Ricerca

Gino Bruni

Il mio blog

Hyundai realizza la più alta crescita anno su anno del mercato: vendite a +35% .

 Hyundai Italia archivia il 2021 con un traguardo importante, dopo aver conseguito una lunga serie di risultati positivi nei mesi precedenti. Secondo i dati di UNRAE, Hyundai ha immatricolato 45.009 auto negli ultimi dodici mesi, un valore che permette all’azienda di raggiungere il 3,1% in termini di quota di mercato (il 4% nei canali privati), che corrisponde a un balzo dello 0,7% rispetto al 2020 e dello 0,5% rispetto al 2019. In merito al computo totale delle immatricolazioni, Hyundai fa segnare una crescita di quasi il 35% rispetto al 2020, oltre sei volte superiore rispetto al trend generale di mercato che si assesta al 5,5%. Considerando la crescita anno su anno delle vendite e l’incremento della quota di mercato, Hyundai segna una delle migliori performance del mercato del 2021.

Tra i costruttori più importanti a livello nazionale, Hyundai si conferma uno dei player che ha saputo rispondere prontamente ed efficacemente alle crisi innescate dall’emergenza sanitaria Covid-19 e dalla mancanza globale dei semiconduttori, grazie soprattutto a una strategia mirata a livello di brand e di Prodotto, e a nuove formule che garantiscono un’elevata accessibilità a tutta la gamma e incontrano le diverse esigenze di mobilità degli automobilisti.

Tucson e Ioniq 5 guidano il successo di Hyundai

Il successo di Hyundai in Italia può essere attribuito a vari fattori tra cui la costante ascesa dell’azienda in termini di crescita di valore del brand: per il settimo anno consecutivo, infatti, Hyundai si è confermata in top trenta della classifica Best Global Brands di Interbrand, con un valore globale del brand Hyundai in crescita del 6,3% su base annua.

A testimonianza dei suoi straordinari risultati, Hyundai ha ricevuto più di 110 premi in Europa nel 2021, tra cui dieci riconoscimenti come “Auto dell’anno” per diversi modelli della sua gamma, tra i quali Ioniq 5 e Tucson, e l’importante riconoscimento di “Costruttore dell’anno” in occasione dei Top Gear Awards, in considerazione del ventaglio di caratteristiche della gamma e della forza complessiva dei diversi modelli. Tra questi va sottolineato l’accoglienza estremamente positiva ricevuta da Ioniq 5: l’innovativo crossover 100% elettrico è stato lanciato sul mercato la scorsa estate e rappresenta il fiore all’occhiello della gamma di veicoli elettrici Hyundai. Il modello attualmente è in corsa per il premio Car of The Year 2022.

Nuova Kona, Tucson e i10 sono i modelli Hyundai maggiormente apprezzati in Italia nel 2021. Il SUV di medie dimensioni ha sfiorato le 15.000 unità vendute (14.789) negli ultimi dodici mesi, oltre il doppio rispetto allo stesso periodo del 2020; Tucson ha fissato un nuovo standard nel segmento dei SUV C, scalando costantemente la classifica del segmento e delle auto ibride: quasi l’80% del totale di TUCSON (11.636 unità) è stata infatti scelta con una motorizzazione elettrificata.

Sul podio dei singoli modelli Hyundai più venduti sale anche i10, vettura che ha rivoluzionato il segmento delle city-car e assoluta protagonista del segmento A grazie a 13.570 immatricolazioni. L’aggiornata famiglia Kona raggiunge invece quasi 8.000 unità in virtù di una gamma distintiva e completamente rinnovata, capace di offrire la più ampia proposta elettrificata tra i B-SUV grazie a motorizzazioni mild-hybrid, full hybrid ed elettriche.

Forte del suo trentennale know-how sul fronte dell’elettrificazione, Hyundai offre la più ampia gamma di motorizzazioni green (full electric, mild hybrid, full-hybrid, plug-in hybrid e fuel cell) che si traduce in una consolidata presenza e in una forte crescita nel mercato dei veicoli elettrificati: i modelli dotati di propulsione ibrida ed elettrica rappresentano infatti già il 53% del totale delle immatricolazioni Hyundai, rispetto al 38% dell’intero mercato italiano.

Parte l’ Ice Challenge 2022

Si apre ufficialmente la settimana che terrà a battesimo Ice Challenge – Campionato Italiano Velocità su Ghiaccio 2022. L’attesissima serie invernale prenderà il via il prossimo weekend, 15 e 16 gennaio, sulle nevi di Livigno ospite dell’Ice Driving School, la pista che oramai da qualche stagione ospita il round inaugurale.

Lungo all’incirca 1000 metri, ridisegnato tuttavia ogni anno anche se con piccole modifiche, il Ghiacciodromo di Livigno è un fiore all’occhiello del calendario Ice Challenge. Nato da un’idea di Oliviero Bormolini nel 1992, questo impianto è diventato negli anni l’Università del Traverso ed è a disposizione, con istruttori qualificati, per sessioni di guida su neve e ghiaccio con vetture più o meno performanti per imparare le tecniche della guida in condizioni invernali ed aumentare anche la sicurezza sulle strade di tutti i giorni.

Il tracciato sorge ai piedi del passo Forcola, all’estremità del paese di Livigno verso il confine con la Svizzera dell’Engadina, Canton Grigioni. Posto ad un’altitudine di 1816 metri e in una zona di tramontana, il Ghiacciodromo vanta condizioni invernali perfette che assicurano un fondo ghiacciato con pochi eguali in Italia per spessore e qualità, motivo per cui è diventato anche il Centro Tecnico Federale Neve-Ghiaccio ACI Sport.

Lo scorso anno Livigno ospitò un doppio appuntamento con le vittorie di Andrea Bormolini, Raffaele Silvestri, Corrado Pinzano e Christian Tiramani. Quest’anno l’appuntamento livignasco sarà valido come un round unico e di conseguenza incoronerà solo un campione per categoria.

Fra le iscrizioni già protocollate confermati i nomi di Simone Firenze, Christian Tiramani, Paolo Lunardi, Sergio Durante, Jean-Claude Vallino, Erik Lindeblad, Piergiacomo Riva, ma la lista continua e lascia presupporre uno spettacolo tutto da seguire.

Il programma del weekend inizierà già venerdì 14 gennaio alla sera con l’accreditamento dei concorrenti che seguirà ovviamente tutto il Protocollo Covid per il contrasto alla diffusione della pandemia. L’azione in pista si svolgerà su due giornate, sabato 15 e domenica 16, con un programma che verrà dettagliato nelle prossime ore.

Come già confermato, le due giornate di sabato e domenica saranno trasmesse con continui collegamenti in streaming sulla pagina Facebook icechallengeofficial e in contemporanea su Acisporttv. I collegamenti seguiranno le prove libere, le qualifiche e le batterie di gara con immagini dal tracciato, interviste ed il consueto commento by Ice Challenge aperto agli interventi in diretta del pubblico

BMW iX Flow : la carrozzeria cambia colore come per magia.

Grazie alla digitalizzazione, all’interno degli attuali modelli BMW è possibile vivere un’esperienza utente completa caratterizzata dall’individualità e dall’emotività. I My Modes consentono di adattare l’atmosfera dell’abitacolo al proprio umore e all’esperienza di guida che si preferisce.

Con la BMW iX Flow in collaborazione con E Ink, presentata al CES 2022, la casa automobilistica di Monaco offre la prospettiva di una tecnologia innovativa che utilizza la digitalizzazione per adattare anche l’esterno del veicolo alle preferenze di ognuno. La superficie della BMW iX Flow in collaborazione con E Ink può cambiare tonalità su richiesta del conducente. 

Frank Weber, membro del Board of Management of BMW AG, Development: “In futuro le esperienze digitali non si limiteranno soltanto ai display. La fusione tra reale e virtuale continuerà ad aumentare. Con la BMW iX Flow, rendiamo viva la carrozzeria delle auto”.

I fluidi cambiamenti di colore sono possibili grazie ad un rivestimento sviluppato appositamente per la carrozzeria, che si adatta precisamente ai contorni di ogni Sports Activity Vehicle all-electric di BMW. Su sollecito di un impulso elettrico, la tecnologia elettroforetica porta in superficie diversi pigmenti di colore, facendo assumere alla carrozzeria la colorazione desiderata. Adrian van Hooydonk, Head of BMW Group design: “La BMW iX Flow è un progetto di ricerca e di design avanzato e un grande esempio del modo di pensare orientato al futuro per cui BMW è conosciuta”. 

L’innovativa tecnologia E Ink apre nuove strade per le modifiche all’aspetto del veicolo in base alle preferenze estetiche del conducente, alle condizioni ambientali o anche alle esigenze funzionali. La tecnologia offre quindi un‘opportunità di personalizzazione del design esterno senza precedenti. Questo potenziale viene chiaramente espresso nella BMW iX Flow in collaborazione con E Ink. In questo contesto, il BMW Group sta guidando lo sviluppo della tecnologia in modo che una nuova forma di personalizzazione possa essere sperimentata sia all’esterno che all’interno dei futuri veicoli.

Già oggi, il colore scelto per l’auto è l’espressione della personalità del guidatore. Le vernici esterne disponibili per gli attuali modelli BMW coprono un ampio spettro di colori. In questo modo, si può scegliere se dare un aspetto esteriore più selvaggio, espressivo, stravagante o sportivo, ma anche più sobrio, delicato o elegante. Ogni anno vengono aggiunte nuove versioni che riflettono le caratteristiche del modello in questione e che permettono al brand di continuare a creare tendenza nell’ambito del design per gli esterni.

Grazie alle nuove tecnologie, in futuro sarà possibile avere un elevato livello di libertà. “Queste tecnologie danno al conducente la libertà di esprimere diverse sfaccettature della propria personalità e di cambiare l’esterno del veicolo a suo piacimento ogni volta che si siede nell’auto, se lo desidera”, dichiara Stella Clarke, Head of Project per la BMW iX Flow in collaborazione con E Ink. “Così come la moda o gli status pubblicati sui canali social, l’estetica dell’auto ritrae l’umore del guidatore raccontando qualcosa anche della sua vita quotidiana”.

Nel 2021  la nuova 500 è stata l’auto elettrica preferita dagli italiani

La Nuova 500  è l’elettrica più venduta in tutto l’anno 2021.

Made in Torino, icona di stile e ora anche portabandiera della mobilità sostenibile, Nuova 500 elettrica continua a rappresentare il volto della mobilità italiana.

Nell’incessante crescita del mercato delle vetture elettriche che ha più che raddoppiato i suoi volumi rispetto all’anno precedente raggiungendo oltre 67.000 unità, l’auto elettrica più venduta in Italia è Nuova 500 con le sue 10.753 unità vendute pari al 16% del mercato delle “full electric”.

Una conferma dello storico gradimento di cui l’iconico modello beneficia sin dalle sue origini.

Progettata e costruita a Torino, Nuova 500 elettrica esprime idealmente la sua unicità nel panorama automotive, aggiungendo le valenze della propulsione 100% elettrica a quello stile che continua a sedurre in ogni angolo del pianeta. Nuova 500 è la trasposizione della ‘dolce vita’ e di quella spensieratezza che l’eclettica citycar continua a rappresentare, ora anche nella sua interpretazione completamente elettrica.

Nuova 500 elettrica è già disponibile in Europa, Israele e Brasile con l’ingresso in Giappone previsto per l’anno appena iniziato.

La batteria agli ioni di litio da 42 kWh si ricarica velocemente, grazie al caricatore rapido da 85 kW: sono sufficienti 5 minuti di ricarica in corrente continua da 100 kW, per ottenere 50 chilometri di autonomia, e in 35 minuti viene ricaricato l’80% della batteria di trazione.

La guida ha tre distinte modalità: ‘Normal’ per un’esperienza simile a quella di un veicolo con motore a combustione, ‘Range’ attiva invece la funzione che permette di guidare con un solo pedale, mentre ‘Sherpa’ punta a minimizzare il consumo energetico.

La tecnologia non si manifesta unicamente con la propulsione 100% elettrica, poiché Nuova 500 è la prima city-car con guida assistita di livello 2. In questo modo accelerazione e frenata si possono esprimere in maniera autonoma, garantendo ulteriore sicurezza nell’uso cittadino dove la frenata di emergenza anticollisione interviene in maniera autonoma.

Nella Nuova 500 evolve, grazie al sistema di infotainment ‘Uconnect’ di quinta generazione, la connettività è a nuovi livelli. ‘Hey FIAT’ è invece l’avanzato sistema di riconoscimento vocale, per dialogare con la vettura pronunciando le parole chiave ‘Hey FIAT’.

Anomalya, la supercar made in Italy che nasce a Lucca.

A Capannori nel cuore della Toscana dalla lunga esperienza di Sly Garage è nata Anomalya, la prima supercar made in Italy che sarà presentata a Sanremo nella settimana del festival della canzone italiana.

L’Anomalya, – letteralmente significa “non conforme”- è la prima supercar 100% italiana nasce da un’idea trentennale di Sly Soldano e maturata quattro anni fa nella sua straordinaria Sly Garage Factory. In questa realtà di Capannori, vicino a Lucca, lavora quotidianamente con vetture di alto calibro e nomi molto importanti quali Ferrari, Porsche, Bentley.

 Le supercar sfruttano al massimo della tecnologia elettronica abbinata al massimo della tecnologia meccanica per far si che la vettura dia il massimo assoluto in tempo sul giro all’interno di un ipotetico circuito. Anomalya nasce dall’esigenza di creare una supercar che riscopra la vera essenza che non è nell’apparire ma nell’essere, costruita su misura per i gentlemen driver e il loro divertimento.

In essa sono racchiusi venticinque anni di esperienza, tre anni e mezzo di lavoro e tutto ciò che la tecnologia moderna permette per migliorare stabilità e piacere di guida.

 Il peso della vettura è di 1080 chili. La velocità massima è di 270 km/h. L’accelerazione 0-100 km/h è coperta in 4.4 secondi.

Fiat 500 Club Italia 24^ volta a Genova per la Befana al Gaslini

Come tradizione giovedì 6 gennaio si è svolta la 24  l’edizione 2022 della “Befana al Gaslini” organizzata dal Fiat 500 Club Italia. Si tratta di uno degli eventi più longevi del sodalizio dedicato alla storica utilitaria e rinnova ogni volta il profondo legame del Club con l’Ospedale Pediatrico di Genova ed in particolare con la “Band degli Orsi”, che si occupa dell’accoglienza e dell’assistenza alle famiglie dei piccoli ricoverati.

L’organizzazione del ritrovo è stata curata come di consueto dal Coordinamento di Genova guidato da Luigi Rigolli e Teresio Parodi.

A causa del protrarsi dell’emergenza sanitaria, anche quest’anno si è dovuto rinunciare al consueto raduno ed alla visita ai reparti, mentre si è optato per una cerimonia e la consegna dei doni per i bambini presso il cantiere della Casa Rossa, la struttura che la “Band” sta sistemando per ampliare i suoi preziosi servizi.

 L’amicizia con il Gaslini e con la “Band” è una delle più importanti espressioni della vocazione alla solidarietà del Fiat 500 Club Italia, che è anche testimonial dell’UNICEF e, tramite i propri fiduciari sparsi in tutta la Penisola, svolge abitualmente iniziative quali le visite ai reparti pediatrici di vari ospedali (dal Besta di Milano al S. Giovanni di Dio di Agrigento, al Regina Margherita di Torino…).

 La 500, auto del sorriso e simbolo del migliore made in Italy, si presta a diventare il fatato mezzo di trasporto della Befana, ma anche di Babbo Natale e di tanti personaggi delle favole e dei cartoni animati, per offrire un momento di conforto e di divertimento ai bambini ed ai loro familiari in un contesto non facile come quello della malattia e dell’ospedalizzazione.

Transpotec Logitec 2022: Fiera Milano dal 5 all’8 maggio

Transpotec Logitec, la manifestazione per autotrasporto e la logistica, si terrà a Fiera Milano dal 5 all’8 maggio 2022. 

Vista l’attuale situazione epidemiologica e in considerazione delle esigenze del mercato gli organizzatori hanno deciso di posticipare l’evento, previsto a fine gennaio, di qualche mese.

Alla luce delle recenti esperienze, consentirà di svolgere l’appuntamento in un clima di maggiore serenità, favorendo il business, il pieno svolgimento delle attività in esterno e una migliore mobilità internazionale.

Si conferma il progetto, costruito intorno alle grandi sfide che il settore è chiamato ad affrontare nel prossimo futuro: transizione energetica e sostenibilità; digitalizzazione e sicurezza e formazione delle nuove figure professionali.

Una proposta articolata che coniuga novità di prodotto, formazione e passione, che sarà arricchita, in particolare, dalle anteprime e dai nuovi mezzi che i numerosi costruttori, che hanno confermato la loro presenza, porteranno a questa manifestazione.

Tutte le informazioni sono on-line sul sito www.transpotec.com.

Si aprono le iscrizioni per l’8^ Ronde della Val Merula.

E’ giunto il tempo di iscrizioni all’ottava edizione della  Ronde della Val Merula, in programma ad Andora il 5 e 6 febbraio prossimi. I concorrenti interessati potranno inviare la propria adesione al rally savonese, organizzato dalla Sport Infinity, a partire da domani, giorno dell’Epifania, e sino a mercoledì 26 gennaio.

Dopo l’annullamento della gara lo scorso anno, dovuta all’incertezza legata all’emergenza Covid-19, l’8^ Ronde della Val Merula si riproporrà nella sua usuale veste.

“Abbiamo avuto la tentazione di cambiare la prova speciale – sottolinea Domenico Salati, Presidente della Sport Infinity – ma, dopo aver archiviato il 3° Rally Monti Savonesi Storico, ci siamo resi conto che non avevamo i tempi tecnici per rifare tutto. Ripartiamo, pertanto, con l’ultimo format proposto, forti dei consensi positivi che ci ha riservato la gara delle storiche e pronti ad accogliere i concorrenti e a contraccambiare il loro gradimento alla nostra gara con la miglior organizzazione possibile”.

 La gara, infatti, ricalcherà quella delle precedenti edizioni, con partenza ed arrivo ad Andora, e sarà articolata su un invariato percorso  con la prova cronometrata “Passo del Ginestro”, che verrà percorsa quattro volte.

Nel 2020, il successo finale andò a  Stefano Albertini e Danilo Fappani (Skoda Fabia R5). Sul podio, nell’ordine, anche l’analoga vettura dei francesi Mathieu Franceschi  in coppia con   Lucie Baud e la Ford Fiesta WRC degli spezzini Claudio Arzà  affiancato da  Simona Righetti.

Il rally delle Valli Cuneesi 2022 sarà solo storico.

Il rally delle Valli Cuneesi 2022 si svolgerà, ma in versione esclusivamente storica. La data prescelta è quella del  23 e 24 luglio.

 “Purtroppo – spiega il patron Piero Capello, storico organizzatore a capo dello Sport Rally Team – la sosta forzata nel 2021, dovuta a difficoltà organizzative generate dal Covid, ha penalizzato fortemente la messa a calendario del rally moderno che ha perso ogni validità scendendo di fatto all’ultimo posto nella scala delle priorità. In poche parole, nonostante quaranta anni consecutivi senza aver mai perso un anno e senza aver mai cambiato organizzatore, la norma federale parla chiaro: chi si ferma, anche solo una stagione, perde ogni diritto. Essendo il calendario della prima zona molto affollato e non trovando una data consona, siamo stati costretti a ritirare la nostra candidatura”.

Il rally delle Valli Cuneesi storico sarà imperniato su tre prove a tempo, la Montoso di 15 km, la Valmala di 15 km e la Brondello di 7 km per un totale di 74 km cronometrati su sei prove speciali, tre tratti ripetuti due volte. Resta da definire la città di partenza e arrivo, Dronero o Saluzzo, scelta che dipenderà molto dall’andamento della pandemia e dalle norme attualmente in vigore per il suo contenimento che coinvolgono anche la logistica delle gare.

Nel 2020, a pochi giorni dal via,  il coronavirus aveva indotto allo slittamento del 26° Rally Valli Cuneesi, primo appuntamento stagionale valido per il Rally di Zona e del concomitante 13° Rally storico del Cuneese. Le due competizioni avrebbero poi dovuto svolgersi nella seconda parte dell’anno. Invece nella riformulazione dei calendari del secondo semestre non avevano trovato posto.

Blog su WordPress.com.

Su ↑