Cerca

Gino Bruni

Il mio blog

Tag

Automobile Club Genova

Grande festa per i “Seniores” dell’’Automobile Club Genova

Anche quest’anno l’Automobile Club Genova ha premiato  i propri soci “Seniores” che hanno conseguito da oltre 50 anni la patente di guida.

. Un incontro conviviale, preceduto dalla relazione del Presidente, Gb Canevello, e dall’approvazione del bilancio dell’anno precedente che è stato accettato all’unanimità.

Sorrisi, strette di mano e l’orgoglio di essere “patentati” da una vita con la grande cultura della sicurezza e del rispetto delle norme della strada. Addirittura tra chi ha oltre 60 anni di patente c’è chi non ha mai collezionato sinistri. Insomma un vero record.

Eccoli i protagonisti della bella serata presso la sede dell’Automobile Club di Genova. Con 51 anni di patente: Dionisio Spallarossa. Con 53 anni di patente: Carla Canevello, Emanuele Carrara, Alessandro Pier Vincentelli. Con 54 anni di patente: Renata Grego, Ubaldo Gregori, Natale Nizzari, Giorgio Spina. Con 55 anni di patente: Lino Lagorio, Edoardo Moreggia. Con 56 anni di patente: Angelo Clavarino, Vincenzo Di Pietro, Isidoro Mele, Flavia Nardelli, Sergio Vigitello. Con 57 anni di patente: Francesco Mantero, Franco Sampaoli, Vincenzo Sassone, Antonio Sciutto. Con 58 anni di patente: Marion Meyer Busche, Francesco Percivale. Con 59 anni di patente Mario Silvio Balestracci, Salvatore Canonici , Giuseppe Cardinale, Francesco Coppo, Michele Giordano, Giuseppe Martucci, Giovanni Marcello Mattiuz, Maurizio Scajola, Salvatore Troiolo.

Con 60 anni di patente: Nicola Predasso, Vittorio Battista Semino. Con 61 anni di patente: Maria Ester Aghina, Mauro Becchi, Giovanni Campus, Pietro Gumina. Con 62 anni di patente: Giulio Acuti Carlevaro, Lenio Citernesi, Lodovico Patrone. Con 63 anni di patente: Pasquale Fiore, Renato Innocenti Livi. Con 64 anni di patente: Raffaele Dell’Aquila. Con 65 anni di patente: Franco Dodero, Carlo Garaventa, Ettore Spagliardi, Carlo Mario Storace, Antonino Villari. Con 66 anni di patente, Gabriella Bottino. Con 67 anni di patente, Franco Baracchini, Franca Canevello, Dino Imperiale, Antonio Claudio Puggioni. Con 69 anni di patente: Luigi Borreani.

Con 70 anni di patente: Bruno Congiu. Con 71 anni di patente: Claudio Bologna. Con 74 anni di patente: Angelo Medicina, Doviglio Moscone. Infine con ben 76 anni di patente è stato consegnato un riconoscimento a Luigi Musso.

Foto di Massimo Iosia

Domenica 31 marzo appuntamento con le auto storiche.

Organizzato dall’Automobile Club di Genova in collaborazione con ACI Storico e Veteran Car Club Ligure, è in programma, domenica 31 marzo, il raduno “Ruote nella Storia” che porterà i concorrenti da Genova a Torriglia.

Dopo la partenza dal Quartiere della Foce di Genova, davanti alla sede dell’Automobile Club, i partecipanti dovranno raggiungere: Genova – Doria, per celebrare la classica omonima corsa in salita prevalentemente dedicata al motociclismo le cui origini risalgano agli anni ‘20.

Questo il programma completo:

domenica 31 marzo dalle ore 8.30 alle 10 il perfezionamento delle iscrizioni presso la Sede dell’Automobile Club di Genova in Viale Brigate Partigiane. Alle 10.15 tutti i partecipanti dovranno partecipare al briefing, dove sarà illustrato il tracciato e comunicate le ultime informazioni. Alle 10.30 la carovana si metterà in movimento verso la periferia della Val Bisagno sino alla località Doria, (ai partecipanti sarà consegnata una cartina del tracciato da seguire). Lungo il percorso tra Genova-Doria e Creto saranno posti due controlli a timbro, dove i partecipanti dovranno obbligatoriamente fermarsi. Il raduno proseguirà poi sulla Sp 226 di Valle Scrivia da Montoggio sino a Laccio per poi avanzare lungo la statale 45 sino a Torriglia dove l’arrivo è previsto attorno alle ore 12. Dopo il pranzo, la manifestazione si terminerà alle ore 15.30.

 

Per informazioni è possibile inviare una mail a sede@acigenova.it

Genova: presentato a Orientamenti il concorso per le scuole “Speaker per un giorno”.

Al salone “Orientamenti” in corso a Genova è stato presentato il concorso regionale riservato alle scuole secondarie di secondo grado liguri denominato: “Speaker radiofonico per un giorno”.

L’iniziativa è stata promossa dalla Direzione regionale INAIL Liguria e dall’Automobile Club di Genova con il patrocinio dell’Ufficio scolastico regionale e di Regione Liguria e la collaborazione di Protezione Civile e Radio Babboleo.

Gli alunni che parteciperanno a questo concorso dovranno ideare un testo che possa essere trasformato in uno spot di venti secondi sui temi della sicurezza sul lavoro, stradale e ambientale, con particolare riferimento ai fenomeni di alluvione.

Il bando di concorso è disponibile sul portale dell’Ufficio scolastico regionale  (https://goo.gl/U3WrDo) dove potrà essere scaricata anche la scheda di adesione che ogni Istituto dovrà inviare entro il 21 dicembre prossimo. Gli studenti potranno realizzare i loro elaborati (singolarmente o in gruppi di massimo 5) entro il 31 marzo 2019 e inviarli alla mail  a: speakerperungiorno@gmail.com

Gli elaborati saranno valutati da una commissione e i tre testi vincitori (uno per ogni tema) saranno convertiti in Spot con la voce degli autori e trasmessi su Radio Babboleo. “Il progetto Speaker radiofonico per un giorno s’inserisce in un filone educativo che da tempo il Miur ha scelto, promosso e diffuso nelle scuole italiane”, rileva Ernesto Pellecchia, Direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale. “Parlare di sicurezza e farlo con modalità innovative e coinvolgenti, più vicine al linguaggio giovanile, è davvero un modo efficace e adeguato di lavorare per il futuro, in grado di coinvolgere tutte le studentesse e tutti gli studenti della nostra regione”. “Promuovere la salute e la sicurezza tra i giovani, stimolandone l’interesse per i comportamenti corretti in tutti gli ambiti della vita quotidiana attraverso un’iniziativa che innova il tradizionale approccio alla didattica della sicurezza: questo il senso dell’iniziativa di prevenzione”, spiega la Direttrice INAIL Liguria Angela Razzino. “Educare alla sicurezza significa contrastare il numero ancora elevato d’incidenti stradali e sul lavoro supportando progetti di formazione dell’individuo nella fase di crescita per indurre cambiamenti nei comportamenti e nelle situazioni di rischio”. “Questo progetto – pongono l’accento, il presidente dell’Automobile Club di Genova Giovanni Battista Canevello e il Direttore Susanna Marotta – richiama alla consapevolezza dei rischi e quindi alle conoscenze, con conseguenti responsabilizzazioni di comportamenti che devono essere sempre correlati con le situazioni di rischio palesi e latenti.

 

Raduno auto storiche: Sulle strade del promontorio

Domenica scorsa, 14 ottobre, organizzato dall’Automobile Club di Genova in collaborazione con il Veteran Car Club Ligure, si è disputata la terza edizione del raduno, riservato alle auto storiche, “Sulle strade del promontorio” da Genova a Santa Margherita Ligure.

L’iniziativa ha visto al via cinquantotto equipaggi su importanti e belle vetture. Partiti davanti alla sede dell’Automobile Club di Genova, nel quartiere della Foce, gli equipaggi hanno, affrontato un percorso suggestivo che gli ha portati lungo la panoramica strada del Monte Fasce per proseguire toccando Uscio, Recco, Camogli, Ruta, San Lorenzo della Costa per arrivare alla località Punta Pedale lungo la strada provinciale 227 che collega Santa Margherita Ligure a Portofino dove il raduno è terminato.

Genova auto storiche: Sulle strade del Promontorio

Domenica 14 ottobre, organizzato dall’Automobile Club di Genova in collaborazione con il Veteran Car Club Ligure, è in programma la terza edizione del raduno riservato alle auto storiche “Sulle strade del promontorio” da Genova a Santa Margherita Ligure.

 I partecipanti, su vetture che devono essere state costruite prima del 1988 o di particolare interesse storico, si raduneranno alle ore 9 davanti alla sede dell’ACI genovese in Viale Brigate Partigiane per le verifiche preliminari. Alle ore 10.30 sarà data la partenza per il percorso turistiche che porterà gli iscritti sulle strade del levante genovese sino alla località Punta Pedale lungo la strada provinciale 227 che collega Santa Margherita Ligure a Portofino con arrivo attorno alle ore 12.

 

La manifestazione si terminerà alle ore 15,30.

Ponte Morandi: la posizione dell’Automobile Club di Genova

La Commissione Mobilità e Traffico dell’Automobile Club di Genova, ad un mese dal tragico crollo del Ponte Morandi, si è riunita per mettere a fuoco idee e proposte per soluzioni alternative al viadotto della Valpolcevera, in particolare in questo momento critico per la città.

“Ci sembra doveroso evidenziare la reazione seria, propositiva e unanime dei genovesi: sia gli Enti che i cittadini”, nota il Presidente G.B. Canevello. “Un particolare ringraziamento va rivolto ai Vigili del Fuoco, a tutte le Forze dell’Ordine, alla Protezione Civile e a tutti i volontari che si sono prodigati con immediatezza ad affrontare una situazione tanto tragica. Le responsabilità certamente ci sono a diversi livelli ed è giunto  il tempo che si avvii un processo di valutazione e di successivo intervento di ripristino ai massimi livelli di sicurezza perché milioni di automobilisti percorrono quotidianamente la rete viaria urbana, extraurbana ed autostradale garantendo lo sviluppo sociale ed economico del nostro Paese”.

Maurizio Scajola, Presidente della Commissione, composta dai rappresentanti di Comune di Genova, Camera di Commercio, Autorità di sistema  del mar Ligure Occidentale, Amt, Aiit e Università di Genova, espone le priorità condivise nell’ultimo incontro. “Assoluta priorità va agli interventi per ripristinare  e facilitare la mobilità portuale. Il Porto è la maggior risorsa economica delle città e della Liguria e in questa ottica bisogna facilitare la movimentazione dei mezzi pesanti. Condividiamo il fatto che il nuovo ponte debba essere bello e soprattutto sia ricostruito al più presto. In questa fase riteniamo giusto che la mobilità privata non debba essere facilitata. Riteniamo inutile l’autostrada gratuita mentre è giusto che ci siano autobus gratuiti con particolare riferimento alla Valpolcevera così come corsie riservate a mezzi pubblici e di soccorso”.

Anche recentemente la Commissione Mobilità e Traffico dell’Automobile Club Genova ha presentato uno studio concreto di fattibilità sulla realizzazione di una rete tramviaria cittadina.

Norme di buon senso, in un momento così difficile. Ma anche capacità di guardare in prospettiva per dotare Genova e la Liguria di opere infrastrutturali all’altezza. “La “Gronda” Voltri-Rivarolo è urgente e non può essere ulteriormente ostacolata”, spiega Maurizio Scajola, Presidente della Commissione Mobilità e Traffico dell’Automobile Club di Genova. “Siamo stati fermi per troppo tempo. Oltre alla gronda occorrono due essenziali nuovi investimenti: la costruzione dell’autostrada Albenga-Carcare-Predosa che solleverebbe l’attuale tratta dell’autostrada da Albenga a Genova dal traffico pesante e leggero che dall’ovest Europa (Portogallo–Spagna–Sud Francia) vuole raggiungere il Piemonte collegandosi a Carcare con la Savona-Torino e la Lombardia collegandosi a Predosa con la Voltri-Gravellona. Ne trarrebbe grande vantaggio l’attività turistica oggi penalizzata da un flusso di veicoli (nei giorni d’estate e sempre nei week-end) che dal Nord del nostro Paese raggiungono la Riviera e viceversa. Con il vantaggio anche per i mezzi pesanti costretti nei giorni feriali  a continui stop and go. E poi il raddoppio della ferrovia a Ponente, da Andora a Finale. L’investimento consentirebbe di trasferire una parte importante del traffico merci dalla strada alla ferrovia per il tratto da Ventimiglia a Genova. Utilizzando vagoni a pianale basso disposti come un nastro sul quale gli autotreni scorrono fino a riempirlo e arrivati a destinazione, staccata la motrice, scendono facilmente. Queste opere sono necessarie per la crescita della nostra economia e sono urgenti. Non una, tutte! Il ponte era bello, ne faremo uno migliore, ma bisogna fare presto”.

Auto storiche: 40 partecipanti alla quinta tappa di Ruote nella Storia.

Ha preso il via, davanti alla Sede dell’Automobile Club di Genova, la quinta tappa di Ruote nella Storia, manifestazione ideata e organizzata da ACI Storico in collaborazione con l’Automobile Club e il Veteran Car Club Ligure riservata alle vetture immatricolate entro il 31 dicembre 1997 e inserite nella lista di vetture d’interesse storico redatta da Aci Storico.

La carovana di Auto storiche partita da Genova, si è poi spostata verso la Val Polcevera toccando Campomorone e i Piani di Praglia per giungere a Campo Ligure comune di arrivo.

Genova: la sicurezza a scuola

Oltre 600 studenti delle Scuole Primarie Maria Mazzini e San Paolo di Genova Castelletto, hanno partecipato alla “3 giorni in sicurezza” organizzata dall’Istituto comprensivo Castelletto in collaborazione con l’Automobile Club di Genova, il 1° Distretto della Polizia Municipale di Genova, la Polizia Stradale di Genova, la Protezione Civile locale, la sezione Ambiente della Polizia Municipale di Genova e la Direzione Regionale Inail Liguria.
Sono state illustrate le prove di evacuazione in caso di emergenze terremoti e alluvioni; la buone prassi sulla prevenzione nei principali ambiti del quotidiano: casa, scuola; ma, soprattutto educazione e sicurezza stradale.
In particolare sono state spiegate le principali norme di comportamento, la segnaletica stradale, l’uso corretto dei sistemi di ritenuta (cinture, seggiolini), percorsi didattici simulati, sensibilizzazione ad ottenere comportamenti autonomi e sicuri degli alunni, sono stati gli argomenti trattati dal personale del nostro Automobile Club e dagli agenti della Polizia Municipale.
Gli studenti coinvolti anche in attività di elaborazione e creazione di segnali stradali, percorsi casa-scuola (con segnalazione di punti critici e/o pericolosi) hanno contribuito in modo ottimale alla riuscita del progetto, coordinato dalle insegnanti dell’Istituto Comprensivo, che è culminato con la mostra dei loro elaborati nei locali della Scuola.

Il Tour della sicurezza al Salone Orientamenti di Genova

Genova: Numeri da record per la 22^ edizione di Orientamenti, il salone dell’Orientamento della Formazione e del lavoro che si è chiuso ai Magazzini del Cotone di Genova con oltre 70.0000 visitatori, il miglior risultato di sempre, con oltre 3.000 presenze da fuori regione.

Tra i vari stand era presente anche quello del “Tour della Sicurezza” l’iniziativa che da vari anni porta avanti con successo l’Automobile Club di Genova assieme a INAIL Protezione Civile, Polizia Stradale e la collaborazione del Comune di Genova e Regione Liguria.

“Abbiamo sempre partecipato al Salone Orientamenti, vediamo una massiccia e numerosa presenza di studenti che è funzionale per lanciare messaggi importanti al fine di salvare la loro vita” spiega Giovanni Battista Canevello, presidente dell’Automobile Club Genova.

Susanna Marotta, direttore dell’Automobile Club Genova aggiunge: “Abbiamo lanciato recentemente anche il video ‘La Guida Giusta’ per dare indicazioni sulle norme da rispettare e anche sulla postura da assumere quando si è al volante. I giovani di oggi saranno gli autisti del domani ed è necessario promuovere queste buone pratiche per rafforzare la prevenzione di possibili incidenti”.

La sicurezza fa parte, da sempre, dei programmi dell’Automobile Club Genova.

Ogni anno, attraverso specifiche attività prevenzione e informazione, questo tema è affrontato in tutte le sue declinazioni per combattere il fenomeno dell’incidentalità, ponendo, soprattutto, la massima attenzione nei confronti dei giovani.

Blog su WordPress.com.

Su ↑