Ricerca

Gino Bruni

Il mio blog

Categoria

Raduni

130 gli equipaggi al via della Winter Marathon 2022

L’evento, giunto alla 34ª edizione, sarà riservato alle persone in possesso di Green Pass Rafforzato
Mancano 9 giorni al via della Winter Marathon: la più tradizionale e longeva gara invernale di regolarità, per la 15esima volta organizzata da Vecars, è in programma dal 20 al 23 gennaio a Madonna di Campiglio e sarà una delle edizioni più lunghe ed affascinanti di sempre con oltre 500 km di gara, 16 ore di guida e 15 passi dolomitici (record), 65 prove cronometrate e 6 prove di media.
Una nuova avventura – riservata a vetture costruite entro il 1968 e una selezione di modelli di particolare
interesse storico e collezionistico prodotti entro il 1976 – disputata nuovamente in 2 tappe: la prima giovedì 20 in notturna lungo la Val di Sole con sosta sul Passo del Tonale e la seconda venerdì 21 attraverso le strade e i passi più famosi del Trentino-Alto Adige con sosta cena sul Passo Gardena. Per la prima volta verrà inoltre ammesso, fuori classifica, un ristretto numero di vetture Porsche “youngtimer” prodotte dal 1977 al 1990.
In queste ultime settimane gli organizzatori sono stati impegnati su più fronti per garantire il regolare
svolgimento della manifestazione nel rispetto del “Protocollo Generale ACI Sport per il contenimento della diffusione del COVID-19 nel motorsport” per la tutela di tutti i partecipanti. L’accredito degli equipaggi e le operazioni di verifica sportiva e tecnica verranno svolte giovedì 20 gennaio dalle 11.00 alle 17.00 all’interno dell’Area Protetta predisposta in Piazzale Brenta (zona Palù) con i Concorrenti che, rigorosamente in possesso di Green Pass Rafforzato, al loro arrivo dovranno farsi misurare la temperatura e, se tutto in regola, identificati con un braccialetto da tenere per tutta la durata della manifestazione, potranno accedere all’area.
Le operazioni burocratiche, previste a fasce orarie in base al numero di gara assegnato, avverranno
all’interno di un truck hospitality allestito per l’occasione e al cui interno avverrà la consegna del kit di
partecipazione con tutti i gadget, il road book e i numeri di gara.
Dopo le verifiche sportive e tecniche di giovedì 20 gennaio dalle ore 11.00 alle 17.00, la gara prenderà il via alle  19.00 dalla centrale Piazza Righi con le vetture impegnate in un percorso di circa 110 km che li condurrà – novità assoluta – fino al controllo timbro in Piazza XXVII Settembre a Ponte di Legno con alcune serie di prove molto insidiose fra cui quelle inedite previste all’interno della Pista Ghiaccio Val di Sole sul Passo Tonale. Dopo la cena servita nuovamente al Ristorante La Baracca e le ultime serie di prove (in totale 18 cronometrate e 2 di media) le vetture rientreranno a Campiglio a partire dalle ore 23.30.
Venerdì 21 gennaio, dalle ore 11.00, la partenza della seconda tappa di 400 km attraverso le strade e i passi dolomitici più famosi del Trentino-Alto Adige: la prima parte riporterà i concorrenti in Val di Sole con i passaggi a Dimaro e Fondo e il valico del Passo della Mendola fino al controllo orario del Safey Park di Vadena dove all’interno della moderna struttura verrà anche servito il pranzo; la ripartenza verso Bolzano porterà gli equipaggi sul Passo Nigra verso Carezza e Ponte Nova prima della salita verso i passi Lavazè e Pramadiccio e la discesa in Val di Fassa con il controllo orario di Predazzo. Dopo il passaggio a Moena e Canazei le vetture affronteranno le affascinanti salite verso i Passi Pordoi, Campolongo e Gardena con la disputa delle PC e PM solitamente decisive per il primato, prima della sosta per la cena allo Chalet Gerard, elegante hotel a Selva di Val Gardena perfettamente integrato nel fascino della natura del Gruppo Sella e del Sassolungo.
Dopo il transito a Ortisei Val Gardena e il valico del passo Pinei, nella centrale Piazza del Tribunale a
Bolzano sarà previsto un controllo timbro prima dell’ultima parte di gara – con il superamento del Passo
Mendola – fino al controllo orario finale di Folgarida in attesa del rientro della prima auto in Piazza Righi a
Campiglio poco prima della mezzanotte.
Lo spettacolo riprenderà sabato 22 gennaio alle ore 13.15 sul lago ghiacciato di Campiglio con lo svolgimento dei due classici trofei-spettacolo fuori classifica; il primo riservato ai primi 8 equipaggi classificati alla Winter Marathon su vettura Porsche (Trofeo Centro Porsche Brescia) mentre il secondo per i primi 32 classificati (Trofeo Eberhard), entrambi svolti con la formula dell’eliminazione diretta con in palio importanti premi e cadeaux. Subito a seguire le premiazioni che verranno svolte direttamente sul lago ghiacciato al termine dei due trofei. Fra i 130 equipaggi al via riconfermano la loro presenza sia il due volte campione mondiale rally Miki Biasion, in gara per Eberhard su Lancia Stratos del 1974 sia il pilota nonché volto Sky Sport F1 Davide Valsecchi su Lancia Fulvia Coupé Rallye 1.3 HF del 1968. Saranno in totale 16 i marchi automobilistici presenti, 6 le nazioni rappresentate dai conduttori, 15 le vetture anteguerra iscritte e 25 i Top Driver al via, tutti alla ricerca del successo che lo scorso anno andò a Edoardo Bellini e Roberto Tiberti, nuovamente in gara sulla stessa Fiat 508 C del 1937 per provare a difendere il primato.
Sempre più determinante sottolineare l’apporto di quelle aziende che hanno deciso di legare il proprio brand a quello della Winter Marathon: iniziando col rimarcare il prezioso supporto di Eberhard & Co., Maison svizzera di orologeria che premierà i vincitori della gara e dell’omonimo trofeo del sabato sul lago ghiacciato, fra i Main Sponsor ci saranno BPER Banca, APT di Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena, Sparco, Famila, Acqua Valmora, acqua ufficiale dell’evento oltre che del Giro d’Italia, Isval e Industria Chimica Panzeri.
Fra i Top Sponsor, oltre a Villa Trasqua, azienda vinicola di Castellina in Chianti (Siena) già official red wine
della Mille Miglia, Verde Corsa, Centro Porsche Brescia, Unica, DimmidiSì, Arexons, Coati, Balsamo e
Promotica.
Anche questa edizione della Winter Marathon sarà trasmessa in diretta streaming su internet; sarà infatti
possibile connettersi tramite PC, tablet o smartphone tifando gli equipaggi preferiti e interagendo attraverso le pagine ufficiali di Facebook, Twitter e Instagram con l’hashtag #WinterMarathon2022.
Grazie alla collaborazione con Teletutto sarà inoltre possibile seguire da casa i momenti salienti della
manifestazione attraverso i collegamenti in diretta da Madonna di Campiglio e lungo il percorso. Tramite il sito internet sarà infine possibile monitorare in tempo reale sia il posizionamento delle vetture in gara grazie al servizio di BE Traced sia le classifiche ufficiali curate come sempre dalla Federazione Italiana
Cronometristi.

Auto storiche: Marzo 2022 torna la Coppa Milano Sanremo

Ancora pochi mesi prima della 13^Coppa Milano – Sanremo 2022.

Giunta alla sua 13ª Rievocazione Storica, la manifestazione è in programma dal 31 marzo al 2 aprile 2022 e farà parte del Campionato Italiano Grandi Eventi 2022 di ACI Storico, riservato alle più importanti gare di regolarità classica.

La Coppa Milano – Sanremo, da sempre appuntamento irrinunciabile per equipaggi italiani e stranieri, maschili e femminili, vedrà impegnati i “bolidi di ieri” lungo un percorso di oltre 700 chilometri tra Lombardia, Piemonte e Liguria.

La partecipazione alla corsa sarà riservata alle auto costruite tra il 1906 e il 1990, munite di passaporto F.I.V.A., o di fiche F.I.A. Heritage, o di omologazione A.S.I., o fiche A.C.I. Sport, o appartenenti ad un registro di marca. Le iscrizioni si chiuderanno il 18 marzo 2021

A seguito del forte riscontro della passata edizione e con l’intento di ampliare i target di riferimento, l’Organizzazione riproporrà un’ulteriore categoria riservata a youngtimer, instant classic e supercar moderne denominata “Rendez-Vous”.

La manifestazione prenderà il via giovedì 31 marzo con il ritrovo degli equipaggi presso l’Autodromo Nazionale di Monza. Qui, oltre alle tradizionali verifiche tecniche, sportive e ai sempre entusiasmanti giri liberi in pista.

 I classic enthusiasts al di fuori delle categorie Top Driver, A, e B avranno la possibilità di cimentarsi in un’avvincente gara con prove speciali a loro riservate, in linea con l’attuale tendenza di vivere un’esperienza sempre più coinvolgente, creando occasioni di divertimento e sentita competizione per tutti i partecipanti. Il nome di questa nuova gara nella gara sarà: “Sprint Race-Autodromo Nazionale di Monza”.

 Nel pomeriggio la parata inaugurale delle vetture alla volta di Milano, dove sfileranno lungo via Montenapoleone fino a Piazza Castello e termineranno il suggestivo défilé all’interno del Palazzo del Senato, per rimanere esposte nello storico edificio nel cuore della città fino alle prime luci del giorno seguente.

A pochi passi, nella sede di AC Milano di Corso Venezia, si terrà inoltre un convegno incentrato sull’evoluzione del design automobilistico e sulle sue contaminazioni con le altre aree del settore.

I successivi giorni saranno interessati da importanti conferme e attesi ritorni: venerdì 1 aprile gli equipaggi dalla storica sede AC Milano di Corso Venezia affronteranno i primi chilometri previsti, con l’obiettivo di onorare sportivamente una delle più antiche e prestigiose competizioni automobilistiche. A fare da sfondo alla prima tappa ll’entroterra tra Piemonte e Liguria e che porterà gli equipaggi alla tappa intermedia di Rapallo che precederà l’imperdibile défilé riservato alle vetture partecipanti nell’affascinante cornice della Marina di Portofino.

 Sabato 2 aprile sarà il giorno della sfida definitiva e nell’ottica di garantire alla competizione un’esperienza unica di respiro internazionale, la dopo la tradizionale conclusione della parte sportiva nella Città dei Fiori, si sposterà nel Principato di Monaco per l’esclusiva cerimonia finale di premiazione.

All’interno di questa tredicesima Rievocazione Storica si terrà, come da tradizione, la prestigiosa “Coppa delle Dame”, concepita per la prima volta agli inizi del secolo scorso, grazie alla cospicua partecipazione di equipaggi femminili e all’intuito degli organizzatori della competizione.

 Per ulteriori informazioni è possibile contattare la segreteria organizzativa di Equipe Grand Prix:

 race.office@milano-sanremo.it

Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2022: aperte le iscrizioni.

Con la sua esposizione di auto storiche rare davanti allo scenario del lago di Como a Cernobbio, il Concorso d’Eleganza Villa d’Este è sempre un evento spettacolare. L’edizione 2021 dell’evento più prestigioso al mondo dedicato ai veicoli storici, che ha avuto eccezionalmente luogo a ottobre, è stata davvero unica, poiché dopo una lunga pausa forzata, tutti i partecipanti hanno finalmente potuto provare unanimemente l’energia e la gioia corroboranti che scaturiscono dagli incontri reali. A causa del rinvio in autunno del concorso di quest’anno, i tempi di preparazione della prossima edizione del Concorso d’Eleganza Villa d’Este, che si svolgerà dal 20 al 22 maggio 2022, saranno straordinariamente brevi. Per questa ragione i proprietari dei veicoli storici sono stati invitati a effettuare già a partire da ora per il prossimo concorso.

Il prestigioso comitato di selezione ha dunque avviato da subito la selezione dei veicoli partecipanti e si augura di ricevere a breve le candidature dettagliate. Nel contempo, le prime sei categorie di veicoli per il Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2022 sono già state definite. Saranno inoltre accettate candidature al concorso anche nella categoria Concept Cars e Prototipi.

Il tradizionale concorso d’eleganza è organizzato congiuntamente dal BMW Group Classic e dal Grand Hotel Villa d’Este. 50 automobili d’epoca con una storia particolare si contenderanno anche per il 2022, la vittoria nella propria classe di valutazione e gli ambiti Coppa d’Oro Villa d’Este e Trofeo BMW Group “Best of Show”.

Il primo concorso destinato ad auto particolarmente belle ed eleganti si è svolto nei giardini del Grand Hotel Villa d’Este nel 1929. Tuttavia, la tradizione della location del concorso è ancora più antica. L’iconico Villa d’Este, situata sulle rive del Lago di Como, fu costruita come residenza cardinalizia nel XVI secolo. Dal 1873 l’imponente villa, circondata da un meraviglioso parco di 10 ettari, è un hotel di lusso celebrato in tutto il mondo.

Nel 2022 il Grand Hotel Villa d’Este celebrerà la sua 150a stagione. In occasione di questo speciale anniversario il Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2022 festeggerà l’evento con una classe di veicoli dedicata. All’insegna del motto “E il vincitore fu…: la Celebrazione del 150 Anniversario di Villa d’Este” verranno esposte le vetture che hanno vinto la prestigiosa e storica Coppa d’Oro Villa d’Este o l’ambito “Best of Show” a partire dalla prima edizione del Concorso avvenuta nel 1929.

La classe “La Carrozza si Trasforma in Automobile: Grande Eleganza, 1900 –1929” è dedicata all’emozionante trasformazione avvenuta nella fase della nascita dell’automobile circa 120 anni fa. I primi veicoli a motore, infatti, non avevano predecessori, ad eccezione della carrozza e degli altri mezzi di trasporto trainati da cavalli utilizzati fino ad allora. Nelle prime tre decadi, i progettisti responsabili raggiunsero nuovi traguardi e nuove prestazioni in una sequenza sempre più rapida, conferendo un design più sofisticato.

Alla fine degli anni ’20, l’automobile arrivò a svolgere un numero crescente di funzioni, diventando un oggetto di design impressionante che segnò la sua epoca. L’analisi retrospettiva di questo sviluppo promette già ora di essere illuminante e di grande effetto.

Avendo gettato con successo le basi tecnologiche, i progettisti dei decenni successivi si sono potuti specializzare nel proprio lavoro e concentrare su nuovi dettagli. La classe “La Velocità plasma la Forma, 1930 –1940” pone invece, al centro dell’attenzione soprattutto i concetti di carrozzeria ben congegnati e ottimizzati dal punto di vista aerodinamico dal 1930 al 1940.

Le linee erano sempre più orientate alla velocità e all’aerodinamica, fortemente influenzate dall’era dell’aviazione iniziata in quel periodo. In virtù dello stile futuristico di questi veicoli, il Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2022 potrà anche vantare un decennio di brillanti conquiste ingegneristiche.

Con un occhio di riguardo al marchio Ferrari, in occasione del Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2022, si festeggerà anche un altro anniversario. La casa automobilistica italiana compie infatti 75 anni. La straordinaria storia di questo marchio sarà ripercorsa attraverso una categoria di concorso dedicata: “Il Cavallino compie 75 Anni: alla otto Decadi di Ferrari rappresentate da otto Icone“. Ogni vettura rappresenterà le visioni di un decennio e la corrispondente eccellenza tecnologica. Per la prima volta saranno esposti anche modelli singolari del passato più recente, che riportano il mitico logo del marchio del “Cavallino rampante”.

Il terzo anniversario, che verrà celebrato al Concorso d’Eleganza Villa d’Este, riguarderà un marchio esclusivo e un’azienda legata in modo particolare agli sport motoristici. La BMW Motorsport GmbH è stata infatti fondata 50 anni fa. Oggi la società controllata di BMW Group è nota con la denominazione di BMW M GmbH. Tra le pietre miliari della sua storia si annovera la prima vettura sviluppata in proprio, denominata in modo breve e conciso BMW M1, che fu presentata nel 1978. La successiva progettazione di motori per la Formula 1 e lo sviluppo della vettura da turismo di maggior successo della storia del Motorsport, la BMW M3, hanno dato seguito alla storia impressionante di BMW M GmbH documentata al Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2022 con la categoria “Eccellenza meccanica: i 50 Anni di BMW M”.

La velocità ha sempre esercitato un effetto magico sugli appassionati di automobili. Dall’invenzione dell’auto, l’aumento delle velocità massime si è rivelato un segno di progresso tecnologico e un fattore chiave per il successo.

Dopo aver oltrepassato relativamente in fretta il limite dei 150 chilometri orari, fu indispensabile una notevole abilità ingegneristica prima che il limite di velocità dei 300 chilometri orari potesse essere raggiunto e superato.

Con una propria classe di valutazione intitolata “Oltre la Barriera della Velocità! Le prime Macchine a infrangere la Soglia dei 300 km/h”, al Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2022 verranno premiate le prime automobili che raggiunsero la soglia dei 300 chilometri orari.

Con l’apertura delle iscrizioni, inizia la fase di candidatura in cui i proprietari di vetture storiche di particolare pregio sono invitati a iscriversi al concorso con i propri veicoli. Questo vale non solo per quelle auto storiche che possono competere in una delle sei categorie già definite, ma anche per altre eccezionali rarità.

Le iscrizioni online possono essere effettuate sul sito web del Concorso d’Eleganza Villa d’Este all’indirizzo https://www.concorsodeleganzavilladeste.com/it/iscrizione/.

Auto storiche: 15° Trofeo Milano: un ritorno in grande stile. 

Un grande successo per il 15° Trofeo Milano. La gara di regolarità cui hanno preso parte  78 auto e diverse moto di particolare interesse storico, era organizzata da C.M.A.E. Club Milanese Automotoveicoli d’Epoca.

“Siamo molto felici di come si sia svolta questa edizione, un ritorno per noi importante sulla scena degli eventi di riferimento per la città di Milano” – sottolinea il Consiglio Direttivo del C.M.A.E. “Ringraziamo i partecipanti, perché sono loro che permettono di mantenere viva la manifestazione e arricchirla anno dopo anno! Con il Trofeo Milano il C.M.A.E. torna finalmente in pista, aprendo la strada a un calendario di nuovi appuntamenti per continuare a condividere insieme la passione per questi gioielli d’epoca”.  

L’evento ha visto un parterre variegato di partecipanti, composto non solo da gentlemen drivers, ma che si è anche distinto per la presenza di equipaggi femminili e giovani, tutti animati dallo stesso entusiasmo e passione.

La vittoria è andata a Matteo Carbone e Parasmo Virginia su un’Alfa Romeo 2000 Spider Touring del 1957. Tra i vari premiati, la coppia formata da Airighi Anna e Airighi Giannina), prime classificate tra gli equipaggi di “Dame” con la loro Alfa Romeo Giulia SS del 1963 e l’equipaggio formato da  Rocco Niccolò e Rocco Massimo vincitori della categoria Giovani alla guida di un’Alfa Romeo Giulia 1600 Sprint del 1962. 

Nell’ottica di un approccio più consapevole in campo di tutela e sostenibilità, il Trofeo Milano quest’anno è diventato un evento Carbon Neutral: infatti, con l’obiettivo di compensare l’impatto ambientale provocato dalla circolazione delle vetture storiche partecipanti, al termine della manifestazione l’organizzazione provvederà alla piantumazione in aree selezionate del territorio lombardo di alberi in grado di neutralizzare l’emissione di Co2. 

“Mare e Monti” – Raduno di auto storiche a Varazze – Arenzano – Sassello

In occasione della Giornata Nazionale del Veicolo Storico, indetta dal ‘ASI a livello nazionale, a Varazze è in programma un raduno di auto storiche denominato “Mare e Monti”.

Questo in sintesi il programma del raduno:

Le autovetture  arriveranno a Varazze nella mattinata di sabato 25 settembre 2021. Nel pomeriggio dalle ore 14,30 circa si sposteranno ”Piazzale Del Mare” dove resteranno in esposizione dalle ore 15,00 alle ore 18,00, così da consentire ai cittadini e ai turisti di poterle ammirare. I partecipanti, vista la coincidenza della locale manifestazione con la “Giornata Europea del Patrimonio”, parteciperanno ad una visita guidata, delle realtà culturali.

Nella giornata di domenica mattina, le auto ripartiranno, attraversando le strade cittadine.

 In seguito i partecipanti si dirigeranno verso l’entroterra per fare sosta al Sassello.

Alla manifestazione sono attese una quarantina di auto d’epoca che spaziano nella storia del motorismo, da quelle degli inizi del novecento alle più recenti auto sportive.

Auto storiche torna “Ruote nella storia”

Dopo gli appuntamenti di Campo Ligure nel 2018 e Torriglia nel 2019, torna il raduno turistico “Ruote nella Storia”. Promosso da Aci Storico, con la collaborazione del Veteran Car Club Ligure, l’evento si svolgerà domenica 3 ottobre a Varese Ligure.

Questo, in sintesi il programma:

I partecipanti si ritroveranno il 3 ottobre  alle ore 9,00 presso le sedi dell’Automobile Club di Genova e dell’Automobile Club della Spezia.
Dopo le verifiche e il perfezionamento delle iscrizioni sarà dato il via ufficiale con il percorso che si snoderà lungo la strada statale Aurelia.

I concorrenti convergeranno da Genova e da La Spezia per arrivare nella Piazza storica di Varese Ligure dove le vetture saranno esposte e presentate al pubblico.

Alle ore 15 il termine dell’esposizione con le premiazioni e il rientro lungo un suggestivo percorso nell’entroterra ligure.

Le iscrizioni possono essere effettuate presso la Segreteria dell’Automobile Club di Genova, nella sede di Viale Brigate Partigiane, 1/A oppure scaricando la scheda dal sito internet dell’Automobile Club di Genova e inviandola all’indirizzo sede@acigenova.it

Le auto più preziose alla rievocazione della Arona Stresa Arona.

A distanza di 124 anni dalla sua prima edizione, oggi si è conclusa la terza Rievocazione storica della corsa più antica d’Italia: l’Arona – Stresa – Arona. La manifestazione, che ha visto come protagoniste le più belle e gloriose vetture d’epoca costruite fino al 1925 – con deroga al 1930 per quelle da corsa, è stata accolta con particolare entusiasmo non solo da parte di appassionati di auto d’epoca, ma anche dal pubblico che ha avuto la possibilità di ammirare questi gioielli lungo le sponde dei borghi del Lago Maggiore. 

Maurizio Cavezzali, Presidente del comitato organizzatore della Rievocazione Storica afferma “Siamo orgogliosi di aver avuto la possibilità di coordinare la terza edizione della manifestazione, portando valore aggiunto ai territori grazie alla bellezza ed eleganza delle vetture storiche, è auspicabile che eventi di qualità come questo possano moltiplicarsi in un territorio unico ed eccellenza come quello del Lago Maggiore”  

Sono state 27 le preziose auto d’antan che hanno preso parte alla manifestazione, tra queste la grande e maestosa Lancia 12hp del 1908 dell’architetto Corrado Lopresto, il più importante collezionista italiano, scortata da due damigelle Theta del 1914. Questo esemplare di rara bellezza, oggi rinominata “Alfa” grazie al sistema delle lettere greche, ha un motore tipo 51 a 4 cilindri di 2543 cc, il telaio basso, la trasmissione a cardano e il cambio a quattro marce, che le permettono di raggiungere la velocità di 100km/h. A riscuotere grande successo è stata anche la Renault Voiturette Type C del 1900, caratterizzata un motore (numero 1230) monocilindrico, 4 tempi da 3,5 CV, auto da corsa appartenuta a Louis Renault e costruita appositamente per essere esibita alle competizioni dell’epoca. Non da meno la presenza della Detroit Elettrica del 1924, caratterizzata dall’avvio immediato senza manovella, con un’autonomia di carica di circa 100 km, priva di fumo e odore di benzina. 

 “Ringrazio i partecipanti perché sono loro che permettono di mantenere viva la manifestazione e di arricchirla, ha dichiarato Alessandro Ciapparelli, Responsabile dell’evento e collezionista di auto storiche.  Siamo molto felici di come si sia svolta quest’edizione e per questo motivo abbiamo deciso di riviverla annualmente, rendendola un evento di riferimento per il Lago Maggiore.”  A garantire prestigio e supporto alla Manifestazione la partecipazione di blasonati sponsor quali il club ACI storico, punto di riferimento per appassionati e collezionisti di auto storiche, nelle sue sedi attive nel territorio Verbano Cusio Ossola e Novara e nella sede di Milano, che nel 1897 per prima organizzò la gara.

A settembre il G.P. Nuvolari

La trentunesima edizione del Gran Premio Nuvolari 2021 prenderà il via da Mantova il prossimo venerdì 17 settembre per farvi ritorno domenica 19. A trenta giorni dalla chiusura delle iscrizioni, cresce il fermento organizzativo attorno all’evento che porterà nella città natale del grande “Nivola” il gotha dell’automobilismo storico internazionale. L’aspettativa di partecipanti e pubblico è alle stelle, nell’anno che segna da una parte il ritorno tanto atteso alla convivialità e alla socialità, e dall’altra un importante traguardo per l’Ente Organizzatore, Mantova Corse, che nel 2021 spegne 40 candeline di appassionata ed instancabile attività nel settore.

Ai nastri di partenza della storica gara di regolarità ci saranno quest’anno circa 300 vetture, selezionate da un’apposita commissione, e in larga parte provenienti dall’estero, a testimoniare la consolidata rilevanza internazionale dell’evento.

«L’edizione XXXI del Gran Premio Nuvolari 2021 – dichiarano i soci Claudio Rossi, Luca Bergamaschi e Marco Marani – sarà ricca di novità e certamente non tradirà quel sentimento di meraviglia e profonda emozione che la nostra straordinaria Italia riserva ai conduttori di altrettanto eccezionali gioielli su quattro ruote.

 La gara si svolgerà nel rispetto delle normative F.I.A, F.I.V.A. e A.C.I. Sport, e coprirà in totale un percorso di circa 1.100 km tra le bellezze centro-settentrionali italiane, attraversando paesaggi suggestivi di Lombardia, Emilia Romagna, Marche, Umbria e Toscana.

Le richieste di registrazione, da effettuarsi esclusivamente sul sito www.gpnuvolari.it, rimarranno aperte fino al 31 luglio 2021. Al Gran Premio Nuvolari sono ammesse vetture fabbricate dal 1919 al 1976 munite di passaporto F.I.V.A., o fiche F.I.A. Heritage, o omologazione A.S.I., o fiche ACI Sport /ACI Storico, o certificato d’iscrizione al registro storico A.A.V.S.

22 nazioni coinvolte nel 1° World Wide Meeting Fiat 500 Storiche

 Il primo World Wide Meeting (WWM) della Fiat 500 Storica si è terminato con successo, probabilmente, inaspettato.

La celebrazione della Giornata Mondiale dedicata alla mitica bicilindrica. “Figlio” del Meeting Internazionale di Garlenda, il WWM è nato dall’esigenza di non annullare, ancora una volta – a causa delle misure anti-Covid19 – il tradizionale, più frequentato evento motoristico incentrato sulla piccolina di casa Fiat che ogni anno si raduna a Garlenta.

Il Fiat 500 Club Italia, con la sua imponente rete di fiduciari sul territorio italiano e l’entusiastico sostegno dei sodalizi esteri (ben ventidue le nazioni coinvolte) ha quindi programmato di fare tanti eventi nel primo weekend di luglio, con numeri localmente limitati, ma che alla fine hanno prodotto l’adesione di 3.400 equipaggi. Una cifra da record.

Come raccordare un centinaio di “piazze” in Italia e nel mondo? Mantenendo la regia al Museo Multimediale della Fiat 500 di Garlenda e gestendo tutto con il collaudato staff, che si è impegnato come non mai per convogliare le vulcaniche energie dei singoli gruppi.

Ne sono uscite sette ore di trasmissione in diretta, un’incredibile vetrina per le 500 e per le bellezze storico-architettoniche e naturalistiche di ogni regione, con mare, lago, montagna, folklore, musica, tradizioni…Per non parlare degli importanti contributi dalla Mauto, con la direttrice Mariella Mengozzi e il presidente Benedetto Camerana, dal Centro Storico Fiat con il direttore Maurizio Torchio e addirittura dalla FIVA con i complimenti e gli incoraggiamenti del presidente Tiddo Bresters.

Una formula che è piaciuta, che ha fatto sentire tutti vicini nonostante le distanze, talvolta notevoli, come nei collegamenti con Australia, Nuova Zelanda, Sudafrica, Giappone, Uruguay. Passione, fantasia, un pizzico di follia: tutto questo è stato il World Wide Meeting della 500, per esaltare un’icona del Made in Italy che ci fa sognare da sessantaquattro anni.

Il Club genovese con i suoi numerosi soci si è riunito nel parco di Villa Serra in Valpolcevera.

Blog su WordPress.com.

Su ↑