Cerca

Gino Bruni

Il mio blog

Categoria

Automobilismo

90 anni di emozioni con Aci e Ferrari

Due nomi che hanno fatto la storia del mondo dei motori, Automobile Club d’Italia (ACI) e Scuderia Ferrari celebrano quest’anno due importanti ricorrenze. Per questa ragione nel pomeriggio di mercoledì 4 settembre, in Piazza Duomo a Milano, ACI festeggerà la novantesima edizione del Gran Premio d’Italia all’Autodromo Nazionale di Monza e, nell’occasione, un invitato speciale, la Scuderia Ferrari, ricorderà i 90 anni dalla propria fondazione.

Un appuntamento imperdibile che avrà luogo nel cuore della città e ripercorrerà la storia del Gran Premio d’Italia sulla pista di Monza, così come la straordinaria avventura della Scuderia Ferrari dalla sua fondazione.

Si potranno ammirare vetture di ogni epoca, alcune delle quali protagoniste di una spettacolare parata che prenderà il via da Piazza Cordusio. Tra queste l’Alfa Romeo 8C di Tazio Nuvolari, primo pilota a vincere una corsa per il team di Enzo Ferrari, l’Auto Avio Costruzioni del 1940, vettura inaugurale costruita da Ferrari dopo la fine del rapporto con la Casa di Arese, ma anche la 312 F1 di Chris Amon, la 312 T di Niki Lauda, la 126 CK di Gilles Villeneuve e la F2002 di Michael Schumacher.

Inoltre sarà possibile ammirare anche la 488 GTE vincitrice della 24 Ore di Le Mans 2019, il prototipo IndyCar del 1986 e le meravigliose Ferrari stradali, uno straordinario concentrato di eleganza, prestazione e innovazione tecnologica.

L’Automobile Club d’Italia – nel suo ruolo di Federazione dell’Automobilismo Sportivo tricolore – è sempre stato in prima linea nel promuovere lo sport dell’auto e salvaguardare realtà straordinarie come il Gran Premio d’Italia. ACI sarà in Piazza Duomo – insieme ad AC Milano, organizzatore storico del GP d’Italia, e SIAS (Società Incremento Automobilismo e Sport), per festeggiare come merita questo traguardo così prestigioso e importante. Un traguardo che – come sottolinea la determinazione con la quale il Presidente Angelo Sticchi Damiani si è battuto per far sì che Monza continuasse a essere una delle tappe fondamentali del Mondiale di Formula 1 – non è un punto di arrivo ma un punto di partenza verso un futuro di sport e spettacolo all’altezza del grande passato che ha fatto del ‘Tempio della velocità’ uno dei circuiti più amati da piloti, tifosi e appassionati di tutto il mondo.

La storia della Scuderia Ferrari è fatta di grandi auto, ma anche di fuoriclasse del volante, molti dei quali saranno ospiti a Milano per abbracciare i tifosi e ricordare le pagine più belle della loro carriera nel GP d’Italia e con il Cavallino Rampante. Tanti grandi piloti che incroceranno il loro passato in rosso con il futuro degli allievi della Ferrari Driver Academy, sette ragazzi di indubbio talento impegnati in alcuni dei campionati più impegnativi come Formula 2 (Mick Schumacher, Callum Ilott e Giuliano Alesi) e Formula 3 (Robert Shwartzman e Marcus Armstrong). Immancabili a questa parata di stelle, porteranno le loro storie anche il Vicepresidente Piero Ferrari, il Team Principal della Scuderia, Mattia Binotto, e i piloti titolari Sebastian Vettel e Charles Leclerc.

Hyundai Motorsport pronta a svelare la prima autovettura elettrica da corsa.

Hyundai Motorsport ha iniziato a lavorare su un’auto da corsa elettrica, inaugurando una nuova era del Motorsport.

È il primo veicolo elettrico mai creato da  Hyundai Motorsport nella sua sede centrale di Alzenau

L’auto sarà svelata per la prima volta il 10 settembre Salone di Francoforte (IAA)

Hyundai Motorsport ha iniziato a lavorare sulla sua prima auto da corsa elettrica in un interessante progetto che inaugurerà una nuova era per l’azienda. La vettura, progettata e costruita presso la sede di Alzenau, in Germania, sarà svelata il 10 settembre, durante la prima giornata stampa del Salone di Francoforte (IAA).

L’approdo all’elettrico procede di pari passo con la crescita di Hyundai Motorsport, che sì è affermata nel rally e nelle corse su pista sin dal suo inizio nel 2012. La squadra vincente che gareggia nel Mondiale WRC, nel pieno della sua sesta stagione, ha collezionato numerosi successi e, ora è in vetta a un combattuto campionato costruttori.

Hyundai Motorsport vanta anche una divisione Customer Racing di successo, fondata a settembre 2015, che ha sviluppato le competitive i20 R5, i30 N TCR e Veloster N TCR che hanno ottenuto vittorie e campionati nelle serie motoristiche di tutto il mondo: tra queste spicca il Mondiale WTCR 2018 conquistato da Gabriele Tarquini. I primi assaggi della nuova vettura sono visibili nei video pubblicati sui canali social di  Hyundai Motorsport, dando un primo indizio di quello che accadrà alla presentazione ufficiale del prossimo mese.

Muovendo i propri passi verso la tecnologia ibrida e l’elettrificazione nel settore automobilistico, negli ultimi anni anche il Motorsport sì è avventurato in un nuovo territorio con l’introduzione di serie elettriche e ibride insieme a nuovi regolamenti. Questo nuovo capitolo punta a mostrare la capacita high – performance di Hyundai e le sue credenziali tecnologiche green insieme alla sua passione per il Motorsport.

Andrea Adamo, Team Director Hyundai Motorsport, ha dichiarato: “Una nuova era sta nascendo. Per molti mesi, il nostro team di Alzenau ha lavorato duramente su un veicolo elettrico e presto saremo in grado di condividere i frutti di questo lavoro. Il progetto promette di essere un nuovo capitolo per la nostra azienda, un’estensione naturale delle nostre attività nel Motorsport, che si collega strettamente alle attuali tendenze e alle innovazioni nel più ampio settore automobilistico. Tutto sarà svelato al Salone di Francoforte di settembre”.

Automobilismo: 8 settembre è il turno della Garessio – San Bernardo.

Sono aperte le iscrizioni alla Garessio – San Bernardo che, sabato 7 e domenica 8 settembre, attirerà nello splendido borgo del cuneese piloti e vetture – moderne e storiche – pronti a sfidarsi in una classica della montagna.

Nel mese di settembre è in programma la  Garessio – San Bernardo, una delle gare più importanti del panorama automobilistico della montagna con i migliori protagonisti della specialità sfidarsi in tre manches cronometrate lungo gli oltre quattro chilometri che da Garessio, salgono al Colle San Bernardo.

Quarantasei le edizioni della corsa, diciassette le “velocità in salita” e ventinove gli slalom organizzati dalla Supergara: a vincere la prima fu nel 1956 Piero Campanella con l’Alfa Romeo Giulietta Sprint Veloce; l’ultima, nel 2018, Salvatore Venanzio su Radical R4 Suzuki nell’anno in cui la competizione era valida per il Campionato Italiano Slalom. In mezzo piloti e vetture che hanno scritto memorabili pagine della storia dell’automobilismo sportivo.

Oltre a Gigi Taramazzo, vero mattatore della Garessio-San Bernardo negli anni ’60/’70 e, dall’alto dei suoi otto successi, incontrastato “re del Colle”, tra i tanti nomi – anche stranieri come quelli di Klaus Steinmetz e Johansen Orther entrambi vincitori su Abarth 2000 – uno spicca in particolare: quello di Ada Pace. La “pilotessa” torinese meglio conosciuta nell’ambiente delle corse con lo pseudonimo di “Sayonara”, trionfò nel 1962 al volante di una Osca 1000 realizzata a Modena dai fratelli Maserati: e quell’anno il Colle, per una volta, si colorò di rosa.

Dopo aver saltato l’edizione del 1973 per la famosa crisi energetica, la Garessio-San Bernardo visse la sua ultima stagione nel 1974, quando ad imporsi fu il torinese Eris Tondelli con la Chevron Sport.

Passarono appena quattro anni e la gara venne riproposta per un paio di edizioni. Ma la vera rinascita e la continuità nel tempo venne offerta da Mauro Scanavino che nel 1992, alla guida della Supergara, ripropose la corsa, subito resa importante da uno dei piloti più forti dell’epoca, il vercellese Augusto Cesari con la Lancia Delta S4. Da allora ai giorni nostri la Garessio – San Bernardo ha portato sul gradino più alto del podio i grandi della specialità: oltre a Cesari, troviamo nell’albo d’oro nomi come Pasquale De Micheli, Lorenzo Saracco, il siciliano Totò Riolo, il campano Salvatore Langellotto, Franco Cremonesi e Fabio Emanuele che qui ha vinto cinque volte.

116 gli equipaggi al via nel week-end a Salsomaggiore Terme.

L’atmosfera delle vacanze non sembra aver intaccato la voglia di partecipare al Rally di Salsomaggiore.

L’elenco iscritti di prima qualità, che in questa edizione si arricchisce di un’importante parte storica che insieme alla Regolarità Sport affianca l’evento sportivo moderno promosso, dopo il successo della prima edizione, fra i rally nazionali validi per il Trofeo Aci Sport.

Il 1° Rally Historic di Salsomaggiore ospita il neo nato Trofeo “Coppa 127”. L’appuntamento sportivo è organizzato dalla Media Rally Promotion in stretta collaborazione con Salso Rally Promotion e patrocinato dall’Aci Parma, dalla Provincia di Parma e dell’Aci Cremona è in programma Sabato 3 e Domenica 4 Agosto con partenza e arrivo dalla splendida location delle Terme di Berzieri.

Il via della parte dedicata alle vetture storiche sarà dato in coda al rally moderno che inizierà alle 20.31 nella spettacolare cornice notturna delle Terme.

Molto interessante il tracciato che misura complessivamente 239 chilometri comprensivi di tre prove speciali che saranno percorse tre volte.

La gara inizierà alle 7.01 di Domenica 4 Agosto.

La cerimonia di arrivo e la premiazione, sempre a Salsomaggiore, è prevista dalle ore 18.20 in seguito sarà la volta del rally moderno.

Il 1° Rally Historic di Salsomaggiore Terme ospita come detto l’interessante “Coppa 127” il 1°Trofeo Valpadana e assegna la 1° Targa Terme Berzieri mentre 1° Rally Classic Regolarità Sport sono in palio Trofeo di Varano de’ Melegari e la Medaglia Terme Berzieri.

Salsomaggiore Terme sarà il fulcro di tutta la manifestazione con il Villaggio Rally, lo shakedown e i riordini in pieno centro cittadino.

Molto interessante l’elenco iscritti per quanto riguarda lo storico. Saranno, infatti, al via il milanese Beniamino Lo Presti con Claudio Biglieri i quali scenderanno per primi dalla pedana di partenza a bordo di una Porsche 911. Con una vettura della casa di Stoccarda sono al via anche Luca Valle e Cristiana Bertoglio mentre fra le vetture più interessanti troviamo la Wolkswagen Golf gti di Emanuele Bosco e Marco Ferrari e la Vauxhall Nova di Augusto Croci e Ilaria Magnani.

Il Rally Storico di Salsomaggiore Terme si annuncia appuntamento importante anche per il Trofeo “Coppa 127” del quale è il penultimo appuntamento. Sono sei le vetture al via fra le quali quella dei leader provvisori: Oreste Pasetto e Carlo Salvo.

Al Rally di Salsomaggiore nella categoria Regolarità, saranno al via Angelo Seneci ed Elisa Moscato, equipaggio che aderisce al progetto “MITE”. Mite è un acronimo della parola “insieme” tradotto in quattro diverse lingue (Miteinander, Insieme, Together, Ensemble) e permette ai non vedenti di essere inseriti nel mondo dell’automobilismo gareggiando alla pari degli altri equipaggi. Il radar di questo equipaggio è stato tradotto in braille.

Tutte le news sul sito www.mediarallypromotion.com

Le auto storiche e la Scuderia Racing for Genova Team.

Il bilancio dello scorso fine settimana agonistico della scuderia genovese Racing for Genova Team, è stato altalenante.

Le soddisfazioni maggiori sono arrivate dall’ultimo appuntamento del Campionato italiano Velocità in Salita per Autostoriche: la 31^ “Bologna – Raticosa”.

Il portacolori del sodalizio diretto da Raffaele Caliro, Stefano Zambelli, in gara con la Triumph Dolomite Sprint messagli a disposizione da Roberto Percivale, ha conquistato la quarantesima posizione assoluta, su oltre cento iscritti, risultato a cui ha abbinato il tredicesimo scalino nel 3° Raggruppamento e il successo, seppur platonico, in classe TC2000.

La sfortuna invece è toccata a Francesco Aragno. Il veloce savonese, in gara con il genovese Andrea Segir (Renault Clio S1600), al rally di Alba, è stato costretto al ritiro nel corso della settima e penultima prova speciale, per problemi elettrici alla vettura, quando occupava la quarantesima posizione assoluta.

Per quanto  riguarda i recenti successi dei piloti della Racing for Genova Team da segnalare la partecipazione, allo slalom “Favale – Castello”, dove la Racing for Genova Team ha ottenuto il secondo posto tra le scuderie avendo piazzato tre piloti – Alessandro Polini (2°), Roberto Risso (4°) e Davide Furnari (7°) – nella top ten finale e aver conquistato il primato in Gruppo N e l’undicesima piazza con Lorenzo Mottola (Renault Clio Rs).

Adesso è nuovamente il momento di accendere i motori; domenica prossima la scuderia di Genova sarà nuovamente in lizza allo slalom “Sette Tornanti”, in provincia di Trento sulla Strada Provinciale del Monte Bondone, con la Radical SR4 1400 di Giacomo Gozzi, desideroso di una conferma dei progressi mostrati al volante della nuova vettura.

Si avvicina il Premio Auto Europa 2019

Dato il successo delle ultime edizioni, anche quest’anno, il Premio Auto Europa si svolgerà a Frascati (Roma), presso Villa Tuscolana, suggestiva dimora del XVI secolo immersa nel verde del Monte Tuscolo con spettacolare vista su Roma.

L’iniziativa è curata dall’Unione Italia Giornalisti dell’Automobile.

Il Premio Auto Europa 2020 sarà assegnato dai Giornalisti dell’Unione Mercoledì 9 Ottobre 2019 e verrà inaugurato dai Test Drive riservati ai Giornalisti. La giornata e terminerà con la proclamazione delle Auto Vincitrici.

La monoposto del Politecnico di Torino vince la formula Sae Italy 2019.

Storico risultato per il Team Squadra Corse del Politecnico di Torino, che si è aggiudicato, per la prima volta, la medaglia d’oro nella categoria vetture elettriche della Formula Sae Italy 2019 che si è svolta a Varano de’ Melegari (PR) nel luglio scorso. Inoltre al Team è stato anche assegnato il prestigioso Premio Abarth riservato alla vettura elettrica più efficiente.

Il prototipo – che ha sfidato ventisei vetture presentate da squadre provenienti da tutto il mondo – è progettato da un team multidisciplinare di trenta studenti iscritti a differenti corsi di studio ed è stato costruito con il supporto di aziende come FCA, Pirelli, Brembo e molte aziende del territorio.

Rispetto alla vettura che lo scorso anno si è classificata al terzo posto, quella che ha corso quest’anno ha un peso complessivo di 183 Kg. – inferiore di ben 20 kg rispetto alla precedente: quest’aspetto, unitamente al nuovo sistema di controllo più sofisticato e alla frenatura rigenerativa che permette di recuperare il 30% dell’energia durante la fase di frenata, ha consentito alla SC19 di percorrere un giro di pista con un tempo inferiore di 2 secondi consumando di conseguenza meno energia. Tra le caratteristiche tecniche più rilevanti della monoposto: telaio monoscocca in fibra di carbonio, sospensioni a quadrilateri di tipo push-rod con braccetti in fibra di carbonio, trazione elettrica a 4 ruote motrici indipendenti con potenza di 80 kW.

La gara di quest’anno è stata particolarmente impegnativa a causa della pioggia battente che ha caratterizzato la prova più difficile, quella di Endurance.

Prossimi appuntamenti per il Team Squadra Corse saranno la Formula Student Czech Republic presso l’Autodromo di Most dal 10 al 12 agosto 2019 e la Formula Student Spain nel circuito di Montmeló (Barcellona) da 20 al 25.

Settantuno le vetture iscritte al 13° Rally Golfo Dei Poeti

Soddisfazione tra gli organizzatori del 13° Rally Golfo dei Poeti, una squadra formata dalla locale Bb Competition e dalla genovese Lanternarally per l’edizione 2019, in programma nel fine settimana, del Rally Golfo dei Poeti.

Settantuno gli equipaggi che hanno inviato la loro iscrizione, un numero positivo considerando il periodo difficile che sta attraversando il mondo dei rally in Italia. La nuova data estiva sembra dunque portare nuova linfa vitale a una manifestazione molto importante per il territorio spezzino e per tutto il levante ligure, molto apprezzata anche dagli equipaggi delle vicine Toscana ed Emilia-Romagna.

Proprio dall’Emilia arriverà l’uomo da battere, che risponde al nome di Luciano D’Arcio: il vincitore dell’edizione 2018 non ha voluto mancare e tenterà di difendere il numero uno che sarà sulle portiere della sua Renault Clio Super 1.6. La concorrenza però non mancherà, a partire dai liguri Guastavino e Raffo, ma gli occhi saranno puntati anche su Catanzano, Peruccio, Re, Pucci e Iacomini, tutti al via nella classe regina (la Super 1.6).

L’attenzione sarà anche rivolta alla classe R3, soprattutto sulla Clio R3T del genovese Mezzogori, che potrebbe inserirsi nella lotta al vertice, così come qualche sorpresa potrebbe arrivare dalla classe A7, che conta sei partenti. La lista dei partecipanti comprende poi sei vetture in classe R2B, classe che vedrà al via il siciliano Giuseppe Nucita, ben sedici in N3, quattro in A6, una in RS 2.0, quattro in A5, undici in N2, una in RS 1.6, tre in A0, quattro in N1 e una in N0.

“Siamo molto soddisfatti di questo primo risultato – dichiarano soddisfatti dall’organizzazione -, c’è stato un incremento notevole rispetto alla scorsa edizione, nonostante le molte gare a calendario in questo periodo, anche in zone relativamente vicine che fanno parte del nostro stesso bacino di utenza. Ora siamo concentrati sul weekend di gara, per far sì che tutto funzioni al meglio e che il territorio spezzino possa ottenere il massimo da questa manifestazione”.

Sabato 13 luglio dalle ore 8 i concorrenti ritireranno il road book presso il 5Terre Outlet Village di Brugnato e potranno effettuare le ricognizioni sul percorso dalle 9.30 alle 13.30. Dalle ore 14 scatteranno poi le verifiche, divise tra il 5Terre Outlet Village (sportive) e Autoservice Brugnato (tecniche), che precederanno lo Shakedown, il test con le vetture da gara, in programma dalle 16.30 alle 19.30 a Riccò del Golfo in frazione Ponzò. Qui l’associazione RICCiclò metterà a disposizione dei bambini un’auto da rally presso la propria sede, per scattare una foto ricordo. Sempre ai bambini è rivolto il concorso “Disegna il tuo Rally”; i tre disegni migliori saranno affissi sulle vetture della BB Competition allo Slalom Favale .- Castello.
Un’altra iniziativa rivolta ai più piccoli arriverà dalla frazione di Oltre Vara nel comune di Beverino; i bambini disegneranno il logo del Rally, che sarà utilizzato per la prossima edizione del Golfo dei Poeti.

Domenica 14 sarà poi la volta della gara, che partirà alle 9.31 da Piazza Martiri a Brugnato. I concorrenti affronteranno sei prove cronometrate, con l’arrivo previsto, sempre a Brugnato, a partire dalle ore 16.55.

Elenco iscritti 13° Rally Golfo dei Poeti

Automobilismo: La Spezia attende il suo rally

E’ ufficialmente iniziata la marcia di avvicinamento alla tredicesima edizione del Rally Golfo dei Poeti, manifestazione in programma il 13 e 14 luglio organizzato dalla genovese Lanternarally con la stretta collaborazione della scuderia locale BB Competition.
L’edizione 2019 del rally spezzino si presenta con molte novità, interessando diversi comuni della Val di Vara.
La collaborazione degli enti sul territorio è fondamentale per la riuscita di una manifestazione motoristica – fanno sapere gli organizzatori – e le amministrazioni dell’entroterra spezzino hanno sposato con successo il progetto del Rally Golfo dei Poeti, che va ben oltre la valenza prettamente sportiva. Il percorso, infatti, interesserà un’ampia porzione di territorio, permettendo sia agli equipaggi sia alle numerose persone al seguito di scoprire le zone parzialmente sconosciute e di apprezzarne i prodotti locali.

Il tracciato di gara interesserà i comuni di Brugnato, Riccò del Golfo, Beverino e Rocchetta di Vara; tutte queste amministrazioni giocheranno un ruolo molto importante nello svolgimento della manifestazione, a cominciare da Brugnato, che metterà a disposizione gli spazi per allestire il quartier generale del Rally; spazi che saranno gentilmente concessi anche dal 5 Terre Outlet Village, location in cui sarà allestito il parco assistenza e che ospiterà le verifiche sportive.
Il sabato pomeriggio, 13 luglio, invece il ruolo di protagonista spetterà a Riccò del Golfo, che ospiterà lo Shakedown, il test con le vetture da gara, sulla strada comunale Riccò – Ponzio.

Le prove cronometrate della domenica 14 luglio interesseranno, invece, il comune di Rocchetta di Vara, sul cui territorio sarà allestita la prova denominata “Stadomelli”, e parte della “Grabugliaga”, che poi sconfinerà sul territorio del comune di Beverino.

Il 13° Rally Golfo dei Poeti metterà in palio due importanti trofei: il 7° Memorial Valter Datteri, che  andrà al concorrente che giungerà da più lontano, mentre il 1° Memorial Eros Monducci andrà al primo navigatore della classifica assoluta con licenza  staccata dall’Automobile Club di Spezia.

Nel 2018 il Rally Golfo dei Poeti fu vinto da Luciano D’Arcio ed Elisa Filippini, su Renault Clio Super 1.6 (nella foto).

Blog su WordPress.com.

Su ↑