Cerca

Gino Bruni

Il mio blog

Categoria

Automobilismo

Un Rally del Ciocco da mondiale

Al 44° Rally del Ciocco e Valle del Serchio, in programma tra il 12 e il 13 marzo, ci saranno oltre a tanti  equipaggi italiani, anche due personaggi da Mondiale. Alla già annunciata presenza di Thierry Neuville, si aggiunge quella del suo team-mate, in Hyundai Motorsport, Craig Breen, anche lui su Hyundai i20 R5. Il pilota irlandese, recente quarto assoluto all’Artic Rally mondiale, ha già corso al rally Il Ciocco due anni fa, concludendo quarto, dopo essere stato tra i grandi protagonisti. Un altro pilota di altissimo livello, che pone la candidatura per la vittoria e che sarà di ulteriore stimolo per il vero e proprio “battaglione” di pretendenti al primato targati Italia, con un “esercito” di “errecinque”, il cui elenco verrà reso noto tra qualche giorno

“Non vedo l’ora di partecipare al Rally Il Ciocco, tra un paio di settimane, un evento in cui ho gareggiato nel 2019, insieme a Paul Nagle, e che ci è piaciuto molto, all’epoca. – da dichiarato Craig Breen – Le tappe asfaltate sono bellissime e il Renaissance Tuscany Il Ciocco Resort, attorno al quale si svolge l’evento, è un posto stupendo, non vedo l’ora di tornarci. Saremo in gara con una Hyundai i20 R5 e sono davvero felice di tornare in macchina e ottenere un po’ di chilometraggio competitivo su asfalto, specialmente su strade così belle. Spero anche di portare a casa un buon risultato! “.

Marchioro – Marchetti vincono il 1° Rally Terra Valle del Tevere

Un inizio molto combattuto quello del 1° Rally Terra Valle del Tevere, la nuova gara del Challenge Raceday Rally Terra, di cui era la seconda gara della stagione 2020/2021.

La lotta è stata fin da subito tra Nicolò Marchioro/Marchetti (Skoda Fabia R5 Evo) e Francesco Fanari/Castiglioni sulla per lui nuova VW Polo R5 e un arrembante Matteo Gamba /Gonella (Skoda Fabia R5), con l’inserimento del giovane boliviano 18nne Bruno Bulacia Wilkinson /Penate (Skoda Fabia R5 Evo).

Dopo il primo giro di prove Marchioro era sesto assoluto avendo avuto problemi con la ghiaia che ricopriva il percorso e che lui, partendo con il numero uno, doveva pulire. Successivamente, ripartendo in ordine di classifica provvisoria, ha recuperato vincendo tre prove e riprendendo la testa della classifica.

Francesco Fanari, dopo una partenza molto veloce con la per lui nuova vettura, a 800 m dalla fine dell’ultimo tratto cronometrato ha avuto problemi con la trasmissione quando si trovava in terza posizione assoluta.

Il boliviano Bruno Bulacia Wilkinson ha mantenuto sempre un buon ritmo, rimanendo nelle posizioni di testa nonostante fosse la prima volta che guidava questa vettura che utilizzerà anche nel CIRT al quale è già iscritto per questa stagione.

Gli altri piloti Raceday che si sono distinti in questa bella gara a Sansepolcro su prove speciali dal sapore mondiale, sono stati Maselli/Danese (Hyundai i20 NG R5) che ha fatto un’ottima gara chiudendo quarto assoluto. Quinto assoluto Simone Romagna/Addondi che ha avuto problemi con la sua Fiesta e praticamente poco prima della partenza ha dovuto cambiare vettura passando a una Skoda Fabia R5 che ha guidato per la prima volta, quindi con qualche problema di adattamento e di aggiustaggi sull’assetto. Anche Jader Vagnini/Piceno (Skoda Fabia R5) hanno disputato una buona gara anche se dovevano prendere le misure con l’auto, iniziando cauto all’inizio a causa della tanta ghiaia sul percorso e con i ritmi alti degli altri, ma alla fine sono riusciti a chiudere sesti assoluti.

Settimi assoluti Tullio Versace/Giatti (Skoda Fabia R5).

Dopo il problema avuto alla fine dell’ultima speciale il folignate Fanari ha chiuso ottavo assoluto.

Nella classifica femminile Rachele Somaschini/Arena (Citroen C3 R5) ha concluso prima e 14^ in classifica assoluta.

Ottima prestazione per il genovese Alessandro Multari che, affiancato da Martina Balducchi, su Peugeot 208 ha conquistato la terza piazza nella sua classe.

Classifica dei primi cinque del Challenge Raceday Rally Terra 2020/2021:

1.     Nicolò Marchioro 32 punti

2.     Francesco Fanari 24 punti

3.     Jader Vagnini 23 punti

4.     Simone Romagna 23 punti

5.     Luciano Cobbe 18 punti

Le classifiche complete di tutti i raggruppamenti saranno disponibili da domani sul sito www.raceday.it

La prossima gara del Challenge sarà il Rally della Val d’Orcia a fine marzo.

A Settembre il Gran Premio Nuvolari 31ª edizione

Si sono aperte le iscrizioni al  Gran Premio Nuvolari 2021, la manifestazione internazionale di regolarità riservata alle auto storiche organizzata da Mantova Corse, che da 31 anni rende omaggio al più grande pilota di tutti tempi, il leggendario “Nivola”. Come da tradizione, anche quest’anno l’organizzazione sarà impegnata nella realizzazione di un evento esclusivo, un vero e proprio “museo viaggiante” di auto d’epoca con l’obiettivo, non solo di emozionare e appassionare il grande pubblico, ma anche di celebrare il mito del più grande pilota della storia dell’automobilismo mondiale.

Dal 16 al 19 settembre 2021 gli equipaggi affronteranno un percorso in tre tappe: 1.000 km tra le bellezze del Centro-Nord Italia, attraversando Lombardia, Emilia Romagna, Marche, Umbria e Toscana.

La manifestazione, ideata e organizzata dal 1991 da Mantova Corse, si svolgerà nel rispetto delle normative F.I.A, F.I.V.A. e A.C.I. Sport, con una particolare attenzione ai protocolli ministeriali Covid-19 e della federazione sportiva nazionale. 

Allla manifestazione sono attesi 300 concorrenti provenienti dai cinque continenti un’esperienza unica ed emozionante, volta a fondere il piacere del turismo più esclusivo con la competizione sportiva, alla scoperta di luoghi suggestivi e di particolare pregio.

Questo il programma del Gran Premio Nuvolari:

Venerdì 17 settembre la sfilata delle auto storiche partirà da Piazza Sordello a Mantova. Attraverserà le suggestive strade dell’Emilia, fino ad arrivare all’Autodromo di Modena dove sno in programma prove cronometrate.

I concorrenti si sposteranno poi sugli Appennini, fino al Mugello Circuit, il prestigiosissimo autodromo toscano di Formula 1, poi sulle colline romagnole verso l’Adriatico, con arrivo a Cesenatico e pernottamento a Rimini.

Sabato 18 settembre la seconda tappa, la giornata più intensa del Gran Premio Nuvolari vedrà un percorso in gran parte rinnovato: da Rimini verso Urbino, poi il passo di Bocca Serriola, Città di Castello, fino a Magione presso l’Autodromo dell’Umbria, il Lago Trasimeno.

Controlli a timbro sono previsti a Castiglione del Lago, Cortona e in Piazza Grande ad Arezzo. Nel pomeriggio gli equipaggi percorreranno le strade del Viamaggio verso l’Adriatico, con le prove di media a Sant’Agata Feltria. La Repubblica di San Marino accoglierà la manifestazione con l’ultimo gruppo di prove cronometrate della giornata e il controllo a timbro in Piazza della Libertà, all’apice del Monte Titano.

L’arrivo della seconda tappa sarà a Rimini, sulla passerella di Piazza Tre Martiri.

Domenica 19 settembre gli equipaggi saranno di ritorno verso Mantova. Il percorso riserverà loro le ultime sfide, le decisive per decretare il vincitore. Partendo da Rimini, si confronteranno con le temutissime prove cronometrate di Meldola, passando poi da Faenza, ospiti della Scuderia di Formula 1 Alpha Tauri. Sarà poi la volta del rientro in terra mantovana, attraverso i controlli a timbro di Bondeno, Poggio Rusco, San Giacomo, Bondanello e il break per il pranzo nella maestosa abbazia di San Benedetto Po. Poi finalmente l’arrivo a Mantova, dopo 1.000 km, tra le accoglienti mura di Piazza Sordello.

Le richieste di iscrizione, da effettuarsi esclusivamente sul sito www.gpnuvolari.it , potranno essere inviate fino al 31 luglio 2021. Al Gran Premio Nuvolari sono ammesse vetture fabbricate dal 1919 al 1976 munite di passaporto F.I.V.A., o fiche F.I.A. Heritage, o omologazione A.S.I., o fiche ACI Sport /ACI Storico, o certificato d’iscrizione al registro storico A.A.V.S.

Per ulteriori informazioni: Mail:  org@gpnuvolari.it , Web site:  www.gpnuvolari.it

Scuderia del Grifone alla Città della Pace

Saranno sette gli equipaggi della Scuderia genovese del Grifone a prendere il via nel secondo appuntamento del Campionato Italiano Regolarità Classica, Coppa Città della Pace in programma a Rovereto (TN). La gara, organizzata dall’Associazione Sportiva Adige Sport, prevede ben sessantuno prove cronometrate con 187 km di gara.

Oltre 100 gli equipaggi iscritti a questo importante appuntamento.
A difendere i colori del Grifone sarà la top driver piombinese Barbara Zazzeri alle note, il marito Cristiano Androvandi su Renault 5 Alpine, Marco Gandino e Carlo Merenda su A112 Abarth, Alessandro Alderighi e Stefania Lopresti su Fiat 1100, Roberto Ricci e Marco Frascaroli su Alfa Romeo 33 1,3S, Angelo Pasino e Patrizia Italiano su Volkswagen Karmann Ghia e Marco Varosio con Marianna Cagliari su Lancia Beta Montecarlo. Infine, su MazdaMX5 sarà sulla linea di partenza anche Marco Piccirillo affiancato da Adelina Raffaella Poretti.

La nuova gara del Challenge Raceday Rally Terra stagione 2020-2021

Il 1° Rally Terra Valle del Tevere, organizzato da Valtiberina Motorsport partirà con 112 iscritti dei quali 33 Raceday.

La gara è valida come gara promozionale per il TER Series e sarà valida per le vetture Storiche.

 Dopo una lunga pausa, dovuta alla pandemia in corso, riparte il Challenge Raceday Rally Terra (stagione 2020-2021) e lo fa con una gara assolutamente nuova, il 1° Rally Valle del Tevere, organizzato da Valtiberina Motorsport, prima gara su sterrato di quest’anno.

Questa gara sarà anche valida come evento promozionale del TER Series e per le vetture storiche.

La gara assegnerà il punteggio per la classifica finale Under 25 Raceday e quindi per il premio Gigi Galli Winter Camp a Livigno.

Ci sarà grande lotta tra gli iscritti Raceday, che per ora sono 33, ma potrebbero aumentare perché le iscrizioni al Challenge saranno aperte sino alla chiusura delle verifiche sportive dell’evento.

Tanti i pretendenti al podio tra questi N. Marchioro/Marchetti (Skoda Fabia R5 Evo) che partiranno con il numero uno sulle portiere e che sono attualmente in testa alla Classifica Provvisoria Assoluta del Raceday con 16 punti dopo la prima gara, F. Fanari/Castiglioni che hanno cambiato vettura e sono passati alla VW Polo R5 secondi in Classifica con 14 punti, S. Romagna/Addondi con una Ford Fiesta R5, L. Cobbe /Turco su Skoda Fabia R5, T. Versace/Giatti (Skoda Fabia R5), J. Vagnini/Baldazzi (Skoda Fabia R5),il rientrante G. Donetto in coppia con Menchini (Skoda Fabia R5). Nel Femminile ci sarà R. Somaschini/Arena (Citroen C3 R5), mentre Darko Pelijhan/Car (Mitsubishi Lancer Evo IX) sono in lotta sia per il Ragguppamento N che per la classifica stranieri Raceday, J. Trevisani/Marchesini (Peugeot 208 R4) che sono in testa al Raggruppamento F (A6+R2B) e tanti altri che cercheranno di raccogliere punti nei vari Raggruppamenti del Challenge. Tutti se la dovranno giocare contro A. Battistolli/Ometto (Skoda Fabia R5 Evo) e il giovanissimo boliviano di 18 anni, Bruno Bulacia Wilkinson/Penate (Skoda Fabia R5 Evo), fratello del veloce Marco.

Alberto Pirelli ideatore di Raceday commenta: “Dopo parecchio lavoro con gli organizzatori e con la Federazione per cercare di vedere come mantenere in vita RACEDAY senza Il Prealpi Master Show  rimandato per il COVID, ecco che spunta una gara nuova, organizzata dal Valtiberina Motorsport, (che si legge “sonotroppobravimotorsport”) e  tutta da godere. Le ragazze e i ragazzi che la correranno saranno le madrine ed i padrini dell’ ultima nata in casa RACEDAY. CHI TERRA GODE!”

IL PROGRAMMA DEFINITIVO

Gara nuova ma percorsi di grande richiamo storico-sportivo. Ecco il biglietto da visita dell’evento che avrà come base Sansepolcro. Si svolgerà tutto tra sabato 27 (ricognizioni, shakedown), e domenica 28 febbraio con la gara, 190 chilometri circa di percorso totale di cui 45,970 di tratti cronometrati, previsti nelle zone di forte e significativa tradizione rallistica internazionale. Due le “piesse” diverse da correre tre volte, le celebri “Cerbaiolo” e Battaglia di Anghiari”, dai ricordi iridati anni ottanta, sei in totale i passaggi, con l’ultima prova che sarà la “Power Stage”, la quale assegnerà premi in denaro ed in materiale tecnico forniti da Valtiberina Motorsport..

RICOGNIZIONI AUTORIZZATE

Sabato 27 Febbraio 2021                                         

dalle 7.30 alle 13.30

VERIFICHE TECNICHE ANTE-GARA

Sansepolcro (Arezzo), Zona Industriale Santa Fiora, Via Malpasso

Sabato 27 Febbraio  2021                                        

dalle 12.00 alle 16.00

SHAKEDOWN

Sabato 27 Febbraio 2021                                         

dalle 14.00 alle 17.00

Anghiari (Arezzo) – Km 2.200

Partenza – Sansepolcro, Via Malpasso: Domenica 28 Febbraio dalle ore       8.30

Arrivo Finale – Sansepolcro, Via Buitoni: Domenica 28 Febbraio dalle ore  16.00

Automobilismo: Claudio Arza’ e BB Competition su due fronti

Sarà una stagione sportiva di ampio respiro, quella imbastita da Claudio Arzà. Il pilota spezzino, portacolori della scuderia BB Competition, ha svelato le linee di un 2021 all’insegna della Citroën C3 R5 – messa a disposizione dal team PRT di Daniele Pellegrineschi – e da due contesti di spessore quali il Campionato Italiano WRC e la Coppa Rally di Zona. Un doppio impegno in grado di offrire diverse opportunità al driver ligure, con il “Tricolore” WRC che proietterà il driver ligure nel confronto dedicato alle vetture equipaggiate da pneumatici Michelin, la Logistica Uno Rally Cup e la Coppa Rally di Zona nell’agonismo dell’ “R Italian Trophy” e della Michelin Zone Cup.

Una programmazione che prenderà il “via” sulle strade del Rally Il Ciocco, a metà marzo, contesto che vedrà Claudio Arzà interpretare il confronto valido per la Coppa Rally di Zona. In seguito, il pilota di punta di BB Competition sarà parte integrante del Rallye Elba (18 aprile), appuntamento inaugurale di un Campionato Italiano WRC che affronterà anche negli appuntamenti del Rally del Salento (23 maggio) e del Rally Alba (13 giugno) con l’obiettivo di poter ampliare l’impegno stagionale partecipando anche al Rally della Marca, al Rally San Martino di Castrozza ed al Trofeo Aci Como, senza escludere la possibilità di essere presente anche alla finale della Coppa Rally di Zona sulle strade del Rally Città di Modena, ad ottobre.

Ad affiancare Claudio Arzà saranno Massimo Moriconi e David Castiglioni, copiloti che si alterneranno sul sedile destro della Citroën C3 R5, vettura al centro di una collaborazione tecnica tra il team PRT e G. Car Sport, struttura che ha in Giorgio Molinaro il proprio riferimento. Un vero e proprio valore aggiunto, la presenza dei tecnici di G. Car Sport, professionisti che metteranno a disposizione la propria pluriennale esperienza nel settore, in una comunione d’intenti all’insegna di grandi ambizioni che vedrà il supporto di Michelin.

“Tengo a ringraziare il team PRT di Daniele Pellegrineschi per l’opportunità presentata- il commento di Claudio Arzà – correre sulla loro vettura, dopo la brillante esperienza dello scorso anno, ha rappresentato per me una priorità nella messa a punto della programmazione sportiva. Ringrazio anche Michelin ed i miei partner, fondamentali nel garantirmi sostegno in un momento storico particolare ed OMP per il materiale tecnico messo a disposizione”.

Automobilismo: fine settimana ricco di impegni per la New Racing for Genova.

Doppio impegno per la New Racing for Genova nel prossimo fine settimana. La scuderia presieduta da Laura Bottini, infatti, sarà impegnata in Lombardia al Rally dei Laghi ed in Piemonte alla Ronde del Canavese: in entrambe le gare sarà al via con due equipaggi.

Rally dei Laghi – A Varese, nella prova d’apertura della Coppa Rally di Zona 2 (Liguria e Lombardia), la New Racing for Genova sarà presente un equipaggio… locale, formato dal genovese – ma ormai varesino a tutti gli effetti – Luca Fredducci e dalla sua compagna, l’elvetica Clarissa De Rosa, in gara con una Peugeot 208 R2B, vettura che il pilota ligure ha già utilizzato due volte. L’altra coppia in gara per il sodalizio genovese è quella formata dal levantino Maurizio Zaccaron e dall’ossolana Pamela Mirani, chiamati a tenere a battesimo la Renault Clio Williams che il pilota rivierasco ha, di recente, preparato in configurazione Racing Start Plus.

Ronde del Canavese – Dalla pedana di partenza di Rivarolo Canavese scatterà anche la Fiat Seicento di classe A0 che sarà portata in gara da Luca Formentera, vice presidente della New Racing for Genova, e da Michele Guastavino, uno tra i piloti top del sodalizio genovese, pronto a cimentarsi nel per lui inedito ruolo di “naviga”. Per i colori del team caro al Direttore Sportivo Raffaele  Caliro saranno in gara, con la loro Peugeot 106 di classe A5, anche i giovani fidanzati Nicolò Franca e Alessia Beroldo, desiderosi di riscattare l’amaro ritiro con cui hanno chiuso la scorsa stagione.

Automobilismo: la Scuderia XRT di Sanremo è pronta a una nuova avventura.

Dopo il lungo stop imposto al settore dalla pandemia, la XRT Scuderia di Sanremo è pronta a   rimettere in moto le proprie vetture. Per il prossimo Rally del Canavese, in programma a Cuorgnè il 27 e 28 Febbraio, Kevin Hegyes, affiancato dal  genovese (anche se oggi vive a Campoligure) Federico Capilli,  sarà sulla linea di partenza con una  Peugeot 208 R2B.

“Finalmente ripartiamo, purtroppo questa pandemia non si vuole fermare, ma siamo fortunati. Grazie al grosso impegno di ACI e degli organizzatori riusciremo comunque a fare ciò che ci piace e ci emoziona. – ha dichiarato  Kevin Hegyes, presidente del sodalizio ligure -.  Sarà una stagione particolare, diversa dal solito, ma non ci faremo trovare impreparati. Torno alla Ronde del Canavese con molto piacere, l’ultima volta non andò come previsto, ma siamo fiduciosi e l’importante sarà divertirsi”

Nella foto Federico Capilli

Coppa Attilio Bettega la Grifone vince la coppa Scuderie e non solo.

A Bassano del Grappa si è corsa l’edizione 2021 della “Coppa Attilio Bettega”, importante appuntamento invernale di Regolarità per Auto Storiche.

Tra asfalto, neve e ghiaccio si sono sfidati sui passi alpini Duran, Giau, Rolle e tanti altri, più di 130 equipaggi su un tracciato di 370 km e ben dodici ore di guida.

Una gara emozionante, tirata nei tempi e molto difficile per medie impegnative e condizioni stradali difficili per neve e ghiaccio.
Chiamare la gara veneta il “Montecarlo Italiano” non è per nulla sbagliato…
I venticinque equipaggi della Scuderia del Grifone, sabato all’ora di pranzo hanno preso il via da Bassano (VR) per arrivare nella notte a Fiera di Primiero (TN).
Gara combattutissima sin dall’inizio dove i piloti del team genovese sono stati sempre a fare la parte del leone. Guidati dall’inossidabile coppia Maurizio Verini – Ermanno Keller, su Audi Quattro, che, terzi al traguardo, sono stati però gli unici a poter lottare per il podio e a contendere la vittoria finale ai fratelli Nessi e il secondo gradino alla Stratos di Perfetti e Colombo.

La Grifone alla fine ha comunque ottenuto la Coppa di Scuderia. Una coppa con un fascino proprio particolare perché si commemorava un grande campione e il legame tra Grifone e Bettega.

In aiuto a Keller -Verini sono arrivate la Lancia Fulvia di Marco Leva e Paolo Casaleggio decimi al traguardo e la Porsche 356 di Alexia Giugni e Cristina Biagi, che oltre ad avere ottenuto la nona piazza assoluta, hanno vinto la Coppa per il miglior equipaggio femminile e il Trofeo Porsche 356.

Il grande successo di squadra è dettato dall’aver portato al traguardo ben venti dei venticinque iscritti e al debutto nella regolarità a media ben sei equipaggi.

Da menzione l’equipaggio dei ventenni Riccardo Leva e Niccolò Pacchiarotti che hanno ottenuto la quattordicesima piazza assoluta e vinto il Trofeo Under 30 con una Fiat127, totalmente di serie, combattendo nella media alta con auto di altra caratura e prestazioni.

Blog su WordPress.com.

Su ↑