Funzionalità di ricerca

Gino Bruni

Il mio blog

Tag

66° Rally di Sanremo

Breen e Nagle, trionfano al 66°Rallye Sanremo

Craig Breen e Paul Nagle, Skoda Fabia R5, si aggiudicano il 66°Rallye Sanremo, gara organizzata dall’Automobile Club del Ponente Ligure, un rally tanto impegnativo quanto spettacolare che storicamente ha sempre regalato colpi di scena. E il colpo di scena anche in questa edizione c’è stato. L’irlandese ha superato proprio nell’ultimo tratto cronometrato  Simone Campedelli e Tania Canton con la Ford Fiesta R5 di Orange1 Racing che erano stati a lungo al comando della gara.

Il romagnolo si era infatti aggiudicato cinque delle dieci prove speciali in programma arrivando all’ultima lunga prova speciale con un vantaggio di undici secondi su Breen.

km dell’ultima tratto cronometrato di oltre 34 chilometri,  con condizioni meteorologiche avverse, con pioggia nebbia e tratti completamenti asciutti, l’irlandese ha realizzato un tempo straordinario che gli ha consentito di superare l’avversario.

Terzi assoluti, Giandomenico Basso insieme a Lorenzo Granai con la Skoda Fabia R5.

Il Sanremo si è confermato come una gara bella e difficile nel segno dell’imprevedibilità meteo che ha accompagnato tutta la gara.

Quarto assoluto Luca Rossetti affiancato da Eleonora Mori con la C3 R5 ufficiale.

 

CLASSIFICA ASSOLUTA 66°RALLYE SANREMO FINALE: 1. Breen-Nagle (Skoda Fabia R5) in 1:40’42.3; 2.Campedelli-Canton (Ford Fiesta R5) in 4.3; 3. Basso-Granai (Skoda Fabia R5) a 32.9; 4. Rossetti-Mori (Citroen C3 R5) a 1’00.0; 5. Crugnola-Ometto (Volkswagen Polo R5) a 1’17.9; 6. Franceschi-Haut Labourdette (Skoda Fabia R5) a 2’53.1; 7. Michelini-Perna (Skoda Fabia R5) a 4’07.0; 8. Habaj – Dymurski (Skoda Fabia R5) a 4’40.0; 9. Rusce-Farnocchia (Volkswagen Polo R5) a 5’15.5; 10. Scattolon-Nobili (Skoda Fabia R5) a 5’48.5.

66°Rallye Sanremo Simone Campedelli e Tania Canton, Ford Fiesta R5, sono al comando

Dopo quattro prove della prima giornata il romagnolo guida la classifica davanti alle due Skoda di Craig Breen e Giandomenico Basso.

Il 66°Rallye Sanremo è entrato ufficialmente e le prime insidiose quattro prove disputatesi nel pomeriggio di oggi hanno confermato che la corsa è destinata ad essere come di consueto aperta fino all’ultimo chilometro, cioè fino a domani  nel tardo pomeriggio. A rendere ancora più difficile un percorso storicamente molto impegnativo c’è stato anche l’alternarsi di sole e pioggia con alcune prove difficilmente interpretabili soprattutto per la scelta degli pneumatici. Dopo le quattro prove di oggi al comando  c’è Simone Campedelli con Tania Canton su Ford Fiesta R5 della Orange1 Raging. Il romagnolo ha preso la testa dopo la terza delle prove in programma nel pomeriggio, sfruttando al meglio le proprie qualità, quelle della vettura , preparata ufficialmente dalla M-Sport di Malcolm Wilson, ed una scelta di pneumatici particolarmente apprezzata che gli ha permesso anche di vincere l’ultimo tratto cronometrato terminando al comando con 9″6 su  Craig Breen e Paul Nagle , Skoda Fabia, e 10″ sull’altra Skoda Fabia di Giandomenico Basso e Lorenzo Granai.

Questo il risultato della prima semi tappa, con la parte conclusiva della prima frazione di gara che vivrà le sue parti più esaltanti con le prove in notturne in programma già nelle primissime ore di domani; la “classica” notte sanremese con la Mini Ronde da trenta chilometri e la temibile San Romolo; domani sabato 13 aprile toccherà ad altre sei prove speciali: tra queste spiccano i rinomati tratti di Testico, San Bartolomeo e Colle d’Oggia. La corsa si concluderà alle ore 19.00.

Tra gli iscritti al Campionato Italiano Rally JUNIOR dopo quattro prove disputate è davanti l’equipaggio formato da Giuseppe Testa e Massimo Bizzocchi ai sette giovani equipaggi a bordo delle Ford Fiesta R2B. Tra i partecipanti al titolo tricolore Due Ruote Motrici al momento comanda il fiorentino Tommaso Ciuffi insieme a Nicolò Gonella con la Peugeot 208 R2.

 CLASSIFICA ASSOLUTA DOPO PS4: 1. Campedelli-Canton (Ford Fiesta R5) in 29’08.1; 2.Breen-Nagle (Skoda Fabia R5) a 9.6; 3. Basso-Granai (Skoda Fabia R5) a 10.6; 4. Albertini-Fappani (Skoda Fabia R5) a 18.4; 5.Rossetti-Mori (Citroen C3 R5) a 18.7; 6. Crugnola-Ometto (Volkswagen Polo R5) a 29.5; 7. Michelini-Perna (Skoda Fabia R5) a 54.7; 8. Franceschi-Haut Labourdette (Skoda Fabia R5) a 1’05.1; 9. Rusce-Farnocchia (Volkswagen Polo R5) a 1’34.9; 10. Scattolon-Nobili (Skoda Fabia R5) a 1’45.3.

Il Sanremo del genovese Davide Craviotto

Scatta dal Rally di Sanremo la nuova stagione di Davide Craviotto. Il pilota genovese parteciperà alla seconda gara  del CIR (Campionato italiano rally), in coppia con Fabrizio Piccinini ed volante della Peugeot 208 R2B della By Bianchi iscritta dalla scuderia Project Team.

“Correre al Sanremo – commenta Davide Craviotto – è un sogno che si avvera, sia per me che per Fabrizio, dopo oltre 20 anni di attività agonistica. Per qualità e quantità degli avversari di classe è, in partenza, un impegno proibitivo ma noi la prenderemo come quell’esperienza che mancava nella nostra piccola carriera: se, poi, arriverà un risultato positivo, saremo ancora più contenti. Nel dubbio, ci siamo iscritti anche al Trofeo Peugeot 2019: non si sa mai che, dopo il Sanremo, non si riesca ancora a fare ancora una gara del CIR…”.

Secondo le aspettative la stagione agonistica 2019 sarà particolarmente importante, per Davide Craviotto. “Abbiamo cercato di alzare un po’ l’asticella… – aggiunge il pilota genovese – mettendo nel programma qualche gara di grande interesse. A giugno andremo al Rally del Taro, seconda prova dell’IRCup, a metà luglio, se troveremo una vettura, saremo al rally Golfo dei Poeti, a La Spezia, a fine luglio correremo il Rally di Alba, che da quest’anno fa parte del “tricolore” WRC, e, a fine agosto, saremo al via del Rally della Lanterna, con una vettura top, se riusciremo a mettere insieme il budget necessario, la Skoda Fabia R5 della By Bianchi. Un altro sogno che si potrebbe avverare…”.

Blog su WordPress.com.

Su ↑