Cerca

Gino Bruni

Il mio blog

Categoria

Fiere e Mostre

Milano Monza Open -Air Motor Show per ripartire insieme.

In   questo   momento d’incertezza gli organizzatori del Milano Monza Open – Air Motor Show stanno monitorando quotidianamente la situazione e lavorando affinché l’evento possa svolgersi dal 18 al 21 del prossimo mese di giugno.

“Crediamo – dichiarano gli organizzatori – che la conferma della nostra manifestazione rappresenterà un segnale importante di ripartenza economica e sociale e per  questo  motivo, in accordo con le case automobilistiche e i nostri partner, abbiamo semplificato il format di partecipazione, consentendo alla macchina organizzativa di realizzare il MiMo in un mese, con le adeguate misure   di   sicurezza che saranno previste a   livello   nazionale.

Siamo in costante contatto con le istituzioni di Monza e di Milano per informazioni e aggiornamenti e – proseguono gli organizzatori – il 15  maggio comunicheremo la data definitiva sullo svolgimento del Milano Monza Open – Air Motor Show: se ci saranno le condizioni MiMo si svolgerà dal 18 al 21  giugno, altrimenti opteremo per un rinvio in autunno. A   prescindere   dalla data dello start di Milano Monza Motor Show, vogliamo comunque lanciare un messaggio ottimista investendo con una campagna di  comunicazione.

Il logo della manifestazione è rappresentato dall’auto che si appresta a varcare il portale
raffigurato dalla M logo di Milano Monza.  Si  tratta  della  Dallara  Stradale  di  Andrea
Levy,  Presidente  del  Milano  Monza  Motor  Show,  auto  pensata  e  realizzata  in  Italia,
da  un  costruttore  noto  in  tutto  il  mondo.

Milano Monza Motor Show: guida alla scelta dell’auto ideale.

Milano Monza Motor Show, in programma dal 18 al 21 giugno prossimo, sarà non solo il primo open air motor show interamente pensato e costruito attorno a una pista di Formula 1, l’Autodromo di Monza, ma anche la più grande area test drive messa a disposizione del pubblico.

Nel Tempio Italiano della Velocità saranno esposti tutti i modelli delle case automobilistiche di tutte le motorizzazioni. I visitatori potranno provare il meglio del mercato di auto.

Fino al 2030 l’Unione Europea ha fissato a 95 g di emissioni CO2 auto la soglia oltre la quale i
costruttori dovranno stare per non incorrere in sanzioni e l’area test drive dell’Autodromo di Monza sarà l’occasione per fare chiarezza sulle potenzialità di ciascun tipo di motorizzazione, guidando i visitatori a una scelta consapevole del modello che meglio si adatta ai bisogni di ciascuno.

L’area test drive di Milano Monza Motor Show presterà particolare attenzione ai grammi di CO2
emessi dal veicolo in prova, evidenziati dai due bolli esposti sulla portiera che indicheranno la
tipologia di motorizzazione e i grammi di emissioni CO2 auto di quel modello. Sarà facile identificare dagli adesivi sui modelli il tipo di motorizzazione, il suo grado di elettrificazione e i grammi di emissioni di CO2 auto dichiarati ufficialmente dai brand costruttori. Questo per spiegare ai potenziali acquirenti che l’evoluzione tecnologica trasforma tutte le motorizzazioni in possibili alleati della mobilità sostenibile, dai green per eccellenza come i modelli elettrici e ibridi plug-in, passando per la crescente elettrificazione dei motori benzina e diesel che li rende ancora più efficienti e sostenibili.

“Le case automobilistiche, commenta Andrea Levy, presidente Milano Monza Motor Show,  ci
aiuteranno a far capire al pubblico le differenti tecnologie e le caratteristiche di ciascuna, mostrando ai visitatori che gli ultimi modelli in gamma nel 2020 sono alleati della sostenibilità ambientale richiesta in primis dall’Unione Europea. Crediamo che faccia bene a tutto il sistema automotive, e anche all’ambiente, incentivare il rinnovamento del parco auto senza demonizzare nessuna motorizzazione, aiutando gli automobilisti a scegliere la tipologia di motore più adatta al proprio stile di vita”.

Il pubblico potrà provare i modelli messi a disposizione dalle case automobilistiche tutti i giorni, da giovedì 18  a  domenica 21 giugno, presso l’Autodromo di Monza.

I biglietti per visitare Milano Monza Motor Show sono già in vendita sul sito http://www.milanomonza.com e sul sito ufficiale di TicketOne.

Il Fiat 500 Club Italia ad Automotoretrò

Ad Automotoretrò, uno dei più importanti appuntamenti dedicati alle auto storiche, in programma dal 30 gennaio al 2 febbraio nei padiglioni del Lingotto Fiere di Torino, ci sarà anche il Fiat 500 Club Italia che porterà il suo contributo con un elegante stand che ospiterà vari modelli di Fiat 500 storiche tra i quali una splendida Fiat 500 D del 1960 e una 500 Giardiniera, modello amato dalle famiglie, che proprio quest’anno compie sessanta anni.

Milano Monza Motor Show un appuntamento da non perdere.

Milano Monza Motor Show si svolgerà dal 18 al 21 giugno 2020, quattro giorni di spettacolo che con il suo format innovativo potrà contare sulla presenza di oltre quaranta brand.

Si comincia in pista all’Autodromo con la Monza President Parade, giovedì 18 giugno alle 15.10, quando i Presidenti e i CEO dei marchi si schiereranno in griglia con le anteprime e le novità stradali, per una sfilata con le emozioni di un Gran Premio.

Domenica 21 giugno alle 15.10 sarà poi il momento di ACI Historic Grand Prix, l’esibizione delle monoposto di Formula 1 di tutte le epoche, organizzato anche in collaborazione con Historic Minardi Day, che si daranno appuntamento sul circuito dell’Autodromo di Monza, guidate da piloti ancora in attività, da ex piloti che hanno fatto la storia del motorsport mondiale e da collezionisti.

Il pubblico avrà la possibilità di visitare gli stand delle case automobilistiche che, nel verde del Parco di Monza, esporranno le ultime novità e i modelli di punta della gamma, e di provarli nei test drive di tutte le motorizzazioni, comprese quelle elettriche, e nell’area dedicata all’off-road experience. Supercar paddock e motorsport paddock faranno la gioia degli appassionati.

Queste alcune delle novità del Milano Monza Motor Show che sono state presentate oggi, mercoledì 18 dicembre, in una conferenza che si è svolta nella sala stampa del Palazzo Lombardia.

Andrea Levy – Presidente Milano Monza Motor Show “Milano Monza Motor Show – ha dichiarato – “sarà una grande festa, uno spettacolo di oltre quattordici ore al giorno per quattro giorni, un evento che consente di vedere Formula 1, supercar e hypercar in versione dinamica, ma che darà la possibilità di vedere il meglio della produzione delle case automobilistiche esposto negli stand nell’area Roccolo, modelli per tutti i budget a partire dall’utilitaria fino al suv, e permettere ai visitatori di poter vedere e provare, nei diversi circuiti messi a disposizione dall’Autodromo, la propria vettura nuova ed ecologica”.

 

“ACI, con la tutta passione per l’automobile che la caratterizza, – le parole di Angelo Sticchi Damiani – residente dell’Automobile Club d’Italia – ha deciso di sostenere e contribuire alla realizzazione del Milano Monza Motor Show, la più grande e rilevante manifestazione automobilistica in Italia. Il nostro obiettivo, da subito condiviso con Andrea Levy, è che questo straordinario evento diventi il nuovo punto di riferimento europeo sull’auto e per gli automobilisti, riacquistando il ruolo di quelli che furono il grande Salone di Torino e, in tempi più recenti, il Motor Show di Bologna. ACI è il punto privilegiato di osservazione e d’incontro tra automobilisti, imprese dell’auto e sistema Paese”.

 

Sul sito TicketOne sono in vendita i biglietti d’ingresso per Milano Monza Motor Show (ticket intero € 20, ridotto giovani serale € 10) e su http://www.milanomonza.com sono a disposizione informazioni aggiornate sull’evento che si svolgerà dal 18 al 21 giugno 2020 all’Autodromo di Monza.

A Milano AutoClassica i Musei Ferrari celebrano i 90 anni della scuderia di Maranello.

In occasione dei 90 anni della Scuderia Ferrari, fondata il 16 novembre del 1929 nello studio del notaio Alberto Della Fontana, a Modena, sarà festeggiata alla nona edizione di Milano AutoClassica, in programma da domani 22 novembre domenica 24.

I Musei Ferrari espongono tre regine straordinarie nella hall della kermesse. In occasione della grande mostra celebrativa “90 anni” in corso al Museo di Maranello, queste tre vetture sono un omaggio alla leggendaria storia della Scuderia che nasceva con lo scopo di operare “compera di automobili da corsa di marca Alfa Romeo e la partecipazione colle stesse alle Corse incluse nel calendario nazionale sportivo e nel calendario dell’Associazione Nazionale Automobil Clubs”, come recita l’atto costitutivo.

Nel marzo 1947 inizia una straordinaria dinastia di automobili e una delle più grandi avventure dell’era industriale. A testimonianza di quest’epoca d’oro, la prima delle tre Regine in esposizione è la vettura costruita dalla neonata Casa Automobilistica di Maranello, nel 1947: la Ferrari 125 S, prodotta in soli due esemplari, fu il primo modello con il marchio Ferrari. Con un motore 12 cilindri progettato da Gioachino Colombo, la 125 Sport, questa barchetta “Ala spessa” conquistò la prima vittoria a maggio dello stesso anno con Franco Cortese al Gran Premio di Roma alle Terme di Caracalla. La Ferrari 250 GT Berlinetta “Passo Corto” (detta anche SWB, Short Wheelbase con un passo da 2400 mm per essere differenziata dalla Berlinetta 250 GT Tour de France con passo 2600 mm) è un’autovettura sportiva disegnata da Pinin Farina presentata per la prima volta al Salone di Parigi del 1959. Progettata per l’impiego nelle corse con un propulsore V12 di 3 litri e una potenza compresa tra 260 e i 280 CV, riscosse un buon successo anche in versione stradale. Prodotta fino al 1962, s’impose in edizioni consecutive del Tour de France Automobile, nel Tourist Trophy di Goodwood e nella classe GT alla 24 Ore di Le Mans. La terza Reginetta del Salone è una monoposto decisamente diversa dalle precedenti realizzate dalla Scuderia Ferrari che vanta risultati che parlano da soli, rispecchiando la forza della squadra e della vettura: la F2002 vanta 15 vittorie su 17 Gran Premi disputati, 9 doppiette e 10 pole position. I giochi si chiudono già a Magny Cours per il mondiale Piloti, 5° titolo per Schumacher, e a Budapest per il mondiale Costruttori. Nonostante l’apparente somiglianza con la F2001, la nuova monoposto è stata completamente ridisegnata e oggetto di migliorie. Il telaio è sensibilmente più leggero; fiancate, radiatori, scarichi e tutto il retrotreno sono rivisti per aumentare l’efficienza aerodinamica e migliorare il raffreddamento del motore, il nuovo 051, accoppiato a una scatola del cambio in fusione di titanio dagli ingombri molto ridotti. Allo stand dei Musei Ferrari si potrà ammirare anche la Ferrari Monza SP1 del 2018, la versione a un posto di una barchetta lunga 466 cm e alta 116, che strizza l’occhio alle mitiche sportive Ferrari degli anni 50 che vincevano in pista riuscendo anche ad affascinare per la loro linea: una vettura rappresentativa della mostra attualmente in corso al Museo Enzo Ferrari di Modena: “Capolavori senza tempo”. La Ferrari Monza SP1 è la capostipite di un nuovo concept, denominato ‘Icona’, che rappresenta un nuovo segmento di serie speciali limitate dallo stile senza tempo, accompagnato a contenuti altamente tecnologici e alle più elevate prestazioni.

Milano Autoclassica 2019: la presenza di ASI

Dal 22 al 24 novembre è in programma la nona edizione di Milano AutoClassica, salone di fine stagione ospitato nei padiglioni di Fiera Milano Rho.

Tra i vari partecipanti ci sarà anche l’Automotoclub Storico Italiano con un programma ricco di appuntamenti e iniziative.

L’esposizione sarà dedicata principalmente ai 100 anni della Zagato, azienda milanese celebre in tutto il mondo per il suo design funzionale, ricercato e innovativo.

Tra le vetture esposte ci sarà l’Alfa Romeo 6C 1500 GS “Testafissa” del 1933, che con i colori della Scuderia Ferrari si aggiudicò la vittoria di classe alla Mille Miglia del 1934: Al volante c’era la “Marocchina”, al secolo Anna Maria Peduzzi, pilotessa dell’epoca.

In un perfetto parallelo tra passato e presente dello straordinario connubio Zagato-Alfa Romeo, sarà esposta anche la TZ3 Stradale, una delle nove costruite dall’atelier milanese nel 2011 come evoluzione delle storiche TZ1 e TZ2 degli anni ’60.

Il marchio Zagato sarà celebrato in una serie di conferenze a tema, che si terranno domenica mattina 24 novembre alla presenza di numerose personalità del settore riguardante l’auto storica.

Sabato 23 novembre, dalle ore 9.30, si svolgeranno le finali dei Trofei ASI con le prove di precisione cronometrica allestite nell’area esterna.

Alfa Romeo 8C Competizione: all’Asta di Wannenes a Milano AutoClassica

A Milano AutoClassica, in occasione dell’Asta di Wannenes del 23 novembre prossimo, il lotto principale sarà la bellissima Alfa Romeo 8C Competizione, l’unico esemplare verniciato nel colore Maserati Blu Notturno. L’auto, ordinata da un amico personale di Sergio Marchionne per una scommessa fra i due, rappresenta senza dubbio al meglio i valori di funzionalità e bellezza di una vera gran turismo. Per chi volesse partecipare all’asta, la stima di questa vettura va da 240.000 a 400.000 euro.

Nata nel 2007 dalla matita di Wolfgang Egger su espressa volontà di Sergio Marchionne come manifesto mondiale delle straordinarie capacità di design e di tecnica del marchio Alfa Romeo, l’Alfa Romeo 8C Competizione fu realizzata in soli 500 esemplari, i cui ordini si esaurirono in pochi giorni.

Uno dei più cari amici di Sergio Marchionne, acquirente di un esemplare, scommise che se Marchionne fosse riuscito ad acquisire l’Opel avrebbe scelto il colore della sua 8C tra i soli tre previsti (Rosso Pastello Micallizato, Nero Micallizato e Giallo Micallizato) in caso contrario avrebbe scelto lui stesso un colore fuori della tavolozza prevista, e così avvenne.

Nel dicembre del 2010, presso il circuito di Balocco, fu consegnato uno splendido e unico esemplare di Alfa Romeo 8C Competizione, la 176° su 500 prodotte, nel colore Blu Notturno, colore Maserati, con gli interni di pelle pieno fiore di colore nero trapuntato, le pinze dei freni di colore giallo e il set di valigie in coordinato. Quest’auto con il suo esclusivo colore è (insieme all’esemplare acquistato dall’attuale presidente della Ferrari S.p.a. John Elkann che ne possiede una di colore Blu Oceano) una delle uniche due Alfa Romeo 8C Competizione di colore blu, esistenti al mondo.

Genova, da domani al 14 novembre appuntamento con “Il salone del Saper Fare”

Nel porto antico di Genova, presso l’area fieristica Magazzini del Cotone, si svolgerà a partire da martedì 12 novembre alle ore 10 il più grande “villaggio dell’orientamento” d’Italia dedicato agli studenti, ai docenti e alle famiglie.

Il Salone Orientamenti è riservato agli studenti per aiutarli a scegliere consapevolmente l’indirizzo di studio, ma anche ai giovani in cerca di occupazione, agli addetti ai lavori e a tutti i ragazzi che hanno a cuore il proprio futuro.

Tra i progetti che arricchiscono l’iniziativa ci sarà anche il “Tour della Sicurezza” promosso dal Comune di Genova in collaborazione con la Direzione Regionale dell’Inail, la Polizia Locale, la Protezione Civile e l’Automobile Club di Genova.

Milano AutoClassica: boom di prevendite online

A meno di un mese dall’inaugurazione di Milano AutoClassica, il più bel Salone dell’Auto Classica e Sportiva in programma a Fiera Milano (Rho) il 22, 23 e 24 novembre 2019,  si registra un boom di prevendite online, mai verificatesi prima, a testimonianza della crescente fiducia del pubblico amante delle leggende automobilistiche: Milano AutoClassica si conferma l’imperdibile appuntamento glamour che mobilita espositori e visitatori italiani ed esteri appassionati di modelli storici e moderni.

Novità di questa edizione, per chi si muove in treno, Italo ha programmato fermate speciali di alcuni treni che nei giorni della manifestazione arrivano direttamente nella stazione di Rho Fiera Milano.

Oltre alla ricca offerta  dei commercianti, la più grande esposizione d’Italia di auto proposte in vendita direttamente dai privati, l’asta organizzata dalla prestigiosa Casa d’Aste Wannenes con 40 lotti di auto e motociclette storiche e da collezione mai viste, il ritorno di RETRO CLASSICS® STOCCARDA, i marchi più prestigiosi in esposizione, il ritorno di ASI, Automotoclub Storico Italiano e di ACI Storico con un ricco calendario di appuntamenti ed incontri quotidiani sono solo alcune delle attrazioni della nona edizione, accanto al ritrovo dei più rinomati club e registri, del mercato dei ricambi, del raduno Youngtimer firmato da Ruoteclassiche ed altro ancora.

La prevendita dei biglietti prosegue sul sito ufficiale della manifestazione, www.milanoautoclassica.com: fino al 4 novembre al prezzo speciale di 18,00 € e dal 5 novembre fino a fine manifestazione gli organizzatori propongono l’acquisto online “salta la coda” che consente l’ingresso a 20,00 € invece che a 25,00 €.

Blog su WordPress.com.

Su ↑