Cerca

Gino Bruni

Il mio blog

Categoria

Viabilità

Info viabilità

A6 Savona Torino

Per lavori tra gli svincoli di Savona e Altare, la carreggiata Nord, verso Torino, sarà chiusa dalle ore 21 di questa sera venerdì 21 e le 05 di domani sabato 22 febbraio.

Il traffico sarà deviato sulla viabilità ordinaria e potrà riprendere il percorso autostradale al casello di Altare.

A12 Sestri Levante Livorno Tronco Ligure Toscano.

Per lavori in galleria, nel tratto Sestri Levante Deiva Marina, dal Km 52+750 al Km 56+356, la carreggiata Sud in direzione di Livorno è chiusa e si transita a doppio senso di marcia sulla direttrice opposta. Il cantiere resterà in atto sino alle ore 06 di lunedì 24 febbraio.

Per i veicoli e/o trasporti eccezionali di larghezza superiore a m 3,30, dalle ore 6 alle 24 è vietato il passaggio, in entrambe le direzioni di marcia.

A15 La Spezia Parma

In questo fine settimana, rimarranno in atto alcuni cantieri. In particolare per interventi in gallerie sono segnalati scambi di carreggiata:

Dal Km. 46+030 al Km. 48+900, tra il casello di Borgo Taro e il casello di Berceto dove resta chiusa al traffico la carreggiata Sud in direzione La Spezia.

Dal Km. 53+680 al Km. 52+900, tra il casello di Pontremoli e il casello di Berceto dove resta chiusa al traffico la carreggiata Nord in direzione Parma.

Dal Km. 66+010 al Km. 67+360, tra il casello di Berceto e il casello di Pontremoli dove resta chiusa al traffico la carreggiata Sud in direzione La Spezia.

In tutti questi tratti il traffico è deviato a doppio senso di marcia sulla carreggiata che non è interessata dai lavori.

A7 Genova Milano

Sull’ A7 Serravalle – Genova, per interventi all’interno della galleria “Giovi sud”, programmati in orario notturno, a ridotta circolazione di veicoli.
Il traffico che da Milano è diretto verso Genova defluisce attraverso una corsia in deviazione sulla carreggiata opposta.

Per rendere possibile tale provvedimento, rimane chiusa la stazione di Busalla, in entrata verso Serravalle/Milano, dalle ore 21 alle 06 nelle notti venerdì 21 e sabato 22 febbraio e dalle ore 22 di domenica 23 alle 06 di lunedì 24 febbraio.

Poi la chiusura si ripeterà nelle cinque notti consecutive di lunedì 24, martedì 25, mercoledì 26, giovedì 27 e venerdì 28 febbraio, con orario 21 – 06.

In alternativa, al casello di Busalla è consigliato il casello di Ronco Scrivia.

A26 Genova Voltri Gravellona Toce

Sull’A26 Genova Voltri – Gravellona Toce, per interventi alle barriere di sicurezza, previsti in orario notturno, a ridotta circolazione di veicoli, sarà chiusa l’uscita del casello di Masone, con le seguenti modalità:
-per chi proviene da Gravellona Toce/Alessandria, dalle ore 22 di domenica 23 alle 06 di lunedì 24 febbraio;
-per chi proviene da Genova, dalle ore 22 di martedì 25 alle 06:00 di mercoledì 26 febbraio,
In alternativa, si consiglia di utilizzare l’uscita del casello di Ovada o, sull’A10 Genova – Savona, l’uscita del casello di Genova Pra’.

ATP Trasporti pubblici extraurbani

ATP  di Genova segnala che domenica 23 febbraio per consentire lo svolgimento del Carnevale di Arenzano, dalle ore 15 alle ore 17 la via Aurelia resterà chiusa al transito.

Le corse dei bus delle 15 e 15:45 con partenza da Voltri per Arrestra, giunti al capolinea dell’1 (AMT) faranno l’inversione di marcia per transitare via autostrada e riprendere servizio regolare dalla Colletta.

Le corse di Arenzano sono limitate al capolinea provvisorio della Stazione FS, da dove riprenderanno servizio regolare.

 

Autostrade: Georadar e Laser Scanner per monitorare lo stato delle gallerie autostradali in Italia.

I controlli di sicurezza nelle gallerie della rete di Autostrade per l’Italia si stanno svolgendo a pieno ritmo.

Le attività di verifica attualmente in corso riguardano 587 gallerie a livello nazionale (di cui 285 sul 1° Tronco – Genova di Autostrade per l’Italia) e sono effettuate secondo i migliori standard del settore e utilizzando le più avanzate tecnologie disponibili sul mercato.

Le ispezioni sono state pianificate partendo dalle gallerie più datate, realizzate prima degli anni 80, e costruite senza impermeabilizzazione.
Questa fase prevede una prima ispezione di tutti i fornici, usando piattaforme per esaminare nel dettaglio lo stato del calcestruzzo, verificare le canaline posizionate e l’ancoraggio degli impianti (come ventilatori, telecamere, portacavi, ecc.).

Sulla base dei primi riscontri effettuati, qualora necessario, saranno immediatamente effettuati gli interventi di ripristino. Le ispezioni e le verifiche preliminari di tutte le gallerie saranno concluse entro metà marzo 2020.
Per tutte le ispezioni sono effettuati rilievi in profondità attraverso anche l’utilizzo di tecnologie come il “Georadar” e il “Laser Scanner”.

La tecnologia Georadar, in particolare, consente di effettuare una rilevazione longitudinale delle condizioni della volta. Si tratta di una vera e propria radiografia della struttura, che individua eventuali difetti non visibili a occhio all’interno del calcestruzzo come, ad esempio, vuoti, discontinuità o la presenza di eventuali armature.

Il Georadar serve anche per individuare lo spessore reale del rivestimento in calcestruzzo.

Il Laser Scanner, invece, realizza una sorta di “tac” del fornice, in quanto permette di individuare con assoluta precisione la presenza di punti umidi, restituendo un’analisi tridimensionale dell’infrastruttura.

Una volta conclusa l’analisi di tipo strumentale e documentale, i tecnici procederanno a una nuova ispezione visiva e acustica delle gallerie, con percussione a mano del rivestimento.

Tutti i controlli effettuati, e i relativi interventi di manutenzione, consentiranno di attuare un radicale piano di ammodernamento.

Per limitare al massimo gli effetti sul traffico, tutti gli interventi sono organizzati prevalentemente durante l’orario notturno, interrompendo la viabilità dalle 22 alle 06, per riaprire al traffico durante le ore diurne. Con l’attività a pieno regime, ogni notte saranno circa 200 i tecnici impiegati contemporaneamente nelle diverse sessioni d’ispezione.
L’importo complessivo investito da ASPI solo per la realizzazione delle attività di sorveglianza delle gallerie è di circa 70 milioni di euro.

Dal 15 novembre obbligo pneumatici invernali o catene da neve

Obbligo pneumatici invernali o catene da neve.

 

Da venerdì 15 novembre 2019, fino al 15 aprile 2020, è fatto obbligo a tutti i conducenti dei veicoli di essere muniti di pneumatici invernali (da neve) o di avere a bordo catene o altri mezzi antisdrucciolevoli omologati e idonei a essere prontamente utilizzati, ove necessario.

L’obbligo vale anche in assenza di precipitazioni nevose.

Autostrade sciopero 4-5 agosto: il traffico sarà monitorato in tempo reale al fine di limitare i disagi.

In vista dello sciopero indetto dalle organizzazioni sindacali (dalle ore 10 alle 14 di domenica 4 agosto e dalle 18 di domenica 4 alle ore 02 di lunedì 5 agosto), Autostrade per l’Italia ha attivato una serie di misure per assistere gli automobilisti e favorire gli spostamenti degli italiani nella prima domenica di “bollino nero”.

Ecco nei dettagli le misure che saranno adottate:
Potenziamento dei presidi di pronto intervento e assistenza a chi viaggia;
Presso i caselli interessati dai principali, flussi di traffico il personale dedicato sia ai servizi di viabilità sia al monitoraggio e alla gestione degli impianti, saranno rafforzati ,così da garantire un presidio di assistenza e informazione agli automobilisti durante le ore dello sciopero;
Nelle stazioni interessate dallo sciopero, il personale di viabilità monitorerà in tempo reale l’andamento dei flussi al fine di limitare i disagi agli utenti;
Il servizio d’info viabilità sarà garantito tramite tutti i canali di comunicazione disponibili e includerà specifici aggiornamenti sulla situazione del traffico presso le principali stazioni.

In particolare, sarà messo a disposizione di chiunque sul sito http://www.autostrade.it e di Viabilità Italia la situazione aggiornata del traffico presso i principali caselli per l’intera durata dello sciopero.

TomTom Traffic Index: Roma la città più congestionata in Italia. Genova al 4° posto

TomTom ha reso noti i risultati del TomTom Traffic Index, un report che riporta in dettaglio la situazione del traffico in 403 città in cinquantasei paesi nel mondo.

Per quanto riguarda l’Italia Roma è la prima della lista in Italia, città nella quale gli automobilisti trascorrono in media il 39% di tempo in più nel traffico.

In questa classifica Genova è al quarto posto (31%) preceduta la Palermo (35%), Messina (32%), e seguita da Napoli (30%), Milano (30%), Catania (28%), Bari (27%), Reggio Calabria (27%) e Bologna (25%).

 

Luca Tammaccaro, Vice President Sud-Europa TomTom: “TomTom Traffic Index è il più accurato barometro a livello mondiale del traffico nelle aree urbane ed extra urbane e fornisce informazioni dettagliate sull’impatto che il congestionamento del traffico ha sui tempi di percorrenza nelle diverse città. Le amministrazioni pubbliche, le aziende e i decisori politici hanno quindi tra le mani uno strumento unico, completo di tutte le informazioni e approfondimenti. TomTom con i suoi prodotti e le sue tecnologie da sempre s’impegna per migliorare la vita degli automobilisti”.

Italia e resto del mondo

Guardando a Roma e ad altre città europee, si vede che la capitale italiana è la numero trentuno per livello di traffico a livello globale, mentre Londra è la numero quaranta, Parigi la quarantuno e Madrid la 228.

Rispetto all’anno precedente la capitale ha avuto un aumento del + 2%, i momenti peggiori per gli automobilisti durante la settimana lavorativa sono il martedì e mercoledì mattina e il giovedì sera, il giorno migliore è il venerdì.

Milano, che è sesta nella classifica nazionale con una percentuale di traffico invariato rispetto all’anno precedente, a livello globale è la numero 103.

Il lunedì mattina e il giovedì sera registrano le fasce orarie più trafficate, mentre i momenti migliori sono il lunedì sera e il venerdì mattina.

Il giorno che ha registrato un basso livello di traffico in entrambe le città è stato il 19 agosto ma anche quando si parla del giorno con il maggiore picco di traffico le città sono vicine, per Roma è stato il 21 dicembre e per Milano il 19 dicembre.

Autostrade liguri: previsioni traffico fine settimana

Flussi di traffico previsti sabato 30 marzo

Il clima particolarmente mite favorisce, soprattutto al mattino, gli spostamenti,sulle tratte autostradali in avvicinamento alle località turistiche.

Questi  i tratti autostradali  che interessano la Liguria dove sono previsti i  maggiori flussi di traffico:

Sulla A7 Serravalle – Genova possibili rallentamenti tra Isola del Cantone e Ronco Scrivia dove è presente uno scambio di carreggiata, per consentire attività di manutenzione ordinaria; si raccomanda di prestare particolare attenzione e prudenza

Dalle  ore 19 alle 20:30, per la partita di calcio tra Sampdoria e Milan, allo stadio Luigi Ferraris , sono previste attese in uscita al casello di  Genova est sulla Genova – Sestri Levante.

 

Flussi di traffico previsti domenica 31 marzo

Circolazione intensa per spostamenti di breve percorrenza.

Al tardo pomeriggio, circolazione in aumento in direzione dei principali centri urbani, a conclusione delle gite fuori porta e del fine settimana fuori città. Ricordiamo che i mezzi pesanti, con peso superiore a 7,5 tonnellate, non potranno circolare dalle ore 09 0 alle ore 22.

Questi  i tratti autostradali  che interessano la Liguria dove sono previsti i  maggiori flussi di traffico :

Al mattino sulla A7 Serravalle – Genova. Per l’intera giornata: possibili rallentamenti tra i caselli di  Isola del Cantone e Ronco Scrivia, dove è attivo uno scambio di carreggiata.

Al pomeriggio

Sulla A10 Genova – Savona verso Genova, tra Savona e l’allacciamento con la A26 Genova Voltri Gravellona Toce e tra Genova Pra’ e Genova Aeroporto

Sulla A12 Genova – Sestri Levante verso Genova, tra Chiavari e l’allacciamento con la A7 Serravalle Genova. Possibili rallentamenti tra  i caselli di Recco e Genova Nervi, in direzione del capoluogo ligure.

Per lavori sulla A26 Genova Voltri – Gravellona Toce, verso Alessandria/Gravellona Toce, prestare attenzione tra il bivio con la A10 Genova – Savona e Masone.

 

Fonte Autostrade per l’Italia

Liguria: automezzi pesanti in crescita.

Dal 2013 al 2017 in Liguria il parco circolante di motrici è cresciuto del 9,5%
Nello stesso periodo il parco circolante di rimorchi è aumentato del 4,3%

Il parco circolante di motrici in Liguria, secondo i dati più recenti disponibili, è composto da 2.959 unità ed è cresciuto, dal 2013 al 2017, del 9,5%. Sempre in Liguria il parco circolante di rimorchi è composto da 6.111 unità, ed è cresciuto del 4,3% dal 2013 al 2017.

 

Questi dati emergono da un’elaborazione del Centro Ricerche Continental Autocarro sulla base dei dati Istat.
Secondo l’elaborazione del Centro Ricerche Continental Autocarro le province liguri in cui il parco circolante di motrici è cresciuto di più dal 2013 al 2017 sono Genova (+12%) e La Spezia (+9,7%). Le province con la maggior crescita del parco circolante di rimorchi sono Genova (+5,8%) e Savona (+3,4%). In Italia, sempre secondo i dati più recenti disponibili, il parco circolante di motrici è composto da 172.921 unità ed è cresciuto del 15,7% rispetto al 2013, mentre il parco veicolare di rimorchi è composto da 379.126 unità ed è aumentato del 9,4% rispetto al 2013.
“La crescita del settore dei trasporti su strada – sottolinea Enrico Moncada, responsabile della Business Unit Truck Replacement di Continental Italia – passa anche dalla capacità di rispondere a molteplici sfide e dai miglioramenti conseguiti per ciò che riguarda l’efficienza e la compatibilità ambientale delle attività di trasporto. Per questo Continental fornisce una gamma completa di prodotti e servizi alle aziende che operano in questo settore, con l’obiettivo di affermarsi come un vero e proprio Solution Provider in grado di supportare le società di trasporto in ogni fase della loro attività, in Italia così come all’estero”.

 

Fonte Centro Ricerche Continental.

Genova: Autostrade per l’Italia, nessun blocco dei trasporti eccezionali su A26

Previsti lavori di manutenzione. Nessun problema di sicurezza del viadotto

La Direzione di Tronco di Genova di Autostrade per l’Italia ha reso noto agli autotrasportatori che sono in corso lavori di manutenzione sulla carreggiata Nord dell’A26, Voltri Gravellona,  lungo il viadotto Pecetti, la cui conclusione è prevista entro il prossimo dicembre.

Come da prassi in tali casi, lo scorso 30 ottobre è stata pertanto emessa una prescrizione di carattere generale che prevede che il rilascio di autorizzazioni ai trasporti eccezionali con massa superiore a 75t per la tratta in questione avvenga dopo una specifica verifica da parte delle strutture tecniche preposte.

Si tratta di una procedura ordinaria necessaria per consentire l’esecuzione in piena sicurezza di tale tipologia di lavori, nota a tutte le imprese di autotrasporto e applicata da tutte le concessionarie Aiscat sulla propria rete.

Agli autotrasportatori in possesso di autorizzazioni già rilasciate prima del 30 ottobre, è stata coerentemente comunicata la nuova limitazione e la necessità di attendere l’esito delle verifiche – espletate in media in 2-3 giorni – prima di impegnare la tratta.

Si segnala peraltro che dalla giornata di oggi, mercoledì  21 novembre, la prescrizione già emessa è stata integrata con una ulteriore indicazione che permette in via generale con autorizzazione il transito sul viadotto Pecetti ai trasporti eccezionali con massa fino a 108t e con velocità limitata a 15 km/h.

Sostenere su queste basi che siano stati sospesi i trasporti eccezionali sulla A26, anche in relazione al reale stato di conservazione dei viadotti,  fa sapere la Direzione di Autostrade per l’Italia  di Genova, è del tutto improprio e fuorviante.

Luce Verde Genova: al via il servizio Aci d’informazione sulla mobilità in tempo reale.

Esordisce il servizio realizzato da ACI in sinergia con Comune di Genova e Polizia Municipale di Genova, pensato per i cittadini ma utile anche alla gestione della mobilità da parte degli enti locali.

Luceverde, utilizzando le più moderne tecnologie, personale specializzato e grazie alla collaborazione con le Polizie Municipali, gli Enti gestori di strade e autostrade e gestori dei servizi di trasporto pubblico, realizza un servizio d’infomobilità all’avanguardia, diffondendo notizie su viabilità, transitabilità, condizioni meteo, eventi e situazione del trasporto pubblico in tempo reale.

Il progetto che l’Automobile Club d’Italia sta sviluppando a livello nazionale e che ha voluto sottoporre all’Amministrazione di Genova ricevendo fin da subito sostegno e appoggio per fornire un servizio che poche città hanno.

Genova è la settima città d’Italia, con Roma, Milano, Modena, Pescara, Vicenza e Trapani, ad attivare questo strumento. Un servizio gratuito per l’Ente e utile per i cittadini. Questo servizio renderà la mobilità più agevole, perché le notizie che a vario titolo interessano gli automobilisti e tutti quelli che si muovono nella città, saranno diffuse in tempo reale e comunicate ai cittadini tramite radio, sito web e APP. Così sarà possibile conoscere la presenza di cantieri, eventi e incidenti sulla propria strada, attraverso notizie affidabili e certe.

L’infomobilità è un sistema indirizzato a chiunque si muova sul territorio che offre informazioni preziose per programmare gli spostamenti, oggi siamo abituati a usufruire del servizio a livello nazionale per le principali vie di collegamento, ma da diversi anni ACI sta sperimentando questo nuovo servizio partendo dalle informazioni nazionali e unendole a quelle locali.

Il servizio sarà utile per i pendolari e i turisti, ma in generale per tutti i cittadini. Tutte le informazioni sono gestite dalla Polizia Municipale di Genova che con la Centrale sarà il nostro baricentro operativo ed ha il compito di inserire le informazioni in un sistema ACI che le elabora e le visualizza su una mappa della città disponibile sia sul sito del Comune sia del servizio Luceverde.

Parliamo di un sistema semplice che garantisce un’informazione importante e innovativa. Dai parcheggi, ai lavori in corso, ai problemi dei mezzi pubblici, alle chiusure delle strade: tutte le informazioni sono inserite in notiziari che poi sono diffusi alle emittenti locali che le trasmettono, tramite radio e web, e tramite il sito di Luceverde, linkato sulla pagina del Servizio Mobilità del Comune.

Inoltre sarà diffusa un’applicazione per smartphone e tablet, che darà la possibilità a tutti di usufruire delle informazioni ancora più agevolmente.

Le emittenti radiofoniche di Genova che hanno già aderito al servizio sono: Radio Babboleo, Babboleo News, Radio Nostalgia e Radio 19.

Blog su WordPress.com.

Su ↑