Ricerca

Gino Bruni

Il mio blog

Categoria

Genova

“La Superba in 500” Raduno a Genova

Organizzato dal Fiat 500 Club Italia con il Patrocinio del Comune di Genova, della Regione Liguria e del Consorzio delle Pro Loco di Genova, nel fine settimane è in programma il raduno “La Superba in 500”.

Il rapporto che accomuna il Fiat 500 Club Italia e la Città della Lanterna è sempre stato costante e proficuo, basti pensare alla collaborazione con la “Band degli Orsi”, l’associazione di volontariato che si occupa di assistere i piccoli pazienti del Gaslini e delle loro famiglie, e che ogni 6 gennaio realizza una speciale festa della “Befana” con i cinquecentisti che portano doni ai ricoverati.

 La manifestazione è stata presentata oggi nel salone del Comune di Genova alla presenza di alcune autorità che hanno commentato con questi toni l’iniziativa:.

“Mi ha impressionato molto favorevolmente – ha dichiarato Domenico Romano, fondatore del Fiat 500 Club Italia – la disponibilità e l’entusiasmo dimostrato dal Comune di Genova e della Regione tramite gli assessori competenti per quanto riguarda l’idea di un Raduno a Genova merita molto: Garlenda ha dei solidi legami con questa città anche grazie all’amicizia che dura da ormai ventidue anni con La Band degli Orsi del Gaslini.”

“Ci sono molti aspetti positivi da sottolineare in quest’appuntamento del week end – dichiarano gli assessori al Turismo e alle Pro loco del Comune di Genova –. Il raduno ‘La Superba in 500’, organizzato con il Patrocinio del Comune, della Regione e del Consorzio delle Pro Loco, è un ulteriore segnale di ripartenza dopo un periodo difficile. Siamo orgogliose di ospitarlo a Genova, città dove il Fiat 500 Club Italia ha organizzato altre iniziative, in particolare con l’Ospedale Gaslini. Anche stavolta – e questo è il secondo elemento da segnalare – c’è uno speciale legame con la solidarietà, essendo prevista una collaborazione con la ‘Band degli Orsi’, l’associazione di volontariato che si occupa di assistere i piccoli pazienti del Gaslini. Ultimo (ma non ultimo) aspetto in termini d’importanza è la ricaduta d’immagine che eventi di questo tipo sono in grado di generare per la città”.

“La 500 non è solo un’automobile, ma come la Vespa è il simbolo di un’epoca e per tanti italiani è stato è il primo mezzo con il quale si è conquistata la libertà di movimento – afferma l’Assessore allo Sport di Regione Liguria che prosegue – i raduni di auto storiche rappresentano un’occasione per esaltare le bellezze del nostro territorio con percorsi e prove alla guida di vetture appartenenti a epoche dove la tecnologia e l’elettronica erano solo nei fumetti di fantascienza. E il fascino sta proprio qui, la riscoperta dell’antico rapporto tra il guidatore e la sua auto”.

“Questo evento unisce promozione del territorio, passione, storia ma anche solidarietà e amore verso i piccoli pazienti del Gaslini grazie all’impegno dell’associazione di volontariato Band degli Orsi” – conclude l’Assessore allo Sport che ha la delega anche alla Tutela dell’Infanzia di Regione Liguria – Questa amministrazione regionale ha investito molto in queste iniziative e anche per il futuro l’impegno è garantito”.

Il programma della due giorni della “Superba in 500” avrà inizio nel pomeriggio di sabato prossimo, dalle ore 14 alle 19, con l’accoglienza dei partecipanti in Piazza Caricamento e al Porto Antico; i partecipanti avranno la possibilità di visite al centro storico e ai musei: tra le proposte, la Cattedrale di San Lorenzo con le sue Torri e il Museo del Tesoro, il Museo della Curia, il Galata-Museo del Mare/sommergibile “Nazario Sauro”, il tour in pullman City. Il tutto in attesa della cena di beneficenza con intrattenimenti, prevista a Palazzo Ducale nel Salone del Maggior Consiglio alle 20,30.

Per domenica il programma prevede la sfilata delle vetture per le vie del centro cittadino da Piazza Fontane Marose, Piazza De Ferrari e Via XX Settembre, un tour in battello per i partecipanti prima della conclusione dell’evento.

Foto d’archivio

Il Porto dei piccoli al Salone Nautico di Genova propone il mare come terapia per bambini.

Tra i partecipanti del Salone Nautico di Genova (in programma dal 22 al 27 ottobre) ci sarà anche Il Porto dei piccoli, per parlare di mare come terapia per aiutare i bambini malati e sostenere le loro famiglie.

Da anni l’Associazione, fondata da Gloria Camurati, porta il mare e la cultura che ne deriva a tutti i bambini e i ragazzi che affrontano la malattia, offrendo loro dei momenti di evasione ludico-didattica, spezzando la routine ospedaliera.

Cani da salvataggio, soccorritori esperti, pescatori, biologi marini, educatori, ricercatori scientifici, psicologi, e come ambassador tanti campioni del mondo dello sport, come il surfista Matteo Iachino, la canoista Amanda Embriaco, i nuotatori Alberto Razzetti e Francesco Bocciiardo, lo skipper Furio Benussi, e la powerlifter Elisa Corda. Questi gli ingredienti del mix de Il Porto dei piccoli.

L’associazione sarà presente al Salone Nautico con due postazioni, una all’interno del Padiglione B, dove gli operatori illustreranno le attività realizzate nell’ultimo anno e quelle in programma, spiegando in che modo queste possano aiutare bambini e ragazzi ad affrontare la malattia, e una seconda nella sala longe subito fuori il padiglione, insieme al team The Ocean Race, la famosa gara di vela intorno al mondo, che nel 2023 farà la tappa conclusiva a Genova. Il Porto dei piccoli, infatti, sarà coinvolta nelle attività che proporrà la città per questo gran finale.

L’Associazione prende spesso parte a eventi sportivi legati al mare, poiché si tratta di due elementi in grado di migliorare notevolmente la vita di tutti noi e, in particolare, di chi sta male.

Dopo aver sostenuto Matteo Iachino, ambassador dell’associazione, nella traversata record in windsurf dalla Liguria alla Corsica, il prossimo 8 ottobre a Trieste sarà a bordo dell’Arca Maxi di Arca Fondi SGR durante la regata velica internazionale Barcolana, insieme ad un gruppo di pazienti pediatrici dell’ospedale Burlo Garofolo. Per qualche ora i bambini lasceranno i loro letti di ospedale, toglieranno i pigiamini e vestiranno i panni di un vero equipaggio velico durante un evento internazionale. Un evento importante, che segna anche l’inizio della collaborazione tra il nosocomio e l’Associazione.

Di seguito alcune delle attività che Il Porto dei piccoli porterà al Salone nautico di Genova:

Let’s go to the beach

Progetto che desidera offrire ai piccoli pazienti dell’Istituto Giannina Gaslini di Genova un momento di svago in spiaggia, con laboratori ludico-didattici ad hoc e attività in collaborazione con la Guardia Costiera, la Scuola Italiana Cani da Salvataggio e la Croce Rossa Italiana.

Sailing for children in hospital

Progetto che prevede l’avvicinamento alla cultura del mare e dello sport partendo dall’Istituto Gaslini di Genova per poi «navigare» insieme all’equipaggio di Fast and Furio verso tutte le principali pediatrie italiane. Questo progetto è stato possibile grazie al contributo di Banca Carige, Arca Fondi SGR e la partecipazione di Fast and Furio.

Un solo mare per tutti

Progetto che punta a sensibilizzare i bambini alla valorizzazione e al rispetto per l’ambiente, tramite l’impresa e la realizzazione del sogno di Matteo Iachino, che ha compiuto la traversata del Mar Ligure dalla Liguria all’isolotto della Giraglia a bordo di un windsurf in modo completamente sostenibile.

Galleggiando bolleggiando

Con questo evento l’Associazione Il Porto dei piccoli, il Comitato Croce Rossa Italiana di Pontedassio (IM), e la squadra OPSA – Operatore Polivalente Salvataggio in Acqua del Comitato Regionale della Liguria hanno portato in spiaggia minori con disabilità motorie, temporanee o permanenti, per godere della bellezza del mare e di tutti i benefici psicologici che questo comporta.

Porto dei… Piccoli

Iniziativa annuale del Porto dei piccoli la cui finalità è condurre i bambini alla scoperta delle molteplici realtà che lavorano in sinergia all’interno del porto. Si svolge grazie al supporto dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale.

L’Automobile Club Genova ricorda Susanna Marotta

Si è tenuta oggi la cerimonia commemorativa di Susanna Marotta, “storica” direttrice dell’Automobile Club Genova, scomparsa il 25 maggio del 2021 dopo 18 anni di “guida sicura”.

Il Presidente Carlo Bagnasco e il Direttore Raffaele Ferriello hanno “scoperto” una targa nel salone dell’Automobile Club Genova, alla presenza del Questore Orazio D’Anna, degli Assessori comunali Lorenza Rosso, Paola Bordilli, Marta Brusoni e Matteo Campora, del consigliere regionale Stefano Anzalone, dell’Amministratore Delegato di Aciglobal, Francesco Mazzone, e del Presidente del Coni Liguria Antonio Micillo.

“Il mio percorso in Aci è iniziato grazie a Susanna”, ricorda Carlo Bagnasco. “L’amore viscerale che aveva per questo ente e la profonda abnegazione al lavoro sono stati per me il principiale stimolo per iniziare questa avventura alla presidenza dell’Automobil Club Genova. Susanna è stata il vero motore, per molto tempo di Ac Genova. Ci ha lasciato un’eredità importante fatta di professionisti uniti da un clima di affetto familiare che solo una grande donna come lei poteva creare, e che spero, nel suo vivo ricordo e con il mio costante impegno, di onorare. Quest’oggi è un giorno importante per tutti i presenti. Susanna è presente e vive nel cuore di ognuno di noi e in ogni angolo di questa sede e di questa famiglia che ha tanto amato e giorno dopo giorno costruito”.

A Susanna Marotta è stata dedicata anche la prima edizione del Raduno Storico Ac Genova e, nell’occasione, sono state illustrate due importanti attività promosse dall’Automobile club Genova. “Nel nome e in ricordo di Susanna Marotta – sottolinea il direttore Raffaele Ferriello – abbiamo realizzato due iniziative. Per prima cosa abbiamo donato due borse di studio che saranno destinate a ragazzi assistiti dalla Fondazione Ecoeridania Insuperabili e, in collaborazione con Lions Club Genova Sampierdarena, stiamo organizzando un concerto con la Fossati Project Band per il 30 ottobre prossimo all’Auditorium di Palazzo Rosso. Il ricavato sarà destinato all’acquisto di una apparecchiatura per il reparto di oncoematologia pediatrica dell’Istituto Gaslini di Genova a cui il nostro Automobile Club dedicherà anche altre iniziative di raccolta fondi”.

Al termine della Cerimonia presso la sede di Ac Genova, è stato dato il via ufficiale alla seconda tappa 2022 di “Ruote nella Storia”. Le auto storiche iscritte hanno attraversato le vie cittadine in direzione Pegli, Prà e Voltri con ritorno a Pegli dove si sono fatte ammirare sul lungomare. L’intenso programma della giornata ha previsto anche la celebrazione della S.S. Messa in Largo Calasetta in memoria di Susanna Marotta e a seguire un momento di convivialità con l’aperitivo di benvenuto presso il bar-ristorante Rombo Nord in piazza Porticciolo con, a seguire, il pranzo presso il ristorante “Cantine del Medi” all’hotel Mediterranee.

Genova: 750 ragazzi per SportAbility Day

Emozioni a non finire per la seconda edizione dello SportAbility day ospitato dall’impianto polisportivo della Sciorba e organizzato dall’Associazione Stelle nello Sport con il sostegno di Regione Liguria e Comune di Genova. 

Oltre 750 i partecipanti nelle trenta aree sportive allestite sia all’interno dello Stadium sia in piscina. Tra loro, atleti già tesserati per le società sportive del Comitato Italiano Paralimpico e di Special Olympics ma anche e soprattutto ragazze e ragazzi con disabilità che, accompagnati dalle loro famiglie o insieme ai volontari delle loro associazioni onlus-aps, hanno scoperto e provato, per la prima volta, diverse discipline.

A inaugurare questo straordinario villaggio sportivo senza barriere, prima di dar via alle attività, una speciale sfilata con le oltre 50 associazioni presenti all’evento e due speciali campioni Francesco Bocciardo, tre volte medaglia d’oro nel nuoto alle Paralimpiadi di Londra e Tokyo, insieme a Vittorio Podestà, plurimedagliato nella Hand Bike ai Giochi di Pechino, Londra e Rio de Janeiro. Con loro anche 

numerosi atleti paralimpici: Andrea Azzarito (Nuotatori Genovesi), Tommaso Libertini (Genova Badminton Club), Vittoria Oliva (Tennistavolo Don Bosco Varazze), i campioni d’Italia della danza Simone Capelli (in coppia con Federica Benvenuto) e Laura Del Sere (in coppia con Andrea Barberis). L’in bocca al lupo a tutti i partecipanti è arrivato dalle assessore Ilaria Cavo (Politiche Sociali Regione Liguria), Simona Ferro (Sport Regione Liguria), Alessandra Bianchi (Sport Comune di Genova) insieme a Maurizio Uremassi, presidente Municipio Media Val Bisagno. 

Tanti gol nei due tornei patrocinati dalla Figc Dcps e Figc Sgs. In mattinata applausi per BIC Genova (2 squadre), Insuperabili Genova (2 squadre), Divertime, Insuperabili Torino e Ticinia Novara, nel pomeriggio per Propontedecimo, Athletic Club Albaro, Sestrese, Baiardo, Genova Calcio, Città Giardino, Ligorna, Campomorone Sant’Olcese. Emozioni davvero uniche per il derby femminile tra Sampdoria e Genoa (ore 16). Nel terzo campo di calcio allestito da MySport, il ritorno di Insuperabili e We Play Football con la novità del Meeting Special Olympics dedicato al calcio e alcuni percorsi di abilità individuali curato da Eunike insieme al coordinatore tecnico nazionale Massimo Micci. Hanno partecipato Eunike, Free Sport, Viceversa e Canottieri Velocior Spezia.  

Chiusura di giornata in piscina con la staffettona di nuoto, coordinata da My Sport. La merenda per tutti è stata offerta dagli event partner Panarello e Tossini. Ad applaudire e incoraggiare i ragazzi, impegnati sul campo, sono intervenuti anche Christian Puggioni, Simone Spinelli (ideatore di We Play Football) e Fabio Incorvaia (promotore della Jetski Therapy).

Genova: si avvicina il raduno La Superba in 500

Sabato, 24 e domenica 25 settembre, organizzato dal Fiat 500 Club Italia , è in programma un raduno di vecchie Fiat 500 a Genova.

La partecipazione è riservata ai Soci del Fiat 500 Club Italia (con iscrizione attiva nell’anno in corso); la quota di partecipazione è di 15,00€ a equipaggio.

Questo il programma del raduno:

Sabato 24 settembre

Dalle ore 14 alle 19.00 accoglienza dei  partecipanti in Piazza Caricamento e Porto Antico. Sono previste ;

visite guidate del Centro Storico, alla Cattedrale di San Lorenzo con le sue Torri e annesso Museo del Tesoro, il Museo della Curia, Galata Museo del mare – sommergibile Nazario Sauro.

Alle ore 20.30 è prevista la cena di beneficenza con intrattenimento in favore della “Band degli Orsi” a Palazzo Ducale Salone del Maggior Consiglio.

Durante la serata sono previsti appuntamenti musicali ev ari intrattenimenti.

 Il costo della cena è di 40 € a persona.

Domenica 25 settembre

Dalle ore 8,30 ritrovo presso Piazza Caricamento e Porto Antico.

Colazione e partenza per il corteo per le vie del centro città (Piazza Fontane Marose, Piazza De Ferrari, Via XX Settembre…)

Giro in battello per ammirare Genova dal mare, gratuito per il conducente della 500 e con costo agevolato per gli eventuali accompagnatori. La giornata proseguirà con visite guidate al centro di Genova.

Alle ore 15,00  ci saranno i saluti finali e la consegna  dei gadget  in ricordo della manifestazione.

Per ricevere informazioni dettagliate contattare: Teresio Parodi tel. 347 2358715.

La storia del Salone Nautico Internazionale di Genova

Il Salone Nautico Internazionale di  Genova organizzato da Confindustria  nautica è un evento che conta ben 61 edizioni già all’attivo, è espressione di un patrimonio unico, capace di coniugare storia, conoscenza, competenza, saper fare, design, tecnologia, innovazione, ricerca, sviluppo e business. Una realtà capace di saldare la solidità del passato con la visione del futuro, affermandosi come modello di evento all’avanguardia, efficace e concreto, che ha dato prova di forza e resilienza.

Il 22 settembre sarà inaugurato il 62° Salone Nautico Internazionale di  Genova, un evento che riflette l’eccellenza a livello mondiale del settore della  nautica da diporto italiana, e si conferma specchio di un mercato caratterizzato da un trend di crescita molto sostenuto, a conferma dell’autorevolezza e della forza della manifestazione.  Genova è “la casa” della  nautica del nostro Paese, per la sua storia e per la cultura marinara. Non solo rappresenta da sempre il mondo della produzione mondiale del settore, ma è indiscusso motore di sviluppo per l’intero comparto. Un punto di riferimento per tutto il settore, che favorisce il confronto e la crescita. Un evento che ogni anno attrae visitatori da diversi Paesi e accende la città. Un luogo dove innovazione, design, tecnologia e Made in Italy s’incontrano da oltre 60 anni.

Il Salone Nautico di  Genova è nato il 7 gennaio 1962. È la rassegna della  nautica da diporto italiana e l’unico salone italiano che fa parte del circuito internazionale. A  Genova, nel 1956, era nato l’Ente Fiera di  Genova, con il mandato di organizzare “manifestazioni fieristiche delle attività legata a comunicazioni marittime, fluviali e lacuali, comunicazioni aeree e telecomunicazioni”. Il presidente della Fiera è Giuseppe De Andrè, padre del cantautore Fabrizio De Andrè, e aveva in passato ricoperto anche la carica di vicesindaco della città. Per quanto riguarda il Salone, mette in evidenza la necessità di costruire i padiglioni della Fiera affinché il Salone Nautico possa nascere.

La costruzione dei padiglioni ha inizio nel 1959. I lavori procedono speditamente e il 27 gennaio 1962 apre il 1° Salone Nautico. Partecipano 430 espositori, provenienti da 18 nazioni. Nel dettaglio, gli italiani sono 254 e gli stranieri 176 (tra cui gli inglesi, all’epoca il punto di riferimento mondiale con il Boat  show di Londra). Le barche sono esposte nei padiglioni. Nella Darsena è presente solo un motoryacht del Cantieri Picchiotti di Viareggio, un Giannutri lungo 14,50 metri. È l’unica barca a galleggiare perché gli espositori sono poco propensi a mettere le imbarcazioni in acqua: a loro avviso in acqua le barche si sporcherebbero, e viste dalla banchina le barche sembrano più piccole. Invece, appollaiate sulle loro invasature, appaiono grandissime. Imbarcazioni a vela, con l’Alpa e i suoi scafi in vetroresina, dal piccolo Flying Junior all’Alpa 8; imbarcazioni a motore, con gli scafi Italcraft, cantiere nato nel 1955 e da sempre dedicato alla velocità; i primi gommoni, che qualcuno chiamò barche soffici, targati Pirelli, Gamma, Zodiac. Questa edizione ha segnato comunque un punto di partenza e da allora il Nautico ha continuato a distinguersi come appuntamento da non perdere per gli appassionati. Per la seconda edizione, nel 1963, viene occupato, oltre al padiglione C, anche il padiglione B da poco ultimato.

Il 1964 segna una tappa importante, con l’ingresso del Salone Nautico di  Genova nell’Organizzazione internazionale dei Saloni Nautici. Ma è il 1966 l’anno di svolta: il Salone Nautico passa sotto l’egida di UCINA Confindustria  nautica, l’Associazione senza fini di lucro che rappresenta le industrie e le imprese della  nautica da diporto. Viene stabilito inoltre un fortunato gemellaggio con il Boot di Düsseldorf. Da questo momento il Salone Nautico diventa un momento irrinunciabile sia per sviluppare business, sia per avviare e promuovere relazioni internazionali con l’industria che conta. L’evento si arricchisce di tavole rotonde, convegni, presentazioni a carattere sportivo e appuntamenti glamour.

Genova il mondo della  nautica e tutto quanto ruota attorno ad esso. 

Nel corso degli anni ‘80, il Salone Nautico di  Genova cresce guadagnando nuovi spazi sul mare, per evolversi in modo inarrestabile nel decennio successivo.

La crisi che ha negli anni recenti attraversato l’economia italiana e non solo a partire dal 2008 e che ha coinvolto anche il settore della  nautica, ha richiesto un surplus d’impegno cui UCINA Confindustria  nautica non si è sottratta, riuscendo a traghettare il Salone Nautico in porto nonostante il mare in tempesta. L’avvenuto rilancio del comparto è il traguardo che ha illuminato tutti gli sforzi e le risorse messe in campo, sempre fermamente orientati alla ripresa e alla crescita.

Nel 2014 il Salone Nautico di  Genova si attesta come il salone più frequentato del Mediterraneo, con oltre 100.000 visitatori e più di 750 espositori. Significativo e partecipato il coinvolgimento della stampa, con la presenza di circa 1.500 giornalisti provenienti da tutto il mondo.

Per cinque anni consecutivi il settore della  nautica da diporto, fiore all’occhiello del made in Italy ed eccellenza di primo piano del Paese, vedrà una crescita a doppia cifra.

Il 2018 segna la prima visita ufficiale di un Presidente della Repubblica al Salone Nautico, con la presenza del Presidente Sergio Mattarella.

Nel 2020, nel contesto complesso dell’emergenza sanitaria da pandemia Covid-19, il 60° Salone Nautico di  Genova, organizzato da Confindustria  nautica ha rappresentato un evento unico, il solo evento gestito in presenza in Europa nel segno dell’efficacia e della qualità dei contatti per gli espositori, che ha registrato una forte presenza di pubblico qualificato e orientato al business: un’edizione modello di sicurezza e di gestione, frutto di un grande lavoro a sostegno del comparto e delle imprese del settore nel momento più critico di sempre per l’economia mondiale, che ha dato un segnale forte per la ripartenza dell’economia ed ha acceso i riflettori di tutto il mondo sull’evento e sulla città.

Quella del 2020 era stata un’estate particolare, che ha fatto scoprire la  nautica da diporto ad un gran numero di italiani, e quindi positiva per il settore: nel contesto dell’emergenza sanitaria, la vacanza in barca è stata percepita, a ragione, come sicura, a bassa aggregazione e ideale per il distanziamento. Questo ha riguardato tutte le fasce di mercato. E il 60° Salone Nautico ha costituito un momento strategico per il consolidamento di questi risultati e ha consentito da una parte al pubblico di avere a disposizione un’esposizione completa dell’offerta internazionale di settore e agli espositori di raccogliere e soddisfare la domanda del mercato. L’anno successivo, Il 61esimo Salone Nautico di  Genova si è confermato il punto fermo della nautica, come recitava la fortunata campagna di comunicazione.

Alcuni numeri per sintetizzare il percorso fatto dal 1962 ad oggi. Ai 30 mila metri quadrati del quartiere fieristico del primo Salone Nautico e ai 430 espositori si contrappone oggi in maniera significativa un’area espositiva di oltre 200mila metri quadrati tra terra e acqua e la presenza, nell’edizione numero 61 tenutasi nel 2021, di 1.000 imbarcazioni e di quasi 1.000 brand in esposizione. Ed è in continua evoluzione il percorso verso il 2023 – “Road to 2023” – che porterà alla realizzazione di un grande e innovativo Salone Nautico.

 Lo sguardo è proiettato sul futuro, con l’avvio dei lavori del nuovo Waterfront di Levante firmato da Renzo Piano, che nel 2023 darà al Salone nautico Internazionale di  Genova un layout spettacolare, funzionale e scenografico, che garantirà oltre 200 posti barca in più e un Palasport completamente rinnovato.

Oggi  siamo a pochi giorni dell’inaugurazione della 62ª edizione in programma dal 22 al 27 settembre che si presenta molto rinnovata.

I numeri del 2022

Sono oltre 1.000 le imbarcazioni presenti, 998 i brand in esposizione, mentre le novità annunciate dagli espositori sono 168” – ha sottolineato il Presidente di Confindustria Nautica, Saverio Cecchi. “Il Salone Nautico è in continua crescita, quest’anno gli spazi espositivi in acqua sono aumentati del +5,2% e ha bisogno delle nuove aree DEL waterfront di Levante già in costruzione che ci garantiranno lo sviluppo dei prossimi 10 anni”.

Vivere il mare in sicurezza: i pazienti pediatrici dell’Istituto Gaslini in spiaggia, per imparare le tecniche di soccorso

L’INIZIATIVA E’ RINVIATA A CAUSA ALLERTA GIALLA PER PIOGGIA

Sabato prossimo, 3 settembre, torna Let’s go to the beach, il progetto de Il Porto dei piccoli che con Croce Rossa Italiana porta in spiaggia i piccoli pazienti, lontano dall’ospedale per qualche ora

 Una giornata all’aria aperta, tra sole, mare e giochi sulla spiaggia, per un piccolo gruppo di pazienti pediatrici dell’Istituto Giannina Gaslini di Genova. Sabato 3 settembre tornano gli appuntamenti di Let’s go to the beach, il progetto dell’Associazione Il Porto dei piccoli in collaborazione con la Croce Rossa Italiana – Comitato Regionale Liguria, la Guardia Costiera di Genova, la sezione ligure della Scuola Italiana Cani di Salvataggio e la cooperativa Pescatori di Bagnara.

Alle 8:30 gli operatori portano in spiaggia i piccoli pazienti, che per godere di qualche ora lontano dalle mura dell’ospedale. Una giornata ludico-didattica, all’insegna della sicurezza, nel corso del quale gli esperti soccorritori della CRI spiegheranno ai piccoli pazienti le tecniche di soccorso in acqua, a nuoto o con l’ausilio della rescue-board.

Ci saranno anche delle attività per i genitori, per insegnare loro le manovre salvavita, come garantire un sonno sicuro ai propri bambini e come prestare il primo soccorso al mare in caso di incidenti. Un momento didattico e di informazione in riva al mare, ma soprattutto una bellissima occasione di svago per tutti i pazienti dell’Ospedale e le loro famiglie.

Molti gli appuntamenti che si sono susseguiti da luglio, e che continueranno anche a settembre, con laboratori a tema mare, come “Incontra il biologo”, “Sailing for children in hospital: cleaning the sea edition” e “1, 2, 3… Plastic – Art!”. Un modo per portare i piccoli pazienti al mare, regalando loro una gioiosa evasione dalla quotidianità dell’ospedale.

Scania partecipa al 62° Salone Nautico Internazionale di Genova.

Esordio di Scania al Salone Nautico di Genova, punto di riferimento e piattaforma globale di confronto istituzionale, tecnico e di mercato per operatori e appassionati della nautica e del mare.    Scania Power Solutions rafforza la propria posizione nel settore mostrando la nuova gamma di prodotti per il diporto.

Scania dimostra ancora una volta la predisposizione all’innovazione e allo sviluppo continuo delle proprie soluzioni, esordendo al Salone Nautico di Genova in programma dal 22 al 27 settembre 2022 nel capoluogo ligure. Durante la manifestazione punto di riferimento globale per istituzioni, tecnici, operatori e appassionati della nautica e del mare, Scania sarà presente all’interno della Zona Power Village (Stand YB15).

Forte di una crescita esponenziale nel mercato delle applicazioni industriali e power generation in Italia e nel mondo, Scania Power Solutions rafforza la propria posizione nel settore marino grazie alla nuova gamma di prodotti per il diporto. Il portafoglio Scania dalle prestazioni considerate tra le più efficienti sul mercato si distingue anche in questo campo per affidabilità, economia dei consumi e un rapporto peso/potenza senza eguali.

A completamento della gamma di prodotti per il diporto tutti certificati RCD2 con range di potenza ai vertici della categoria, Scania dispone di una rete di assistenza capillare, reattiva e globale. In particolare, grazie al modulo C300 per la diagnostica a distanza, la rete Scania è in grado di identificare anomalie e problematiche legate al funzionamento del motore riducendo, così, tempi e costi d’intervento.

“Scania offre risposte molto concrete alle esigenze del mercato, sempre più sensibile a severi standard sulle emissioni”, dichiara Paolo Carri, Direttore Power Solutions di ItalScania. “Grazie alle competenze acquisite e alla posizione di leadership nel mercato on-highway, ci proponiamo come fornitore di soluzioni complete anche nel diporto, forti di una rete che costituisce un fattore strategico: fare parte del nostro circuito di officine autorizzate significa automaticamente avere esperienza”, conclude Carri.

Genova: Palazzo Ducale come un museo

Dal 31 luglio aperti alle visite i Saloni affrescati, la Cappella del Doge e la Torre Grimaldina

Non solo mostre. Dal 31 luglio al 31 agosto genovesi e turisti avranno l’opportunità di ammirare gli straordinari spazi del Palazzo – Torre Grimaldina e antiche carceri, Saloni di Rappresentanza e Cappella del Doge – tutti i giorni dalle 11 alle 19 (biglietto: 5 euro intero, 4 ridotto, 3 bambini).

Il Palazzo, sede dell’antica Repubblica genovese, è oggi uno dei più importanti luoghi espositivi liguri, ma anche – per la sua storia, l’architettura e le grandi sale affrescate – un vero e proprio museo di se stesso.

Di particolare pregio il Salone del Maggior Consiglio, dove si riunivano i 400 nobili genovesi che detenevano il potere, e la Sala del Minor Consiglio, adibita alle riunioni del Governo della città.

La splendida Cappella del Doge, affrescata da Giovanni Battista Carlone alla metà del Seicento, è un vero e proprio gioiello e riassume e celebra la storia di Genova e il periodo di maggior prestigio raggiunto dalla Repubblica in quello che è ormai noto come il Siglo de los Genoveses.

La Torre Grimaldina ospita le Carceri storiche dove nel 1815 fu prigioniero anche Niccolò Paganini. Ricordiamo che nel luglio 2010 sono ritornate a Palazzo Ducale le statue di Andrea e Gio. Andrea Doria. La splendida Cappella del Doge, affrescata da Giovanni Battista Carlone alla metà del Seicento, è un vero e proprio gioiello del palazzo che riassume e celebra la storia di Genova

Con il biglietto d’ingresso al Palazzo è possibile partecipare alle visite guidate a cura dell’Associazione Amici dei Musei Liguri e di Palazzo Ducale

Blog su WordPress.com.

Su ↑