Ricerca

Gino Bruni

Il mio blog

Categoria

Automobilismo

Auto: la Scuderia spezzina BB Competition al  Rally di Chiusdino 

È stato un weekend dalle tonalità contrastanti, quello archiviato da BB Competition. La scuderia spezzina, impegnata sulle strade del Rally di Chiusdino – in provincia di Siena – con  due equipaggi.

Undicesima posizione assoluta e terza piazza nel “Renault Rally Event” dedicato alle vetture Super 1600 per Carlo Alberto Senigagliesi, affiancato da Marco Lupi sulla Renault Clio S1600. Una partecipazione “last minute”, quella del pilota di Pomarance, coinvolto in un evento che lo ha visto tornare al volante di una vettura a due ruote motrici pagando in termini prestazionali un debito di feeling con la vettura.

Secondo gradino del podio di classe N3 per Efisio Gamba , affiancato da Maurizio Olla sulla Renault Clio RS, si è reso protagonista di una condotta portata avanti senza timori reverenziali che lo ha visto concludere in terza posizione di Gruppo N. Un confronto acceso e rivolto al vertice della categoria, quello che ha coinvolto Gamba, in lotta fino alle ultime fasi di gara per le posizioni più ambite dedicate agli esemplari derivati dalla serie.

I 100 anni dell’Autodromo di Monza:

L’Autodromo di Monza compie 100 anni nel 2022 e comincia le celebrazioni, presentando – in anteprima assoluta da Dubai – una nuova icona del Made in Italy: il logo del centenario del “Tempio della Velocità” nel corso della Bellezza dello Sport, Italian Sports Day, la giornata dedicata allo sport italiano, organizzata dal CONI al Padiglione Italia dell’EXPO 2020 di Dubai, alla presenza del Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio.

Il 2022 sarà un anno speciale per la F1 in Italia: oltre il centenario del circuito di Monza, Imola ospiterà il secondo gran premio d’Italia della Formula 1, come annunciato da Stefano Domenicali, AD di Formula One Group, con il presidente del CONI Giovanni Malagò.

“Nei prossimi anni, ci sono molti progetti in grado di portare l’Autodromo di Monza in una nuova epoca per la mobilità e gli sport automobilistici; rivivere la sua storia gloriosa, come nell’occasione a Dubai, è un grande stimolo per il futuro” ha dichiarato il presidente dell’Autodromo di Monza Giuseppe Radaelli.

“L’Autodromo di Monza e il motorsport italiano sono sempre più protagonisti nel mondo, con due tappe di campionato di Formula 1 e due tappe del World Rally Championship. Monza continuerà a essere una pista protagonista per tante discipline del motorsport del futuro”, commenta il presidente dell’Automobile Club d’Italia Angelo Sticchi Damiani

“In tutto il mondo, quando si pensa alla Formula 1 non si può non ricordare il grande contributo che l’Italia ha dato a questo sport, ed i primi 100 anni del circuito di Monza ne sono un’importante testimonianza. Monza è speciale, Monza è casa per la Formula 1, ha da sempre scritto tra le pagine più importanti di questo sport che da 71 anni regala emozioni, passione e sorriso. Ci prepariamo ad entrare in una nuova era per F1, con nuovi regolamenti e nuove macchine che creeranno gare ancora più avvincenti e siamo entusiasti di avere nel calendario ufficiale del 2022, ancora una volta l’Italia grande protagonista con due tappe a Imola e Monza”, interviene Stefano Domenicali, amministratore delegato di Formula One Group.

Da Juan Manuel Fangio e Alberto Ascari a Michael Schumacher, da Enzo Ferrari, Niki Lauda e Ayrton Senna, fino a Lewis Hamilton, c’è il pubblico, i meccanici, le persone, in cento anni a Monza è cambiata la pista, la tecnologia, le regole, ma le emozioni sono immutate. Il presidente dell’Autodromo Giuseppe Radaelli e il presidente dell’ACI Angelo Sticchi Damiani hanno ricordato le storie e le passioni degli uomini del motorismo sportivo, i grandi protagonisti di questi cento anni a Monza, presentando l’identità visiva del centenario, in un dialogo con Stefano Domenicali rivolto al futuro del motorsport italiano e alle sfide imminenti di Monza, a cominciare dalla riduzione dell’impatto ambientale della pista centenaria.

“È il Tempio della Velocità, la pista il vero protagonista del logo del centenario, assumendo la forma maestosa di un “tempio” tricolore, un nastro sinuoso che attraversa caratteri di Monza e il numero 100. Abbiamo voluto dare una interpretazione grafica al circuito, facendo diventare la pista una icona tridimensionale. La pista verde, il suo esterno rosso insieme al bianco del suo interno creano la sensazione del tricolore” commenta Ludovico Fois, consigliere per le relazioni esterne e responsabile della comunicazione di ACI, Automobile Club d’Italia. 

Gagliasso – Beltramo vincono la 24^ Ronde Colli del Monferrato e del Moscato

Patrick Gagliasso e Dario Beltramo su Skoda Fabia R5 è l’equipaggio vincitore  della 24^  edizione  della Ronde Colli del Monferrato e del Moscato.

La coppia torinese con un finale da brivido ha prevalso per un solo decimo di secondo sulla vettura gemella di Gianluca Verna e Fabio Ceschino, portacolori del VM Motor Team.

Gagliasso ha iniziato la gara all’attacco, vincendo le prime due prove cronometrate facendo subito capire agli avversari che sarebbe stato lui oggi l’uomo da battere. Verna ha però reagito alla grande, avvicinandosi nella fase centrale, per poi tentare un ultimo attacco sulla quarta prova, che però non è bastato per bissare il successo del 2019.

Bobo Benazzo e Gianpaolo Francalanci hanno portato all’ottavo posto assoluto la Toyota Yaris N5, un’auto molto osservata oggi e decisamente concreta, capace di inserirsi in mezzo al gruppo delle R5.

Nona posizione per i migliori tra le due ruote motrici, ovvero Matteo Giordano e Manuela Siragusa su Renault Clio R3C, mentre Daniel Minerdo e Stefano Sandrigo chiudono la top ten con una Ford Fiesta R5.

Gara  caratterizzata dalla nebbia nella prima frazione e dal fondo molto insidioso, che ha messo a dura prova uomini e mezzi.

24° Ronde Colli del Monferrato e del Moscato

‌Sono sessantacinque le vetture che nel weekend tra sabato 20 e domenica 21 novembre prenderanno parte alla 24ª Ronde Colli del Monferrato e del Moscato a Moncalvo.

La gara, organizzata dal VM Motor Team guidato da Moreno Voltan, si disputerà su quattro ripetizioni della stessa prova cronomentrata, come prevede il format “Ronde” e vedrà al via diversi nomi di spicco del rallysmo locale e nazionale, a cominciare da Luca Cantamessa. L’astigiano, in coppia con Lisa Bollito, sarà senza dubbio la superstar di questa edizione e partirà con il numero uno sulle portiere della sua Skoda Fabia R5. Ben tredici le auto della classe regina, tra le quali spiccano la Skoda di Gianluca Verna, vincitore dell’ultima edizione disputata nel 2019 e la Volkswagen Polo di Alex Bocchio, due piloti che si candidano come principali sfidanti di Cantamessa. Occhi puntati anche su Gagliasso, Ronzano e Di Carlo, fra i tanti partenti con la R5 céca, mentre il pubblico potrà vedere in azione anche una N5, la Toyota Yaris di Bobo Benazzo. Un tocco di nostalgia sarà regalato da Roberto Novara, in gara con una Lancia Delta A8, una vettura divenuta ormai una leggenda su quattro ruote.

‌Sabato 20 novembre la giornata sarà interamente dedicata alle operazioni preliminari come accrediti e verifiche, con lo shakedown dalle 13 alle 16.30 che sarà per i partecipanti la prima presa di contatto con l’asfalto astigiano, pronto a tornare protagonista e palcoscenico principale del grande spettacolo che solo i Rally sanno offrire.

‌”Cerchiamo di chiudere in bellezza la stagione, anche se il calendario ci ha un pochino penalizzati. – ha dichiarato Moreno Voltan nel pieno degli ultimi preparativi.  L’Aci Rally Monza ha scombussolato un po’ i piani degli organizzatori di gare locali come noi, ma non possiamo fare altro che andare avanti e dare il massimo per offrire come al solito un bel weekend di divertimento ai nostri concorrenti ed agli appassionati.


‌Domenica 21 novembre la gara scatterà  da Moncalvo (Asti) alle ore 8:01 per concludersi alle 17.

Per quanto riguarda i Team genovesi l’unica presenza è  per la New Racing For Genova con la copia Tessa, Adelmo e Mauro su Ford Fiesta RS. Saranno al via con il numero 7 sulle portiere.

Auto storiche: Coppa Milano – Sanremo si pensa al 2022

In occasione dell’esposizione  “Auto e Moto d’Epoca”, in programma alla Fiera di Padova dal 21 al 24 ottobre 2021 dalle ore 9.00 alle ore 19.00, l’organizzazione della Coppa Milano – Sanremo sarà presente all’interno del padiglione 1 presso lo stand di Classic Car Charter, partner ufficiale della “Gara più antica d’Italia” per il noleggio di vetture d’epoca.

In concomitanza con la Fiera, la Coppa Milano – Sanremo ha aperto ufficialmente le iscrizioni per la 13ª edizione della Rievocazione Storica, in programma dal 31 marzo al 2 aprile 2022. La partecipazione alla corsa sarà riservata alle auto, costruite tra il 1906 e il 1976, munite di passaporto F.I.V.A., o di fiche F.I.A. Heritage, o di omologazione A.S.I., o fiche A.C.I. Sport, o appartenenti ad un registro di marca. Dopo il successo della passata edizione e con l’intento di allargare i target di riferimento, l’Organizzazione riproporrà una nuova categoria riservata alle supercar moderne.

La Coppa Milano – Sanremo, ritornerà ad occupare il suo tradizionale posto nel calendario della stagione agonistica e riconfermando il proprio ruolo di protagonista all’interno del Campionato Italiano Grandi Eventi 2022 di ACI Storico, riservato alle più importanti gare di regolarità classica.

La manifestazione, da sempre una grande attrattiva per gli equipaggi italiani e stranieri, maschili e femminili, vedrà i “bolidi di ieri” attraversare molte città di Lombardia, Piemonte e Liguria lungo il percorso di oltre 700 chilometri.

Una nuova edizione caratterizzata da importanti conferme e attesi ritorni: infatti, nella tappa intermedia di Rapallo tornerà protagonista l’imperdibile défilé riservato alle auto partecipanti nell’affascinante cornice della Marina di Portofino e nell’ottica di offrire un’esperienza unica di respiro internazionale, la competizione, dopo il tradizionale arrivo nella Città dei Fiori, si sposterà nel Principato di Monaco per l’esclusivo gala dinner e la cerimonia finale di premiazione.

All’interno della tredicesima edizione della Rievocazione Storica si terrà, come da tradizione, la prestigiosa “Coppa delle Dame” concepita, per la prima volta agli inizi del secolo scorso, grazie alla cospicua partecipazione di equipaggi femminili e all’intuito degli organizzatori della Coppa Milano – Sanremo.

Le iscrizioni si chiuderanno il 18 marzo 2021.

 Per ulteriori informazioni è possibile contattare la segreteria organizzativa di Equipe Grand Prix:

 race.office@milano-sanremo.it.

Info: www.milano-sanremo.it

Lanterna Corse Rally Team: Gallo – Gallizia al Trofeo delle Merende

Dopo il bel risultato ottenuto al Rally Golfo dei Poeti è nuovamente tempo di calarsi nell’abitacolo per Riccardo Gallo. Il pilota genovese ha scelto insieme al suo navigatore Marco Gallizia il Trofeo delle Merende, gara nazionale che si correrà a Santo Stefano Belbo (CN) i prossimi 23 e 24 ottobre. La coppia della Lanterna Corse Rally Team utilizzerà come di consueto la Renault Clio Rs e si misurerà con i concorrenti della classe N3 lungo i 53 chilometri di prove cronometrate della gara piemontese.

Per il team genovese sono arrivati ottimi riscontri anche dallo Slalom Mignanego – Giovi, che vedeva quattro piloti impegnati tra i birilli della classica di casa. Gianluca Caserza , sempre più a suo agio sulla Peugeot 208 Rally4, ha centrato la nona posizione assoluta aggiudicandosi la classe A2000, inserendosi tra molti specialisti dello slalom dotati di auto appositamente preparate.
Gara positiva anche per Francesco Bigotti, terzo nella stessa classe di Caserza al volante di una Renault Clio Williams, mentre in N2000 Alberto Verardo, su un’altra Clio, ha portato a casa un importante successo. Settima piazza in classe A1600 per Filippo Zerollo su Citroen Saxo Kit.

Peugeot sport festeggia 40 anni di innovazioni e successi

Se alcuni numeri possono essere simbolici, i fatti e le azioni sono reali. Dalla sua creazione ufficiale nell’ottobre 1981, Peugeot Sport ha ottenuto molti più successi clamorosi delle candeline che spegne oggi, a testimonianza della qualità continua di questa struttura e della solidità della sua strategia sportiva. “Lo sport è un laboratorio tecnologico eccezionale per l’automobile, ricorda Linda Jackson, direttore generale di Peugeot. È un formidabile acceleratore della ricerca e del progresso. Per il nostro Marchio è fondamentale per la visibilità delle nostre auto e per i nostri piani di mobilità futura. Questi 40 anni di PEUGEOT Sport sono un successo, un motivo di orgoglio e, in particolare, una base per i nostri successi di oggi e, soprattutto, di domani. Questa eredità guida il nostro futuro.”

Fondata da Jean TODT, Peugeot Talbot Sport, diventata poi Peugeot Sport, ha prodotto vetture leggendarie, come le indimenticabili PEUGEOT 205 T16, 405 T16, 206 WRC, 306 Maxi, 905 o, più recentemente, la PEUGEOT 908, la 208 T16 Pikes Peak, la 2008 DKR, la 3008 DKR, la 208 WRX, prima della già rivoluzionaria PEUGEOT 9X8. Integrata nel cuore della strategia di elettrificazione di PEUGEOT, quest’ultima incarna pienamente il lavoro sinergico dei team sportivi e di design.

Campionati nazionali e mondiali, eventi leggendari, gli uomini e le donne di PEUGEOT Sport hanno raccolto ogni sfida negli ultimi quarant’anni, trasmettendo la loro passione e professionalità, valori essenziali, alle squadre attuali.

Negli specchietti retrovisori di Peugeot Sport ci sono le immagini spettacolari e storiche dei vari titoli conquistati nel Campionato del Mondo Rally o, più recentemente, nel Campionato del Mondo Rallycross, i successi sulle piste della Dakar in tempi diversi, le vittorie nella 24 Ore di Le Mans o nella gara sulle nuvole di Pikes Peak, così come sui circuiti francesi o i podi in F1 come costruttore di motori. La lista è tutt’altro che esaustiva…

In 40 anni, la squadra ha vinto:

*5 titoli di campione del mondo rally costruttori (1985, 1986, 2000, 2001, 2002)

*4 titoli di campione del mondo rally piloti (Timo SALONEN, Juha KANKKUNEN e Marcus GRÖNHOLM due volte)

*3 titoli piloti e costruttori nell’Intercontinental Rally Challenge (2007, 2008, 2009)

*Titoli di campione nazionale rally in moltissimi paesi

*3 vittorie alla 24 ore di Le Mans, nel 1992 con l’equipaggio Yannick DALMAS-Derek WARWICK-Mark BLUNDELL, nel 1993 con Christophe BOUCHUT-Eric HELARY-Geoff BRABHAM e nel 2009 con il trio Marc GENE-David BRABHAM-Alex WURZ

*3 successi nella vertiginosa scalata di Pikes Peak nel 1988 (con Ari VATANEN), 1989 (Robby UNSER) e 2013 (Sebastien LOEB)

*Vari titoli del Campionato Superturismo, tra cui uno dei più prestigiosi in Germania con la 406 (Laurent AÏELLO)

*7 vittorie alla Dakar (1987 con Ari VATANEN, 1988 con Juha KANKKUNEN, 1989 e 1990 con Ari VATANEN, 2016 e 2017 con Stéphane PETERHANSEL e 2018 con Carlos SAINZ)

*1 titolo nel Campionato del mondo Rallycross nel 2015

Per guidare queste auto leggendarie, che molto spesso hanno lasciato il segno nella loro epoca e nella loro disciplina, i piloti di talento hanno potuto contare su equipe Peugeot Sport altamente professionali, rigorose, combattive e innovative. Per costruire e gestire questi programmi, nei rally, nei rally-raid e sui circuiti di tutto il mondo, ci sono manager che hanno portato in alto e continuano a tenere alti i valori Peugeot.

 Tra questo gruppo di leader di uomini e progetti si sono avvicendati alcuni grandi nomi come: Jean TODT, Corrado PROVERA, Jean-Pierre NICOLAS, Bruno FAMIN, ecc… La loro tabella di marcia è sempre stata la stessa: iniziare, innovare, raccogliere, progredire, con l’obiettivo di vincere!

Ogni impegno sportivo riflette una visione, una strategia tecnologica da sviluppare per conto del costruttore francese. Lo sport è nel DNA del Marchio, da secoli. Sicurezza, prestazioni, consumi, elettronica, assistenza alla guida, nuove energie… I progressi ricercati sono stati molteplici.

Oggi, l’elettrificazione incarnata dal programma Hypercar con Peugeot 9X8 nel FIA WEC e alla 24 Ore di Le Mans simboleggia le sfide della mobilità futura per Peugeot. Dal circuito alla strada, la ricerca si estende, si fanno progressi, il pilota prova e passa il testimone agli automobilisti. È un ciclo consolidato e virtuoso.

Quest’anno, in ottobre, Peugeot Sport festeggia il suo 40° compleanno, una data importante e, sebbene sia un punto di riferimento, è solo una tappa del lungo cammino verso ulteriori scoperte, esperienze e avventure arricchenti.

Erik Campagna vince la Garessio – San Bernardo

Erik Campagna, su Formula Arcobaleno, ho conquistato la Garessio – San Bernardo 2021. Il giovane pilota alessandrino, in gara con i colori della Scuderia VM Motor Team, dopo una gara, tutta all’attacco, lo ha visto, manche dopo manche, abbassare il risultato cronometrico e chiudere sempre al comando.

Dietro di lui, secondo sul podio, il varesino Davide Piotti, al volante della sua Osella PA 8/9 Alfa Romeo, con i colori della genovese Scuderia Valpolcevera.

Gradino più basso del podio per il genovese Stefano Repetto, primo in Gruppo E2 SH, che, al volante della sua Fiat Cinquecento.

In Gruppo Speciale Slalom ,la vittoria è andata ad un altro genovese: Paolo Bordo su Renault Clio RS

Il Rally 1000 Miglia per Davide Craviotto

Archiviata la sfortunata partecipazione al Rally Golfo dei Poeti, Davide Craviotto è pronto a rituffarsi nella Coppa Rally di Zona 2. Il pilota genovese, infatti, sabato sarà al via della prova regionale del Rally 1000 Miglia, in coppia con il fido Fabrizio Piccinini e con la Peugeot 208 di classe R2B che gli sarà messa a disposizione dalla By Bianchi.

“Avevo deciso di partecipare alla gara spezzina per risalire in macchina dopo la pausa estiva e fare un po’ di km in vista del rally bresciano – rileva il pilota genovese – ma ho commesso subito un errore e le previsioni, purtroppo, non sono andate nel verso giusto. Ora occorre chiudere definitivamente questa parentesi e concentrarsi sul 1000 Miglia, che affronto per la prima volta e che ha validità sia per l’R Italian Trophy che per la Michelin Zone Rally Cup, due serie in cui sono attualmente in testa alla classe R2B”.

“L’obbiettivo del 1000 Miglia – osserva il portacolori del Casarano Rally Team – è quello di riscattare la prova spezzina con una buona prestazione e, soprattutto, difendere ed incrementare la nostra leadership di classe sia in seno all’Rally Italian Trophy che alla Michelin Zone Rally Cup”.

A questa gara ci saranno anche Maurizio Rossi in coppia con Giorgio Genovese su Peugeot 207 S. 2.0  con i colori della scuderia Grifone. Due gli equipaggi a rappresentare  la New Racing for Genova: Nicolò Franca in coppia con Alessia Beroldo (Peugeot 106) e Mattia Canepa affiancato da Giorgia Lecca su Citroen C2.

Blog su WordPress.com.

Su ↑