Ricerca

Gino Bruni

Il mio blog

Categoria

Automobilismo

Lanterna Corse Rally Team sfortuna per Delucchi in Grecia.

La trasferta al Rally Greece Offroad non è andata secondo i piani per Edoardo Delucchi,  il pilota genovese portacolori della Lanterna Corse Rally Team.

Delucchi ha raggiunto il traguardo al termine del difficile rally ellenico, accompagnato però da un po’ di sfortuna. Mentre occupava un’ottima ventiquattresima posizione assoluta e si trovava stabilmente nella top ten dei partecipanti italiani, Delucchi è stato protagonista col suo navigatore Andrea Cordola di un’uscita di strada che ha provocato qualche danno al suo buggy Can Am Maverick.

“La gara stava andando molto bene, avevamo messo alle spalle anche diversi piloti che corrono frequentemente alla Dakar, poi sembra che qualcosa si sia rotto sulla macchina, che ha scartato improvvisamente e siamo rotolati in una scarpata, fortunatamente ci siamo fermati contro un albero. Siamo ripartiti con la penalità dopo una notte di lavoro per sistemare la macchina, abbiamo comunque raggiunto il traguardo che era, in parte, il nostro obiettivo”

Nel weekend del 4-5 giugno la Lanterna Corse Rally Team tornerà ai consueti impegni sull’asfalto, dividendosi tra le strade di casa dell’Alta Vallescrivia e la Val d’Aosta.
Allo Slalom Busalla Crocefieschi sarà protagonista Filippo Zerollo, ancora al volante della Renault Clio Super 1.6 con cui si è aggiudicato la classe A1600 alla Mignanego Giovi, accompagnato dal compagno di team Gianluca Caserza che correrà con una Renault Clio Rally4 in classe A2000.
Sulle prove speciali valdostane ci saranno Alberto Verardo e Cristina Rinaldis con la Renault Clio N3, in cerca del successo di classe nella gara nazionale che torna a calendario dopo dieci anni.

In Val d’Aosta saranno presenti anche Mattia e Stefano Casazza, pronti a dare l’assalto alla classe R2B con la loro Peugeot 208, vettura portata al successo a Varzi al Rally Valli Oltrepo.
Paolo Saredi e Giuliano Baixin su Honda Integra prenderanno parte alla gara valdostana in classe A7, presente anche il navigatore Paolo Rocca, reduce dall’ottimo Rally del Taro dove ha chiuso sesto con Nicola Sartor su Skoda Fabia; sempre su Skoda leggerà le note a Dario Bigazzi.

La New Racing for Genova prima scuderia al Rally nazionale del Taro.

Ultimo fine settimana con tante soddisfazioni per la New Racing for Genova, impegnata al Rally del Taro, allo Slalom Susa – Moncenisio e a Magione nel Trofeo Predator’s Factory.

Al Rally del Taro, gara che si è disputata attorno a Bedonia, valida per la Coppa Rally di Zona, la scuderia presieduta da Laura Bottini, è giunta prima tra i Team, grazie anche alla prestazione di Nicolò Franca e della stessa Laura Bottini, su Peugeot 208 Rally4, che hanno chiuso l’impegno al settimo posto assoluto ed hanno primeggiato sia nella Classe d’appartenenza sia tra gli Under 25.

 Sempre nella stessa classe di appartenenza buon quarto posto finale per l’analoga vettura di Luigi Guardincerri – Michele Guastavino. Successi di Classe, inoltre, anche per Massimo Garbarino – Ilaria Magnani (Renault Clio Rally5), per Elio Canepa – Giorgia Lecca (Citroën Saxo), che nella N2 ha preceduto i compagni di scuderia Maurizio Zaccaron – Pamela Mirani (Peugeot 106), e per Donato Lanzarotti – Tiziano Cella (Rover MG ZR) nella Racing Start. Ernesto Franca – Marco Ferretti (Peugeot 106), infine, sono giunti secondi nella A5.

Alla storica gara piemontese, lo Slalom Susa – Moncenisio,  ottima prestazione per il genovese Roberto Risso che, con la sua Osella Suzuki, ha chiuso la gara al quarto posto assoluto, conquistando anche la Classe d’appartenenza. Quinta posizione finale per un altro pilota della New Racing for Genova, Damiano Furnari, che, con la sua Sport Prototipo BRC Evo 02 motorizzata Suzuki, ha colto anche il primato di Classe. Buon riscatto per Moreno Furnari (Fiat Cinquecento – E1 Italia 1150), giunto trentesimo assoluto e terzo di Classe.

Sul Circuito di Magione è proseguita l’esperienza di Egidio Aragno in questa interessante serie. In Gara 1 il savonese, al volante della Predator’s PC015H, ha confermato le sue qualità velocistiche chiudendo al settimo posto mentre, in quella successiva, non è riuscito a staccarsi del gruppo centrale dei concorrenti.

Al Rally Valle d’Aosta, la 43^ edizione della ritrovata gara, in programma il 4 e 5 giugno,  tra i partecipanti ci sarà  anche l’equipaggio della New Racing for Genova, formato dai genovesi Alberto Biggi e Andrea Segir, con una Skoda Fabia R5 della Roger Tuning.

La scuderia New Racing for Genova saluterà il ritorno dello Slalom Busalla – Crocefieschi con dodici vetture, tra cui quelle che si sono distinte alla gara di Susa, ossia l’Osella Suzuki di Roberto Risso, la Sport Prototipo BRC Evo 02 motorizzata Suzuki di Damiano Furnari e la Fiat Cinquecento – E1 Italia 1150 di suo fratello Moreno. Con loro, Alexander Ponzellini (Honda Civic TypeR) e Paolo Ratto (Peugeot 106), entrambi all’esordio stagionale, quindi Nicolò Franca, che tornerà alla guida della 106, Pier Luigi Molinari (Renault R5 GT Turbo), Diego Solis (Renault Clio Williams) e Luca Torrisi (Peugeot 208 R2B). A Busalla esordio con i colori della New Racing for Genova per Emanuele Luisi (208 R2B), il lodigiano Giuseppe Lobaccaro, che porterà in gara una Proto 126 motorizzata Kawasaki 1000, e l’ex “naviga”, con un passato anche in pista con le Porsche, Gionata Maranzana, con una Renault Clio S1600 con cui correrà anche al  prossimo Rally della Lanterna.

La Scuderia torinese Winners Rally Team fra i birilli e il Rally del Taro

È stata una delle grandi classiche delle corse in salita. La Susa-Moncenisioaffonda la sua storia nella notte dei tempi, con la prima edizione (1902) vinta nientemeno che da Vincenzo Lancia, quando ancora non aveva fondato la Casa automobilistica che porta il suo nome ed era uno dei migliori piloti italiani al volante della Fiat 24-32 HP. Scorrendo l’albo d’oro della gara alpina si trovano nomi che hanno fatto la storia dell’automobilismo, come Felice Nazzaro (Fiat, 1905), Alfieri Maserati (Isotta Fraschini, 1921, 1922 e Diatto 1923) Giuseppe Campari (Alfa Romeo, 1928) e Achille Varzi (Bugatti, 1929). Con i suoi 22600 metri dalle porte di Susa fino al Valico del Moncenisio, era una delle gare in salita più impegnative d’Europa. La gara si disputò diciotto volte fra il 1902 e il 1953, prima di cadere nel dimenticatoio. Fu rispolverata sia come gara di velocità in salita su percorso accorciato (e nell’albo d’oro entrarono altri nomi mitici come Mauro Nesti), sia in versione slalom nel 1986, divenendo subito valida per il Campionato Italiano Slalom. Negli ultimi anni la Susa-Moncenisio ha sorriso ai colori della scuderia Winners Rally Team, che si è imposta nel 2017 e 2018 con Andrea Grammatico, mentre nel 2019, sotto la pioggia battente Grammaticochiuse secondo e il suo compagno di squadra Giuseppe Scozzafava quinto. Dopo due anni di pausa, la Susa-Moncenisio torna a brillare nel prossimo fine settimana e Winners Rally Team schiera quattro piloti con ambizioni di ben figurare. A cominciare da Andrea Grammatico e Giuseppe Scozzafava che rientrano nello stretto novero dei favoriti con le loro Radical SR4; per proseguire con Daniel Esposito che avrà a disposizione la velocissima e agilissima Cinquecento motorizzata Kawasaki di Classe E2 Silhouette sino a 1150, che nel 2019 si classificò 25° assoluto, dominando la sua categoria. Infine impegno nella competitiva Classe S7 per il valdostano Giuliano Champvillair, che affronterà le manche con la sua Renault 5 GT Turbo. 

Il programma della 53esima edizione dello Slalom Susa-Moncenisio prevede le gli accrediti sportivi e le verifiche tecniche a Susa sabato pomeriggio, 28 maggio (ore 16.30-19.30) e domenica 29 maggio (ore 7.30-10.00). Alle ore 13.00 il via alla prima delle tre manche di gara che si susseguiranno senza soluzione di continuità alla fine delle quali verrà incoronato il vincitore della Susa-Moncenisio 2022.

Non di solo rally è fatto il fine settimana di Winners Rally Team, impegnata nel 28° Rally del Taro a Bedonia (PR) con Loris Battistelli e Andrea Chinaglia, con la loro Renault Clio Rally5. Il 28° Rally Internazionale del Taro, valido per l’International Rally Cup, entrerà nel vivo sabato 28 maggio, con le verifiche tecniche ad Alabareto (PR) fra le ore 8.30 e le 13.30 seguite dallo Shake Down a Bedonia a partire dalle ore 14.00 su un percorso di 2,06 chilometri. La parte agonistica della gara inizierà alle ore 21.00 di sabato sera, con la passerella in centro a Bedonia. Dopo una notte in parco chiuso, domenica mattina i concorrenti usciranno alle ore 21.00 dal riordino per andare ad affrontare le otto prove speciali (tre volte la Montevacà di 14,10 km, e Tornolo di 4,29 km; due volte la Folta di 20,33 km) prima di chiudere la gara sul palco arrivi di Bedonia alle ore 18.15 dopo aver percorso 337,84 di cui 95,83 di speciali.

Presentato  il Rally Italia Sardegna 2022

L’edizione 2022 del Rally Italia Sardegna è pronta ad accendere i motori. Lo ha sottolineato il Presidente dell’Automobile Club D’Italia Angelo Sticchi Damiani, durante la presentazione dell’evento italiano che si svolgerà dal 2 al 5 giugno e che coinvolge l’intero nord dell’isola. 

L’efficace partnership con ACI è stata ribadita dal Presidente della Regione Sardegna Christian Solinas e  da Giovanni Chessa, Assessore regionale del Turismo, Artigianato e Commercio. 

Presso la sede romana dell’ACI, in via Marsala, è stata presentata la tappa italiana del FIA World Rally Championship, quinto appuntamento della serie iridata, organizzata dall’Automobile Club D’Italia, per la diciannovesima volta in collaborazione con la Regione Sardegna. A ulteriore conferma di quanto l’evento sia atteso e radicato sull’Isola dei Quattro Mori, sono intervenuti i sindaci di Alghero ed Olbia, Mario Conoci e Settimo Nizzi, oltre a Giulio Pes Di San Vittorio, Presidente dell’Automobile Club Sassari e rappresentante della regione all’interno del Consiglio Generale ACI, efficace e costante collegamento tra la gara e le istituzioni regionali. Antonio Turitto, coordinatore generale del Rally Italia Sardegna, ha illustrato gli aspetti tecnici dell’attesa competizione.

Quattro giorni in cui l’Italia e la Sardegna in particolare sono al centro della scena del Campionato del Mondo Rally. La gara si articola su 1.303,38 km di cui 307,91 suddivisi nelle 21 prove speciali, tutte sulle strade sterrate del nord dell’isola, tra le provincie di Sassari ed Olbia Tempio. Partenza dalla zona del lungomare di Olbia giovedì 2 giugno e traguardo finale sotto i Bastioni di Alghero, città dove ha sede il parco assistenza ed il quartier generale.

Tra i 60 iscritti, tutti presenti i big del FIA World Rally Championship, con 11 potenti Rally1, vetture ibride di ultima concezione, del mondiale Rally 2 e Rally 3. Molte prove speciali trasmesse in diretta su RAI Sport, tutta la gara sarà visibile live su wrc.com. La macchina organizzativa vede il coinvolgimento di oltre 1000 persone ed imponenti le misure di sicurezza, per le quali sono impegnati 600 Commissari di Percorso, oltre 80 mezzi di intervento tecnico, 130 unità di personale sanitario su 53 mezzi di soccorso lungo i quattro giorni di gara, con la continua disponibilità di 1 elicottero.  

“L’edizione 2022 del rally Italia Sardegna segna il diciannovesimo anno di cammino comune con la Regione Sardegna, nell’organizzazione di una gara che si è guadagnata un posto eminente nel panorama internazionale – ha dichiarato Angelo Sticchi Damiani, Presidente Automobile Club D’Italia -. Le donne e gli uomini dell’Automobile Club D’Italia continuano a dare conferma delle loro capacità organizzative e professionali, come la Sardegna sa mantenere i suoi impegni, attraverso i quali mostra la ferma volontà di voler continuare a far crescere la gara. Le belle strade ed i luoghi dal fascino senza pari dell’isola conferiscono all’evento quell’unicità da più parti riconosciuta. L’edizione 2022 sarà nuovamente arricchita dal grande protagonista che è il pubblico. Siamo certi che il lavoro e l’impegno concreto dell’organizzazione saprà anche quest’anno meritare la stima dei massimi organismi internazionali come FIA e WRC promoter. I risultati giustificano sempre più gli investimenti necessari per realizzare un evento ormai stabilmente situato al centro della scena internazionale”.

Nell’europeo Cross Country Edoardo Delucchi per la Lanterna Corse Rally Team

La Lanterna Corse Rally Team si prepara ad affrontare una sfida davvero impegnativa con Edoardo Delucchi, trentaquattrenne pilota genovese entrato a far parte della scuderia in questa stagione. Delucchi prenderà parte in Grecia al Rally Greece Offroad, seconda prova del Fia Cross Country European Cup in programma dal 26 al 29 maggio.

Una gara lunga ed impegnativa, con oltre cinquecento chilometri di prove speciali e circa novecento chilometri totali, a spiegarla è proprio Edoardo Delucchi: “Queste gare sono estremamente impegnative, sia per la lunghezza che per l’alto tasso tecnico del percorso. Non sono permesse ricognizioni, ogni mattina al briefing ci viene consegnato il road book della tappa da affrontare e bisogna navigare a vista utilizzando solo la strumentazione di bordo ed i pochi riferimenti principali a disposizione. Sarà un grande risultato solo che arrivare al traguardo. Correremo nel nord della Grecia, al confine con la Macedonia, la gara è molto bella e vi ho già partecipato nel 2017”.

Delucchi utilizzerà un buggy Can-Am Maverick e sarà affiancato dal navigatore Andrea Cordola.

VM Motor Team al Rally Il Grappolo

Ben quindici sono gli equipaggi portacolori del VM Motor Team pronti alla sfida del 21-22 maggio sulle strade nei dintorni di San Damiano D’Asti che ospiteranno la sesta edizione del Rally Il Grappolo, gara valida per la Coppa Rally Zona 1.

La scuderia guidata da Moreno Voltan punterà tutto, per le zone alte della classifica, su Loris Ronzano e Gloria Andreis, in cerca di riscatto con la Skoda Fabia R5, mentre altre due coppie saranno al via su Subaru Impreza in classe N4: Carlo Camere con Stefano Demartini ed Alberto Verna con Massimo Barrera. Un’altra R5, una Ford Fiesta, sarà invece nelle mani di Daniel Minerdo e Stefano Sandrigo.
Patrick Chironi e Yannick Joly affronteranno la gara astigiana con una Renault Clio R3C, mentre con la versione N3 della vettura francese sono pronti Claudio Nebiolo con Martina Morosino e Gianluca Pollino con Walter Sbicego.

Stefano Fodrini e Gabriele Piffero, su Renault Twingo, sfideranno gli avversari nella numerosa ed agguerrita categoria Rally4, poi altre piccole e potenti trazioni anteriori coi colori VM faranno parte della sfida: su Citroen Saxo in classe A6 Andrea Ganora e Mirco Maschietto, su Peugeot 205 in A5 Daniele Ferrotto e Sarah Tardito. Sempre in A5, ma su Peugeot 106, Gianluca Perosino e Fausto Chiarle, poi ancora altre due Peugeot 106 N2 per Katia Cavallotto con Silvio Barberis e Stefano Bocchino con Matteo Doano.

Maurizio Demicheli e Silvia Dell’Orto su Suzuki Swift prenderanno parte alla gara on classe RA5H, Fabio Azzaretti e Claudia Spagnolo in Racing Start Plus su Citroen Saxo.

La gara prenderà il via sabato 21 maggio alle 18:40 con una sfilata dei concorrenti, la giornata successiva di domenica 22 maggio sono in programma sei prove cronometrate per un totale di circa 75 chilometri.

Il Rally Adriatico e Oltrepò della  New Racing for Genova  

Più ombre che luci nel fine settimana agonistico della scuderia New Racing for Genova, impegnata, con due vetture in entrambe le gare, sia al 29° Rally Adriatico che all’inedito Rally Valli Oltrepò.

Rally Adriatico – Valida quale seconda prova del Campionato Italiano Rally Terra e secondo atto del Campionato Italiano Assoluto Rally Junior, la gara marchigiana non è stata fortunata per Matteo Ceriali e Luca Ferraris ed alla loro Renault Clio Rally5. I portacolori della scuderia New Racing for Genova sono stati costretti al ritiro per un’uscita di strada nella quarta prova speciale quando occupavano la seconda posizione tra i partecipanti alla serie.

Buona prestazione, invece, per l’altra coppia della New Racing for Genova in gara, quella formata da Paolo Buscone e Mattia Bartolucci (Peugeot 208 Rally 4). Al suo secondo impegno rallystico assoluto, oltre che al debutto sugli sterrati, il giovane “figlio d’arte” ha chiuso la gara al trentottesimo posto assoluto ed al quinto di classe.

Rally Valli Oltrepò – Poca sorte per la Skoda Fabia del rientrante (dopo oltre cinque anni d’inattività) Giorgio Buscone e Martina Bertelegni. La coppia della New Racing for Genova ha chiuso l’impegno in quattordicesima posizione assoluta, rallentata sia dalla “ruggine” del pilota che da una foratura che gli è costata oltre 2 minuti di ritardo.

Sorte avversa, invece, per l’altra vettura della New Racing for Genova in lizza, la Peugeot 208 R2B del debuttante Francesco Perugia e di Marta De Paoli. Dopo un avvio promettente, la coppia è stata costretta al ritiro nel corso della terza prova speciale per un’uscita di strada, in un tratto in cui il fondo stradale non era ottimale.

Campionato Italiano Velocità Fuoristrada: Esposto vince la seconda tappa

La carovana del Campionato Italiano Velocità Fuoristrada ACI Sport by FIF CIVF, sabato 7 e domenica 8 maggio, è scesa in pista a Cadrezzate, in provincia di Varese, per il secondo appuntamento stagionale.
Un tracciato nuovo che si è subito rivelato molto tecnico, pieno di curve, controcurve e salti molto spettacolari. Un tracciato che ha messo a dura prova i piloti che, tra l’altro, hanno dovuto lottare anche con pioggia e fango.  

La gara di sabato è partita sotto una fitta pioggia. Naturalmente occhi puntati su Duilio Lonardi, campione in carica e fresco vincitore della gara di esordio 2022 disputata sul crossodromo della Malpensa. Ma se nella prima prova cronometrata un ribaltamento ha in pratica bloccato tutti i piloti del gruppo TM, nella prova successiva Lonardi (Can Am X3 gruppo TM) ha messo tutti in riga, precedendo nell’ordine Vittorio Gonnella, Claudio Esposto, Stefano Foroni. 

La domenica inizia con un giro di ricognizione di tutti i concorrenti per verificare le condizioni della pista ormai allagata dalle forti piogge. Nella terza Prova Speciale ha avuto la meglio Giudici (Suzuki gruppo B) seguito da Fioroni e Reggiani (rispettivamente Suzuki e Mini gruppo B) che hanno preceduto la pattuglia dei TM con Claudio Esposto davanti a tutti.  Ed è proprio Esposto ad aggiudicarsi la 4a prova davanti a Giudici e Pagani mentre, nell’ultima manche, su un terreno ormai fangoso, hanno la meglio i leggeri veicoli del gruppo TM, che hanno occupato le prime sei posizioni della classifica.
Sul podio finale salgono così Claudio Esposto, Enrico Giudici e Ivan Martorelli.

Il prossimo appuntamento con il Campionato Italiano Velocità Fuoristrada ACI Sport by FIF è in programma per l’11 e 12 giugno a Rubbiano di Solignano, in provincia di Parma.

Classifica finale 2a prova CIVF – Trofeo FIF Città di Cadrezzate

1°Claudio Esposto (Polaris RS1 – Gruppo TM) ; 2° Enrico Giudici (Suzuki SL3 – Gruppo B) ; 3° Ivan Martorelli (Polaris RS1 – Gruppo TM) ; 4° Vittorio Gonnella (Polaris RZR- Gruppo TM) ; 5°  Massimo Reggiani (MINI Cooper S – Gruppo B) ; 6°  Bertolani – Fontanini (Can Am X3 – Gruppo TM); 7° Luca Righelli (Suzuki Samurai – Gruppo A) ; 8°  Zironi – B. Zironi (Suzuki S4 – Gruppo B) ; 9°  Renato Moscati (Jeep – Gruppo B) ; 10°Francesco Moscati (MINI Proto – Gruppo B) .

Il Rally della Lanterna tornano le prove della Val Trebbia

Tante, tantissime novità per il 38° Rally della Lanterna, che andrà in scena, il 2-3 luglio, a Santo Stefano d’Aveto. La competizione sarà la quarta gara della Coppa Rally Zona 2, con coefficiente 1.5.

Il lavoro degli organizzatori della Lanternarally, affiancati dal Gruppo Sportivo Allegrezze, non si è mai fermato ed è stata messa a punto un’edizione rinnovata della classica genovese, che si articolerà su due giorni con un programma inedito. Il via giovedì 2 giugno con l’apertura delle iscrizioni, poi la marcia di avvicinamento proseguirà fino a venerdì 1 luglio, giornata dedicata alle ricognizioni del percorso. La manifestazione entrerà nel vivo sabato 2 luglio, una giornata molto intensa per i concorrenti e gli addetti ai lavori; dalle 8:30 via alle verifiche tecniche, a seguire lo shakedown, l test con le vetture da gara, alle 9:30, che troverà spazio lungo la strada “Caselle” a due passi da Allegrezze.       

Il primo concorrente partirà alle 15:31 dal centro storico di Santo Stefano d’Aveto, con la consueta sfilata degli equipaggi nella contrada principale, per poi andare ad affrontare la prima delle due prove speciali in programma sul Monte Penna. Una prova cronometrata totalmente rinnovata, che sarà percorsa in senso inverso e che terminerà poco prima della cava in prossimità dell’innesto sulla SP654 del Passo del Tomarlo.
Subito dopo le vetture si dirigeranno verso Rocca d’Aveto, dove tornerà ad essere allestito un riordino, proprio sotto la partenza degli impianti di risalita della Ski Area, per poi tornare a Santo Stefano in parco assistenza. Un altro passaggio sulla PS Monte Penna precederà il riordino serale di Allegrezze.    

Al risveglio della domenica mattina gli equipaggi si troveranno a dover affrontare altre quattro prove speciali, due passaggi sulle Due Valli e Montebruno, due classiche che tornano nel percorso del Rally della Lanterna; un gradito ritorno anche per la Val Trebbia, da sempre legata alla gara genovese. L’arrivo è previsto alle 16 di domenica 3 luglio, con la cerimonia di premiazione che finalmente tornerà a Santo Stefano d’Aveto.      
Nel 2021 il vincitore fu Giacomo Scattolon su VW Polo, seguito dall’altra Polo di Stefano Baccega e dalla Skoda Fabia di Andrea Spataro.   

Blog su WordPress.com.

Su ↑