Funzionalità di ricerca

Gino Bruni

Il mio blog

Categoria

Varie

Campionato Italiano Velocità su Ghiaccio 2021

Cresce l’attesa per la finale di The Ice Challenge, Campionato Italiano Velocità su Ghiaccio 2021, in programma il prossimo weekend, 13 e 14 febbraio. La competizione chiuderà i giochi a Pragelato e scriverà nell’Albo d’Oro i nomi dei campioni italiani di questa stagione.

In una situazione Covid ancora molto incerta, anche nella Regione Piemonte, anche l’appuntamento conclusivo si svolgerà a porte chiuse, quindi senza la presenza del pubblico ma BMG Motor Events ha rafforzato il programma streaming per consentire una copertura capillare di tutta la doppia giornata.

Sabato scenderanno in pista i kart-cross, i side-by-side e le Legend Cars. La pagina Facebook http://www.facebook.com/theicechallengerally accenderà le telecamere dalle ore 10:30, con la prima manche di gara, a seguire alle 11:45 per manche 2 e alle 13:00 per manche 3 che decreterà il Campione Italiano VST, titolo al momento in lizza tra Christian Tiramani (96 punti), Simone Firenze (76) e Raffaele Silvestri (59).

Nella serata di sabato, alle 17:30, quarto collegamento con la prove libere e le qualifiche delle auto, in notturna. Domenica primo collegamento alle 8:00, con warm-up e prima manche, quindi alle 10:00 per la seconda manche e alle 11:45 per la terza e decisiva manche delle auto, al termine della quale si assegneranno i titoli 2 Ruote Motrici e 4 Ruote Motrici. Sotto i riflettori ci sono Luca Fiorenti (77 punti) e Stefano Nadalini (63) tra le 2RM; Lukas Bicciato (93 punti), Corrado Pinzano (92), Ivan Carmellino (76) e Rudy Bicciato (70) tra le 4RM.

Tra le Legend Cars la classifica è guidata dal genovese Maurizio Rossi seguito da Michele Mottura distanziato di 19 punti.

A Pragelato in pista anche The Ice Challenge Green, per l’appuntamento questa volta valido come Campionato Italiano Energie Alternative Regolarità Ghiaccio 2021. L’evento sarà seguito con due trasmissioni speciali, che saranno trasmesse in diretta sabato alle 21:00 e domenica alle 17:00 e racconteranno le cinque manche di gara riservate alle Energie Alternative.

New Racing for Genova a Pragelato con i gemelli Aragno

Al via sulla pista di Pragelato a rappresentare i colori della New Racing For Genova, ci saranno i ancora i gemelli savonesi Francesco ed Egidio Aragno, al loro secondo impegno.

Entrambi si cimenteranno al volante di una Renault Clio in configurazione 3RC ma Egidio, al rientro agonistico dopo dieci stagioni, nella giornata di sabato si metterà in gioco anche con i kart-cross.

“Il mio rientro alle gare è stato bello e sfortunato – osserva Egidio Aragno – perché ho perso il podio tra le vetture a 2 Ruote Motrici nell’ultima manche di gara. Ho tanta voglia di correre e di recuperare il tempo perduto: per questo motivo ho scelto anche di cimentarmi nella categoria riservata ai kart-cross, sarà un ottimo modo per fare esperienza e per ritrovare il ritmo di gara”.

Dopo aver conquistato la seconda posizione tra le vetture a 2 Ruote Motrici alla sua prima esperienza su una pista ghiacciata, Francesco Aragno è pronto alla replica. “La scorsa volta mi sono divertito – puntualizza – ma ho guidato più da rallysta. Ora devo affinarmi maggiormente, azzerando tutto e adottando una guida da ghiaccio, ossia frenare piano e dosare l’acceleratore in modo da avere sempre più trazione possibile”.

Dal 16 febbraio riapre il museo Piaggio di Pontedera

Il Museo Piaggio di Pontedera riapre al pubblico a partire da martedì 16 febbraio. Costretto allo stop dall’emergenza Covid, il più grande museo d’Italia dedicato alla storia e al futuro della moto, riapre in piena sicurezza grazie all’adozione di nuove regole di accesso.

Col rispetto di questi nuovi precetti sarà possibile tornare a godere di uno spettacolo unico, quello di Pontedera è infatti uno dei più ampi e completi musei motociclistici d’Europa.

Per accedere al Museo i gruppi di visitatori dovranno prenotare il tour telefonicamente, dal martedì al venerdì, allo 0587 27171. Allo stesso numero si potranno avere tutte le informazioni riguardo le modalità di visita e le restrizioni ancora in essere.

Inoltre, per favorire il ritorno alla normalità e accontentare le richieste delle migliaia di visitatori che ogni anno popolano le sue grandi sale, il Museo Piaggio di Pontedera è ora visitabile anche on line.

I quasi 5000 mq di superficie espositiva del Museo sono stati mappati per dare vita a un tour virtuale che conduce il visitatore attraverso la storia e i veicoli di brand straordinari come Vespa, Ape, Moto Guzzi, Aprilia, Gilera e Piaggio.

La visita online parte dal link “Tour Virtuale” nella Home Page del Museo Piaggio MUSEOPIAGGIO.COM e dalle pagine web VESPA.COM e PIAGGIO.COM

Nel tour il visitatore potrà avvicinarsi ai modelli celebri di Vespa come la 125 del film Vacanze Romane, passeggiare accanto alle moto di campioni del Mondo quali Max Biaggi, Valentino Rossi, Loris Capirossi, Marco Simoncelli, Geoff Duke o Libero Liberati; ammirare capolavori assoluti ingegneria come la Moto Guzzi Otto Cilindri che corse nel motomondiale degli anni ’50; ripercorrere la storia di prodotti che hanno segnato la storia come il Piaggio Ciao o i vari modelli di Ape.

Da PC, tablet o mobile il visitatore può facilmente spostarsi tra i vari ambienti del Museo come se stesse passeggiando. Sfruttando il menù con la lista dei tag, e grazie all’uso di video e contenuti multimediali, si possono rivivere le vicende che portarono alla nascita di Vespa e al suo affermarsi in tutto il mondo, visitare gli uffici tecnici dove Vespa fu progettata, ammirare gli esemplari più rari e i più clamorosi successi commerciali, si possono visitare le sale dedicate alla motocicletta con le più belle e rare creazioni dei marchi Aprilia, Moto Guzzi e Gilera, si possono percorrere le sale dedicate ai ciclomotori Piaggio o ai tanti modelli di Ape.

Inaugurato 2000 e profondamente rinnovato e ampliato nel 2018, il Museo Piaggio occupa uno dei corpi di fabbrica più antichi e suggestivi del complesso di Pontedera e accoglie anche l’Archivio Storico Piaggio, una delle più ricche e complete testimonianze di storia industriale d’Europa.

Il Museo Piaggio è oggi il più grande museo motociclistico d’Italia e uno dei maggiori in Europa. Cinque collezioni permanenti su quasi 5000 m² e 340 m² di esposizioni temporanee raccontano oltre un secolo di grandi emozioni, sogni e progetti che hanno accompagnato lo sviluppo economico e sociale di una nazione.

Il Museo occupa antichi siti industriali completamente restaurati che accolgono la straordinaria collezione di Vespa, quelle dedicate ai marchi Piaggio e Ape quelle relative alla storia sportiva dei marchi Aprilia, Gilera e Moto Guzzi.

Oltre 250 veicoli, spesso pezzi unici, raccontano non solo la storia del Gruppo e dei suoi marchi, ma ripercorrono la storia della mobilità e dello sviluppo industriale e sociale, perché la memoria storica di Piaggio attraversa l’intera storia dei trasporti grazie alla produzione di navi, treni, aeroplani, auto, scooter e motociclette.

AsConAuto: una rete diffusa sul territorio al servizio della clientela.

AsConAuto, l’Associazione Consorzi Concessionari Autoveicoli, nasce nel 2001 a opera di alcuni imprenditori italiani del settore automotive  per unire le forze dei singoli Consorzi di Concessionari in modo da incrementare la vendita dei ricambi originali e abbattere i costi fissi di distribuzione.

L’Associazione  fa ricorso alla innovazione e mette a punto negli anni iniziative inedite, servizi  innovativi e strumentazioni originali  che permettono  di proporre al mercato una offerta di ricambi originali a costi contenuti, attraverso un processo  costante di ottimizzazione delle risorse e un efficiente servizio di distribuzione a officine e carrozzerie.

I Consorzi hanno così distribuito ricambi originali per un controvalore che ha superato i 5 miliardi di euro. 

I 945 Concessionari, soci dei 26 Consorzi,  che compongono la rete associativa attiva in 94 Province sviluppano il fatturato per gli autoriparatori, che oggi sono 22.277 sul territorio nazionale.

Il conto economico  di AsConAuto del 2020, anno profondamente  e dolorosamente segnato al ribasso dagli effetti della pandemia, dimostra la  concreta qualità del progetto associativo nei numeri raggiunti e documenta la capacità di  adattarsi dimostrata dalla rete sul territorio.

 “In quello che è stato definita  a livello globale come l’annus horribilis per  il nostro comparto  per via dei disastrosi effetti  provocati dalla pandemia,  la nostra  rete associativa dimostra la sua resilienza. – osserva Fabrizio Guidi, presidente AsConAuto e componente del Cda Federauto –

L’’autoriparazione si conferma attività essenziale per l’automobilista, l’avvenuta adozione di processi di digitalizzazione e di ottimizzazione si rivela efficace: tutti elementi che permettono la tenuta del nostro modello di business. Il volume di affari  sviluppato nel 2020 è pari a  oltre 625 milioni di  euro con una diminuzione soltanto del 10,33 per cento rispetto al risultato dell’anno precedente: una sorta di risultato quasi miracoloso  di fronte alle molte cadute vertiginose che segnano dolorosamente la economia del nostro Paese  a causa della drammatica congiuntura conseguente alla pandemia del Covid-19. La nostra tenuta è stata sostanziale, superiore a quella del resto del settore automotive, che comunque ha provato a reagire grazie agli incentivi che hanno consentito al mercato di recuperare risorse. Perciò siamo in grado di guardare con rinnovata fiducia al nostro lavoro in questo avvio di un anno che speriamo possa ritrovare situazioni di normalità. Il nostro progetto, che oggi può contare sulla partecipazione di oltre l’80% dei Concessionari italiani, vede in  ogni consorzio una parte del cuore di AsConAuto che, attraverso la salvaguardia di una identità locale,  offre nel contempo al singolo Concessionario un supporto concreto, innovativo, tecnologicamente all’avanguardia per fornire  al maggior numero di autoriparatori  presenti sulla propria area geografica di riferimento ricambi originali e servizi accompagnati da una elevata professionalità. Un presidio realizzato sul territorio in modo capillare e che si è svolto in costante sicurezza anche nelle difficili nuove modalità lavorative collegate alla presenza della pandemia, garantendo così una certezza di assistenza per la logistica indispensabile, in funzione dell’apertura dell’attività prevalente nei nostri Consorzi che resta  la  vendita dei ricambi originali da parte delle concessionarie associate verso gli autoriparatori affiliati al network associativo. Negli anni la costante ricerca di ottimizzazione, il ricorso alla innovazione, l’uso permanente della digitalizzazione hanno portato la nostra Associazione a essere un punto di riferimento, a livello nazionale e  su scala europea,  grazie a un modello di business unico e che ha saputo dimostrare la sua tenuta anche in condizioni difficilissime e totalmente inedite come quelle che hanno contraddistinto la nostra attività sul territorio lo scorso anno. Il futuro si presenta irto di ostacoli  ma ci conforta  la consolidata capacità  di mantenere valore  generatore  di business per la rete associativa anche durante i mutamenti innescati da Covid-19.  Nelle fasi di maggiore criticità collegate alle emergenze il nostro sistema associativo ha fatto fronte  univoco e non si è  praticamente fermato, cercando di rispondere alle nuove difficoltà con la forza delle squadre operative rimaste attive sul territorio per presidiare e garantire la logistica. Una efficace testimonianza di professionalità  sul territorio molto apprezzata dalla clientela  e che contribuisce validamente alla sua ulteriore  fidelizzazione. Nel 2021 sono 20 gli anni di lavoro insieme che dimostrano come il progetto sia vincente anche nelle peggiori criticità. Perché le persone, che ne fanno parte, condividono mission e valori, affrontando, con coraggio da “costruttori” di futuro, anche le nuove difficili sfide che si presenteranno”.

Benzina in Italia c’è una novità: aumenta di prezzo

Caro carburanti pesa su possibilità di ripresa per aziende e famiglie da crisi Covid 

Preoccupa il boom dei carburanti con lo “spread” alla pompa che in Italia rispetto alla Germania fa segnare un +8% di spesa al litro su benzina e diesel a febbraio 2021.

E’ quanto emerge da un’elaborazione dell’Unione europea delle cooperative (Uecoop), su dati Globalpetrolprices in relazione agli ultimi aumenti sui prezzi dei carburanti comunicati dai gestori all’Osservaprezzi carburanti del Mise. 

Con l’Italia che è nella top ten europea e mondiale per il costo più alto di benzina e diesel – spiega Uecoop – il caro carburanti ha pesanti ripercussioni sui bilanci di imprese e famiglie e rappresenta un freno alle possibilità di rilancio del Paese già piegato dall’emergenza Covid. 

Secondo il 65% delle imprese bisognerà aspettare almeno la seconda metà del 2021per una ripresa dell’economia italiana mentre una quota minoritaria di ottimisti (14%) pensa che il Paese potrebbe ripartire già entro il primo semestre dell’anno secondo l’indagine di Uecoop su un campione nazionale di aziende. 

I prezzi del pieno al dettaglio da nord a sud della Penisola possono variare – sottolinea Uecoop – a seconda che si vada in una pompa servita o self service, che ci si trovi dentro la rete autostradale oppure che si faccia rifornimento in una cosiddetta pompa bianca, ossia fuori dalla rete delle grandi aziende petrolifere.

Per famiglie e imprese non c’è solo la spesa del pieno ma anche quella per il bollo auto che supera i 6,7 miliardi di euro a livello nazionale – evidenzia Uecoop – oltre alle nuove limitazioni al traffico e la spesa, nonostante i bonus statali, per l’acquisto di veicoli meno inquinanti.

Il Club Milanese Automotoveicoli d’Epoca compie 62 anni.

Il Club Milanese Automotoveicoli d’Epoca (CMAE) taglia l’importante traguardo del 62° anniversario: era, infatti, il 5 febbraio 1959 quando, in uno studio notarile di Monza, veniva ufficialmente sancita la nascita del Club.

Nei suoi oltre sessanta anni di storia, il CMAE si è fatto promotore di numerose iniziative, per la promozione dei veicoli storici, coinvolgendo i propri soci nelle varie attività e in una collaborazione stretta e proficua.

“Festeggiare il compleanno del nostro Club ogni anno ci riempie di orgoglio ” – afferma il presidente del Club Emanuele Vittorio Gioacchini –. Nonostante il particolare periodo che stiamo vivendo, guardiamo con ottimismo al futuro e alle iniziative che stiamo preparando per tornare protagonisti sulle strade con i nostri veicoli e partecipare agli eventi e alle manifestazioni che hanno fatto grande il nome del nostro Club.

Grazie all’incessante lavoro, la conoscenza e la cultura per i veicoli storici si sono estese verso un pubblico sempre più ampio, coinvolgendo negli ultimi anni anche un target più giovane di appassionati, portando il collezionismo e l’interesse verso automobili e moto d’epoca a una notevole dimensione.

Legato a doppio filo alla città di Milano, il CMAE ha cercato un coinvolgimento costante dei cittadini e dell’Amministrazione pubblica, attraverso iniziative, eventi e manifestazioni che hanno visto i veicoli storici sempre protagonisti.

Dopo un 2020 in cui, a causa della pandemia, sono state interrotte molte delle attività e progetti promossi dal Club, un nuovo calendario di appuntamenti attende gli appassionati di auto e moto storiche come all’immancabile Trofeo Milano, giunto quest’anno alla sua XIV edizione.

Test Day Michelin Competizioni con lo Sport Rally Team.

Domenica 7 marzo promosso da Michelin Competizioni in collaborazione con lo Sport Rally Team di Piero Capello, sulle strade del Comune di Monteu Roero in provincia di Cuneo, è in programma il Test Day di Michelin Competizioni Italia.

“Dopo le edizioni del 2016 e 2017 nel Roero, lo scorso anno abbiamo voluto cambiare decisamente percorso e la giornata di prove si è svolta a Dronero verso Montemale” afferma Piero Capello dello Sport Rally Team che anche per l’edizione 2021 si occupa dell’organizzazione dell’evento. “Quest’anno torneremo a Monteu Roero, un comune che offre molte alternative di percorso e che ci ha accolto positivamente nel 2017. Inoltre il paese è facilmente raggiungibile dal casello autostradale di Carmagnola sull’autostrada Torino – Savona”.

In quest’occasione Michelin presenterà il nuovo pneumatico da 18 pollici Pilot Sport A, messo a listino da inizio stagione e frutto di due anni di studi ed esperienze nel reparto ricerche competizioni della Casa di Clermont Ferrand. “Il nuovo Pilot Sport A – precisa Fabrizio Cravero di Michelin Competizioni Italia – sostituisce la vecchia gamma ed è stato sviluppato per garantire migliori performance e una più diretta sensazione di guida e si affianca allo pneumatico MW1 da bagnato. Pilot Sport A è proposto in tre tipi di mescola definite S10, M20 e H30 da impiegare a seconda delle temperature e delle condizioni del fondo stradale”.

Come nelle precedenti edizioni del Test Day a Monteu Roero nel corso della giornata sarà presente un tecnico di Michelin Competizioni, proveniente dalla Casa madre di Clermont Ferrand, che affiancherà i tecnici italiani, pronti a dare consulenza e assistenza a piloti e preparatori.

In ottemperanza alle direttive del DPCM il test si svolgerà a porte chiuse” ribadisce Piero Capello. “Pertanto non diffonderemo la cartina del percorso che sarà inviata ad personam ai partecipanti al test nei giorni immediatamente precedenti. Siamo, però molto tranquilli che la strada scelta soddisferà le esigenze di piloti e preparatori di testare vetture e pneumatici che potranno compiere tutti gli esperimenti necessari per presentarsi in piena forma alle gare che seguiranno quali il Rally del Ciocco della settimana successiva, gara di apertura del CIR 2021”.

Per informazioni e iscrizioni info@sportrallyteam.it – 335 232.709 e sul sito www.sportrallyteam.it

Osservatorio Autoscout24: bene il mercato delle auto usate. Fanalino di coda la Liguria.

Nel secondo semestre 2020, per il mercato delle autovetture usate, ritorna il segno positivo.

Inoltre arrivano segnali positivi per il 2021.

Rinnovo del parco circolante: il 36% degli intervistati guida autovetture che hanno in media dieci anni e sta valutando l’acquisto di un’auto usata, ma se ci fossero gli incentivi per questo segmento, il dato salirebbe al 48%. Le vetture che si acquisteranno? Con un’età media di cinque anni, ma per quasi la metà avrà meno di tre anni. 

Sempre nel secondo semestre 2020 la Lombardia, il Lazio e la Campania prime regioni per passaggi di proprietà, ma il Trentino-Alto Adige, la Valle d’Aosta e la Sardegna sono più vivaci in rapporto alla popolazione maggiorenne residente.

Nel 2020 la Golf è il modello più richiesto in assoluto, mentre tra le ibride spicca la Toyota Yaris e tra le elettriche la Tesla Model 3. 

Dopo i primi sei mesi segnati dall’impatto del lockdown, in Italia il mercato delle auto usate ritorna, tra alti e bassi, con il segno positivo.

Secondo i dati ACI, nel secondo semestre 2020 i passaggi di proprietà di vetture usate sono cresciuti del +3,4% (1.577.873 atti) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Un dato migliore rispetto al nuovo il quale, al contrario, ha segnato una contrazione del -4,5%. 

Partendo da questi dati, quali sono le previsioni per i prossimi mesi? AutoScout24 (www.autoscout24.it) – il principale portale in Europa di annunci di auto e moto -, ha interrogato i propri utenti della community social da cui emerge un certo ottimismo: il 14% del campione intervistato, infatti, sta valutando l’acquisto di un’auto nuova e il 36% usata; un dato, quest’ultimo, che potrebbe salire al 48% se solo ci fossero incentivi adeguati anche per le vetture di seconda mano. 

Gli incentivi all’usato, finora limitati solo alle vetture nuove, potrebbero concretamente favorire il rinnovo del parco circolante: secondo i dati dell’Osservatorio di AutoScout24, chi è alla  ricerca di un’auto usata guida attualmente una vettura che ha in media circa dieci anni (per il 22% supera i 15), mentre la sostituirebbe con una di cinque anni (per il 46% tre anni o meno). Si tratta di auto di nuova generazione che andrebbero a sostituire vetture più obsolete e inquinanti. In Italia, infatti, il parco circolante è composto per il 66% da vetture con una classe di alimentazione Euro 4 o inferiore (quasi 34.372.600) e con un’età che nel 60% dei casi è di 10 o più anni.  

Nell’usato il diesel continua a essere l’alimentazione preferita: oltre la metà (52%) di chi ha intenzione di acquistare un’auto usata nel 2021 preferirà quest’alimentazione. Al secondo posto troviamo le vetture a benzina (41%), mentre le ibride ed elettriche non superano il 6%. Anche in quest’ultimo caso, il 42% di chi acquisterà un’auto tradizionale potrebbe cambiare idea e passare a un’ibrida ed elettrica se ci fossero incentivi per l’acquisto di vetture usate. 

Chi acquisterà un’auto usata prevede di spendere in media €15.600, ma con differenze a livello generazionale. I neo patentati, cui spesso contribuiscono i genitori, hanno un budget di €12.900, mentre i 35-44enni di €16.100. 

Secondo l’elaborazione del Centro Studi di AutoScout24 su base dati ACI, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, i passaggi di proprietà di vetture usate sono aumentati del +3,4%, pari a 1.577.873 atti, con il Molise (+9,2%) e la Sardegna (+8,5%) ai primi posti per tasso di crescita. Tra le regioni ai primi posti per numerosità troviamo la Lombardia (226.783 passaggi), Lazio (154.759) e Campania (136.972), ma se si confrontano i dati con la popolazione residente maggiorenne, si vede come il podio passi ancora una volta al Trentino-Alto Adige con 382,3 passaggi di proprietà ogni 10mila abitanti, seguito dalla Valle d’Aosta (374,8) e la Sardegna (362,5). Fanalini di coda la Lombardia (281,1) e la Liguria (281,1). 

Quali alimentazioni hanno cercato gli utenti su AutoScou24? Secondo i dati interni di AutoScout24 ben il 55% delle richieste totali ricevute riguarda vetture diesel. Seguono le auto a benzina con il 38%, mentre le auto ibride ed elettriche rappresentano solo il 2% delle richieste totali. 

Quali sono i modelli più richiesti? Vince in assoluto la Volkswagen Golf, ma se si prendono in considerazione solo le vetture ibride ed elettriche, troviamo tra le ibride la Toyota Yaris e tra le elettriche la Tesla Model S. 

Qual è il prezzo medio di vendita delle auto in offerta sul mercato? Nel 2020 si attesta, in generale, a € 14.400 (+5% sul 2019), ma salgono se si considerano le vetture usate elettriche (€ 25.300) o ibride (€ 27.720). 

Sull’età media, rispetto allo scorso anno la situazione è rimasta sostanzialmente invariata, passando da 8,3 anni agli attuali 8,1 anni, ma con valori che variano dai 7,2 anni del Veneto e 7,3 della Campania ai 9,6 anni dell’Abruzzo e 9,5 della Sardegna.

Campionato Italiano Regolarità ci sarà anche la Scuderia del Grifone.

La Scuderia del Grifone accantonato, a malincuore, la massiccia presenza al Montecarlo Historique 2021, cancellato per Covid, ha riorganizzato la propria attività.

“Inizieremo con la partecipazione alla prima delle dodici prove del Campionato Italiano Regolarità Autostoriche – ha dichiarato Marianna Ambrogi, Direttore Sportivo della scuderia – Nel fine settimana, il 5-6 febbraio, a Bardolino (in provincia di Verona) è in programma la Coppa Giulietta e Romeo e il nostro Team sarà presente con otto equipaggi”.

 “Non abbiamo voluto perdere tempo e ricominciamo da dove molti nostri piloti erano partiti e quindi anche con la regolarità classica – prosegue il Direttore Sportivo – la voglia di gareggiare ci ha spinti a creare un gruppo di piloti che disputerà il Campionato Italiano”.

Accanto alla pattuglia dei piloti toscani, Roberto Ricci, Barbara Zazzeri, affiancata da Cristiano Androvandi al cronometro, si aggiungerà: Alessandro Alderighi navigato da Stefania Lo Presti, ci sarà, poi, il ritorno di Massimo Dell’Acqua coadiuvato da Mery Vicari e dal nostro team manager Marco Gandino con l’inossidabile Danilo Scarcella.

Anche il vice-presidente della Scuderia genovese Nicola Manzini riprenderà il volante. Al suo fianco,il figlio Alberto, quindicenne, alla prima gara della carriera.

A completare la squadra Paolo Concari con Steve Dal Bò con la loro AR Giulietta TI e Angelo Pasino con Patrizia Italiano con la loro bellissima Karman Ghia.

Domani, in streaming , alle ore 12 è prevista la presentazione della Coppa Giulietta&Romeo 2021

La conferenza sarà trasmessa sulle pagine Facebook Coppa Giulietta&Romeo (www.facebook.com/coppagiuliettaeromeo), Automobile Club Verona (www.facebook.com/aciverona) e Bardolino Top (www.facebook.com/fondazionebardolinotop).

The I.C.E. St. Moritz – International Concours of Elegance: rinviato.

L’esclusivo I.C.E. St. Moritz – International Concours of Elegance, con la bellezza di auto classiche, vintage e da corsa è solo rimandato.
La pandemia Covid19 ha cambiato le nostre vite e, di conseguenza, tutte le attività e i piani. Tutti speravano che all’inizio del 2021 potessimo essere più sicuri e negli ultimi mesi tutto lo staff dell’I.C.E. Team ha lavorato duramente per creare un evento di piccole dimensioni ma grande in sicurezza.

Purtroppo la situazione attuale non è così buona come speravamo e le autorità svizzere hanno messo in atto nuove regole e restrizioni, volte a combattere il virus.
The I.C.E. St. Moritz è un appuntamento internazionale come nessun altro: il solo spettacolo vintage e classico che si svolge durante l’inverno sulla superficie ghiacciata del lago e forse l’unico che non può essere organizzato altrove o in un altro periodo dell’anno, poiché solo St. Moritz offre un mix di natura, sport, cultura, arte e intrattenimento così sofisticato sul lago ghiacciato che si mantiene intatto per soli tre mesi. Non a caso, l’Engadin St.Moritz Tourismus AG ha recentemente inserito I.C.E. St. Moritz – International Concours of Elegance tra i suoi Diamond Events e questo, fanno sapere gli organizzatori, ci motiva a dare il massimo, anche se siamo costretti a “congelare l’evento” fino all’inverno del 2022.

Blog su WordPress.com.

Su ↑