Cerca

Gino Bruni

Il mio blog

Tag

Aci Storico

Turismo – Sicurezza – Educazione Stradale

Promuovere e rilanciare un turismo motoristico sempre più ricco, informato e consapevole delle straordinarie ricchezze del Belpaese, coniugandolo a una mobilità sempre più sicura, responsabile e sostenibile.

È questo, in estrema sintesi, il senso del protocollo firmato – in video collegamento tra il Comune di Maranello e la sede nazionale dell’Automobile Club d’Italia a Roma – da Luigi Zironi, sindaco di Maranello e Presidente dell’Associazione Città dei Motori dell’ANCI (30 Comuni di 12 Regioni, con territori a forte vocazione motoristica, per produzione, sport o cultura), Giuseppina Fusco, Vicepresidente dell’ACI, e Angelo Sticchi Damiani, Presidente dell’ACI e di ACI Storico.

Il protocollo – triennale – prevede un impegno comune sia nello sviluppo del turismo automobilistico e nella promozione delle risorse turistiche, che nella sensibilizzazione, informazione e formazione delle comunità locali in materia di mobilità, sicurezza stradale e conoscenza del territorio.

Secondo Luigi Zironi: “Questo accordo con ACI ha potenzialità straordinarie che, in prospettiva, potranno concretizzarsi in una serie di azioni molto importanti per la ripresa del turismo motoristico. L’intesa appena firmata conferma, ancora una volta, con quanta convinzione stiamo lavorando durante questa pandemia per farci trovare pronti nel momento della ripartenza. E la solidità di un alleato come ACI, che nel settore vanta un’esperienza ineguagliabile anche sul tema fondamentale dell’educazione e della sicurezza stradale, sarà un’ulteriore garanzia per tutta la rete di iniziative e relazioni che stiamo costruendo con tanta passione attorno al ‘Made in Italy’ dei motori”. 

“La creatività, l’intelligenza e le capacità imprenditoriali italiane – ha dichiarato la Vicepresidente dell’ACI, Giuseppina Fusco – hanno dato vita, nel tempo, ad eccellenze assolute nell’ambito dell’automobilismo e del motociclismo. Eccellenze che tutto il mondo ci invidia e che hanno fatto e fanno la fortuna di intere aree del nostro territorio. Una ricchezza che occorre salvaguardare, promuovere, valorizzare, accrescere. È da questa consapevolezza che nasce l’idea di questo protocollo d’intesa, che vedrà ACI, ACI Storico e ‘Città dei Motori’, impegnati a fare tutto quanto in loro potere per far sì che i Comuni e le Aziende italiane che hanno scritto la storia del motorismo mondiale siano sempre più conosciuti, visitati, apprezzati e valorizzati, non solo da addetti ai lavori, esperti e appassionati, ma da turisti di ogni parte del mondo, attratti sia dall’eccellenza delle nostre bellezze che dalla bellezza delle nostre eccellenze”.

“L’Italia – ha sottolineato Angelo Sticchi Damiani, Presidente dell’ACI e di ACI Storico – è Paese di motori. Tra i più grandi, amati e vincenti di sempre. Si può dire che l’auto sia nata qui, non solo perché i papà del motore a scoppio sono italiani, ma anche perché appartengono al Belpaese alcuni tra i marchi, i piloti e le competizioni sportive che hanno contribuito a trasformare il mezzo in mito. Tutto questo, in un territorio letteralmente unico al mondo, dove Storia, bellezze artistiche, culturali, paesaggistiche e naturali animano un territorio particolarmente ricco di distretti motoristici nei quali operano realtà di assoluta eccellenza. ACI, ACI Storico e ‘Città dei Motori’ hanno deciso di unire forze, esperienze, visione e know-how per valorizzare al meglio, di fronte al mondo, questo patrimonio di eccellenze, in una logica nella quale turismo motoristico, educazione e sicurezza stradale e ambientale, si fondano nel nome della definizione e realizzazione di standard di qualità sempre più elevati”.

Lista di salvaguardia per le vetture di interesse storico.

“E’ necessario predisporre una ‘lista di salvaguardia’ per avere sotto controllo il parco circolante delle vetture ultra-ventennali.

Oggi è importante tutelare i veicoli di reale interesse storico e rottamare quelli, semplicemente, vecchi, non sicuri e altamente inquinanti” – ha affermato Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’Automobile Club d’Italia.

“Non è più pensabile,  – ha aggiunto il presidente dell’ACI  –  che sia un Ente privato a rilasciare il, Certificato di Rilevanza Storica, (CRS) senza alcuna regola o controllo da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti”.

Questo è quanto emerso a Padova nel corso del dibattito sul tema: “La fiscalità e le auto storiche” nello stand ACI Storico dove si sono confrontate le più importanti personalità nel mondo delle auto storiche.

Arriva il Gran Premio Nuvolari

Mancano ormai pochi giorni alla partenza della 29ª edizione del Gran Premio Nuvolari, la gara più tecnica d’Italia. Dal 20 al 22 settembre il gotha dell’automobilismo storico internazionale convergerà a Mantova, città dalla quale il Gran Premio parte e arriva, con vetture dal fascino intramontabile per celebrare il mito di Tazio Nuvolari: lo sportivo che più di ogni altro ha segnato la storia del XX secolo.

Quest’anno si registra un numero di presenze record: sono oltre 300 gli equipaggi in arrivo a Mantova, provenienti da Europa, Asia e Australia. 17 i paesi rappresentati: Argentina, Australia, Austria, Belgio, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Italia, Lussemburgo, Olanda, Polonia, Repubblica Ceca, Repubblica di San Marino, Russia, Spagna, Svizzera.  45 le case automobilistiche in gara: dalle italiane Alfa Romeo, Maserati, Fiat, Lancia, OM e Ferrari alle inglesi Triumph, Jaguar, Aston Martin e Bentley; dalle statunitensi Chrysler e Chevrolet, alle tedesche Mercedes, BMW e Porsche fino alle pursang francesi firmate Ettore Bugatti. Saranno ben 95 le vetture anteguerra che prenderanno parte all’evento.
Il Gran Premio rappresenta un’occasione unica per poter ammirare da vicino queste leggendarie vintage car che hanno fatto la storia dell’automobilismo mondiale e che si ritroveranno, come ogni anno, in Piazza Sordello per una delle gare più affascinanti al mondo. Il mito del grande Nivola è sempre forte e presente e con il Gran Premio rivive ogni anno, grazie ai numerosi appassionati che condividono le emozioni di un viaggio straordinario a bordo di veri e propri capolavori di storia meccanica e design.

Organizzata da Mantova Corse, la manifestazione di regolarità è riservata ad automobili d’interesse storico costruite tra il 1919 e il 1972, secondo le normative F.I.A., F.I.V.A., ACI Storico e ACI Sport.

Ruote nella storia arriva a Torriglia

Dopo il lusinghiero successo ottenuto lo scorso anno con la prima edizione di Ruote nella storia, che ha portato i partecipanti a Campo Ligure, nel 2019 sarà l’entroterra genovese a ospitare il raduno 2019.

La manifestazione organizzata dall’Automobile Club di Genova in collaborazione con ACI Storico è in programma per domenica 31 marzo.

Il raduno è riservato solamente ai veicoli storici.  Dopo la partenza dal Quartiere della Foce di Genova i partecipanti dovranno raggiungere: Genova – Doria, per celebrare la classica omonima corsa in salita prevalentemente dedicata al motociclismo le cui origini risalgano agli anni ‘20.

Il programma prevede: domenica 31 marzo dalle ore 8.30 alle 10 il perfezionamento delle iscrizioni presso la Sede dell’Automobile Club di Genova in Viale Brigate Partigiane. Alle 10.15 tutti i partecipanti dovranno partecipare al briefing, dove sarà illustrato il tracciato e comunicate le ultime informazioni. Alle 10.30 la carovana si metterà in movimento verso la periferia della Val Bisagno sino alla località Doria. (ai partecipanti sarà consegnata una cartina del tracciato da seguire). Lungo il percorso tra Doria e Creto saranno posti due controlli a timbro, dove i partecipanti dovranno obbligatoriamente fermarsi. Il raduno proseguirà poi sulla Sp 226 di Valle Scrivia da Montoggio sino a Laccio per poi proseguire lungo la statale 45 sino a Torriglia dove l’arrivo è previsto attorno alle ore 12. Dopo il pranzo, la manifestazione si terminerà alle ore 15.30.

Per informazioni è possibile inviare una mail a sede@acigenova.it

La Lancia Stratos ad Automotoretrò Torino

Sabato 2 febbraio 2019, dalle  ore 10 alle 11 nello stand ACI Storico torna la storia del Reparto Corse Lancia.

Della storia che iniziò nel Reparto Corse Lancia in Borgo San Paolo, saranno ripercorsi alcuni tratti attraverso i racconti dei protagonisti che la Stratos l’hanno progettata, costruita e portata alla vittoria ieri e oggi.

All’incontro si potranno ascoltare testimonianze e aneddoti sulla Regina dei rally, raccontati da Gianni Tonti, Direttore del team di tecnici Lancia, ed autore del libro “Stratos il mito diventa leggenda”. Saranno presenti i campioni di ieri (Tony Carello) e di oggi (Erik Comas ex pilota di Formula 1) che hanno contribuito a rendere la Stratos un vero mito.

Auto storiche: 40 partecipanti alla quinta tappa di Ruote nella Storia.

Ha preso il via, davanti alla Sede dell’Automobile Club di Genova, la quinta tappa di Ruote nella Storia, manifestazione ideata e organizzata da ACI Storico in collaborazione con l’Automobile Club e il Veteran Car Club Ligure riservata alle vetture immatricolate entro il 31 dicembre 1997 e inserite nella lista di vetture d’interesse storico redatta da Aci Storico.

La carovana di Auto storiche partita da Genova, si è poi spostata verso la Val Polcevera toccando Campomorone e i Piani di Praglia per giungere a Campo Ligure comune di arrivo.

A Campo Ligure, in Liguria, la quinta tappa di Ruote nella Storia.

Domenica 8 luglio Ruote nella Storia, la manifestazione ideata e organizzata da ACI Storico in collaborazione con l’Automobile Club, si sposterà in Liguria per visitare uno dei “Borghi più belli d’Italia”: Campo Ligure.

L’organizzazione dell’evento è curata dall’Automobile Club di Genova e ACI Storico, con la collaborazione del Veteran Car Club Ligure.

Il giro turistico, che partirà da Genova, toccherà Campomorone per salire ai Piani di Praglia, per i giungere poi a Campo Ligure. I partecipanti potranno visitare il famoso Museo della Filigrana e il Castello, posto nella parte antica, restaurato e utilizzato per concerti e iniziative culturali.

Alla manifestazione saranno ammesse le vetture immatricolate entro il 31 dicembre 1997 e inserite nella lista di vetture d’interesse storico redatta da Aci Storico.

Questo il programma nei dettagli:

Domenica 8 luglio
Raduno a Genova davanti alla Sede dell’Automobile Club, Viale Brigate Partigiane 1a dalle ore 8,30 alle 9;
Ore 9,30 colazione;
Trasferimento sull’itinerario: Genova – Campomorone – Piani di Praglia e arrivo a Campo Ligure;
Ore 11, visita al museo della Filigrana e al castello di Campo Ligure;
Ore 13,30 pranzo;
Ore 16 conclusione della manifestazione.

 

Per la scheda di adesione clicca qui

ACI Storico al Milano AutoClassica

ACI Storico si presenterà a Milano AutoClassica (dal 24 al 26 novembre) con la coinvolgente rivisitazione della Storia, della tradizione e della cultura dell’Auto rivolta a tutti gli appassionati e soprattutto ai Soci, che godranno di sconti e promozioni a loro riservati. La funzione centrale della Casa degli entusiasti delle vetture storiche, troverà ancor più esaltazione nell’Area Incontri ACI Storico di Milano AutoClassica, il grande spazio dello stand, con un vero e proprio agorà ed un ricco calendario di incontri nel cuore di Milano AutoClassica.

Allo stand ACI Storico, saranno presenti tutte le eccellenze di Automobile Club Italia:

ACI Global, società multiservizi dedicata anche al mondo dei veicoli storici, presenterà la sua Linea di Servizi “ACI Global Passione d’Epoca”.

Sara Assicurazioni, la Compagnia Assicuratrice dell‘Automobile Club Italia, avrà uno spazio sullo stand dedicato a Sara Vintage, la polizza assicurativa predisposta per la propria clientela che possiede un veicolo a motore d’epoca. Nell’Area Incontri ACI Storico alle 16.30 di venerdì 24 si svolgerà l’incontro di presentazione di Sara e Aci: passione e impegno al servizio dei collezionisti.

Il PRA Pubblico Registro Automobilistico, sarà presente con lo “Sportello decentrato” dell’Area Metropolitana ACI di Milano, con uno spazio dove l’utente può richiedere Visure, Certificazioni, avere  informazioni sul pagamento del bollo delle auto e  registrare trasferimenti di proprietà o qualsiasi altra formalità.

ACI Sport e ACI Storico rinnovano l’appuntamento con il Motorsport nella Classic Circuit Arena. Per i giorni di venerdì 24, sabato 25 e domenica 26 novembre nella straordinaria area esterna di Milano AutoClassica, sono in programma gare, esibizioni e in collaborazione con il mensile Automobilismo d’Epoca, un Corso di Regolarità per piloti neofiti ed esperti.

Padova: oggi si è conclusa Auto e Moto d’epoca

Si è concluso oggi a Padova la 34a edizione di Auto e Moto d’Epoca, la più importante manifestazione fieristica europea per i veicoli storici che registra un record di presenze grazie alla sua formula sempre più innovativa. Il padiglione  dell’Automobile Club d’Italia ed ACI Storico è stato il più visitato della fiera: oltre 100.000 persone si sono entusiasmate di fronte alle 12 monoposto di Formula1 dal 1927 ai giorni nostri che ACI ha schierato nella mostra “Gran Premio d’Italia – Monza Experience”, allestita per celebrare le 88 edizioni della massima gara italiana e il nuovo ruolo di ACI nella corsa.

Tanto pubblico ha affollato i 30 appuntamenti programmati all’Arena ACI con presentazioni e dibattiti sul motorismo d’epoca e le grandi manifestazioni sportive. Sul maxischermo sono state proiettate le immagini delle performance dei più grandi piloti italiani al simulatore ACI di guida di auto storiche: il giro di Alex Caffi sul circuito virtuale di Monza è stato il più acclamato. Tanti collezionisti hanno apprezzato il servizio ACI di visure al Pubblico Registro Automobilistico per accertare la regolarità dei 5.000 veicoli esposti in fiera prima di completarne l’acquisto. Ad evidenziare l’impegno del Club sui molteplici versanti della mobilità, riflettori puntati anche su tre motocicli Frera del 1916, 1921 e 1924, esposti al padiglione 3 da ACI Global.

Tra le novità annunciate, il nuovo calendario 2018 di “Ruote Nella Storia” con 10 tappe itineranti che faranno uscire dai garage le auto più prestigiose, offrendo agli appassionati l’occasione di ammirare da vicino le perle più belle a quattro ruote: un progetto ambizioso che trova realtà grazie all’impegno della Federazione ACI, forte della sinergia di 106 Automobile Club provinciali.

“La passione è da sempre il motore dell’auto – ha dichiarato il presidente di ACI e ACI Storico, Angelo Sticchi Damiani – e il successo di Auto e Moto d’Epoca dimostra l’attaccamento degli italiani alla tradizione motoristica che ci contraddistingue. Questa passione va però difesa, garantendo un futuro ai veicoli di vero interesse storico con le più idonee azioni di tutela e valorizzazione. Con ACI Storico abbiamo fornito alle istituzioni, alle compagnie assicurative e ai collezionisti gli strumenti più idonei per distinguere univocamente un’auto storica da un’auto vecchia. Il grande successo di pubblico al nostro padiglione misura il consenso crescente e la fiducia nell’ACI e in ACI Storico”.

Blog su WordPress.com.

Su ↑