il 5 e 6 febbraio prossimi. I concorrenti interessati potranno inviare la propria adesione al rally savonese, organizzato dalla Sport Infinity, a partire da domani, giorno dell’Epifania, e sino a mercoledì 26 gennaio.

Dopo l’annullamento della gara lo scorso anno, dovuta all’incertezza legata all’emergenza Covid-19, l’8^ Ronde della Val Merula si riproporrà nella sua usuale veste.

“Abbiamo avuto la tentazione di cambiare la prova speciale – sottolinea Domenico Salati, Presidente della Sport Infinity – ma, dopo aver archiviato il 3° Rally Monti Savonesi Storico, ci siamo resi conto che non avevamo i tempi tecnici per rifare tutto. Ripartiamo, pertanto, con l’ultimo format proposto, forti dei consensi positivi che ci ha riservato la gara delle storiche e pronti ad accogliere i concorrenti e a contraccambiare il loro gradimento alla nostra gara con la miglior organizzazione possibile”.

 La gara, infatti, ricalcherà quella delle precedenti edizioni, con partenza ed arrivo ad Andora, e sarà articolata su un invariato percorso  con la prova cronometrata “Passo del Ginestro”, che verrà percorsa quattro volte.

Nel 2020, il successo finale andò a  Stefano Albertini e Danilo Fappani (Skoda Fabia R5). Sul podio, nell’ordine, anche l’analoga vettura dei francesi Mathieu Franceschi  in coppia con   Lucie Baud e la Ford Fiesta WRC degli spezzini Claudio Arzà  affiancato da  Simona Righetti.

Il rally delle Valli Cuneesi 2022 sarà solo storico.

Il rally delle Valli Cuneesi 2022 si svolgerà, ma in versione esclusivamente storica. La data prescelta è quella del  23 e 24 luglio.

 “Purtroppo – spiega il patron Piero Capello, storico organizzatore a capo dello Sport Rally Team – la sosta forzata nel 2021, dovuta a difficoltà organizzative generate dal Covid, ha penalizzato fortemente la messa a calendario del rally moderno che ha perso ogni validità scendendo di fatto all’ultimo posto nella scala delle priorità. In poche parole, nonostante quaranta anni consecutivi senza aver mai perso un anno e senza aver mai cambiato organizzatore, la norma federale parla chiaro: chi si ferma, anche solo una stagione, perde ogni diritto. Essendo il calendario della prima zona molto affollato e non trovando una data consona, siamo stati costretti a ritirare la nostra candidatura”.

Il rally delle Valli Cuneesi storico sarà imperniato su tre prove a tempo, la Montoso di 15 km, la Valmala di 15 km e la Brondello di 7 km per un totale di 74 km cronometrati su sei prove speciali, tre tratti ripetuti due volte. Resta da definire la città di partenza e arrivo, Dronero o Saluzzo, scelta che dipenderà molto dall’andamento della pandemia e dalle norme attualmente in vigore per il suo contenimento che coinvolgono anche la logistica delle gare.

Nel 2020, a pochi giorni dal via,  il coronavirus aveva indotto allo slittamento del 26° Rally Valli Cuneesi, primo appuntamento stagionale valido per il Rally di Zona e del concomitante 13° Rally storico del Cuneese. Le due competizioni avrebbero poi dovuto svolgersi nella seconda parte dell’anno. Invece nella riformulazione dei calendari del secondo semestre non avevano trovato posto.

Val Merula prima gara in Liguria del 2021

Dopo la defezione di quest’anno, dovuta all’incertezza legata all’emergenza Covid-19, l’ottava edizione della gara savonese aprirà la nuova stagione agonistica, ad Andora, il 5 e 6 febbraio prossimo.

L’organizzazione della Sport Infinity sarà l’occasione giusta per collaudare le vetture in vista della nuova annata rallistica.

Sulla carta, l’8^ Ronde della Val Merula non dovrebbe distaccarsi molto dall’ultima edizione disputata. Gli organizzatori, però, si sono riservati ancora qualche giorno prima di svelare eventuali novità legate al percorso. Di certo, ad ogni modo, c’è che la cittadina di Andora sarà ancora il fulcro della gara.

Nel 2020, anno dell’ultima edizione disputata, la vittoria andò a Stefano Albertini e Danilo Fappani (Skoda Fabia R5) sull’analoga vettura dei francesi Mathieu Franceschi – Lucie Baud e sulla Ford Fiesta WRC degli spezzini Claudio Arzà – Simona Righetti che tagliarono il traguardo, rispettivamente, in seconda e terza posizione.

Albertini e Fappani sono stati anche la terza forza dell’edizione 2019, vinta da Fabio Andolfi e Simone Scattolin su Giandomenico Basso – Nicola Vetturetti, mentre, nel 2018, la vittoria andò a Simone Miele e Luca Beltrame, primi su Giuseppe Dipalma – “Cobra” e su Alessandro Gino – Marco Ravera. Che si erano aggiudicati l’edizione 2017 precedendo Elwis Chentre – Fulvio Florean e Maurizio Rossi – Riccardo Imerito. Nel 2016, anno della terza edizione, a salire sui primi tre scalini del podio di Andora sono stati, nell’ordine, Marco Colombi – Angelica Rivor, Alessandro Gino – Marco Ravera e Simone Miele – Silvia Spinetta. Il 2015, invece, ha visto il successo di Denis Colombini e Marco Bizzocchi su Luciano Cobbe – Fabio Turco e su Alessandro Gino – Marco Ravera. Proprio quest’ultimo equipaggio aveva inaugurato, nel 2014, l’Albo d’oro della manifestazione, aggiudicandosi la gara su Michele Tassone – Daniele Michi e Danilo Ameglio – Massimo Marinotto.

Aci: Angelo Sticchi Damiani vicepresidente onorario della FIA

Campionato del mondo di Formula 1 del 2022 con due gare in Italia: il 24 aprile a Imola e l’11 settembre a Monza. Campionato mondiale ABB FIA Formula E il 9 e 10 aprile a Roma

In occasione della settimana dell’Assemblea generale annuale della FIA a Parigi, il Consiglio Mondiale dello Sport Automobilistico, convocato per la quarta e ultima riunione del 2021, ha nominato Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’Automobile Club d’Italia, Vicepresidente Onorario.

I membri del Consiglio hanno approvato, all’unanimità, la proposta per la nomina del Presidente Jean Todt come Presidente Onorario della FIA in riconoscimento dell’inestimabile contributo alla Federazione e allo sport nel suo insieme durante il mandato della sua presidenza dal 2009 – 2021.

Il World Motor Sport Council ha discusso della straordinaria stagione 2021, rilevando che è stato, senza dubbio, l’anno di competizioni più intenso ed emozionante della memoria recente.

E’ stato, anche, ufficializzato il calendario del Campionato del mondo di Formula 1 del prossimo anno, ventitré le gare da disputare, due delle quali nel nostro Paese: il 24 aprile 2022 il Gran Premio dell’Emilia Romagna sul circuito di Imola e l’11 settembre 2022 il Gran Premio d’Italia su quello di Monza (che compie 100 anni), mentre a Roma il 9 e 10 aprile 2022 si svolgerà una tappa del Campionato mondiale ABB FIA Formula E.

Automobilismo: Sta arrivando il Prealpi Master Show

Si sta avvicinando la grande festa del Prealpi Master Show, seconda gara del Challenge Raceday Rally Terra 2021-2022.

Sono 158 gli iscritti totali alla gara dei quali 47 sono i piloti Raceday.

Tra questi spiccano i nomi di Paolo Andreucci (Skoda Fabia R5), Mauro Trentin Hyundai i20 WRC) in questa gara correrà anche il padre Angelo con una Peugeot 206 Prod E 7) , Nicolò Marchioro anche lui con una Skoda Fabia R5 (vincitore della scorsa edizione di Raceday), Giacomo Scattolon in coppia con Giovanni Bernacchini (Skoda Fabia R5, Jacopo Trevisani (Skoda Fabia Rally2 Evo R5) attuale leader del Raggruppamento B , il corso Jean-Philippe Quilichini (Skoda Fabia R5) , Andrea Maselli (Hyundai i20 R5) questi ultimi secondi a pari punti nel Raggruppamento B, Gianmarco Donetto anche lui con Skoda Fabia R5, gli immancabili Simone Romagna e Luciano Cobbe entrambi con Skoda Fabia R5, ritorna Alessandro Bettega (Skoda Fabia R5), Jader Vagnini Skoda Fabia R5), il giovanissimo Geronimo Nerobutto in coppia con la sorella Francesca ( Peugeot 208 R2C) attualmente leader del Raggruppamento D che dovrà vedersela con il suo diretto rivale in Raggruppamento Fabio Battilani con stessa vettura, Davide Rosini (Renault Clio Prod S3) leader del Raggruppamento E, un altro giovane pilota Roberto Daprà (Ford Fiesta R2B) attualmente in testa al Raggruppamento F.

Tante saranno le sfide per raccogliere punti importanti per il campionato Raceday.

Molti i  piloti veneti che non potevano mancare alla loro gara di casa.

La gara veneta che si correrà tra i vigneti e nel fango riserverà sicuramente diverse sorprese.

Alberto Pirelli, ideatore di Raceday che ha partecipato come pilota diverse volte a questa gara, commenta:

” Siamo alla seconda delle quattro gare, siamo al “campionato del mondo nei campi” gara che ho fatto tantissime volte e che rimane nel cuore per l’ambiente festoso, caloroso e appassionato che lo circonda.  – ha dichiarato Alberto Pirelli, ideatore di Raceday  – Lo scorso anno lo dovemmo saltare per il COVID, quindi in questa edizione mi auguro si divertano il doppio!”

Nella giornata di Sabato 11 dicembre si concluderà la distribuzione della documentazione di gara (che inizierà il venerdì 10), le verifiche tecniche e sportive, le ricognizioni del percorso e lo Shakedown.

La prova di domenica 12 dicembre, PS “Master Show”, sarà lunga 8,5 km e il primo passaggio partirà alle ore 8.00: la gara prevede 34 km di prove speciali per una lunghezza totale di 100,82 km. E’ stato profondamente rinnovato il tratto finale della prova speciale, in gran parte diverso dalla conformazione 2019. La partenza sarà dal Parco Assistenza e l’arrivo finale sarà davanti al Municipio di Sernaglia della Battaglia con premiazione sul palco. Sul sito ufficiale della gara (https://www.prealpimastershow.net/) tutte le informazioni dettagliate e l’elenco iscritti.

Continua l’iniziativa proposta da Raceday e supportata da ACI Sport e da tutti gli organizzatori delle gare Raceday, di piantare ad ogni gara del Challenge, alcuni alberi.

Il Motoring Club sta facendo piantare dall’amministrazione comunale alcune piante Carpino, alte circa 2,5 metri. Sabato 11 dicembre alle ore 10.30 vicino al Parco Assistenza nella zona industriale di Soligo, ci sarà una breve cerimonia con la messa a dimora di una pianta, alla quale parteciperanno il Sindaco di Farra di Soligo, il pilota Raceday Alessandro Bettega e altre autorità delle amministrazioni locali.

Nella giornata di domenica 12 dicembre la gara potrà essere seguita in diretta sui canali social del Prealpi Master Show e su quelli Raceday.

Gandino – Merenda Campioni italiani nella regolarità a media.

Conclusa La Grande Corsa a Chieri, Marco Gandino e Carlo Merenda sono i freschi vincitori del Campionato Italiano di Regolarità a Media dopo una battaglia sino all’ultima gara con la compagna di squadra Alexia Giugni che ieri, vittima di una banale uscita di strada, non ha potuto lottare sino alla ultima prova.

Sei gare, tutte sul filo del rasoio anche se Gandino/ Merenda per prendersi il titolo ne hanno vinte ben tre: Campagnolo, Lana, Elba e sono stati secondi in Sardegna dietro la Giugni e terzi ieri a Chieri.

Giugni ha visto alternarsi al suo fianco in questo campionato ben quattro navigatrici, Nunzia dal Gaudio, Laura Marcattilj Cristina Biagi e la giovane figlia Caterina Leva per un equipaggio sempre tutto rosa e sempre ai vertici della specialità.

Marco Gandino era già   stato già vice-campione italiano a media nel 2019 allora con Danilo Scarcella alle note mentre si era potuto fregiare del titolo di campione italiano con il fratello Maurizio nel trial fuoristrada nel lontano 1984.

Secondo titolo consecutivo per la Scuderia del Grifone che grazie al quarto posto nella classifica assoluta dell’equipaggio Maurizio Gandolfo e Ornella Pietropaolo è davanti alla gloriosa scuderia Milano Autostoriche.

La Sfida con  il Team Milano Autostoriche apertissima per il prossimo Rally Montecarlo 2022 dove la scuderia genovese Grifone sarà presente con ben 18 equipaggi.

Blog su WordPress.com.

Su ↑