Ricerca

Gino Bruni

Il mio blog

Categoria

Motoveicoli

Reinova & Motorsport Engineering Society all’Autodromo di Imola

Sarà l’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola (BO), a ospitare, dal 26 al 30 settembre, la seconda edizione del “Motorsport Engineering Italy”.

L’evento, organizzato da MES – Motorsport Engineering Society, collaborazione con MUNER, l’Associazione delle Università dell’Emilia-Romagna, vedrà team formati da studenti universitari d’ingegneria chiamati a progettare un prototipo di moto a propulsione elettrica rispettando un regolamento che garantisce una sfida tra performance e sicurezza. I team saranno valutati davanti a una giuria che analizzerà le prestazioni dei prototipi, l’esecuzione e la realizzazione ingegneristica del progetto attraverso competenze tecniche e gare fisiche di velocità e resistenza.


A giudicare ci saranno interlocutori di primo piano, tra cui Giuseppe Corcione, CEO di Reinova, sponsor ufficiale dell’evento, oltre a molti altri rappresentanti e imprenditori di rinomate aziende della Motor Valley e del mondo automotive.
Martedì 27 settembre si svolgeranno le ispezioni tecniche, precedute da una presentazione di Giuseppe Corcione, CEO di Reinova, sponsor ufficiale dell’evento, mentre mercoledì 28 settembre, tutti i team affronteranno le prime gare su rettilineo.

BMW Italia partner del Festival della Comunicazione di Camogli.

In occasione del Festival della Comunicazione di Camogli, attraverso i racconti di Franco Antonello e dei suoi viaggi in moto con il figlio autistico Andrea, BMW Italia affronterà il tema della libertà e come questa si esprima durante un viaggio.

Per la quinta volta BMW Italia sarà il partner principale del Festival della Comunicazione, che si terrà a Camogli dall’ 8 al 11 settembre.

Questo festival che ha visto la sua prima edizione debuttare nel 2014, è presto diventato “il punto di riferimento nell’articolato panorama della comunicazione e nel dibattito intergenerazionale d’attualità del nostro Paese”.

In questa edizione, BMW Italia è stata chiamata ad affrontare il tema della libertà e lo fa grazie al coinvolgimento di Franco Antonello, chiamato come relatore, che sabato 10 settembre alle 12:15 presso la Terrazza della Comunicazione affronterà il tema “Libertà oltre i limiti: vivere on the road”.

Franco Antonello è innanzitutto un padre di un figlio autistico, Andrea, con cui è riuscito a trovare una sintonia nella comunicazione grazie a un lungo viaggio in moto per il quale erano partiti quasi per caso e senza una meta rigorosamente definita. Dopo questa esperienza, sono seguite altre avventure, altri viaggi in moto, che hanno permesso a Franco di entrare sempre di più nel mondo misterioso di Andrea. Ma Franco non si è voluto fermare alla sua personale esperienza, perché consapevole di quante altre persone stessero affrontando la sua stessa situazione ha voluto fondare “I Bambini delle Fate”, l’impresa sociale con cui cerca di aiutare le altre famiglie con figli autistici.

In diverse occasioni BMW Motorrad Italia è stata a fianco di Franco e Andrea supportandoli nei loro viaggi avventurosi in moto, e il sostegno di “I Bambini delle Fate” è una delle principali attività di BMW Motorrad all’interno di SpecialMente, il programma di responsabilità sociale d’impresa del Gruppo BMW Italia.

Ulteriori informazioni sul Festival della Comunicazione di Camogli sono disponibili sul sito: http://www.festivalcomunicazione.it/

Maggiori informazioni sull’attività di Diversamente Disabili sono presenti sul sito https://www.diversamentedisabili.it/

Giornate Mondiali Moto Guzzi 2022

Giovedì prossimo, 8 settembre, si apre a Mandello del Lario, in provincia di Lecco, l’edizione 2022 delle GMG – Giornate Mondiali Moto Guzzi.

È la festa più attesa dai Guzzisti e dagli appassionati di moto di tutto il Mondo e quest’anno è dedicata alle celebrazioni per i 100 anni di Moto Guzzi. Fondata nel 1921, Moto Guzzi non ha potuto festeggiare lo scorso anno per la situazione legata alla pandemia, per questo la festa 2022 è ancora più attesa e richiamerà a Mandello, sulla incantevole sponda lariana del Lago di Como, decine di migliaia di ospiti.

Sin dal giovedì si apriranno i portoni dell’affascinante stabilimento dove Moto Guzzi nacque un secolo fa e dove ancora si producono, con cura artigianale, le splendide motociclette col marchio dell’aquila. Per tutta la durata delle GMG 2022 sarà possibile accedere allo Shop Moto Guzzi per acquisti esclusivi e saranno attivi i test ride gratuiti, occasione unica per provare su strada la gamma delle moto Made in Mandello. Oltre alla gamma in prova sarà possibile ammirare in anteprima mondiale la nuova Moto Guzzi V100 Mandello, la moto che rappresenta il futuro di Moto Guzzi e che verrà presentata ai mercati mondiali nel prossimo mese di ottobre.

Sabato e domenica il programma della festa si completa con una serie di iniziative, a partire dalla spettacolare parata di motociclette che sabato mattina raggiungerà Mandello per sfilare davanti al mitico cancello rosso della sede Moto Guzzi in via Parodi, da sempre meta di ogni grande viaggiatore in sella a una moto dell’aquila. Sarà uno dei momenti più emozionanti delle GMG e, oltre alle migliaia di moto in parata, si prevedono decine di migliaia di appassionati sulle strade sulle quali passerà il serpentone di Moto Guzzi di ogni età.

A quel punto, e fino a tutta la domenica, sarà attivo il programma di visite gratuite alla fabbrica e al Museo che è stato recentemente ristrutturato e ospita decine di esemplari storici di Moto Guzzi, tutti recentemente perfettamente restaurati, esemplari rarissimi che compongono una collezione di valore mondiale.

Durante il weekend saranno attivi dentro lo stabilimento i punti dedicati allo street food mentre l’intrattenimento musicale sarà di altissimo livello visto che sarà curata da Virgin Radio, una garanzia per tutti gli amanti della grande musica.

Gli spazi dedicati alla customizzazione con Officine Rossopuro, al Trofeo Moto Guzzi Fast Endurance e al Photobooth completano una festa che si estende poi ben al di là dei confini della fabbrica e abbraccia tutta la cittadina grazie alle iniziative della Municipalità di Mandello, custode del profondo legame che unisce Moto Guzzi con la storia e la cultura dello splendido territorio lariano.

Il ramo lecchese del lago offre, nella prima metà di settembre, luoghi e colori incantevoli che solo il fine estate sa regalare. Le GMG 2022 saranno anche l’occasione per scoprire un territorio incantevole, sia per le famiglie sia per chi arriva in moto che potrà trovare innumerevoli itinerari per magnifiche escursioni, circondati dalle stupende Prealpi su cui domina la maestosa Grigna. Sono gli stessi itinerari dove vengono tuttora sviluppate le Moto Guzzi e sembrano disegnati proprio per regalare piacere di guida ai motociclisti alternando le strade che corrono lungo il lago, ai percorsi tipici della montagna.

Anche il mercato moto in Agosto torna positivo.

Le immatricolazioni di ciclomotori, scooter e moto segnano ad agosto una crescita del 3,2% rispetto allo stesso mese del 2021. Dopo un andamento dei primi mesi caldi dell’anno contraddistinto da un’alternanza di modesti rallentamenti e stagnazione, il mercato torna nuovamente in positivo. Nel comunicato stampa mensile diffuso da Confindustria Ancma (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori), il presidente dell’associazione Paolo Magri ha sottolineato che “malgrado la situazione congiunturale e i noti problemi globali di approvvigionamento, che riguardano tutto il settore automotive, la domanda di due ruote in Italia si mantiene viva, confermando la capacità distintiva del nostro settore di soddisfare il desiderio di nuova mobilità e passione nel mercato del trasposto privato”.

“A ridosso dell’appuntamento elettorale – ha aggiunto Magri – è altresì importante che questa capacità sia tutelata e valorizzata dal nuovo esecutivo, soprattutto di fronte all’emergenza della crisi energetica subita anche da un’industria nazionale come la nostra, che svetta in Europa in termini di produzione, volume di mercato ed eccellenza”.

Il mercato di agosto – Dopo sei mesi di segno meno, il mercato delle due ruote ad agosto torna in territorio positivo. Il mese si chiude con 16.126 veicoli venduti e una crescita di 3,2 punti percentuali sullo stesso periodo dello scorso anno. A fare la parte del leone, le moto, con 6.864 veicoli immatricolati pari a un incremento del 13,4 %. Non riescono invece a risalire la china gli scooter, che targano 7.948 mezzi e perdono il 5,17% sul 2021. Infine, prosegue la crescita dei ciclomotori, quest’anno sempre in positivo con la sola eccezione del mese di maggio: ad agosto il segmento registra 1.314 veicoli e un incremento del 10,8%.

Da gennaio ad agosto – Resta leggermente negativo il cumulato annuo (-2,4%), che fa registrare 227.425 veicoli. A doppia cifra la flessione degli scooter (-10,2), che targano 107.021 mezzi. Buona la performance delle moto, che crescono del 4,5% e immettono sul mercato 99.226 nuovi mezzi. Sull’anno, la crescita più significativa rimane quella dei ciclomotori, con 15.622 unità e un incremento del 17,7%.

Mercato elettrico – Primo stop per il settore degli elettrici, in territorio positivo dal mese di gennaio. Pesano la mancanza d’incentivi e gli effetti distorsivi di una commessa dello scorso anno dedicata allo scooter sharing: sono 597 i veicoli registrati ad agosto, pari a un calo del 25,9%. Rimane comunque vigorosa la crescita nei primi otto mesi dell’anno, con un incremento del 69,3% sul 2021 e 11.953 veicoli immessi sul mercato (a trainare sono gli scooter con +77,5% e 7.043 unità).

ACMA: Due ruote: è boom dell’elettrico per la mobilità urbana.

Nel primo semestre 2022 crescono le immatricolazioni degli scooter (+93,4% sul 2021) e dei ciclomotori (+77,4%), ottimo il risultato dei quadricicli (+157,8%). Bene le moto (+18%), mentre si conferma stabile l’andamento delle e-bike

La mobilità urbana in Italia cambia pelle e alimentazione. Nel primo semestre 2022 il mercato delle due ruote a trazione elettrica ha fatto segnare un robusto +82,2% sullo stesso periodo dell’anno precedente, portando l’incidenza dei veicoli a zero emissioni sul totale del mercato al 5,3%. Rispetto al 2021 sono stati infatti immatricolati 3.463 ciclomotori, pari a un +77,4%, 5.315 scooter (+93,4%) e 393 moto (+18%). È quanto si legge nel comunicato diffuso stamane da Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori) sull’andamento semestrale del mercato dei veicoli elettrici a due ruote.

Con il sostegno degli incentivi all’acquisto, sono i segmenti più utilizzati negli spostamenti in città a trainare un mercato in ottima salute, che mostra numeri molto positivi anche sotto la voce quadricicli elettrici (veicoli a quattro ruote della categoria “L” assimilabili ai motocicli) con 3301 unità vendute, pari a un incremento record del 157,8%. Degno di nota, inoltre, il peso delle aziende del Made in Italy, che raggiungono una quota di mercato complessiva del 31,3%.

Per quanto riguarda infine il mercato e-bike, le stime di ANCMA descrivono un andamento sostanzialmente stabile nei primi sei mesi dell’anno. Dopo i numeri da primato del 2020 e l’ulteriore +5% con oltre 295mila pezzi venduti nel 2021, la bicicletta a pedalata assistita continuerebbe la sua corsa senza tuttavia significativi aumenti rispetto agli anni precedenti.

“L’industria del settore sta rispondendo brillantemente alla crescente domanda di nuova mobilità, resa viva anche dell’esigenze post pandemiche, soprattutto in ambito urbano. E questo – ha commentato Gary Fabris, presidente Gruppo Veicoli Elettrici dell’associazione – riafferma il ruolo fondamentale del nostro comparto e delle due ruote nel soddisfare la necessità di spostamenti più sostenibili e veloci all’interno di contesti cittadini sempre più complessi e sfidanti. Infine, i prodotti sono sempre più performanti e fruibili, tuttavia malgrado la significativa crescita in termini percentuali, il mercato ha bisogno di sostegno per diventare maturo anche in termini di volume: per questo gli incentivi governativi rappresentano un aiuto strategico fondamentale, anche per promuovere culturalmente la diffusione di questi veicoli”.

EICMA 2022 Fiera Milano Rho dal 10 al 13 novembre

L’Esposizione internazionale delle due ruote torna a Fiera Milano Rho dall’8 al 13 novembre ed è già pronta a conquistare gli appassionati con l’EICMA EFFECT, anche nel Metaverso

La strada verso EICMA 2022 è aperta. L’Esposizione internazionale delle due ruote ha presentato oggi la campagna pubblicitaria della sua edizione numero 79, che torna quest’anno nei padiglioni di Fiera Milano a Rho dall’8 al 13 novembre. Cinque volti, cinque istantanee e cinque rispettive espressioni, che rappresentano e raccontano alcune delle emozioni suscitate dal più importante e longevo evento espositivo del settore. È questo l’EICMA EFFECT, obiettivo e slogan scelto per il 2022, che spicca sulla campagna multi – soggetto firmata da Lorenzo Marini, artista, pubblicitario, co-founder e direttore creativo dell’agenzia Yes Marini di Milano.

Gli organizzatori metteranno quindi al centro le emozioni del suo grande pubblico, che diventa protagonista di un’azione di comunicazione ad ampio spettro e spinge l’evento oltre i propri confini. È il presidente di EICMA S.p.A., Pietro Meda, a spiegare questo approccio durante l’evento di presentazione. “Abbiamo tolto coraggiosamente dalla nostra campagna il prodotto – ha dichiarato Meda – per celebrare con un linguaggio differente la reazione, l’emozione che suscita il prodotto stesso esposto sul palcoscenico internazionale che mettiamo a disposizione della nostra industria. Dietro quei volti ci sono tutti gli appassionati, come anche gli operatori, le persone che ruotano attorno a EICMA e gli espositori con le loro aspettative e desideri: è questo l’effetto”. Effetto che gli organizzatori puntano a provocare non solo in avvicinamento all’apertura di EICMA, ma anche durante e dopo la manifestazione. “La campagna di quest’anno – ha sottolineato ancora Meda – è infatti una campagna particolarmente viva e interattiva, che non si esaurisce con la sua pubblicazione e diffusione, ma che ci permette di dialogare con il pubblico e intraprendere iniziative multicanale, ad esempio, sarà allestito un set fotografico permanente per immortalare le conseguenze positive dell’effetto EICMA”.

Inoltre, per la prima volta l’EICMA EFFECT contagerà anche il Metaverso. La presentazione della campagna pubblicitaria 2022 è stata infatti l’occasione per annunciare l’ingresso di EICMA nel mondo web3, il web della proprietà. “Lo facciamo con gradualità e prudenza, contribuendo alla divulgazione della tecnologia NFT, con l’obiettivo – ha spiegato il presidente Meda – di entrare in questo macro-ecosistema in modo intelligente e dare anche nuove opportunità di sviluppo a EICMA stessa e, soprattutto, ai nostri espositori e all’industria di riferimento”.

Un comparto, quello delle due ruote, che sta rispondendo in modo molto positivo alla chiamata di EICMA 2022. Come confermato dal presidente di Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori) e ad di EICMA S.p.A. Paolo Magri: “Assistiamo a importanti ritorni, a conferme di chi non ha mai smesso di credere in EICMA, così come a nuove partecipazioni, sia per quanto riguarda le case costruttrici, sia nella filiera più allargata del nostro settore. Mi riferisco al mondo degli accessori, parti, abbigliamento e caschi. E questo si aggiunge un altro aspetto interessante, che riguarda l’attrattiva internazionale di EICMA: il 62% degli espositori sono esteri e questo è sicuramente un dato molto incoraggiante”.

Appuntamento quindi dall’8 al 13 novembre prossimi. La giornata dell’8 novembre sarà dedicata in esclusiva alla stampa, mentre quella del 9 agli operatori e alla stampa.

Dal 10 al 13 novembre EICMA accoglierà invece il grande pubblico. I biglietti saranno disponibili a partire dal 25 luglio sul sito della manifestazione www.eicma.it, unico canale di vendita, ad un prezzo di lancio di 14 euro fino al 5 agosto. E proprio sulle tariffe 2022 l’ad di EICMA S.p.A. Paolo Magri ha sottolineato infine “la determinazione di EICMA, di fronte all’impennata inflattiva, di farsi carico dell’aumento di molti costi, lasciando invariato il prezzo del biglietto rispetto l’anno scorso”.

Scooter: Horwin SK3 – Pronti per una straordinaria guida.

Con SK3 la gamma HORWIN cresce e diversifica lo stile dei modelli, esplorando nuove forme e nuove soluzioni per garantire comfort e sicurezza totali

Sportivoed elegante. Ecco la novità HORWIN perfetta per spostarsi nella comodità più assoluta. Dopo anni di produzione di scooter dalle linee morbide, HORWIN presenta oggi un nuovo design moderno interpretato alla perfezione dal nuovissimo SK3: lo scooter all’avanguardia (categoria L3e) adatto a tutti, che entusiasma per il suo look, ma anche per le novità tecnologiche che lo rendono facile da guidare, agile e decisamente unico.

SK3 è lo scooter perfetto per muoversi riducendo al minimo l’impatto ambientale, massimizzando l’efficienza e accorciando al minimo i tempi di spostamento per una mobilità sostenibile sempre più efficace. È un veicolo che grazie alle sue linee ben definite e spigolose, si differenzia completamente dalla gamma EK3 e si rivolge a un nuovo pubblico di riferimento. È leggero e perfetto per gli spostamenti quotidiani in città, spazioso e comodo anche per le distanze medio-lunghe nel fuoriporta. È un veicolo adatto per il mondo femminile, visto che butta un occhio anche al design.

SK3 è pronto a conquistare gli utenti più sofisticati che guardano alla funzionalità del veicolo elettrico, ma che cercano nel proprio mezzo anche un lato estetico accattivante, il tutto accompagnato da un’esperienza di guida straordinaria.

Propulsore altamente efficiente ed economico

Il motore di SK3, sviluppato da HORWIN, crea una potenza di 6,3 Kw fino alla velocità di 90 km/h. La sua potenza costante assicura un funzionamento fluido in tutte le condizioni di guida. Inoltre, il motore ad alta efficienza bilancia perfettamente il consumo di energia. Tutti i componenti finemente coordinati tra loro garantiscono che il sistema di propulsione funzioni al fine di garantire una gestione efficiente in termini di costi.

 Il “cervello” di SK3

Il sistema di controllo FOC (Field Oriented Control) è il cervello dello scooter e assicura che SK3 parta rapidamente e senza problemi, oltre a bilanciare la potenza e il consumo di energia, migliorando il controllo del motore. Il sistema riconosce le condizioni di guida e controlla il motore per ottenere una prestazione costante, ottimizzando il risparmio energetico. Durante la frenata recupera l‘energia e limita la potenza in uscita durante alcune fasi di accelerazione per garantire la stabilità.

Tecnologia all’avanguardia

SK3 ha una batteria al litio (72 V/ 36 Ah) che garantisce autonomia fino a 80 km, ad una velocità di ‘Comfort Range’. Una ricarica completa richiede poco meno di cinque ore. Il processo di carica dinamica delle batterie SK3 protegge le celle il più possibile, affinché il livello di prestazioni resti invariato per molto tempo. Il sistema di monitoraggio FOC e il moderno sistema di gestione sono in grado di prevenire i malfunzionamenti, proteggono da sovraccarichi, scariche, sovratensioni, cortocircuiti e controllano anche la temperatura delle batterie. Il vano sottosella accoglie anche la seconda batteria, ricaricabile contemporaneamente alla prima (novità esclusiva HORWIN), per portare l’autonomia fino a 160 km.

Suzuki presenta due nuovi scooter, l’Address 125 e l’Avenis 125

Suzuki annuncia l’arrivo di due nuovi scooter, l’Address 125 e l’Avenis 125 che amplieranno la gamma a due ruote per il mercato Europeo a partire dal prossimo ottobre 2022. Entrambi i modelli sono agili e pratici e rappresentano una perfetta soluzione di mobilità urbana. L’elemento che accomuna i due modelli e li distingue nel segmento è il motore. Questa unità fornisce una coppia generosa sin dai regimi medio – bassi e permette di abbinare spunti brillanti a un’eccellente efficienza a livello di consumi ed emissioni, in regola con i severi limiti della normativa Euro 5.

 L’Address 125 sarà per il momento l’unico modello importato per il mercato italiano.

Il motore monocilindrico raffreddato ad aria da 124 cm3 con la tecnologia Suzuki Eco Performance (SEP) trova il miglior bilanciamento in termini di rendimento, abbinando percorrenze eccezionali (52,6 km/l nel ciclo WMTC) e prestazioni brillanti. Dal punto di vista stilistico, la linea punta su forme tondeggianti e le alterna in modo accattivante con tratti slanciati ed accenti cromati. I luminosi fari a LED e le luci di posizione sempre a LED disposte in verticale donano non solo un’ottima visibilità ma anche una spiccata personalità, con una firma luminosa. Il grande tachimetro analogico dal display digitale integra l’indicatore Suzuki Eco Drive per una guida più attenta ai consumi. La lunga sella, piatta e ben imbottita, e l’ampia pedana sono progettate per permettere sia al pilota sia all’eventuale passeggero di assumere una posizione confortevole. Molto utili sono poi il grande vano sottosella con ganci a doppia funzione, un portaoggetti nella parte sinistra dello scudo e una presa USB.

L’Avenis 125 è caratterizzato da un aspetto sportivo, da un interasse contenuto e da una ciclistica leggera ma robusta. L’Avenis 125 condivide lo stesso motore efficiente e ricco di coppia dell’Address, e spicca nel panorama del segmento per il suo design sportivo e aggressivo. Tra i suoi tratti distintivi vi sono la forma a cuneo del codino, lo scarico che punta verso l’alto, il faro a LED integrato nello scudo, i gruppi ottici posteriori e le grafiche bicolori. Un altro elemento caratteristico è la strumentazione digitale con un pannello LCD chiaro e d’immediata leggibilità. Anche in questo caso il display integra il Suzuki Eco Drive Indicator, che si illumina quando lo scooter viene guidato con un occhio di riguardo ai consumi.
Questo modello ha un utile vano anteriore che si aggiunge a quanto già offre l’Address 125, ovvero il vano sottosella con ganci a doppia funzione, un portaoggetti nella parte sinistra dello scudo e una presa USB.

Triumph Motorcycles : record di immatricolazioni in Italia.

 Ottimo risultato anche per la Liguria.

Triumph Motorcycles supera per la prima volta nel nostro Paese la soglia delle 6.000 unità immatricolate nel corso di un singolo anno fiscale, che il brand inglese identifica con i 12 mesi che vanno dal 1° luglio al 30 giugno dell’anno di calendario successivo: il precedente riferimento, risalente al 2008, era stato di 5.749 moto immatricolate con una market share del 4,7%.

I modelli di maggior successo nel percorso positivo del brand di Hinckley sono stati Trident 660, la più emozionante e raffinata tra le roadster entry-level (18% del totale immatricolato Triumph nel FY22), le performanti adventure bike Tiger 900 (17%), e Street Twin che segna l’accesso all’iconica famiglia Bonneville (10%).

Seguono nel ranking interno la nuova dual bike Tiger Sport 660 e le sportive mid-size Street Triple 765 (8%).

Il volume mix di Triumph Motorcycles in Italia, tradizionalmente concentrato sulla famiglia Modern Classics, ha consuntivato nel FY22 un assetto che riflette la recente offensiva di prodotto nei segmenti Adventure e Roadster: 35% Modern Classics, 34% Roadster e Cruiser, 31% Adventure.

Parallelamente, anche la quota di mercato all’interno del comparto di riferimento, le moto con cilindrata superiore ai 500 cc, segna il picco “all time” in Italia con un 8,4% che colloca Triumph Motorcycles in 4a posizione nel ranking nazionale.

Con una consistente crescita rispetto all’anno fiscale precedente (FY21, dal 01.07.2020 al 30.06.2021) del 28%, quando le moto immatricolate erano state 4.766, Triumph Motorcycles è l’unico dei primi 5 brand del mercato a mostrare un andamento positivo e in contro-tendenza rispetto al mercato di riferimento, che consuntiva nello stesso periodo una leggera contrazione dello 0,2%.

Il brand britannico inoltre consolida il trend positivo del triennio “Post Covid”, ovvero il periodo successivo al blocco pressoché totale alle immatricolazioni imposto dal lockdown dei primi mesi del 2020: le 6.088 moto immatricolate nel FY22 sono superiori del 56% rispetto al risultato del FY19, l’ultimo non intaccato dalla Pandemia (01.07.2018 – 30.06.2019). Nello stesso periodo, il mercato moto è cresciuto dell’11%.

“Nel contesto dell’ultimo triennio, ritengo che Triumph si sia imposto come uno dei player più dinamici e in grado di interpretare con lucidità e velocità i trend emergenti e le improvvise variazioni di scenario imposte dalle nuove regole di domanda, offerta, supply chain e modalità di acquisto. – ha commentato Andrea Buzzoni, General Manager di Triumph Motorcycles Italia -. La crescita risultante da questo processo, la più alta tra i premium brand del mercato italiano sia nell’ultimo anno che nel triennio, ci ha permesso un complessivo salto di qualità, che non verte solo sui volumi di vendita ma anche su un ampliamento della gamma di servizi. Si tratta di un punto di partenza e non di arrivo, dove la performance quantitativa passa attraverso una crescita qualitativa dell’esperienza del motociclista, a tutti i livelli. Questa è e sarà la nostra strategia anche in futuro”.

Significativo ad esempio il lancio, avvenuto a giugno 2020, della piattaforma di vendita online Triumph First, una rete integrata di showroom digitali, parallela e complementare a quella fisica sul territorio, disponibile sui siti web delle Concessionarie Triumph e che mette nelle mani del cliente la più ampia scelta in termini di strumenti digitali per, potenzialmente, concludere ogni step del processo di acquisto totalmente in remoto: la piattaforma offre chat e videochat, immagini e dati delle moto a stock nuove o usate, online booking, firma digitale certificata del contratto e video identificazione dei documenti. Nel corso degli ultimi 12 mesi, il 9% dei contratti su moto nuove è stato siglato tramite la piattaforma online.

Parallelamente, Triumph Motorcycles ha investito in modo importante sull’ampliamento, rinnovamento e aggiornamento della rete fisica delle Concessionarie in Italia, che nel corso degli ultimi 24 mesi è passata da 38 punti vendita agli attuali 48, grazie all’apertura di 17 nuovi showroom (a presidio di nuove aree geografiche, oppure in sostituzione di partner precedenti), ovvero il 35% della rete.

Il Sales Manager di Triumph Motorcycles Italia Gaetano Vasques, ha dichiarato: “Il risultato eccellente che abbiamo consuntivato è il frutto della competenza e della passione della nostra rete vendita, e di una visione strategica condivisa. A fronte di una quota di mercato nazionale dell’8,4%, si segnalano aree di eccellenza come il Veneto, dove raggiungiamo l’11%, la Campania e la Liguria, dove abbiamo una share del 10%. A livello delle principali città, abbiamo quote di mercato a due cifre a Milano, Napoli, Bologna e Verona, con Roma in forte crescita.”

Blog su WordPress.com.

Su ↑