Cerca

Gino Bruni

Il mio blog

Toyota la GR Yaris Rally Cup: il primo monomarca italiano dedicato alla GR Yaris

Con la stagione agonistica 2021, Toyota Motor Italia darà il via al primo campionato monomarca GR Yaris Rally Cup.

Una competizione che nasce sulla scia del grande successo che il team Toyota Gazoo Racing sta riscuotendo a livello mondiale nel motorsport.

La protagonista del campionato sarà dunque la GR Yaris, vettura perfetta per l’ingresso nel mondo delle competizioni monomarca, che nasce proprio dall’esperienza del team Toyota Gazoo Racing nel Campionato mondiale rally.

Costruita su una piattaforma unica nel suo genere, ha come obiettivo quello di ridurre al massimo il peso. La GR Yaris è dotata del più potente motore a tre cilindri al mondo 1.6 turbo con 261 CV e una coppia di 360 Nm che permette di passare da 0 a 100 km/h in soli 5,5 secondi.

La potenza del motore viene sfruttata attraverso il nuovo sistema di trazione integrale permanente e a controllo elettronico GR-FOUR di Toyota. A completare l’assetto da vera sportiva, un differenziale Torsen LSD che gestisce in autonomia la ripartizione della trazione tra le ruote di sinistra e di destra per dare un controllo naturale e diretto dell’auto.

La GR Yaris utilizzata per il campionato sarà la derivazione rally della stradale lanciata a fine anno. Sarà sviluppato uno specifico kit di allestimento gara, con il quale i team potranno preparare la vettura conforme al regolamento della categoria R1T 4WD nazionale.

Il campionato monomarca di Toyota Motor Italia offrirà ai piloti partecipanti un’opportunità per dimostrare il loro talento e per migliorare il proprio rendimento, il che è perfettamente in linea con uno dei principi del Toyota Gazoo Racing orientato allo sviluppo delle persone.

Il montepremi totale del monomarca di 300.000€ che sarà distribuito tra premi di gara e premi finali, avrà un’attenzione particolare per i Team partecipanti.

La GR Yaris Rally Cup sarà inoltre la piattaforma perfetta per dimostrare l’impegno di Toyota nel superare ogni limite e realizzare le migliori automobili di sempre. Le condizioni estreme del motorsport rappresentano il terreno ideale per sperimentare un gran numero di nuove soluzioni tecnologiche, le migliori delle quali verranno impiegate sulle vetture di serie.

Per il 2021 il campionato si svilupperà su 5 gare, tutte su asfalto . Ad aprile la stagione sarà il 12-13 Giugno Rally di Alba – Cuneo (CIWRC). Queste le altre gare: 23-25 Luglio Rally di Roma Capitale – Roma (CIR); 04-05 Settembre Rally 1000 Miglia – Brescia (CIR); 09-10 Ottobre Rally 2 Valli – Verona (CIR); 30-31 Ottobre Rally di Modena – Modena (CRZ).

Per maggiori informazioni sulla GR Yaris Rally Cup gli interessati potranno fare riferimento al seguente indirizzo: tmi.gryarisrallycup@toyota-europe.com

Concorso d’eleganza Villa D’Este: rinviato a ottobre 2021

Gli organizzatori del Concorso d’Eleganza Villa d’Este, il Grand Hotel Villa D’Este e BMW Group Classic hanno deciso, congiuntamente, di posticipare l’evento, inizialmente previsto per la fine di maggio 2021, al fine settimana dal 1° al 3 ottobre 2021.

Abbiamo iniziato l’anno 2021 pieni di fiducia e aspettative per il prossimo Concorso d’Eleganza Villa d’Este sperando che la pandemia finisse il prima possibile. Gli sforzi globali per combattere la crisi sono notevoli e si stanno facendo progressi importanti. Tuttavia, la situazione attuale non ci consente ancora di pianificare per maggio 2021 un Concorso che sia all’altezza delle nostre aspettative.
Ci auguriamo che questa nuova data ci permetta di offrire ai nostri ospiti un programma di altissima qualità, come siamo soliti fare per il Concorso d’Eleganza Villa d’Este. 

Ulteriori informazioni, compreso seguiranno in un secondo momento.

Aperte le iscrizioni per il 4° Rally Vigneti Monferrini

Si sono aperte le iscrizioni per la quarta edizione del Rally Vigneti Monferrini, in programma a Canelli il 20-21 marzo. La manifestazione organizzata dal VM Motor Team, in collaborazione con la Pro Loco e con l’amministrazione locale, per la prima volta verrà presentata con il format del Rally Nazionale, quindi con un chilometraggio maggiore rispetto alle edizioni passate  che erano in formato Rally Day.

Novità anche per quanto riguarda i partecipanti, dato che potranno iscriversi gli equipaggi con le vetture della categoria R5, la più performante ammessa a questo tipo di gare.

Le iscrizioni saranno aperte fino al 10 marzo, mentre sabato 13 a Canelli si respirerà già aria di Rally, con la distribuzione dei road book dalle 9 alle 13 presso il Bar Torino e le ricognizioni del percorso dalle 9 alle 16, con vetture di serie e nel rispetto del Codice della Strada. Il programma passerà poi a venerdì 19, giornata che in serata dalle 18 alle 20 vedrà l’apertura del centro accrediti allestito al centro commerciale Il Castello.

Sabato 20 si entrerà nel vivo del weekend di gara, con l’apertura del parco assistenza alle 7.30 per l’allestimento, mentre le verifiche tecniche si terranno dalle 12 alle 15. I partecipanti allo shakedown invece avranno a disposizione quattro ore, dalle 14 alle 18, per testare le vetture in configurazione da gara ed utilizzeranno un tratto della prova speciale “Canelli”.

La competizione invece si svolgerà tutta nella giornata di domenica 21 marzo, con partenza ed arrivo al centro commerciale Il Castello rispettivamente alle 8:01 e 16:40. I concorrenti si misureranno su un percorso formato da otto prove speciali, per un totale di cinquantotto chilometri cronometrati; le prove speciali “Canelli” ed “Asti Secco Arione” saranno ripetute tre volte, mentre la “San Marzano Oliveto” due volte.
C’è grande attesa per una gara che, come dichiarato da Moreno Voltan, ambisce ad entrare nel calendario della Coppa Rally di Zona (CRZ) e che ha già mostrato di avere tutte le carte in regola per salire ulteriormente di categoria.

Nell’ultima edizione disputata, quella del 2019, vinse il biellese Omar Bergo su Renault Clio Super 1.6, davanti ad Ezio Grasso e Fabrizio Andolfi Jr.

OMP e Williams: accordo firmato

Williams Racing ha il piacere di dare il benvenuto a OMP Racing come fornitore ufficiale dell’abbigliamento tecnico di piloti e meccanici per la stagione di Formula 1 2021 e oltre.

OMP Racing è un’azienda leader mondiale nella progettazione e produzione di materiale di sicurezza per il motorsport, presente in tutti i campionati. Fornirà l’abbigliamento di sicurezza ai piloti Williams, George Russell e Nicholas Latifi, e ai meccanici. L’accordo prevede la fornitura di tute, scarpe, guanti e sottotuta, tutti prodotti derivati dal lavoro di ricerca e sviluppo svolto nella sede di OMP a Ronco Scrivia, in provincia di Genova.

Tim Hunt, direttore marketing di Williams Racing: “OMP Racing è uno dei principali produttori di racewear di altissimo livello per il motorsport, e siamo felici di avere concluso un accordo pluriennale con questa azienda. Il Formula Uno ogni dettaglio è importante, e sappiamo che la tecnologia OMP, che sia indossata dai nostri piloti  e meccanici, o contenuta nelle nostre vetture, ci aiuterà a competere ai massimi livelli”.

Paolo Delprato, presidente e CEO di OMP: “Per noi, la partnership con Williams significa riaprire un capitolo della grande storia di OMP. Abbiamo avuto, negli anni Novanta, l’onore di lavorare con questo team, quindi ha un sapore speciale tornare a collaborare con Williams, un team storico della Formula 1 e di tutto il motorsport. Se guardiamo invece al presente e al futuro, questa partnership è basata su ricerca, tecnologia, attenzione ai dettagli e fame di competizione e successo: tutti valori che Williams e OMP condividono e che ci riempiono d’entusiasmo al pensiero di poter lavorare assieme per le prossime stagioni”.

Inoltre, OMP fornirà le sue cinture di sicurezza di ultima generazione alle vetture F1 del team. Le cinture presentano fibre ultraleggere, e anche i componenti hanno dalla loro un peso estremamente ridotto, grazie a materiali come titanio ed erga. La fibra di altissima qualità incrementa la performance, rendendo le cinture estremamente leggere (45% di peso in meno rispetto alla fibra di carbonio) e più resistenti (incremento del 50% del rapporto resistenza/peso).

Come fornitore ufficiale, OMP Racing fornirà al team anche le borse per i kit di abbigliamento e tutte le valigie in dotazione al team. Il marchio OMP avrà uno spazio evidente sull’abbigliamento dei piloti, sulle cinture e sui sedili.

L’AZIENDA

OMP Racing è un’azienda italiana, fondata nel 1973 a Genova ed oggi con sede a Ronco Scrivia, leader mondiale nel campo della progettazione e realizzazione di componenti di sicurezza per competizioni automobilistiche (tute ed abbigliamento ignifugo, sedili, cinture di sicurezza, caschi, etc.). Dal 2008 il controllo della società è passato al Gruppo SAYE.

Oggi i prodotti OMP sono ormai presenti in tutti i campionati mondiali racing, tra cui Formula 1, Campionato Mondiale Rally – WRC, Campionato Mondiale Turismo – WTCC, Campionato Mondiale Endurance – WEC, Campionato Mondiale Rally Cross – RX, Formula E, Formula Indy, Nascar ed OMP è una delle pochissime aziende al mondo in grado di proporre una gamma completa di articoli dedicati alle auto da corsa e alla sicurezza del pilota, con oltre 2.000 prodotti in catalogo, la maggior parte omologati dalla Federazione Internazionale dell’Automobilismo – FIA, di cui OMP è fornitore ufficiale esclusivo.

Tra le partnership di OMP anche quella con Mercedes AMG Petronas Motorsport F1, con la quale OMP ha festeggiato la vittoria nell’ultimo Mondiale di Formula 1 Costruttori.

A Courmayeur dal 19 al 21 Febbraio un week end tutto di motori

Il premio più importante del mondo dell’automotive, organizzato per l’Italia dal magazine auto, anche quest’anno offre la possibilità agli appassionati italiani di vedere in anteprima le vetture finaliste e di provarle in esclusiva sulle strade di Courmayeur grazie ad un casting per la realizzazione di un format video. Le vetture finaliste saranno, infatti, esposte a Courmayeur nella piazza dello Chalet de l’Ange dal 19 al 21 febbraio.

Dopo il successo dello scorso anno è riconfermato l’appuntamento a Courmayeur Montblanc dell’evento The Car of the Year, il premio che dal 1964 premia l’auto più interessante dell’anno, organizzato da nove testate europee e per l’Italia rappresentato dal mensile di settore auto. Le sette auto finaliste saranno esposte da venerdì 19 febbraio domenica 21 febbraio nella centralissima piazza dello Chalet de l’Ange a Courmayeur in una delle località più esclusive d’Italia. Anche quest’anno, nel pieno rispetto delle norme COVID, gli appassionati avranno la possibilità di poter vedere e provare le vetture finaliste. Il magazine auto, infatti, invita tutti gli appassionati al casting per partecipare al video programma ed essere tra i fortunati che potranno provare le auto finaliste del premio The Car of the Year 2021, insieme alla redazione e agli istruttori di Guida Sicura di ACI-Sara. Per partecipare al casting basta prenotarsi compilando il format di registrazione attraverso il sito www.auto.it/coty/

Chi s’iscrive al test drive quest’anno, diventerà protagonista di un format video durante il test dell’auto che ha prenotato tra le finaliste che le Case hanno messo a disposizione. I partecipanti saranno ripresi con foto e video per la realizzazione di un servizio, sempre organizzato dal magazine auto, di presentazione delle vetture finaliste del premio.

«Courmayeur ha sempre puntato sulla forza delle idee e delle proposte, sulla bellezza e la qualità: valori pienamente rappresentati anche da The Car of the Year, manifestazione incentrata sull’eccellenza automobilistica portata ai massimi livelli» dichiara il sindaco di Courmayeur Roberto Rota. “Lontano dal caos della città, in un contesto privilegiato come il nostro, circondati dalle vette, è più facile dare il giusto rilievo a un evento come questo. Siamo piccoli ma sogniamo in grande”.

Raffaella Scalisi, direttrice generale di CSC Courmayeur Montblanc aggiunge: «Siamo molto felici di ospitare questo evento. Courmayeur è tradizione, amore per il territorio, ma anche innovazione, concretezza e passione per il fare. Ci piace pensare che il design, l’ingegneria avanzata e la tecnologia possano trovare casa tra le nostre montagne. The Car of the Year rappresenta tutto questo, è una bandiera di qualità».

Il premio The Car of the Year è organizzato da nove importanti testate internazionali e la validità è assicurata dall’ampio numero di votanti, ben sessanta giornalisti di ventitré paesi che dopo aver analizzato le trenta candidate selezionano le sette finaliste. La votazione definitiva e la conseguente elezione della vincitrice avverrà lunedì 1 marzo.

Citroen C4, Cupra Formentor, Fiat 500 elettrica, Land Rover Defender, Skoda Octavia, Toyota Yaris e Volkswagne ID.3 sono le vetture finaliste che gli appassionati troveranno esposte di cui potranno avere maggiori informazioni da parte dei giornalisti della testata auto e che partecipando al casting per il format video potranno guidare insieme agli istruttori del Centro Guida Sicura ACI-SARA.

Alla Coppa Attilio Bettega 2021: un equipaggio su cinque è targato Grifone.

Da Bassano del Grappa, sabato 20 Febbraio, prenderà il via l’edizione 2021 della “Coppa Attilio Bettega”, importante appuntamento di Regolarità per Auto Storiche, da sempre caratterizzato dalla difficoltà e dalla durezza del percorso, dalle condizioni ambientali e dalle strade, quest’anno più che mai viste le abbondanti nevicate dell’ultimo periodo e per la fatica dei molti km di gara.
Manifestazione che torna alle origini, proponendo la formula della “regolarità a media” che caratterizzò la prima edizione della versione regolaristica della “Coppa Mario Dalla Favera”, progenitrice dell’attuale Coppa Attilio Bettega, facendola sempre più assomigliare alle grandi gare europee e meritandosi ancor di più l’appellativo di “Montecarlo Italiano”.
Ed è proprio l’annullamento del Montecarlo Historique 2021 che porterà quest’anno moltissimi concorrenti, italiani e stranieri che erano iscritti alla gara monegasca, a sfidarsi sullo stesso terreno e con le stesse modalità alla Coppa Attilio Bettega.
La gara, lunga più di 330 Km, avrà dieci prove di media sui bellissimi passi dolomitici già teatro di epiche battaglie nei rally (come il San Martino di Castrozza della quale ricalcherà molte parti del percorso), partirà all’ora di pranzo da Bassano del Grappa in Veneto sabato 20 Febbraio e terminerà in Trentino a Fiera di Primiero a tarda notte.

 “La Scuderia intende onorare la Coppa dedicata ad Attilio Bettega, con ben ventiquattro equipaggi iscritti e con l’obiettivo di puntare alla vittoria assoluta e anche alla Coppa di Scuderia, – dichiara il Presidente del Team genovese Gianni Chiesa – Mai come questa volta e in questa gara ha una valenza di titolo importante visto l’ampio numero dei contendenti di altissimo livello e con oltre 110 concorrenti iscritti”.

“Per onorare la Memoria di Attilio Bettega, che corse per la Scuderia Grifone nel 1977 partecipando (e vincendo) il Trofeo A112, il Direttivo ha deciso di metterà in palio un trofeo a lui dedicato, una pregevole targa in vetro, per chi otterrà il miglior risultato sulla prova del Passo Duran. Un premio speciale per una prova speciale” conclude il Presidente.

Undici diversi marchi automobilistici porteranno il logo Grifone nella gara veneta, Lancia, Fiat, Alfa Romeo, ma anche Lotus e Mini, Porsche, Audi e Opel, Renault, Saab e l’affascinante serba Zastava a chiudere il lotto delle auto della scuderia genovese!

Questi gli equipaggi targati Grifone iscritti:

Alessandro Alderighi/ Stefania Alderighi
Alberto Bonamini/ Marianna Ambrogi
Cristian Bonnet//Elena Solomattina
Lancia Fulvia 1.3 Hf
Fiat 124 Abarth Gruppo 4
AR Giulietta TI
Cesare Canteri/Paolo Grassi
Salvatore Carbone/ Massimo Martini
Gianni Chiesa/ Giuseppe Fasciolo
Paolo Concari/ Cristiano Aldrovandi
Massimo Dell’Acqua/ Mary Vicari
Marco Gandino/ Carlo Merenda
Maurizio Gandolfo/ Francesco Giammarino
Alexia Giugni/Cristina Biagi
Ermanno Keller/ Maurizio Verini
Marco Leva/ Paolo Casaleggio
Riccardo Leva/Niccolo’ Pacchiarotti
Nicola Manzini/ Roberto Ricci
Luciano Marchina/ Ennio Marchina
Francesco Messina/ Danilo Scarcella
Claudio Mosconi// Stefano Casazza
Luigi Palazzi/Irene Palazzi
Lotus Elan
AR GTV 6
AR Giulia TI
Lancia Delta 4WD
AR Alfasud TI
Saab 96 V4
Mini Cooper 1300
Porsche 356
Audi Quattro Gruppo 4
Lancia Fulvia HF
Fiat 127 Rustica
Lancia Beta Gruppo 3
Alpine A110
Fiat 127 Gruppo 2
Zastava 1100
Opel Kadett GTE
Enrico Regalia/Riccardo Aspesi
Enrico Scotto/ Fabrizio Mazzoni
Tony Rossi/ Massimo Liverani
Fabio Verdona/ Marco Coscia
Lancia Fulvia Montecarlo
Lancia Fulvia Coupè
Renault 5 Alpine
A112 Abarth

Per i lettori di Quattroruote la Nuova 500 è “La Novità dell’anno 2021”

L’icona di casa  Fiat, primo modello nato full electric e solo electric, conquista l’ambito riconoscimento consegnato nell’ambito dell’evento digitale “Urban Mobility” in cui si sono affrontati i temi della mobilità urbana del futuro: i lettori l’hanno premiata per i suoi contenuti tecnologici, l’approccio sostenibile e l’inconfondibile design 

La  Fiat  Nuova 500 si è aggiudicata il  premio “La novità dell’anno 2021” indetto da  Quattroruote. Il primo modello della lunga storia di  Fiat nato full electric e 100% Made in Italy è stato il più votato dai lettori del mensile, prevalendo così su altre quindici vetture che componevano la lista delle finaliste. Alla  Nuova 500 sono andate il 17,2% delle preferenze, ed è la quarta volta che la Famiglia 500 si aggiudica il riconoscimento: era successo nel 2008 al suo debutto, nel 2013 con  Fiat 500L e nel 2016 con  Fiat 500X. 
Il  premio è stato consegnato in modalità virtuale a Eligio Catarinella, Country  Manager per l’Italia di  Fiat, Abarth e Lancia, al termine dell’evento digitale “Urban Mobility”. Il forum ha affrontato la tematica molto attuale relativa al cambio di paradigma della mobilità urbana: un argomento che supera i confini del mondo dell’automobile e diventa un fatto culturale. “La mobilità urbana evolve in senso sostenibile – ha dichiarato Catarinella – e quello della sostenibilità è un concetto ampio, che può essere interpretato in molti modi. Per  Fiat significa offrire le migliori soluzioni per la mobilità urbana sostenibile, oltre che per le necessità di mobilità delle famiglie. Con attenzione per l’ambiente, dotazione tecnologia e connettività. La  Nuova 500 è in primis una 500, mantiene le sue caratteristiche iconiche, è icona di stile, benchmark tecnologico e di connettività”. 

Il mercato premia un progetto curato in ogni sfumatura

L’apprezzamento dei lettori di  Quattroruote riflette la tendenza del mercato: dal suo lancio, infatti, la  Nuova 500 è la vettura elettrica più venduta in Italia, includendo modelli di ogni dimensione e prezzo. Un risultato che premia la bontà di un progetto curato in ogni aspetto, per fornire le migliori soluzioni di mobilità urbana e affrontare al meglio le sfide del trasporto privato e condiviso, con al centro le esigenze dei clienti. Per la  Nuova 500 sono state scelte le soluzioni migliori, in primis per l’autonomia. L’ultima espressione dell’icona di  Fiat percorre sino a 320 km – ciclo WLTP -, con batterie Lithium-Ion che hanno una capacità di 42kWh, e per ottimizzare i tempi di ricarica è equipaggiata con il sistema fast charger da 85 kW: per una ricarica sufficiente a percorrere 50 chilometri sono necessari solo 5 minuti. E per ricaricare l’80% della batteria ne occorrono 35. La  Nuova 500 propone inoltre tre modalità di guida: Normal, che avvicina il più possibile la guida a quella di un veicolo con un normale motore a combustione; Range, che attiva la funzione “One pedal drive”; Sherpa, che riduce al massimo il consumo energetico. 

Fun to drive nel rispetto dell’ambiente

Il motore della  Nuova 500 Passion e della  Nuova 500 Icon ha una potenza di 87 kW che consente la velocità massima di 150 km/h (autolimitata) e una accelerazione in 9.0 secondi da 0-100 km/h, e di 3.1 secondi nello 0-50 km/h. La versione Action è equipaggiata con un e-motor da 70 kW con accelerazione da 9,5 sec 0-100 km/h, una velocità autolimitata a 135 km/h e un’autonomia di 180 km WLTP. 

La terza generazione di  Fiat 500 è dunque tutta nuova: più spazio, più tecnologia, nuovo stile, ma sempre inconfondibilmente 500: interpreta all’italiana la futura mobilità, raccogliendo una considerevole eredità, quella delle due generazioni precedenti. Perché non bisogna mai dimenticare che la  Nuova 500 è sempre l’iconica city car con le stesse proporzioni stilistiche e un design pulito, segno del nostro tempo. Nel disegnarla, il Centro Stile  Fiat ha lavorato sulla pulizia dei segni e su una coerenza di linguaggio per arrivare a definire le linee della terza generazione: essenziali, evolute, più sinuose ed eleganti sebbene compatte, plasmate su un’impostazione più proporzionata del nuovo telaio. Ciò rende i volumi accattivanti conferendo la percezione di accresciuta stabilità e presenza dimensionale. 

Il meglio della connettività e della tecnologia

La  Nuova 500 mantiene dunque la sua continuità col passato, ma evolve in un modello full electric, coerentemente con le sfide più attuali: il contenimento delle emissioni, il risparmio di CO2, lo sharing. Per questo è nata tecnologica, digitale e sempre connessa, pronta ad affrontare tutte le sfide della mobilità sostenibile. Ed è la prima vettura del suo segmento a offrire la guida autonoma di livello 2, ed è la prima vettura  Fiat equipaggiata con il nuovo sistema di infotainment di quinta generazione UConnect 5.
In termini di connettività, si è guardato alla facilità d’uso dello smartphone portando questo concetto nell’automotive. Da qui ha preso forma “l’ecosistema” tecnologico di  Nuova 500 per aiutare il cliente nelle diverse fasi di uso dell’auto on board e off board e per renderne l’utilizzo facile e intuitivo. Con il nuovo sistema di infotainment di UConnect 5, infatti, si può creare sulla vettura un’interfaccia personalizzata e anche utilizzare il sistema avanzato di riconoscimento vocale che si attiva in vivavoce con le parole “Hey Fiat”. Le funzioni di connettività sono abilitate dal nuovo UConnect Box, attraverso il quale è possibile accedere ai “UConnect Services” di  Nuova 500, che offre servizi evoluti accessibili per la prima volta su una vettura del segmento A, con funzioni sviluppate appositamente per il mondo dell’auto elettrica.

Mattia Canepa “scopre” la Clio al Rally del Carnevale

Al via del 37° Rally del Carnevale, in programma nel fine settimana sulle strade della Versilia, ci sarà anche  Mattia Canepa e Giorgia Lecca: il giovane pilota levantino, per l’occasione, abbandonerà la sua Citroën C2 di classe Racing Star 1600 per cimentarsi, per la prima volta nella sua breve carriera agonistica, al volante di una Renault Clio Williams di gruppo A che gli sarà messa a disposizione dalla Ft Car Sport.

Protagonista di una scorsa stagione tutta in crescendo, Mattia Canepa è entusiasta di questa opportunità. “Parlando con i vertici della scuderia,  la New Racing For Genova, – osserva – è uscita questa bella occasione e non me la sono fatta scappare. Per me provare una Clio gruppo A è sempre stato un sogno perché è un mezzo che, pur essendo datato, ancora oggi è molto competitivo. Il Rally del Carnevale, pur non avendo titolazioni, sarà sicuramente un buon banco di prova per la mia crescita agonistica. Ci sarà da divertirsi a passare da una vettura stradale come la mia C2 alla Clio… non sarà facile, ovviamente, ma cercherò di fare bene per sfruttare al massimo questa bella opportunità”.

Tra gli altri genovesi in gara Maurizio Rossi coadiuvato da Giorgio Genovese, avrà a disposizione una Renault li 1.6 con i color della Scuderia del Grifone. Infine debutto stagionale per Alessandro Multari affiancato da Martina Balducchi su Citroen Saxo.

Il 37° Rally del Carnevale ed il 1° Rally Storico del Carnevale entreranno nel vivo nella giornata di domani, venerdì 12 febbraio, con l’apertura del parco assistenza ai team. L’indomani, sabato 13, sarà dedicato alle fasi di verifica ed all’accensione dei motori, con lo shakedown – il test con vetture da gara – in programma dalle ore 13.45 e valido come prima “sgambatura” della stagione rallistica 2021. La gara vedrà invece la partenza alle ore 7.45 di domenica 14 dalla Cittadella del Carnevale di Viareggio, con i protagonisti attesi al confronto sui chilometri di “Stiava”, “Orbicciano” e “Pedona”, prove speciali che verranno ripetute per tre volte. Alle ore 17, l’arrivo delle vetture storiche e moderne sulla prima pedana della stagione rallistica 2021. 

Campionato Italiano Velocità su Ghiaccio 2021

Cresce l’attesa per la finale di The Ice Challenge, Campionato Italiano Velocità su Ghiaccio 2021, in programma il prossimo weekend, 13 e 14 febbraio. La competizione chiuderà i giochi a Pragelato e scriverà nell’Albo d’Oro i nomi dei campioni italiani di questa stagione.

In una situazione Covid ancora molto incerta, anche nella Regione Piemonte, anche l’appuntamento conclusivo si svolgerà a porte chiuse, quindi senza la presenza del pubblico ma BMG Motor Events ha rafforzato il programma streaming per consentire una copertura capillare di tutta la doppia giornata.

Sabato scenderanno in pista i kart-cross, i side-by-side e le Legend Cars. La pagina Facebook http://www.facebook.com/theicechallengerally accenderà le telecamere dalle ore 10:30, con la prima manche di gara, a seguire alle 11:45 per manche 2 e alle 13:00 per manche 3 che decreterà il Campione Italiano VST, titolo al momento in lizza tra Christian Tiramani (96 punti), Simone Firenze (76) e Raffaele Silvestri (59).

Nella serata di sabato, alle 17:30, quarto collegamento con la prove libere e le qualifiche delle auto, in notturna. Domenica primo collegamento alle 8:00, con warm-up e prima manche, quindi alle 10:00 per la seconda manche e alle 11:45 per la terza e decisiva manche delle auto, al termine della quale si assegneranno i titoli 2 Ruote Motrici e 4 Ruote Motrici. Sotto i riflettori ci sono Luca Fiorenti (77 punti) e Stefano Nadalini (63) tra le 2RM; Lukas Bicciato (93 punti), Corrado Pinzano (92), Ivan Carmellino (76) e Rudy Bicciato (70) tra le 4RM.

Tra le Legend Cars la classifica è guidata dal genovese Maurizio Rossi seguito da Michele Mottura distanziato di 19 punti.

A Pragelato in pista anche The Ice Challenge Green, per l’appuntamento questa volta valido come Campionato Italiano Energie Alternative Regolarità Ghiaccio 2021. L’evento sarà seguito con due trasmissioni speciali, che saranno trasmesse in diretta sabato alle 21:00 e domenica alle 17:00 e racconteranno le cinque manche di gara riservate alle Energie Alternative.

New Racing for Genova a Pragelato con i gemelli Aragno

Al via sulla pista di Pragelato a rappresentare i colori della New Racing For Genova, ci saranno i ancora i gemelli savonesi Francesco ed Egidio Aragno, al loro secondo impegno.

Entrambi si cimenteranno al volante di una Renault Clio in configurazione 3RC ma Egidio, al rientro agonistico dopo dieci stagioni, nella giornata di sabato si metterà in gioco anche con i kart-cross.

“Il mio rientro alle gare è stato bello e sfortunato – osserva Egidio Aragno – perché ho perso il podio tra le vetture a 2 Ruote Motrici nell’ultima manche di gara. Ho tanta voglia di correre e di recuperare il tempo perduto: per questo motivo ho scelto anche di cimentarmi nella categoria riservata ai kart-cross, sarà un ottimo modo per fare esperienza e per ritrovare il ritmo di gara”.

Dopo aver conquistato la seconda posizione tra le vetture a 2 Ruote Motrici alla sua prima esperienza su una pista ghiacciata, Francesco Aragno è pronto alla replica. “La scorsa volta mi sono divertito – puntualizza – ma ho guidato più da rallysta. Ora devo affinarmi maggiormente, azzerando tutto e adottando una guida da ghiaccio, ossia frenare piano e dosare l’acceleratore in modo da avere sempre più trazione possibile”.

Blog su WordPress.com.

Su ↑