Ricerca

Gino Bruni

Il mio blog

Categoria

Autostoriche

Lancia 037 presente al Rally Storico di Montecarlo.

Dal 25 al 26 gennaio ritorna a Torino la rievocazione storica del rally su strada più antico del mondo.

Il marchio Lancia sarà presente alla partenza della gara in Piazza San Carlo con la Rally 037, che proprio quest’anno festeggia il quarantesimo anniversario della vittoria al Rally di Montecarlo.

La Lancia Rally 037 racchiude lo spirito sportivo di Lancia e i suoi dettagli stilistici hanno ispirato Lancia Pu+Ra Zero, il manifesto tridimensionale presentato il 28 Novembre durante il Lancia Design Day.
 

“Siamo orgogliosi di prendere parte a questa rievocazione storica famosa in tutto il mondo, esponendo la nostra Lancia Rally 037, una vettura da gara straordinaria che, insieme alla Stratos e alla Delta, ha fatto di Lancia il marchio più vincente nella storia del Rally. Queste vetture da gara, efficienti, rientrano nell’immaginario collettivo poiché hanno fatto sognare tantissimi appassionati e ci hanno ispirato per definire il linguaggio di design del futuro di Lancia”, dichiara Luca Napolitano, CEO del marchio Lancia.

Dopo un’attesa durata sette anni, torna a Torino il Rally Storico di Montecarlo, la rievocazione storica del rally su strada più antico del mondo, riservata alle vetture d’epoca che hanno partecipato ad almeno un Rally Automobile Montecarlo entro il 1983. La competizione, giunta alla sua venticinquesima edizione, prevede anche quest’anno partenze da città diverse – Oslo, Londra, Bad Homburg, Reims e Torino – per raggiungere il Principato di Monaco, dove si svolge la vera e propria gara dal 27 gennaio al 1° febbraio, a cui partecipano ben 19 vetture Lancia d’epoca appartenenti a clienti privati.
La sontuosa Piazza San Carlo di Torino, cuore del capoluogo piemontese, fa da cornice all’evento.
Da qui gli equipaggi partono alla volta di Montecarlo e il grande pubblico ha la possibilità di ammirare le vetture che hanno fatto la storia del Motorsport. L’evento è organizzato dall’Automobile Club Torino, in collaborazione con l’Automobile Club di Monaco, e vanta il patrocinio del Comune di Torino e della Regione Piemonte.

Per l’occasione, presso lo stand Lancia, è presente l’iconica Lancia Rally 037, appartenente alla collezione storica di Stellantis esposta presso l’Heritage HUB di Torino e che proprio 40 anni fa vinceva sia il Rally di Montecarlo che il Mondiale Rally.
Nata sulla base della Beta Montecarlo, la Lancia Rally 037 non fu pensata per essere prodotta in numeri elevati, essendo la produzione della vettura stradale unicamente propedeutica all’entrata nel mondo del Rally. L’esordio ufficiale avviene al Salone di Torino del 1982 con la versione stradale e l’anno successivo la Rally 037 domina il Campionato Mondiale sin dalla prima gara, proprio il Rally di Montecarlo, vinto da Walter Röhrl. Alla fine della stagione, nonostante l’agguerrita concorrenza delle nuove Audi Quattro a trazione integrale, la Lancia conquista il titolo Mondiale Costruttori, il secondo posto nel Mondiale Piloti e il Campionato Europeo ed Italiano.

Caratterizzata da forme “funzionali” e spigolose, sia nel frontale che nel posteriore, la Lancia Rally 037, meglio conosciuta con la sigla di progetto “037”, è una sportiva pura che incarna la famosa vittoria di Davide contro Golia. La Lancia Rally 037 è infatti l’ultima vettura a due ruote motrici a vincere il Mondiale di Rally, nel 1983, battendo avversari più potenti e, soprattutto, dotati di trazione integrale. La sua originale struttura mista, monoscocca e tubolare, viene “vestita” dall’atelier Pininfarina che sviluppa una carrozzeria aggressiva ed elegante al contempo, in grado di conferire un importante carico aerodinamico verso il suolo. Per raggiungere la massima efficienza, viene realizzata in poliestere con rinforzi in vetroresina, mentre i due leggerissimi cofani, motore e baule, possono essere smontati integralmente.
Gli interni, minimalisti e razionali, sono la quintessenza della competizione, così come alcune “appendici” aerodinamiche sul montante e sulla coda, tra cui un vistoso spoiler posteriore, la rendono ancora più performante.

ACI: la nuova Lista di Salvaguardia Auto Storiche

ACI Storico ha segnalato una nuova Lista di Salvaguardia in cui sono riportati modelli di autovetture con anzianità tra i venti e i ventinove anni che hanno caratteristiche di reale valore storico.

L’elenco è stato stilato in collaborazione con il Registro Italiano Alfa Romeo – RIAR, Stellantis Heritage, Associazione Amatori Veicoli Storici – AAVS e dal mensile specializzato “Ruoteclassiche”.

In presenza di una notevole quantità di veicoli ultra ventennali ancora circolanti, rappresenta uno strumento prezioso e costantemente aggiornato per circoscrivere il perimetro della storicità.  
I modelli di auto sono inseriti nella Lista sul presupposto dell’età e della quantità di esemplari esistenti. A contribuire sono anche le loro caratteristiche tecniche, di fabbricazione, il rilievo tecnologico, industriale, sociale, estetico o altri aspetti che consentono effettivamente di conferirgli interesse e valore storico.
 La Lista di Salvaguardia è messa a disposizione degli appassionati e dei collezionisti, ai quali sono così suggeriti modelli e versioni che nel tempo potranno vantare una specifica rilevanza storica. In occasione degli aggiornamenti che avvengono ogni 12 mesi, sono aggiunti i modelli che raggiungono i 20 anni ed eliminati invece quelli che spengono 30 candeline.

Ecco alcune tra le novità presenti nella Lista aggiornata: Alfa Romeo GT (la coupé derivata dalla 147), Alfa Romeo GTV/Spider (serie 916) II serie, Audi A4 cabrio (II serie), BMW Serie 6 (E63/64), BMW Z4, Citroen C3 Pluriel, Fiat Multipla II serie, Jaguar XJ (serie X350), Mazda RX-8, MG TF, Porsche Cayenne, Smart Roadster-Coupé, Toyota Yaris T-Sport e la Volkswagen New Beetle Cabrio.
 I veicoli con più di 30 anni di età non sono contemplati, perché le norme vigenti li considerano storici indipendentemente dall’iscrizione in un Registro, e pertanto destinatari di benefici fiscali come l’esenzione totale dal pagamento della tassa automobilistica. 

Lista veicoli storici tra i 20 e 29 anni

Elenco vetture storiche tra i 30 e 39 anni

Il Rallye di Montecarlo Historique della genovese Scuderia del Grifone.

Giornata di vigilia per la 25^ edizione del Rallye Montecarlo Historique che prenderà, per numerosi equipaggi Italiani, il via da Piazza San Carlo a Torino, alle 19 di domani, giovedì 26 gennaio. La classica competizione monegasca, alla quale la Scuderia del Grifone parteciperà con un importante impiego di uomini, si snoda su un percorso di poco meno di 2500 km, di cui 450 di prove speciali. Si inizierà con gli oltre 500 km della lunga tappa di avvicinamento che, da Torino porterà sino a Gap e da li, sino allo start di Monaco, previsto per le ore 7 del mattino di sabato 28 gennaio. Nei giorni successivi le auto transiteranno per i luoghi che hanno contribuito a fare la storia del rallismo. Tra questi: il Burzet, Sain t- Agrève, La Remise, Saint Bonnet Le Froid, Col de Braus, Col de l’Horme e tanti altri. Una gara tanto leggendaria quanto impegnativa, che si concluderà nella notte del 31 gennaio prossimo sul porto di Montecarlo, dopo la “magica notte del col de Turini” che tanta fortuna portò ai i colori italiani.

Saranno 12 gli equipaggi con i colori della Scuderia genovese del Grifone, tra questi piloti e navigatori esperti, alcuni addirittura titolati e con un passato in squadre ufficiali, tutti comunque accomunati dalla grande passione per il motorismo e le auto d’epoca.

Lo schieramento delle vetture sarà particolarmente eterogeneo: dalle più datate Alfa Romeo Giulia Ti di Gianni Chiesa con la sorella Tiziana; alla Giulia1900 Super di Francesco Liberatore affiancato da Paolo Calabresi. Si passa poi alla potentissima Renault 5 Turbo portata in gara dall’equipaggio Tony Rossi – Massimo Liverani, alla performante X 1/9 condotta in gara da Maurizio Verini accompagnato alle note da Enrico Merenda, alle due Audi-Quattro di Marco Corbetta con Alessandro Moretti ed Ermanno Keller affiancato da Roberto Ricci. Angelo Campedelli e Andrea Farmakakis saranno, invece, in gara con una Ford Escort Rs 2000. Angelo Pasino con Patrizia Italiano sarà alla guida di un’Opel Kadett GTE.  Due le Lancia Beta Coupé, la Gruppo 4, affidata all’equipaggio Bonamini – Ambrogi e la versione Gruppo 3 per Maurizio Aiolfi e Carlo Merenda che dopo la terza piazza dell’edizione scorsa andrà alla ricerca del primo gradino del podio. Su Saab 96 V4 ci sarà l’equipaggio formato da Marco Gandino e Danilo Scarcella. Infine al via, dopo la notevole prestazione dell’edizione 2022 (quarti assoluti). Ella compagnia ci saranno anche Massimo Canella e Vittorio Berzero su Renault 12 Gordini.

Una grande squadra, ricca di storia e tradizione con un dispiegamento di forze senza eguali per garantire agli equipaggi il massimo di assistenza e comfort, durante tutta la gara. Oltre 70 persone che compongono il team ci saranno una decina di furgoni d’assistenza, un camper, 2 navette piloti/bagagli e 2 mezzi di assistenza veloce per essere sempre dove è necessario.

Il 3 e 4 febbraio il primo round del Campionato Italiano Regolarità Auto Storiche.

Il 30 gennaio si chiuderanno le iscrizioni  alla Coppa Giulietta e Romeo 2023, il primo appuntamento del Campionato Italiano Regolarità Auto Storiche in programma il 3 e 4 febbraio tra Bardolino, sul Lago di Garda, e Verona.

La manifestazione è organizzata dall’Automobile Club Verona in collaborazione con A.C. Verona Historic ed ACI Verona Sport.

L’evento  si svolgerà venerdì 3 e sabato 4 febbraio. Venerdì saranno di scena le verifiche ante gara a Bardolino in una nuova location dove sarà allestita anche la Direzione di Gara.

Sabato la partenza da Lungolago Lenotti, a Bardolino, dalle ore 8:30. I concorrenti affronteranno un percorso selettivo, ripreso dall’edizione 2022, con passaggio anche nel centro storico di Verona.

Pausa di metà giornata con pranzo in Loc. Paroletto a Fumane, e arrivo nuovamente a Bardolino dalle  ore 15:45.

Confermato anche per questa edizione il CAT Crono Ability Test nei pressi del campeggio comunale venerdì dalle ore 14:00 alle 18:00. Qui tutti i concorrenti potranno sfruttare una sessione di allenamento libero sui pressostati, ovvero i tubi di rilevamento che saranno l’anima della sfida agonistica.

Informazioni specifiche sulle iscrizioni a iscrizioni@coppagiuliettaeromeo.it

Per il rally storico delle Valli Cuneesi bisognerà attendere la fine di luglio

Il rally delle Valli Cuneesi 2023 sarà di nuovo in format storico. La gara, organizzata da Sport Rally Team di Carmagnola, si svolgerà il 29 e 30 luglio a Saluzzo e dintorni.

Inizialmente era inserito a calendario nel weekend di metà luglio, ma proprio in questi giorni è stato posticipato nell’unica data libera del mese, e quindi sabato 29 e domenica 30. Sei prove speciali in tutto, di cui quattro nel pomeriggio di sabato (in diurno), due la domenica mattina. Arrivo e premiazione verso le 14.30 della domenica nel centro storico di Saluzzo. Verifiche tecniche e sportive dalle 9 alle 13 di sabato 29 luglio.

Lo spostamento di data del 14° Rally Storico e Regolarità Sport delle Valli Cuneesi è dovuto a cause non dipendenti dalla volontà del comitato organizzatore: “Un evento dalla forte connotazione religiosa che attira migliaia di persone – racconta il patron Piero Capello – si svolgerà nella settimana dal 13 al 16 luglio.

Coinvolgerà per una settimana tutte le strutture ricettive del territorio in un raggio di 30 km. Nonostante l’amministrazione comunale di Saluzzo avesse già concesso alla nostra gara il patrocinio e il benestare all’utilizzo di strade, piazze e strutture della città, la totale indisponibilità di posti letto ci ha indotto a chiedere il cambio di data”.

L’evento, esclusivamente rivolto alle vetture storiche, ha ottenuto da Aci Sport la titolazione per il TRZ Trofeo di 1° zona e si arricchirà con diversi trofei molto blasonati.

Nel 2022 la gara era stata vinta dal saluzzese Enrico Brazzoli (nella foto) che, in coppia con Nicolò Barla, proprio in casa aveva dato il meglio della loro 911 Sc (Movisport), aggiudicandosi 4 delle 6 prove speciali ricavate nella Granda.

Autostoriche: il prossimo 25 marzo la Coppa Milano Sanremo farà tappa a Genova.

Poco più di due mesi ci separano dal ritorno della leggendaria Coppa Milano – Sanremo.

Giunta alla sua 14ª Rievocazione Storica, la “Signora delle gare” sarà un’edizione che già si annuncia rivoluzionaria.

Alla ricerca di un nuovo format di gara vedrà per la prima volta in assoluto la città di Milano come punto di partenza e di arrivo della manifestazione, trasformando così il percorso da lineare in circolare, una novità sostanziale sia dal punto di vista sportivo che logistico che incrementerà i giorni di gara da tre a quattro.

Dal 23 al 26 marzo 2023 gli equipaggi italiani e stranieri, avranno l’occasione di cimentarsi in più di cento rilevamenti cronometrici lungo il rinnovato percorso di oltre 900 chilometri, in altre parole il 30% in più rispetto alla scorsa edizione, tra Lombardia, Piemonte e Liguria.

Anche il numero delle prove di media è stato aumentato rispetto allo scorso anno, inserendo così un nuovo elemento d’incertezza dal punto di vista sportivo.

La manifestazione prenderà il via giovedì 23 marzo con il ritrovo degli equipaggi presso l’Autodromo Nazionale di Monza. Dopo le verifiche preliminari tecniche e sportive e i giri liberi in pista, inizierà la gara vera e propria con le prime prove cronometrate. I partecipanti avranno, infatti, l’opportunità di cimentarsi in due prove speciali con ventiquattro rilevamenti che si disputeranno sul famoso tracciato che comprenderà anche le antiche e leggendarie sopraelevate. La giornata finirà con l’opening ufficiale che si svolgerà negli affascinanti spazi del giardino urbano del Milano Verticale.

Alle prime luci di venerdì 24 marzo gli equipaggi partiranno da Milano alla volta delle prime prove cronometrate, attraverseranno i paesi del Monferrato, per poi dirigersi in direzione Asti, dove sfileranno nel centro storico. Dopo un La competizione entrerà nel vivo, proseguendo nei territori delle Langhe, per poi affrontare il Colle d’Oggia e del Melogno; lungo il tragitto pomeridiano saranno circa settanta i rilevamenti per un totale di sei prove cronometrate e cinque prove di media. La seconda giornata di gara terminerà a Sanremo.

 Sabato 25 marzo la competizione prevedrà tre prove cronometrate con ventisei rilevamenti e quattro prove di media; gli equipaggi ripartiranno da Sanremo affrontando nuovamente il Colle d’Oggia per poi passare nel borgo medievale di Zuccarello, fino ad arrivare sul mare allo Yacht Club di Marina di Loano.

Nel pomeriggio, passando dal Colle del Melogno e da Pontinvrea si giungerà nel cuore di Genova, meta conclusiva della giornata con l’appuntamento presso l’Acquario di Genova.

 Domenica 26 marzo sarà la giornata decisiva, che vedrà i bolidi di ieri – dopo un passaggio in piazza De’ Ferrari in centro a Genova – affrontare la salita del Monte Fasce fino a Uscio, attraversare i territori del passo del Portello e di Mongiardino ligure, per arrivare poi a Pavia dove ci sarà un controllo orario che segnerà la fine della parte cronometrata della gara.

 In questa giornata sono previste due prove cronometrate e una di media, per un totale di circa quindici rilevamenti più una prova di media.

La Coppa Milano Sanremo si sposterà poi a Milano, per la cerimonia finale di premiazione presso la sede dell’AC Milano di Corso Venezia, che quest’anno festeggia i 120 anni di attività.

 All’interno di questa quattordicesima Rievocazione Storica si terrà, come da tradizione, la prestigiosa “Coppa delle Dame”, ideata per la prima volta agli inizi del secolo scorso, grazie alla cospicua partecipazione di equipaggi femminili e all’intuito degli organizzatori della Coppa Milano – Sanremo.

L’evento fa parte del Campionato Italiano Grandi Eventi di ACI Sport, riservato alle più importanti gare di regolarità classica delle quali fanno parte anche la Coppa delle Alpi, la Coppa d’Oro delle Dolomiti, il Gran Premio Nuvolari e la Targa Florio Classica.

 Per gli interessati a partecipare segnaliamo che le iscrizioni si chiuderanno il 5 marzo 2023.

La prima auto in assoluto a circolare in Italia: la Peugeot Type 3!

2 gennaio 1893: una data fondamentale per la mobilità in Italia. Esattamente oggi, 130 anni fa, iniziava a circolare la prima automobile in assoluto nel nostro Paese. Era una Peugeot Type3 e alla guida vi era il Signor Gaetano Rossi, di Piovene Rocchette (VI), a capo della maggiore industria Italiana di tessuti, la Lanerossi. 

130 anni fa esatti la Casa del Leone ha dato il via ad una nuova mobilità nel nostro paese, grazie ad un veicolo a quattro ruote dotato di motore a combustione interna che erogava una potenza di ben 2 cavalli. Un veicolo che ha offerto ai clienti dell’epoca una nuova strada, alternativa alle classiche carrozze trainate da cavalli dimostrando, ancora una volta, la forte vocazione di Peugeot   all’innovazione. Una vocazione sempre presente nel suo DNA che ha permesso a Peugeot, la casa automobilistica con la più lunga storia industriale al mondo, di tracciare in quel lontano 1893 una nuova via. 

Oggi come allora,  Peugeot continua ad innovare ed in questo 2023 si accinge a far debuttare la Nuova 408. Un’auto inedita. Una proposta innovativa mai vista prima, che unisce il meglio di diverse tipologie di autovetture e con un forte potere attrattivo, dimostrando come fascino, eccellenza ed emozione possano coesistere in un’unica automobile. 

Quest’anno Peugeot non si accinge quindi a celebrare semplicemente il passato, ma a raccontare un futuro che vedrà l’arrivo di importanti novità che confermeranno ancora una volta lo spirito pionieristico della Casa del Leone e che verrà celebrato anche da un logo creato ad hoc. 

14ª Rievocazione della Coppa Milano Sanremo ; svelate le prime novità.

 Tra queste un arrivo di tappa a Genova

 Grande attesa per la 14ª edizione della Rievocazione Storica della Coppa Milano Sanremo, che si preannuncia ricca di novità e spettacolarità. La corsa, in programma dal 23 al 26 marzo 2023, riafferma la sua presenza all’interno del Campionato Italiano Grandi Eventi organizzato da ACI Sport, riservato alle più importanti gare di regolarità classica del quale fanno parte anche la Coppa delle Alpi, la Coppa d’Oro delle Dolomiti, il Gran Premio Nuvolari e la Targa Florio Classica.

La manifestazione prenderà il via giovedì 23 marzo con il tradizionale ritrovo degli equipaggi presso l’Autodromo Nazionale di Monza, dove dopo le verifiche preliminari ed i giri liberi in pista, inizierà la gara vera e propria con le prime prove cronometrate all’interno del leggendario tracciato. Nel pomeriggio la parata inaugurale delle vetture partirà alla volta di Milano, dove verranno ufficialmente presentate di fronte alla sede storica dell’AC Milano, cuore pulsante delle città.

 I successivi giorni saranno caratterizzati da grandi cambiamenti: alle prime luci di venerdì 24 marzo gli equipaggi partiranno da Milano alla volta delle prime prove cronometrate, attraverseranno i paesi del Monferrato, per poi dirigersi in direzione Asti, dove sfileranno nel centro storico. Dopo un break la competizione entrerà nel vivo, proseguendo nei territori delle Langhe, per poi affrontare il Colle d’Oggia e del Melonio; lungo il tragitto pomeridiano saranno circa 60 i rilevamenti per un totale di 5 prove cronometrate e 3 prove di media. La seconda giornata di gara terminerà a Sanremo, la celebre Città dei Fiori, con il tradizionale défilé che si snoderà lungo le vie del centro cittadino.

 Sabato 25 marzo la competizione ripartirà da Sanremo affrontando nuovamente il Colle d’Oggia per poi passare nel borgo medievale di Zuccarello, fino ad arrivare sul mare per il lunch previsto a Loano. Nel pomeriggio passando per i celebri Passi del Colle di Nava e del Sassello, si giungerà nel cuore di Genova, meta conclusiva della giornata, dove avrà luogo l’esclusivo gala dinner. Durante la terza giornata di gara saranno 4 le prove cronometrate e 2 quelle di media, per un totale di circa 40 rilevamenti.

 Domenica 26 marzo sarà la giornata decisiva, che vedrà i bolidi di ieri – dopo un passaggio in piazza De’ Ferrari in centro a Genova – affrontare la salita del Monte Fasce fino a Uscio, attraversare i territori della Val Trebbia e del Basso Pavese, per arrivare poi a Pavia dove ci sarà un controllo orario che segnerà la fine della parte cronometrata della gara. In questa giornata sono previste 2 prove cronometrate e una di media, per un totale di circa 40 rilevamenti. La Coppa Milano Sanremo si sposterà poi a Milano, dove dopo uno scenografico arrivo nel cuore del centro storico, si terrà la cerimonia finale di premiazione presso la sede dell’AC Milano di Corso Venezia.

 All’interno di questa quattordicesima Rievocazione Storica si terrà, come da tradizione, la prestigiosa “Coppa delle Dame”, ideata per la prima volta agli inizi del secolo scorso, grazie alla cospicua partecipazione di equipaggi femminili e all’intuito degli organizzatori della Coppa Milano-Sanremo.

 VETTURE AMMESSE

Saranno ammesse le vetture costruite dal 1906 al 1976, munite o di passaporto F.I.V.A, o di fiche F.I.A. Heritage, o di omologazione A.S.I., o fiche A.C.I. Sport, o appartenenti ad un registro di marca.

Le iscrizioni si chiuderanno il 5 marzo 2023.

Info: www.milano-sanremo.it

Savona: Presepiando in Fiat 500

Organizzato  dal Coordinamento di Savona del Fiat 500 Club Italia, come avviene ormai da alcuni anni, a metà dicembre si svolge un raduno natalizio a carattere benefico.

Per il 2022 l’appuntamento è previsto per domenica 11 a Savona e “Presepiando in 500” – questo il titolo della manifestazione – l’iniziativa porterà una trentina di Fiat 500 storici addobbati per l’occasione in Corso Italia, zona ex Ospedale San Paolo. Piazza Sandro Pertini, il nuovo “salotto buono” del capoluogo della Torretta, vedrà quindi un suggestivo spettacolo di presepi allestiti a bordo delle piccole utilitarie, con grande sfoggio di creatività da parte degli equipaggi coinvolti, che si ritroveranno in zona sin dalle 8 del mattino; l’esposizione dei mezzi durerà fino alle 19.

A programmare  l’evento è il Coordinamento di Savona del Fiat 500 Club Italia, guidato da Giovanni Grisolia, in collaborazione con i Coordinamenti della Riviera delle Palme e della Riviera dei Fiori.

Il ricavato della manifestazione andrà all’Associazione Cresci di Savona e per l’acquisto di un defibrillatore.

Il raduno ha il patrocinio di Comune di Savona, Confartigianato, Confcommercio Ascom.

Blog su WordPress.com.

Su ↑