Cerca

Gino Bruni

Il blog

Categoria

Automobilismo

Davide Porta e Andrea Segir hanno sollevato lo scettro della classe tricolore

Il raggruppamento R1 del Campionato Italiano Rally ha visto un’annata particolarmente accesa nella lotta al titolo 2020, deciso proprio in occasione dell’ultimo appuntamento dell’anno, l’undicesimo Tuscan Rewind.

A laurearsi campione è stato il piemontese, classe 2001, Davide Porta al volante della Nuova Clio da rally della MC Racing, seguita e curata sui campi di gara dalla NDM Tecno. Nell’abitacolo della vettura Renault, il navigatore Andrea Segir lo ha supportato in questa importante impresa. Un’annata impeccabile quella dei due portacolori della Winners Rally Team, nonostante fossero alla loro prima apparizione nel campionato tricolore e avesse solo quattro gare in pista sulle spalle del pilota di Settimo Torinese.

Quest’anno il debutto nel CIR e una serie di risultati importanti come la vittoria di classe al Targa Florio, dove è salito per la prima volta sulla nuova vettura della Losanga. In seguito il podio del Rally Due Valli, fino ad arrivare al titolo conquistato al rally senese.

“È stata una stagione difficile e molto combattuta – ha dichiarato Davide Porta – Il livello degli avversari è stato molto alto, ma abbiamo giocato al meglio le nostre carte per portarci a casa un primato importante. Mi sono trovato subito bene con la Clio, vettura davvero performante e ideale per chi vuole affacciarsi a questo bellissimo sport”.

Automobilismo: Prealpi Master Show da appuntamento al 2021

È stata rinviata all’anno prossimo l’edizione numero 22 del Prealpi Master Show, quella che avrebbe dovuto andare in scena il 12 e 13 dicembre prossimi come seconda gara del trofeo Raceday Rally Terra. La gara, però, non è annullata: il Motoring Club è al lavoro per trovare una data durante i primi mesi del 2021 per far andare in scena l’edizione numero 22. In dicembre è ancora prevista l’edizione numero 23. La decisione è stata presa dopo un dialogo con i Comuni interessati dalla manifestazione: Sernaglia della Battaglia, Pieve di Soligo e Farra di Soligo.

“C’è grande rammarico, ma obiettivamente non si potevano prendere altre decisioni. Siamo comunque al lavoro in ottica 2021. L’ufficialità della decisione è stata comunicata in serata perché durante tutta la giornata di venerdì abbiamo chiamato a uno a uno i concorrenti e gli ufficiali di gara per avvertirli della decisione”, dichiara il presidente del Motoring Club, Alex De Grandi. Continua Luigi Salvador, vicepresidente del Motoring: “È un grande dispiacere, ma siamo già concentrati sulla nuova data. Contiamo di poter riproporre questo Prealpi Master Show nel marzo 2021, ma la data verrà definita dopo un dialogo con Aci Sport e con il trofeo Raceday”. Rammaricato anche Bruno De Grandi, segretario: “Il rammarico è doppio, perché il lavoro per questa edizione è iniziato durante il primo lockdown. La gara è del tutto pronta, ed è per questo che siamo in grado di pensare già alla nuova data”. Una rassicurazione importante arriva da Nicola Narduzzo, tesoriere: “Restituiremo il 100% delle tasse d’iscrizione già versate dai concorrenti: ce n’erano già arrivate quasi 140, il massimo possibile”.

Albeto Pirelli, ideatore del Raceday Rally Terra, aggiunge “Abbiamo dovuto rimandare la gara nonostante tutti avessimo una voglia incredibile di farla, Meglio però aderire a quanto le autorità locali hanno chiesto e, meglio, non esporre pubblico e partecipanti a inutili rischi”.

“L’amministrazione comunale riconosce la validità e l’importanza che esercita il Prealpi Master Show, sia per valorizzare e promuovere il nostro territorio, sia come evento sportivo diventato appuramento importante degli appassionati di motori – dichiara il sindaco di Sernaglia, Mirco Villanova – Le attuali condizioni epidemiologiche purtroppo non rendono possibile la manifestazione in completa sicurezza. Per questo motivo l’amministrazione ha ritenuto più praticabile la possibilità di rinviare la manifestazione per svolgerla comunque questa primavera”.

VM Motor Team: Erik Campagna regala un buon risultato.

Erik Campagna, giovane specialista della guida su pista, regala un altro grande risultato al VM Motor Team. Il portacolori della scuderia guidata da Moreno Voltan ha infatti chiuso al quarto posto assoluto la seconda edizione del Challenge Valpolcevera, che si è svolta al Castelletto Circuit e valida per il Campionato Italiano. 
Il portacolori VM, al volante della sua Formula Arcobaleno, ha anche ottenuto la vittoria tra i piloti under 23 ed il secondo posto nella classe E2SS 1150.  

“Che dire, un anno di corse breve ma intenso dove in un mese sono passato dal kart al rally, alla pista e al formula challenge. Ci sono un sacco di persone da dover ringraziare per l’aiuto che mi hanno dato, senza di loro tutto questo non sarebbe stato possibile” – ha dichiarato Campagna al termine della gara di Castelletto. 

Campagna, dopo la fortunata partecipazione al Rally Trofeo Delle Merende, che lo ha visto per la prima volta impegnato in prova speciale con ottimi risultati, è tornato alla “sua” pista, confermandosi uno dei migliori interpreti della disciplina, concludendo nel migliore dei modi la sua stagione 2020. 

Domenica in pista al 2° “Challenge Valpolcevera”

Domenica, sul circuito di Castelletto di Branduzzo, in provincia di Pavia, è in programma il 2° “Challenge Valpolcevera” – 10° Challenge del Lupo. La competizione è valida come prova del Campionato Italiano di Formula Challenge.

Numerosi i piloti dei team genovesi che, nonostante il periodo buio che stiamo passando, hanno aderito a questa manifestazione organizzata dalla Scuderia Valpolcevera.

Per la Scuderia Sport Favale 07 sono ben undici le vetture iscritte, dalla Erberth R3 portata in gara dal genovese Andrea Drago e la Elia Avrio ST9 di Giovanni Paone.

Sulla pista di Castelletto di Branduzzo ci saranno anche i giovani Tiziano Ticci (Citroën Saxo VTS) e Micael Capanna (Citroën AX), che hanno ben figurato nel recente slalom dei Giovi, e le Peugeot 106 di Fabio Belmessieri e Luca Tosi. Con loro, il “veterano” Giovanni Accinelli (Seat Ibiza) e Giuliano Bozzo (Fiat 500), alla ricerca di un piazzamento di prestigio.  In gara anche delle mitiche “bicilindriche”, con Giorgio Davoli, (Fiat 500 gruppo 2), e Marco Galuppini e Antonino Fiordilino, entrambi in lizza con le 500/650 Giannini di gruppo 5.

Dieci i piloti che gareggeranno per i colori dalla New Racing for Genova. Marco Pugliese sarà sulla linea di partenza con una Porsche 911 Sc; su Peugeot 106 ci saranno Marta De Paoli, Michele Guastavino e Paolo Garibaldi. I Fratelli Franca (Nicolò ed Ernesto) avranno due Suzuki Swift, Luca Formentera e Pierpaolo Grassano saranno della compagnia rispettivamente su Fiat 600 Kit e Honda Civic. Da tenere poi sotto osservazione le prove di Alessandro Polini (Polini 01 – motorizzata Bmw) e Giacomo Gozzi (Radical Sr4).

Tre, invece, i concorrenti che parteciperanno con i colori del Team Organizzatore, la Scuderia Valpolcevera, Antonino Oddo su Peugeot 106; Pasquale Patete (Fiat X1/9) e Mattia Bruno (Fiat 500 motorizzata Kawasaki).

 Tra gli altri partecipanti genovesi da segnalare: Sandro Zambelli (Triumph Dolomite Sprint); Davide Melioli (Peugeot 106); Alessandro Multari (Citroen Saxo) ed Emanuele Fiore (Peugeot 208).

Discorso a parte per Roberto Malvasio, pilota di Ronco Scrivia, che si presenterà in pista con una Hyundai i20R5.

“È dall’inizio dell’anno che volevo provare la Hyundai R5 – ha dichiarato il portacolori della Winners Rally Team – e finalmente è arrivata l’occasione: non l’ho mai usata e sarà interessante confrontarla con la Skoda Fabia R5 che ho utilizzato, con soddisfazione, nelle ultime due edizioni dello slalom dei Giovi”.

“Quanto alla gara – conclude Roberto Malvasio – correndo con una vettura per me inedita, la mia sarà una partecipazione all’insegna del divertimento e del mantenimento del feeling con l’abitacolo, oltre che per dare il mio contributo a tenere in piedi il meccanismo delle corse, quest’anno eccessivamente penalizzato dalla pandemia”.

Il programma della giornata di domenica prevede dalle ore 9 le prove di qualificazione su due giri per poi decidere l’ordine di partenza. Successivamente la gara vera e propria che si disputerà su tre giri di pista.

Lanterna Corse Rally Team: Verardo torna soddisfatto da Como

Dopo una tormentata stagione 2020,  finalmente Alberto Verardo e Cristina Rinaldis tornano dalla trasferta al Rally Trofeo Aci Como con un ottimo risultato.

I portacolori della Lanterna Corse Rally Team, con la loro Renault Clio RS, hanno terminato la gara valida come finale della Rally Cup Italia al quarto posto in classe N3, stessa posizione ottenuta nella classifica finale del Trofeo Renault Corri con Clio. 

“E’ stata una gara difficile – ha dichiarato Verardo – contro avversari molto forti, ma il bilancio non può che essere positivo. Io utilizzavo la Clio per la seconda volta con i cerchi da 16 pollici e devo adattarmi un po’ a questa novità, specialmente su strade veloci come quelle Lombarde. Un piccolo problema ai freni nelle prime fasi ci ha rallentato, ma poi tutto è andato per il meglio. Ringraziamo Guglielmo Giacomello, organizzatore del Trofeo Corri Con Clio, che ha permesso agli equipaggi di recuperare il punteggio del Rallye Sanremo che era stato annullato”.

Non è invece andata per il meglio la partecipazione del navigatore Alessandro Cervi al Rally Hungary, a fianco di Roberto Gobbin su una Fiat 124 Abarth. Il pilota piemontese ed il copilota ligure di Moneglia, sono stati protagonisti di un’uscita di strada innocua, che però non gli ha permesso di terminare la gara valida per il Campionato Europeo.

Sempre sul fronte navigatori da segnalare la presenza del giovane Alessandro Balletti al prossimo Rally di Pomarance, che affiancherà Maurizio Paini su una Renault Clio Williams A7 nel Rally Day toscano. 

Anche nel 2021 niente rally delle Valli Cuneesi

Rally delle Valli Cuneesi: se ne riparla nel 2022. L’organizzatore Piero Capello dello Sport Rally Team ha deciso di saltare un anno, e quindi di non mettere a calendario la gara nel 2021. Il team inizierà a concentrarsi sulla preparazione di una edizione per il 2022.

A malincuore, ma in coscienza e con buon senso, ha preferito evitare di inserire la manifestazione nei calendari 2021, le cui titolazioni sono state appena divulgate. La comunicazione della data avrebbe dovuto avvenire entro lo scorso 18 ottobre. Invece, con decisione nello stesso tempo coraggiosa e giudiziosa l’organizzazione ha stabilito di non mettere a rischio il lavoro di molti, con una data che avrebbe dovuto essere all’inizio della stagione agonistica, in aprile. Invece si comincerà a progettare per il 2022 sempre sulle strade delle valli occitane.

Il 26° Valli Cuneesi avrebbe dovuto svolgersi a Dronero e dintorni il 2 e 3 maggio 2020, contestualmente al 13° Rally Storico. Purtroppo, per l’avanzare dell’emergenza coronavirus, alla vigilia dell’apertura iscrizioni la gara era saltata, slittando alla seconda parte dell’anno. Poi, nella riformulazione dei calendari, per una serie di concomitanze, non aveva trovato una collocazione soddisfacente. E così, niente Valli Cuneesi quest’anno.

E a questo punto neanche nel 2021. Proprio mentre è in corso la definizione dei calendari, che culminerà con la finale riunione federale a Roma il 29 novembre, lo Sport Rally Team si chiama fuori dai giochi. Con dispiacere. “Torneremo a concentrarci con il massimo impegno che abbiamo sempre dedicato – dice il patron Piero Capello – quando il quadro sarà, auspicabilmente, meno incerto e più sicuro, più stimolante, di nuovo con la possibilità di un pubblico di migliaia di appassionati in grado di assembrarsi in quella gioiosa festa di popolo e di sport che tutti ricordiamo”.

Automobilismo: New Racing for Genova alla finale nazionale di Como

Francesco Aragno ,il veloce pilota savonese, portacolori della scuderia New Racing for Genova, ha archiviato positivamente l’impegno del  recente Rally del Rubinetto – al volante della Renault Clio S1600 e in coppia con il genovese Andrea Segir – conquistando, al termine di un’ottima gara, la tredicesima posizione nella classifica  assoluta e la seconda tra le vetture a due ruote motrici.
L’attenzione della New Racing for Genova si sposta ora sul 39° Rally Trofeo Aci Como, finale nazionale Rally Cup Italia 2020, previsto per venerdì e sabato prossimi, cui la scuderia genovese prenderà parte con i suoi cinque piloti qualificati.

Primo tra tutti proprio Francesco Aragno, chiamato all’impegno sempre con Andrea Segir e con la Clio Super 1600. Oltre al savonese saranno in lizza Luigi Guardincerri, con Alessandro Parodi e la Renault Clio Williams di classe A7, Andrea Peirano, al via con Giorgia Lecca e la Peugeot 160 A5, l’under Mattia Canepa, che sarà in gara con Veronica Lertora con la Citroën C2 RS, e Walter Morando, anche lui con la C2 RSP, che per l’occasione avrà alle note l’attenta Marta De Paoli.
Al via della gara lariana ci sarà anche un altro portacolori della New Racing for Genova, Alberto Biggi, in lizza per la Michelin Zone Rally Cup per cui si è qualificato. Il pilota genovese, al volante della Volkswagen Polo R5, vettura da lui già utilizzata la scorsa stagione al Rally della Lanterna, per l’occasione, avrà al suo fianco a leggergli le note l’imperiese Marco Nari.

Il Trofeo Maremma della BB Competition

E’ stato avaro di soddisfazioni, il Trofeo Maremma che – nello scorso weekend – ha impegnato i portacolori della scuderia BB Competition. Il sodalizio spezzino, schierato con quattro equipaggi sulle strade dell’appuntamento toscano, ha visto due vetture al traguardo ed altrettante costrette a prematuri ritiri..

Cercava conferme al volante della Skoda Fabia R5, utilizzata per la terza volta dopo il Rally Coppa Città di Lucca ed il Rally Il Ciocco, Giuseppe Iacomini. Il pilota spezzino, affiancato “alle note” da Nicola Angilletta, è riuscito nell’intento di arrivare alla conclusione dell’appuntamento toscano opponendo resistenza a condizioni di fondo che hanno estromesso dalla gara molti interpreti. Una condotta, quella di Giuseppe Iacomini, che lo ha visto limitato da una condizione di setup non ottimale e da alcuni problemi di natura tecnica, risolti al parco assistenza. Particolari che non hanno tuttavia negato la pedana di arrivo al portacolori di BB Competition, intento nell’accumulare chilometri al volante della turbocompressa boema.

A recriminare sull’asfalto proposto dall’entroterra follonichese, nella cornice riservata alle vetture moderne, è stato Giorgio Baisi. Tornato dopo un anno sul sedile della Renault Clio S1600, affiancato da Massimo Moriconi, il driver si è visto costretto al ritiro dopo la quarta prova speciale a causa di un problema meccanico, quando si trovava a soli due secondi dalla terza posizione provvisoria. Amaro ritiro anche per Claudio Arzà e Simona Righetti, usciti di strada nel corso della terza prova speciale quando si trovavano al comando della classe R2B.

Nel confronto dedicato alle vetture storiche, il Trofeo Maremma Storico, a rappresentare la squadra ligure erano Efisio Gamba e Maurizio Olla, equipaggio che si è presentato al “via” sull’abituale Peugeot 205 di 4° Raggruppamento. Con alle spalle un Rallye Elba Storico denso di buone sensazioni, il pilota dell’Isola d’Elba ha concluso la gara in quattordicesima posizione assoluta, limitato da un problema elettrico che – materializzatosi dalla seconda prova speciale – è costato anche un minuto e trenta di penalità, conseguenza di un ritardo al controllo orario legato agli accertamenti sulla vettura effettuati dall’equipaggio. Il prosieguo di gara è stato affrontato dal pilota elbano in ottica test, una volta riscontrata l’impossibilità di esprimersi nelle posizioni di classifica abituali.

Il Covid-19 ferma anche la 10^ “Ronde Valli Imperiesi”

Dopo il Rally Monti Savonesi storico anche gli organizzatori della Ronde Vali Imperiesi sono costretti a rinunciare all’edizione 2020 della loro gara.

In seguito alle ultime disposizioni anti Covid-19, in base all’andamento della situazione generale anche in Liguria e su consiglio del Comune di Imperia, la Scuderia Imperia Corse comunica che è stata annullata la 10^ edizione della “Ronde Valli Imperiesi” che si sarebbe dovuta disputare il 21 e 22 novembre prossimi.

“L’appuntamento – ha detto il Presidente Marco Armelio – è quindi rinviato al prossimo anno. Desideriamo ringraziare tutti gli Enti, gli sponsor, gli equipaggi ed i tantissimi appassionati di rally che in questi mesi ci sono stati sempre vicini, aiutandoci ed incoraggiandoci per la rinascita della “Ronde Valli Imperiesi”. Purtroppo ci troviamo in una situazione di emergenza, che speriamo venga presto sorpassata. Noi iniziamo subito a pensare al 2021″.

“E’ stata una decisione dolorosa e sofferta – ha proseguito il massimo dirigente del sodalizio imperiese – perché c’erano tutte le premesse per poter organizzare un bel rally. In una settimana, infatti, avevamo ricevuto una sessantina di adesioni ed un sacco di contatti da parte di piloti, in special modo della provincia di Cuneo, desiderosi di partecipare alla nostra gara. A tutti diamo appuntamento a presto!”.

L’ultima edizione della “Ronde Valli Imperiesi” si è disputata nel 2011 ed ha visto il successo di “Ino” Corona e Marco Gagliardi su Peugeot 207 Super 2000. Info sul portale www.scuderiaimperiacorse.it e sui social Facebook ed Instagram della scuderia Imperia Corse.   

Blog su WordPress.com.

Su ↑