Cerca

Gino Bruni

Il mio blog

Tag

Auto Produzione

Presenze record al Valentino Salone Auto Torino.

Torino, 11 giugno 2018 – L’edizione numero quattro, che si conclusa ieri è stata davvero da record. Gli oltre 600 mila i visitatori, hanno convinto, se mai ce ne fosse stato bisogno, gli organizzatori a programmare il prossimo appuntamento con il Salone di Torino che tornerà dal 19 al 23 giugno 2019.

I dati raccontano di oltre 2000 supercar che nei cinque giorni di manifestazione hanno colorato le piazze e le strade di Torino, con un coinvolgimento totale da parte della città che ha accolto con entusiasmo la 4ª edizione della festa italiana dell’automobile.
Soddisfatto e pensando al futuro Andrea Levy, presidente di Parco Valentino ha dichiarato: “E’ stata un’edizione piena di entusiasmo, del pubblico che è venuto a visitare il Salone ma anche degli espositori e degli appassionati. In cinque giorni siamo riusciti a far venire a Torino collezionisti provenienti da tutto il mondo: supercar provenienti da Inghilterra, Germania, Irlanda, Olanda, e addirittura da Dubai, come la Jannarelly Edition 1 del designer Anthony Jannarelly. Adesso pensiamo alla prossima edizione, confermando il grande evento di apertura che ha coinvolto presidenti e amministratori delle case automobilistiche: la Supercar Night Parade”.

La formula dell’ingresso gratuito al pubblico ha premiato.

Potrebbe essere una strada da seguire anche per prossime manifestazioni in altre città?

Salone Auto Torino: boom di pubblico, aspettando il gran premio.

Torino, 9 giugno 2018 – Il Parco Valentino Salone Auto Torino si prepara al gran finale. Il meteo favorevole ha accolto visitatori e appassionati  lungo i viali del Parco torinese.

I primi dati emersi parlano di una stima di 300 mila visitatori nei primi 4 giorni, senza contare quelli che hanno partecipato al Salone diffuso per la città che ha portato da tutta Italia oltre 500 tra supercar e auto nelle piazze e nelle vie del capoluogo piemontese.

Dai numeri del biglietto elettronico gratuito emerge che anche in questa 4^ edizione i visitatori arrivano da tutte le province italiane, anche grazie alla convenzione con Trenitalia che consente 30% di sconto sui biglietti tariffa base da tutte le città italiane.

La città di Torino torna quindi al centro dell’attenzione automotive italiana in un sabato ricco di eventi:

hanno sfilato per le strade della città partendo da piazza Vittorio Veneto le mitiche Lancia Delta Integrali del club Independent Cars Italia, al Parco Dora si è svolto il test drive Smart EQ Cup in un circuito aperto al pubblico.

Per domani c’è attesa per il grande finale: il Gran Premio Parco Valentino, la sfilata di oltre 200 equipaggi che partiranno da piazza Castello per arrivare fino alla Reggia di Venaria passando per le strade del centro di Torino e dalla Basilica di Superga. La diretta della partenza sarà seguita da Radio Montecarlo.

Porsche: 70 anni ma non li dimostra

L’anno del 70° anniversario di Porsche sta giungendo al suo culmine: ieri, venerdì (8 giugno), il Museo Porsche, alla presenza di numerose autorità e di numerosi rappresentanti del mondo economico e sociale, è stata inaugurata la mostra speciale intitolata “70 anni di auto sportive Porsche”.

Nel 1948, proprio l’8 giugno, la Porsche 356 “Numero 1” Roadster ottenne il certificato di omologazione.

Da allora il marchio Porsche è diventato sinonimo di un’esperienza di guida e di un modo di pensare all’insegna della sportività, oltre che di innovazione, design e funzionalità in ambito automobilistico.

Attraverso questa mostra , Porsche presenta le numerose pietre miliari che hanno fatto sì che la Casa Automobilistica riuscisse a plasmare e indirizzare lo sviluppo delle automobili sportive dal 1948 fino ai giorni nostri.

L’obiettivo è quello di mettere in risalto gli eccezionali sviluppi realizzati da Porsche negli ultimi settant’anni.

Oltre 75 i modelli esposti – dalla leggendaria Porsche 356 “Numero 1” Roadster del 1948 alla Porsche Mission E esclusivamente elettrica.

“Scegliendo di organizzare questa mostra per festeggiare l’anniversario del nostro marchio abbiamo voluto aprire un nuovo capitolo”, ha sottolineato Achim Stejskal, Direttore del Museo Porsche. “Per la prima volta abbiamo inoltre ridisegnato completamente la nostra intera area espositiva, che occupa più di 5.600 metri quadrati”.

Nel corso di tutta la sua storia, fino ad oggi, Porsche ha sviluppato e collaudato le nuove tecnologie su vetture da corsa destinate a diventare leggende.

Questo principio è stato applicato anche al “futuro dell’auto sportiva” rappresentato dalla Mission E, la cui versione di serie verrà introdotta sul mercato nel 2019 come prima Porsche a propulsione esclusivamente elettrica, traendo vantaggio dalle esperienze fatte con la 919 Hybrid vincitrice di Le Mans.

ACI: Segno più a maggio per il mercato auto dell’usato

Prosegue nel mese di maggio il trend positivo del mercato delle auto di seconda mano e torna in crescita anche il bilancio dell’usato nel settore delle due ruote.

I passaggi di proprietà delle quatto ruote, depurati dalle minivolture (i trasferimenti temporanei a nome del concessionario in attesa della rivendita al cliente finale), a maggio hanno messo a segno un incremento mensile del 5,7%, che sale a +10,8% in termini di media giornaliera, considerato che il mese di maggio 2018 ha avuto una giornata lavorativa in meno rispetto all’analogo mese dell’anno precedente.

Per ogni 100 autovetture di nuova immatricolazione ne sono state vendute 128 usate nel mese di maggio e 144 nei primi cinque mesi dell’anno.

In aumento anche i passaggi di proprietà dei motocicli, che al netto delle minivolture hanno registrato una variazione mensile positiva del 6,3% (+11,4% in termini di media giornaliera).

Complessivamente nel periodo gennaio-maggio 2018 si evidenziano incrementi del 5,5% per le autovetture e del 3,7% per tutti i veicoli, a fronte di un calo dell’1,7% per i motocicli.

I dati sono riportati nell’ultimo bollettino mensile “Auto-Trend”, l’analisi statistica realizzata dall’Automobile Club d’Italia sui dati del PRA, consultabile sul sito www.aci.it

Bilancio con il segno più a maggio anche per le radiazioni. I dati mensili evidenziano una crescita delle radiazioni delle autovetture del 3% rispetto all’analogo mese del 2017 (+7,9% la media giornaliera). Il tasso unitario di sostituzione a maggio è stato pari a 0,65 (ogni 100 auto iscritte ne sono state radiate 65), attestandosi a 0,72 nei primi cinque mesi del 2018.

Incremento mensile anche per le radiazioni dei motocicli, che hanno chiuso il bilancio di maggio con una variazione positiva dell’1,8% (+6,6% la media giornaliera).

Nei primi cinque mesi del 2018 le radiazioni hanno fatto registrare incrementi complessivi del 7% per le autovetture, del 13,1% per i motocicli e del 7,6% per tutti i veicoli.

Auto elettrica piace agli italiani?

I veicoli a zero emissioni, insieme a quelli ibridi e a gpl/metano, piacciono sempre di più agli automobilisti italiani.

La conferma arriva da un sondaggio effettuato al Dealer Day di Verona Quintegia, dove circa il 50% di un campione di 1.366 prossimi acquirenti dichiara, di essere pronto a valutare l’acquisto di un’auto elettrica.

Le rilevazioni evidenziano che i guidatori tra i venticinque e quarantaquattro anni sono i più propensi all’acquisto di una vettura green, con il 68% che lo farebbe entro la fine del 2018.

Notevole anche il numero di proprietari che rinuncerebbe al motore a gasolio determinato anche da numerose Case automobilistiche che stanno valutando l’abbandono della produzione dei motori diesel.

Nella scelta dei veicoli elettrici incide molto anche l’aspetto del risparmio sulla tassa di proprietà (bollo) e sul pagamento delle strisce blu, oltre a poter accedere alle zone a traffico limitato e non per ultimo alcuni sconti sulle polizze assicurative.

 

Ci sono però anche alcuni limiti all’espansione dei veicoli elettrici. Tra questi l’elevato prezzo d’acquisto; dall’autonomia di marcia e, almeno sino a oggi, la scarsità di colonnine di ricarica.

 

Anche i concessionari rallentano la diffusione auto elettriche. Da uno studio realizzato dai ricercatori delle Università di Aarhus e del Sussex, che si basa su 126 esperienze di acquisto presso 82 concessionari di automobili in Danimarca, Finlandia, Islanda, Norvegia e Svezia emerge questo dato. Sempre secondo questa indagine La maggior parte dei consumatori non ha conoscenze pregresse sui veicoli elettrici e questo consente alle concessionarie di auto di influenzare fortemente le decisioni di acquisto. In controtendenza la Norvegia dove la vendita di automezzi a zero emissioni è molto alta e i concessionari sono preparati sulle nuove tecnologie.

Da Segugio.it

Salone dell’Auto di Torino: anteprima nazionale del nuovo Honda CR-V.

Il nuovo Honda CR-V, SUV più venduto al mondo, debutta in anteprima nazionale alla quarta edizione del salone dell’Auto di Torino che si svolgerà dal 6 al 10 giugno, nella suggestiva cornice di Parco Valentino.

Il SUV della Casa di Tokyo si rinnova in maniera radicale offrendo maggiore spazio, comfort, versatilità e dotazione tecnologiche.

La novità più importante del nuovo SUV riguarda l’introduzione di due nuovi motori:  una versione con motore benzina turbo VTEC da 1.5 litri disponibile con cambio manuale a 6 rapporti e automatico CVT, nella variante a 2WD e 4WD, ed il nuovissimo motore ibrido i-MMD da 2.0 litri, 2WD o 4WD, dotato del nuovo cambio automatico E-CVT.

In particolare questo nuovo propulsore ibrido di Honda CR-V segnerà di fatto l’inizio del percorso di elettrificazione della gamma annunciato da Honda lo scorso anno.

Le prime unità del nuovo veicolo ibrido saranno in vendita a partire dall’inizio del 2019.

Da segnalare che, per la prima volta in assoluto sul modello CR-V, le versioni dotate del motore a benzina saranno disponibili anche con l’opzione a sette posti per offrire il massimo livello di comfort ai passeggeri senza rinunciare allo spazio di carico.

A completare la presenza di vetture Honda al Salone di Torino la supercar NSX, capolavoro di tecnologia e innovazione, esposta in versione Racing GT 3 Cup e la sportivissima Civic Type R, berlina a trazione anteriore più veloce d’ Europa con i suoi 320 CV di potenza ed in grado di raggiungere una velocità massima di 272 Km/h.

Lo stand del primo costruttore di veicoli al mondo sarà ulteriormente impreziosito dai modelli di punta della gamma a due ruote: l’elegante e iconica CB1000R+, la regina dell’avventura Africa Twin nella nuova versione Adventure Sports e l’originale e sorprendente crossover X-ADV – creati da una vincente sinergia tra tecnologia nipponica e design italiano.

Nuova Opel Corsa Gsi promette il massimo divertimento.

La nuova Opel corsaGsi arriverà sul mercato quest’estate nella scia di Insignia GSi e monterà un brillante motore turbo 1.4 litri da 110 kW/150 CV con 220 Nm di coppia (consumi di carburante in l/100 km1: ciclo urbano 7,9-7,8, ciclo extraurbano 5,4-5,2, ciclo misto 6,3-6,2, emissioni di CO2 nel ciclo misto 147-143 g/km). La “supercompatta” di Opel parte con la massima rapidità (accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 8,9 secondi) e si distingue anche per la grande elasticità: mentre accelera per raggiungere la velocità massima di 207 km/h, corsa Gsi impiega solo 9,9 secondi per passare da 80 a 120 km/h in quinta marcia.

Questa vettura rappresenta un ulteriore tassello nell’offensiva Opel in vista della norma Euro 6d-TEMP. Durante la fase di configurazione del propulsore, che eroga una potenza specifica superiore ai 100 CV/litro, gli ingegneri hanno puntato a ottimizzare la reattività per assicurare il massimo piacere di guida anche sulle strade tortuose di campagna.

Il motore turbo, abbinato a un cambio a sei velocità con rapporti particolarmente corti, si distingue per lo spunto eccezionale in seconda e terza marcia e per la coppia massima raggiunta tra 3.000 e 4.500 giri, fatta su misura per una guida brillante.  Opel corsa Gsi è precisione e purezza: il telaio sportivo della versione OPC e i freni con le pinze rosse, abbinati ai cerchi in lega da 18 pollici a richiesta con pneumatici ad alta aderenza 215/40 R18, rendono la vettura particolarmente sportiva e maneggevole e garantiscono spazi di frenata ridotti.

Italia: le autovetture in circolazione sempre più vecchie.

La dimensione e l’anzianità del nostro parco circolante è un tema noto e , altrettante, note sono le conseguenze critiche su ambiente e sicurezza stradale. Secondo le ultime stime a fine 2017 nel nostro paese circolavano 37.160.000 autovetture, di cui 1,5 milioni di auto Euro 0 e quasi 7,6 milioni rispondenti alle Direttive ante Euro 3 immatricolate prima del 2001, quindi più di 17 anni fa.

A questo ritmo ci metteremo 14 anni per sostituirle tutte le autovetture. Secondo l’ACI, l’anzianità media del parco circolante totale è giunta a sfiorare gli 11 anni.

 

Fonte Unrae

Audi: in Italia marchi contraffatti.

Intercettati in Italia ricambi per autovetture contraffatti. In particolare, fanno sapere dall’Audi e dallo Studio Legale CBA, la contraffazione riguardava griglie auto, marchi e segni distintivi da apporre sulle parti di ricambio per un valore di diverse centinaia di migliaia di Euro.

Con il marchio Audi ma senza l’autorizzazione, i pezzi erano prodotti in Cina e commercializzati in Italia, in violazione dei diritti esclusivi di privativa industriale per marchio e design registrati.

I contraffattori sono stati individuati monitorando i siti di vendita online dei ricambisti che vendevano a carrozzerie.

Blog su WordPress.com.

Su ↑