Ricerca

Gino Bruni

Il mio blog

Categoria

Fuoristrada

La Dakar Classic conferma fascino e durezza

La Squadra Corse Angelo Caffi sta vivendo ore di passione mentre  il pilota di Diano Marina Luciano Carcheri e Giovanni Bernacchini sono eroicamente al lavoro per ripristinare l’Isuzu Vehicross .

Partecipare alla Dakar Classic è prima di tutto una grande sfida. Una sfida per gli uomini e una sfida per i mezzi. Lo sa bene la Squadra Corse Angelo Caffi che in queste ore sta vivendo momenti di grande passione mentre Luciano Carcheri e Giovanni Bernacchini stanno tentando in ogni modo di riparare la Isuzu Vehicross che nella tappa di ieri ha subito un danno al motore.

Dopo varie peripezie di minore entità che hanno coinvolto l’equipaggio nelle prime tre giornate, sempre prontamente risolte, ieri una fuoriuscita d’olio causata dall’allentamento di un bulbo della pressione ha danneggiato il motore della vettura recante le effigi del team bresciano.

Carcheri e Bernacchini, che hanno scelto come molti altri equipaggi di occuparsi personalmente degli interventi meccanici come si faceva negli anni d’oro dell’evento, si sono diretti prontamente presso un’officina per riparare il danno ma fin da subito è parso chiaro che sarebbe servito più tempo. Oggi sono stati individuati i pezzi di ricambio necessari anche se a circa 1000 chilometri di distanza da dove l’equipaggio si trova in questo momento.

I portacolori della Squadra Corse Angelo Caffi stanno quindi andando a recuperare quanto necessario per cercare di riparare il mezzo e riprendere per la tappa di sabato. Il regolamento della Dakar permette infatti di tornare in corsa in qualsiasi momento, la sfida sarà anche la rimonta contro la penalità per ciascuna tappa non disputata.

Alla Dakar tappa faticosa per Carcheri e Bernacchini

L’equipaggio della Squadra Corse Angelo Caffi ha dovuto abbandonare la quarta frazione dopo il secondo rilevamento di regolarità per una fuoriuscita di olio dal motore. Pilota e navigatore sono al lavoro per riprendere la corsa.

Nuovo colpo di scena nella Dakar Classic 2023 della Squadra Corse Angelo Caffi. Dopo l’ottimo inizio e la pioggia torrenziale di ieri, un problema tecnico ha oggi rallentato l’avventura del ligure Luciano Carcheri e Giovanni Bernacchini.

Dopo aver completato il primo controllo di regolarità con un ottimo parziale, l’equipaggio ha infatti ravvisato una copiosa perdita d’olio dal motore della Isuzu Vehicross #721 nel corso della seconda frazione di regolarità della tappa odierna. Carcheri e Bernacchini hanno subito provato ad intervenire ma la fuoriuscita, causata dall’allentamento di un bulbo della pressione dell’olio, è stata troppo importante e non ha permesso all’equipaggio di completare la tappa.

L’Isuzu Vehicross della Squadra Corse Angelo Caffi è stata quindi riportata ad Ha’Il con i mezzi dell’assistenza ed ora Carcheri è intensamente al lavoro per ripristinare l’ottima funzionalità del mezzo. Il regolamento prevede che si possa ripartire il giorno successivo allo stop, ricevendo una penalità per il tratto cronometrato non completato.

“Mi sono accorto subito che qualcosa non andava, abbiamo perso potenza molto velocemente – ha commentato Carcheri – Purtroppo l’olio è uscito molto in fretta, quindi non c’è stato modo di riprendere e abbiamo dovuto fermarci. Nonostante questo abbiamo un problema sulle bronzine, quindi stiamo lavorando per risolverlo”.

“Fino ad ora è stata una Dakar piuttosto sofferta. Tre giorni fa abbiamo preso una pietra e abbiamo rotto la coppa e il para motore. Lo abbiamo sistemato ma ieri abbiamo avuto perdita di olio dal cambio, risolto nottetempo. La tappa ieri è stata annullata e questo ci ha consentito di lavorare sulla macchina con più margine, anche se eravamo andati molto bene e senza questa difficoltà avremmo sicuramente scalato qualche posizione in classifica. Le prossime ore saranno fondamentali, faremo il possibile per rientrare in gara domani” ha concluso il pilota della Squadra Corse Angelo Caffi.

La classifica ovviamente è ora di più difficile interpretazione dato che occorre attendere la fine della tappa da parte di tutti i concorrenti per valutare quanto è costata in termini di posizione questa disavventura.

La tappa di domani | 5 gennaio 2023
Lunghezza totale: 371km
Lunghezza prove: 217km
Partenza: Ha’il
Arrivo: Ha’il
Descrizione: Seconda giornata con anello intorno al campo di Ha’Il anche se il percorso sarà completamente differente a quello della tappa precedente. La tappa sarà quasi completamente di sabbia e dune.

La pioggia ferma la terza tappa della Dakar Classic 2023

L’equipaggio della Squadra Corse Angelo Caffi composto dal ligure Luciano Carcheri e Giovanni Bernacchini è rientrato al bivacco dopo l’annullamento della terza frazione per le piogge torrenziali

La Dakar si conferma una delle gare più difficili e incredibili del pianeta. La terza tappa è stata infatti annullata per le piogge torrenziali che hanno interessato l’area dell’evento, che oggi avrebbe dovuto disputare la frazione tra Alula ed Ha’il in Arabia Saudita.

Nessun problema per l’equipaggio della Squadra Corse Angelo Caffi, formato da Luciano Carcheri e Giovanni Bernacchini, che a bordo della Isuzu Vehicross iscritta in categoria H2, hanno raggiunto il bivacco di fine giornata attraverso il percorso alternativo deciso dagli organizzatori. La parte competitiva di oggi è stata quindi annullata rendendo questa giornata ininfluente ai fini della classifica.

“Le sorprese sono all’ordine del giorno – ha commentato Carcheri – ci siamo trovati quasi subito sotto un diluvio vero e proprio, con il rischio di finire impantanati o avere dei problemi alla vettura. A seguito dell’annullamento abbiamo raggiunto il bivacco da una strada scorrevole, e ci prepariamo per la giornata di domani. Dovremmo lavorare un po’ sulla macchina, per aggiustare qualche piccolo dettaglio, ma siamo pronti per proseguire questa impresa”.

La tappa di domani | 4 gennaio 2023
Lunghezza totale: 328km
Lunghezza prove: 215km
Partenza: Ha’il
Arrivo: Ha’il
Descrizione: Tante dune nella parte iniziale, prima frazione davvero desertica e con la classica conformazione della Dakar. Il secondo tratto mantiene una concentrazione sabbiosa ma più scorrevole.

Foto d’archivio

Automobilismo: seconda frazione alla Dakar Classic 2023

La Squadra Corse Angelo Caffi, rappresentata dall’imperiese Luciano Carcheri e Giovanni Bernacchini, ha disputato una giornata concreta con ottime performance sulle dune ed in navigazione in una delle tappe più lunghe della maratona

Seconda tappa alla Dakar Classic 2023 e in casa Squadra Corse Angelo Caffi c’è la giusta dose di soddisfazione dopo che Luciano Carcheri e Giovanni Bernacchini hanno raggiunto il bivacco di Alula forti di una performance nel complesso positiva in una tappa confermatasi durissima.

Il pilota ligure, che ieri aveva avuto qualche difficoltà di elettronica sulla Isuzu Vehicross, oggi ha disputato una tappa costante che gli ha permesso di scalare qualche posizione nella classifica assoluta e di categoria H2. Come tipico delle gare di questa portata, le classifiche di giornata sono ancora in fase di definizione, dato che molti concorrenti hanno concluso la frazione fuori tempo massimo.

La giornata si componeva di sei settori competitivi: due di regolarità, due di dune e due di navigazione. Le medie abbastanza elevate della categoria H2 sono state uno dei fattori di maggiore difficoltà per Carcheri e Bernacchini, che nelle due prove di regolarità hanno accusato qualche penalità di distacco rispetto ai diretti avversari. Molto meglio invece sulle dune, dove l’esperienza di Carcheri è servita a piazzare ottimi punteggi e altrettanto positiva la progressione in navigazione, con un ultimo settore davvero brillante e con l’ottava prestazione assoluta.

La tappa di domani | 3 gennaio 2023
Lunghezza totale: 618km
Lunghezza prove: 307km
Partenza: Alula
Arrivo: Ha’il
Descrizione: Si tratta della terza tappa per lunghezza complessiva, e della seconda per la lunghezza della parte competitiva. Secondo gli organizzatori i primi 50 chilometri sono i più belli dell’intera gara, ci sono passaggi in alcuni canyon e tutti gli ingredienti per ribaltare la classifica Classica.

La Fiera Internazionale Fuoristrada chiude  i battenti con 24.000 visitatori

24.000 (ventiquattromila) i visitatori della seconda edizione della Fiera Internazionale Fuoristrada, il salone dell’off-road  organizzato dalla Federazione Italiana Fuoristrada che si è svolto in Versilia dal 30 settembre al 2 ottobre.  La limitata affluenza di venerdì 30 settembre, a causa delle condizioni atmosferiche non ottimali, è stata bilanciata da un sabato estivo e super affollato e da una domenica pomeriggio di code ai test drive. L’incognita meteo è l’unica non prevedibile e, alle volte, penalizzante, ma nonostante la pioggia il pubblico di appassionati del 4×4 non si è scoraggiato come conferma il sold out del Tour alla scoperta della Cave del Corchia con un numero massimo consentito di 20 auto per ciascuno dei tre turni in calendario sabato 1 ottobre e domenica 2 ottobre che ha dovuto, per motivi di sicurezza, scontentare diversi equipaggi aggiuntivi che hanno tentato di iscriversi, last minute al Tour più ambito, riservato esclusivamente ai veicoli fuoristrada dotati di 4 ruote motrici e ridotte.

In un anno particolarmente difficile,  grande  è la soddisfazione della Federazione Italiana Fuoristrada per una seconda  edizione che ha  raccolto i frutti della fiducia dimostrata da Espositori Auto, Moto, Quad ed Accessori  che hanno scelto di presenziare perché in linea con la visione ed i valori  della F.I.F. Non a caso  quest’anno, su una superficie espositiva raddoppiata  (un Km di lunghezza occupato su entrambi i lati) gli oltre 75 Espositori hanno proposto numerose novità di altissima qualità incluse diverse anteprime assolute in esclusiva per il pubblico della manifestazione.

Tra gli espositori che hanno proposto i propri mezzi in esposizione statica e a disposizione nei test drive delle aree Experience: HARLEY-DAVIDSON VERSILIA (con le nuove Pan America e Pan America 1250 Special) CARONNA QUAD POINT e Centralquad (con i più recenti modelli CAN-AM, CF MOTO, POLARIS, TGB e focus particolare sugli innovativi modelli SEQWAI e CORVUS UTV, disponibile anche elettrico); Jeep® (con la gamma completa dotata di tecnologia 4xe plug-inhybrid Compass, Renegade,Wrangler 4xe) ; il Truck Jeep® gestito da GeneralAuto, sito in posizione strategica all’ingresso dell’Area EXPO,  ha registrato un boom di presenze: 500 prove nelle tre giornate di manifestazione. Land Rover SUN CAR e New Defender Best Club Italia (con Discovery Sport, e un Nuovo Defender 110); Subaru Italia con i suoi modelli off-road e SUV più rappresentativi (SUBARU XV e-BOXER, Subaru Forester e-BOXER e Subaru Outback) e l’inedita SOLTERRA, la prima Subaru 100% elettrica che si affaccia al 4×4; Suzuki con un’imperdibile anteprima italiana per il pubblico della Fiera Internazionale Fuoristrada : la nuova Suzuki S-Cross Hybrid 1.5 140 Volt, accanto a tutta la gamma Suzuki (Swift Hybrid 4wd, S-Cross Hybrid 1.5 140 volt, Vitara Hybrid 1.5 140 volt e Across Plug-in) e Jimny Pro; Toyota con la Toyota Driving Academy (Toyota Land Cruiser e Toyota Hilux).

E a proposito di novità esclusive per il pubblico accorso in Versilia da tutta Italia e da oltre confine, 4Technique ha presentato un modello assolutamente introvabile, giunto direttamente dagli USA: l’unico esemplare attualmente presente sul suolo italiano di FORD BRONCO, che sta spopolando negli stati Uniti.

Il mezzo off-road, grazie all’impegno di questa manifestazione, finalmente esce dalla nicchia di puro oggetto ludico per il tempo libero, acquisendo dignità e candidandosi come riferimento sportivo, commerciale, di servizio sociale, di controllo e conoscenza del territorio cui si aggiunge il nuovo trend di turismo outdoor, in solitaria o per piccoli nuclei, en plein air” come promosso ed auspicato dalla F.I.F. Obiettivo centrato, dunque, dalla Federazione Italiana Fuoristrada che riunisce oltre 9.000 appassionati tramite le Associazioni dislocate sul territorio nazionale operanti in ogni specialità del fuoristrada, dal raduno amatoriale alle attività agonistiche in 4×4, passando attraverso l’educazione all’uso del fuoristrada come mezzo di lavoro e come strumento di soccorso. “La nostra scuola federale, che quest’anno compie 40 anni,  forma i soci delle altre associazioni di volontariato che utilizzano per mansioni di soccorso i propri veicoli 4×4 e alla manifestazione hanno partecipato numerosi team provenienti da tutta Italia – racconta Marco Pacini, presidente F.I.F.- Forti delle dimostrazioni di apprezzamento ricevute dai Partners dell’edizione appena conclusasi che ringraziamo per la preferenza accordataci, la F.I.F da domani sarà già al lavoro per l’edizione 2023 che cadrà nell’importante anno delle celebrazioni dei 50 anni della Federazione Italiana Fuoristrada”

1800 sono stati i test drive registrati nelle due Aree Experience, l’EXP 1, nell’Off -Road Park Versilia, il parco divertimenti del fuoristrada, tarato su più livelli di difficoltà e l’EXP 2, con i SUV 4×4 quest’anno volutamente posizionata accanto all’Area Expo per essere più accessibile. Grande successo registrato anche nelle escursioni aperte sia ai fuoristrada 4×4 con le ridotte che ai SUV con oltre 200 auto iscritte nei Tour del Corchia e nei  TOUR BIO in 4×4 alla scoperta del territorio e delle sue tradizioni culturali ed enogastronomiche, senza dimenticare una ventina di veicoli storici che domenica 2 ottobre  hanno  partecipato alla seconda edizione del Tour Storico, dedicato ai veicoli 4×4 con almeno 25 anni di età, alla scoperta  di una delle zone più belle d’Italia.

Expo fuoristrada a Viareggio seconda giornata di apertura

Un sabato di sole ha ospitato, sul lungomare di Viareggio, i visitatori della Fiera Internazionale Fuoristrada giunta alla seconda giornata.

L’ingresso gratuito e la vicinanza con il mare invita la partecipazione di intere famiglie inclusi i componenti a quattro zampe, pet e cani di media e grande taglia, inseparabili compagni di viaggio a due e quattro ruote che oggi sono protagonisti in fiera.

Espositori ed accessoristi, infatti, dedicano anche a loro strutture adeguate per vivere comodamente un’avventura con i loro padroni, en plein air

La Fiera Internazionale Fuoristrada, accanto alle novità auto, moto e quad, il settore  dei veicoli storici esercita un fascino particolare. Direttamente dal Jeep Museum (Milano) di Bruno Tinelli, da oltre 30 anni il più grande collezionista di Jeep in Europa, alcuni modelli cloue attirano l’attenzione di tutti gli amanti delle leggende automobilistiche. Tra i pezzi unici: un furgoncino rosso, Jeep Forward Control, classe 1959, recuperato dai Vigili del fuoco Svizzeri e personalizzato in versione Coca Cola (in perfetto stile americano!) una CJ5 Silver Edition, motore 5000 V8 grigia, ed una Jeep J-20 Flatbed con un raro allestimento con cassone originale in legno.

Anche il Settore Storico F.I.F, prezioso strumento per la salvaguardia e la conservazione dei fuoristrada classici presenzia con uno spazio espositivo sul lungomare di Viareggio: tra i protagonisti della storia del fuoristradismo mondiale meritano particolare attenzione: una Range Rover 3.5 benzina, una Munga, una Fiat Campagnola R59 civile e una Toyota Land Cruiser BJ 40.

Domani, domenica 2 ottobre, inoltre, la seconda edizione del Tour Storico, dedicato ai veicoli 4×4 con almeno 25 anni di età, alla scoperta delle zone più belle d’Italia, coniugherà l’aspetto escursionistico con quelli culturale e gastronomico. Con partenza dalla Piazza del Mercato di Massarosa, dopo un percorso in fuoristrada “leggero”, idoneo anche ai veicoli più datati in direzione di Torre del Lago, i mezzi, molti dei quali già oggi in esposizione statica, raggiungeranno nuovamente Viareggio e il loro parcheggio riservato alla manifestazione.

Gli orari di domani, domenica 2 ottobre 2022

Ore 09.00 apertura di tutte le Aree

Ore 17.30 chiusura dell’evento

Aperta  oggi la seconda edizione della Fiera Internazionale Fuoristrada

Il taglio del nastro dell’Aerea Expo di Viareggio a cura delle Autorità apre le porte ufficialmente al lungo fine settimana dedicato alla passione integrale e all’outdoor fortemente voluta dalla Federazione Italiana Fuoristrada con una partecipazione molto significativa di Espositori, anteprime nazionali di accessori e nuovi modelli, booked out registrato ai Tour ed occasioni di aggregazione a 360 gradi. Da oggi venerdì 31 settembre  a domenica 2 ottobre ingresso gratuito per tutti gli appassionati di off-road, ad ogni livello, e di outdoor. (nella foto allegata da sinistra: Simona Barsotti, Sindaca di Massarosa, Alessandro Russo, Comandante della capitaneria di Porto di Viareggio, Alessandro Meciani Assessore al Turismo di Viareggio, Marco Pacini, Presidente della F.I.F., Massimo Capozza, Vice Comandante del VI reparto mobile).

Grande soddisfazione espressa da Marco Pacini che, coadiuvato da circa 80 tra Istruttori e Assistenti volontari della Federazione Italiana Fuoristrada, nell’anno in cui la Scuola Federale compie 40 anni di attività, è riuscito a far crescere la manifestazione che si conferma punto di riferimento del mondo del fuoristrada a tutto tondo con oltre 70 espositori ospitati in un’area EXPO raddoppiata rispetti all’anno scorso (quasi un Km di lunghezza) tra  cui Accessoristi di altissimo livello e tutto il meglio del Mondo del 4×4 e del Mondo outdoor, in costante crescita innovativa.

Boom di iscrizioni anche ai Tour alla scoperta delle Cave del Corchia durante tutto il fine settimana e grande interesse dimostrato per i Tour Bio in 4×4 alla scoperta dei gusti, sapori, colori ed eccellenze toscane, senza dimenticare l’importanza del settore storico che culminerà, domenica 2 ottobre, con la seconda edizione del Tour Storico dedicato ai veicoli 4×4 con almeno 25 anni di età. 

L’assessore al Turismo e alle attività produttive del Comune di Viareggio Alessandro Meciani ha commentato “Una manifestazione completa, dinamica, in crescita con espositori che credono in questo evento che mette il territorio al centro del mondo del 4×4 che i Comuni della Versilia accolgono con entusiasmo e che, grazie alla Federazione Italiana Fuoristrada può scoprire ed apprezzare anche il nostro territorio”.

Una seconda edizione, cresciuta in numeri ed importanza, che grazie alla collaborazione dei comuni limitrofi permetto di far conoscere i valori ambientali, sportivi e culturali del nostro territorio – chiosa Simona Barsotti, Sindaca di Massarosa. Massarosa ha individuato un’area specifica adatta ad ospitare la passione del fuoristrada consapevole e nel rispetto della natura, non più da demonizzare ma al contrario da valorizzare come momento di aggregazione per intraprendenti fuoristardisti e famiglie intere, invitati alla scoperta delle ricchezze paesaggistiche e delle tradizioni enogastronomiche e culturali della Toscana”.

Curiosando tra gli stands della prima giornata di manifestazione oltre alle anteprime delle Case Auto, Moto e Quad scopriamo delle chicche che meritano una menzione particolare.

Nel settore Outdoor, per una camperizzazione accessibile a tutti CampUp ha ideato una piattaforma semplice e leggera, di solo 30 kg, che si installa sulle barre porta-tutto di qualsiasi auto o van e funge sia da portapacchi che da porta-tenda, proponendo una camera da letto mignon con vista dal tetto.

In fiera un esempio di Panda camperizzata, dotata anche di minuziosa personalizzazione interna.

Lato off-road duro e puro, invece, 4Tecnnique espone un modello assolutamente unico ed introvabile, giunto direttamente dagli USA: l’unico esemplare attualmente presente sul suolo italiano di FORD BRONCO, che sta spopolando negli stati Uniti. Un’esclusiva per il pubblico della manifestazione che ha l’occasione di ammirare, in anteprima, una vera rarità.

Questi gli orari di domani, sabato 1 ottobre 2022

Ore 09.00 apertura di tutte le Aree

Ore 18.00 chiusura delle Aree Experience 1 e 2

Ore 19.00 chiusura dell’Area Expo

A fine mese la Fiera Internazionale del Fuoristrada a Viareggio.

La Fiera Internazionale Fuoristrada, in calendario dal 30 settembre al 2 ottobre sul lungomare di Viareggio, nel cuore della Versilia, è la manifestazione ideale per tutti gli appassionati italiani ed internazionali di off-road che avranno l’opportunità di ritrovarsi e partecipare ad un evento unico nel suo genere in un territorio naturale ed esclusivo. L’edizione 2022 introduce alcune importanti novità legate alle Aree Experience che si riconfermano due. L’ EXP 1, nell’Off -Road Park Versilia, è il parco divertimenti del fuoristrada, tarato su più livelli di difficoltà, ma la novità della seconda edizione prevede, accanto alle prove a bordo dei modelli proposti della Case Automobilistiche anche la possibilità di realizzare i test drive a bordo dei mezzi super performanti realizzati dai preparatori più rinomati del settore. L’area EXP 2, invece, proietta i SUV 4×4 nell’inedita area test drive realizzata a Viareggio ed è riservata alle novità proposte in prova dalle Case Automobilistiche, partner della manifestazione. Rispondendo alle richieste del pubblico intervenuto alla prima edizione della Fiera Internazionale Fuoristrada, quest’anno la prova dei mezzi è molto più vicina all’Area Espositiva e consente di accedervi a piedi rapidamente, direttamente dall’Area Expo.

L’area Experience, dunque, incarna il genuino spirito dinamico della manifestazione progettata dalla F.I.F. in un contesto totalmente naturale, sfruttando le pendenze del terreno ospitante, dove i visitatori oltre a testare le novità messe a disposizione dalla Case Auto con istruttore FIF potranno assistere alle dimostrazioni pratiche di preparatori e salire a bordo delle vetture allestite per una live experience davvero emozionale.

Per chi desidera conoscere tutte le novità del settore accessori, a Viareggio GARMIN propone tutto il meglio della sua “linea off-road” con prodotti che si confermano alleati ideali per tracciare i percorsi ed i Tour ideati dalla Federazione. Alla manifestazione versiliese GARMIN propone alcuni tra i suoi più robusti navigatori a partire dal famoso Overlander, adatto a tutti i terreni con navigazione sia su strada che fuoristrada e mappatura topografica di tutta Europa per viaggiare ovunque, in totale sicurezza. Tra i navigatori GPS Touchscreen presentati in Fiera, la versione portatile Montana ® 700 offre funzioni evolute dedicate all’outdoor all’interno di un dispositivo da soli 5”, ideale per i percorsi a piedi, in bici, in moto o ATV, grazie alle mappe stradali e sentieri precaricati. È possibile rimanere sempre connessi grazie alla tecnologia inReach Mini 2 che è inserita in un comunicatore satellitare compatto, un utile e leggero compagno di viaggio che permette, all’occorrenza, di lanciare un messaggio S.O.S e di rimanere connessi anche quando i telefoni cellulari non lo consentono o di ritrovare la strada, qualora uno si perdesse. E ancora Tread Powersport Navigator, il robusto GPS per gli sport motoristici, consente di rimanere in contatto e non perdere le tracce del proprio gruppo durante le escursioni attraversando, ad esempio, una zona di boscaglia, grazie alla funzione group tracking che permette di condividere la posizione fino a 20 Rider. Un altro “must have” dallo stile accattivante e adatto ad ogni attività all’aria aperta è lo smart swatch Instinct 2, impermeabile fino a 100 metri e resistente a urti e shock termici.

Midland da cinquant’anni sviluppa soluzioni per la radio comunicazione che rispondano a ogni tipo di esigenza, dalla mobilità a bordo di camion e automezzi in tutto il mondo ai Walkie Talkie per il lavoro, per il tempo libero e per il turismo, senza dimenticare le radio marine e le radio amatoriali. Alla Fiera Internazionale Fuoristrada presenzierà all’interno dello stand di AF  4×4 con i suoi prodotti più innovativi dedicati al mondo outdoor e off-road tra cui il CB Hands Free Kit, il nuovo kit Midland che permette di parlare via CB mentre si guida senza staccare le mani dal volant. Midland M5, dalle dimensioni compatte e una particolare configurazione, permette di inserire il corpo radio nel vano porta oggetti o persino nel baule: il CB nel microfono consente di avere sempre tutto a portata di mano grazie ai comandi posizionati direttamente sul microfono e al display LCD per visionare canali, bande e settaggi. Alan 42 DS, infine, è il ricetrasmettitore CB portatile per eccellenza rivisto nell’elettronica per rendere l’esperienza audio unica: l’apparato multi-standard permette di selezionare qualsiasi banda europea e operare in tutti i paesi EU e il Noise Blanker, inoltre, elimina i disturbi causati da fonti esterne o dall’automezzo per un’esperienza in totale comfort acustico. 

Per affrontare la guida in 4×4 è necessaria una perfetta visibilità per identificare facilmente gli ostacoli, affrontare ogni percorso e terreno in sicurezza e gestire anche le condizioni più estreme. La gamma di prodotti OSRAM si distingue per l’eccellente luminosità e l’elevata temperatura di colore in qualsiasi ambiente: migliorando la visibilità da vicino e da lontano, ottimizzano, al contempo le prestazioni di guida.

Alla seconda edizione della Fiera Internazionale Fuoristrada, OSRAM propone la tecnologia LED più innovativa e all’ avanguardia con una gamma completa di lampade retrofit LED adatte all’illuminazione automobilistica in ogni condizione. Ai visitatori della manifestazione di Viareggio verranno illustrate nel dettaglio le tre famiglie di prodotti di lampade retrofit LED di ultima generazione: LEDriving HL Easy dall’eccezionale luminosità che garantisce le stesse dimensioni delle lampade standard, seppure ultracompatta e dotata di pratico sistema plug&play oltre a non necessitare di adattatori o cappucci. LEDriving HL BRIGHT che offre fino a +300% di luminosità per viaggiare sempre in massima sicurezza, anche grazie all’effetto luce diurna e LEDriving HL INTENSE, specificatamente ideata per uso off-road, che si conferma la lampada LED più performante di sempre con una luminosità fino al +350%.

Dal 30 settembre Fiera Internazionale Fuoristrada 

 A beneficio di tutti gli appassionati del settore, la seconda edizione della Fiera Internazionale Fuoristrada, in calendario dal 30 settembre al 2 ottobre prossimi nel cuore della Versilia, propone la partecipazione a Tour adatti ad ogni esigenza, capacità e gusto.

Per chi sceglie di trascorrere qualche ora a bordo di mezzi off-road duri e puri, il Tour alla scoperta della Cave del Corchia fa al caso suo. Organizzato e con il supporto degli Istruttori della Federazione Italiana Fuoristrada, il tour è riservato a tutti i veicoli fuoristrada dotati di 4 ruote motrici e ridotte, con  ritrovo alle ore 09.00 e alle ore 11.00 di sabato 1 ottobre e domenica 2 ottobre e partenza dalla Piazza Del Mercato di Massarosa in Via Cavalieri di Vittorio Veneto, 114 , Massarosa – Lucca.

L’itinerario di circa 100 Km di percorrenza e quasi 4 ore di guida si snoda tra asfalto e off-road alla volta del Monte Corchia, il rilievo montuoso del Parco regionale delle Alpi Apuane, sito a ben 1677 metri sul livello del mare che riveste un notevole interesse soprattutto speleologico, ma anche alpinistico, paesaggistico e naturalistico.

A partire da Massarosa, il percorso prevede un passaggio dalla Città Nobile di Pietrasanta e una sosta al Palazzo Mediceo di Seravezza, storica residenza estiva della famiglia Medici, prima di avventurarsi sui sentieri in direzione di Levigliani, porta di accesso alle Cave.

Oltre a godere del paesaggio estremamente suggestivo del più vasto complesso carsico delle Cave del Corchia, il Tour offre la possibilità di accedere alle Cave di marmo Tavolini e Piastraio: quest’ultima propone una sezione ‘a cielo aperto’ ed una ‘in galleria’, per un’indimenticabile esperienza all’interno di una marmorea cattedrale naturale con ampie finestre che lasciano intravedere l’esterno. La vista mozzafiato da queste alture, nelle giornate particolarmente terse, consente di spaziare oltre l’orizzonte, fino ad individuare la Corsica.

Per chi desidera vivere un’avventura speciale, magari in compagnia dei proprio cari e a bordo del proprio mezzo alla scoperta culturale ed enogastronomica del territorio, il Tour Bio in 4×4 è la sua scelta ideale. Riservato sia ai veicoli a trazione integrale che ai Suv,  propone nei tre giorni di manifestazione diversi slot di orari a partire dalle ore 14.30 di venerdì 30 settembre, e  per tutta la giornata di  sabato 1 e domenica 2 Ottobre.  Con ritrovo e  partenza dalla Piazza Del Mercato di Massarosa, Via Cavalieri di Vittorio Veneto, 114, Massarosa – Lucca, il percorso di circa 4 ore, sotto la guida degli Istruttori della Federazione Italiana Fuoristrada, si snoda tra aziende bio esclusive e l’Oasi di Lipu del lago di Massaciuccoli.

Le soste includono l’Azienda agricola Oligea, la prima filiera italiana dell’eucalipto biologico responsabile della coltivazione, estrazione e produzione di olii essenziali bio e naturali garantiti Made in Tuscany; la Tenuta Mariani Azienda Agricola certificata bio e produttrice di olio e di vini i cui vigneti in costa conferiscono al prodotto finale un gusto unico e naturale; una tappa alla Piaggetta, splendida residenza d’epoca, sulle rive del lago di Massaciuccoli, all’interno del Parco di Migliarino-San Rossore. Nota soprattutto per la permanenza di Giacomo Puccini che – narra la leggenda – fosse  solito accedere direttamente al lago per comporre le sue opere a bordo della sua imbarcazione, la villa offre accogliente ospitalità a tutti i visitatori.  Il Podere Lovolio è un agriturismo che inaspettatamente offre al pubblico la visita a opere d’arte straordinarie e a due templi, fuori dal tempo. Per concludere in bellezza il Tour, l’imperdibile visita all’Area archeologica e alla Riserva Naturale del lago di Massaciuccoli conquisterà il cuore di gruppi di amici e famiglie esploratrici.

Infine, per tutti gli amanti delle leggende automobilistiche, anche il Settore Storico F.I.F, prezioso strumento per la salvaguardia e la conservazione dei fuoristrada classici, sarà presente alla Fiera Internazionale Fuoristrada con uno spazio espositivo sul lungomare di Viareggio: i protagonisti della storia del fuoristradismo mondiale, insieme ai responsabili del settore, saranno a disposizione degli appassionati.

Domenica 2 ottobre, inoltre, è in programma la seconda edizione del Tour Storico, dedicato ai veicoli 4×4 con almeno 25 anni di età, alla scoperta delle zone più belle d’Italia, coniugando l’aspetto escursionistico con quelli culturale e gastronomico. Con partenza dalla Piazza del Mercato di Massarosa, dopo un percorso in fuoristrada “leggero”, idoneo anche ai veicoli più datati in direzione di Torre del Lago, i mezzi raggiungeranno Viareggio e il loro parcheggio riservato alla manifestazione. Durante il Tour verranno visitate alcune aziende agro-alimentari della zona ed è prevista la traversata del Lago di Massaciuccoli a bordo della Motonave Airone, con partenza dall’Oasi LIPU e arrivo all’approdo Puccini di Torre del Lago.

La partecipazione è riservata a tutti gli iscritti del Settore storico della Federazione Italiana Fuoristrada, ma anche i non iscritti potranno partecipare contribuendo con una quota assicurativa giornaliera calmierata (per info e iscrizioni: https://www.fiera.fif4x4.it/)

Blog su WordPress.com.

Su ↑