Cerca

Gino Bruni

Il mio blog

Tag

Fiat 500 Club Italia

Da Garlenda a Geleen (Olanda) e ritorno in Fiat500

Era il 1983 e il presidente fondatore Domenico Romano assieme all’amico Luigi Nespolo partecipava al Meeting del 500 club olandese. Proprio durante il viaggio di ritorno da quell’evento, ispirati dall’atmosfera divertente e coinvolgente vissuta a Geleen (nel distretto di Maastricht), decisero di fondare un Club a Garlenda (SV) che sarebbe poi diventato il più grande al mondo dedicato ad un modello di auto. Sono passati 35 anni, i soci da poche decine sono diventati 21 mila, ma è rimasto inalterato l’entusiasmo che è alla base di questa associazione che ha fra le proprie “mission” quella di diffondere e promuovere il valore culturale e sociale della storica 500.

Il ritorno a Sittard – Geleen ha dunque un significato speciale per il sodalizio di Garlenda: non si tratta solamente di prendere parte ad un evento internazionale fra amici appassionati ma anche di celebrare l’anniversario della nascita di qualcosa di unico: “Quando penso a Geleen – dichiara Domenico Romano – mi tornano in mente momenti magici e ricordi preziosi, il senso di amicizia e unione che ha benedetto il successo del nostro Club sin dal principio” .

Partiranno giovedì  17 maggio da diverse regioni del nord Italia i 500isti che, prima di lasciare il territorio nazionale, si uniranno in carovana a Como per proseguire uniti, destinazione Sittard – Geleen, guidati dal presidente onorario Alessandro Scarpa:

“Sarà un bel viaggio, come lo fu quello di cinque anni fa quando andammo in Olanda per partecipare alla stessa manifestazione: e come lo fu per me quello di 50 anni fa, nel maggio del 1968 quando con mia moglie, a bordo della nostra 500, tra passi innevati ed un passaggio in treno (sempre a bordo della 500) in sole 14 ore e mezza percorremmo la strada che da Milano ci portava al paesino in cui abitavano i miei suoceri”.

Ad attendere i cinquecentisti italiani a Geleen ci saranno, oltre ai soci del “De Club Van 500 Club”, centinaia di partecipanti da tutta Europa, per un weekend di divertimento che si svolgerà nel centro di Sittard -Geleen e nelle zone limitrofe, con spettacoli, escursioni ed eventi vari.

Crescere Sicuri 2018 : programma di educazione stradale

Settimana dell’Educazione Stradale 8-11 maggio, Garlenda (SV)

Il Museo Multimediale della 500 “Dante Giacosa” di Garlenda (SV) anche quest’anno sarà teatro di un progetto didattico dedicato alla sicurezza stradale.

Da martedì 8  a venerdì 11 maggio si terrà infatti la tradizionale “Settimana della Sicurezza Stradale”, organizzata dal Fiat 500 Club Italia, dalla Polizia Stradale di Albenga e con la collaborazione di Comune e ProLoco di Garlenda.

Durante le giornate si susseguiranno visite al Museo “Dante Giacosa” (centro di documentazione per l’educazione stradale) con lezioni a cura della Polizia Stradale per apprendere le regole del buon comportamento sulla strada, approfondimenti sul tema del primo soccorso, grazie all’intervento dei volontari della IRC (Italian Ressurection Council) e della Croce Bianca; Inoltre le forze dell’ordine parleranno ai giovani del loro importante compito e presenteranno i propri mezzi, auto e moto, mostrando il funzionamento.

Saranno circa 800 gli studenti di ogni ordine e grado (dall’asilo alle medie) che giungeranno da tutta la Liguria per trascorrere qualche ora a Garlenda con lo scopo di portare a casa un insegnamento importante.

Piccoli gesti e ricordi possono fare la differenza. “E’ nell’educazione dei ragazzi che possiamo fare molto per il loro futuro: istruire i giovani adesso ad un comportamento responsabile, corretto ed empatico, per tutelare le strade di domani e salvaguardare molte vite” afferma il conservatore del Museo, Ugo Elio Giacobbe. L’obiettivo comune è quello di ridurre il numero di morti su strada che purtroppo, ancora oggi, è assai elevato, con  1.578 vite spezzate nel 2017.

Nell’ambito della manifestazione verrà consegnato venerdì mattina il premio “Crescere Sicuri 2018” all’emittente radiofonica ISORADIO, da sempre accanto agli automobilisti con interessanti programmi di approfondimento, interviste e notizie informative, in diretta collaborazione con la Polizia Stradale.

Il Fiat 500 Club Italia ad Automotoretrò Torino, 1- 4 febbraio 2018

Al Lingotto Fiere di Torino tornano le due rassegne dedicate al motorismo vintage e al mondo delle corse e delle alte prestazioni. Oltre 100.000 mq e 1.200 espositori per raccontare una grande passione, quella per il motorismo, che spazia dall’esposizione di modelli rari ad incontri con piloti e personaggi del settore, da un grande mercato ricambi ad eventi culturali dedicati all’automobilismo.

Il Fiat 500 Club Italia  di Garlenda, sarà presente con uno stand presso il padiglione n° 2. Una bellissima occasione per i curiosi di conoscere il Club.

Saranno esposti modelli di notevole rilievo, tra i quali ben 2 Fiat 500 L, modello che proprio quest’anno festeggia il suo 50°, ed un Ferves Ranger 4×4 1^ serie del 1968.

Presso lo stand sarà possibile, oltre ad  iscriversi al Club,  fare spese al 500-Shop, dove, tra l’altro, sarà possibile acquistare il libro “Un Mito Italiano: la 500, fenomeno sociale e di costume”.

In Sud Africa gli ultimi festeggiamenti per i 60 anni della Fiat 500

I festeggiamenti per il 60° compleanno della storica 500 si concluderanno, sabato 20 gennaio, con un grande evento in Sud Africa che potrà essere seguito in diretta sulla pagina Facebook ufficiale del Fiat 500 Club Italia.

Il 2017 è stato un anno molto importante per la storica 500. La signora delle auto, rappresentante indiscussa dell’italianità nel mondo, ha infatti compiuto 60 anni. Un’età portata benissimo, come dimostra la sua popolarità mai in declino, anzi, sempre in crescita.

Gli eventi per festeggiare questa “fuori classe” dell’ingegno italiano hanno toccato i più svariati ambiti: quello motoristico, con l’organizzazione di raduni dai numeri incredibili (col record di 1204 auto al Meeting Internazionale di Garlenda dello scorso Luglio) e la presenze nelle principali fiere di settore in tutta Europa; quello artistico, con l’ingresso della 500 nella collezione stabile del Moma di New York; quello numismatico e collezionistico con l’emissione di un francobollo e di una moneta a lei dedicata, a tiratura limitata. Per non parlare dell’aspetto culturale, con l’uscita addirittura di un volume realizzato dal Fiat 500 Club Italia, il massimo esponente quando si parla di “cinquini”, che sancisce la nomina della 500 a “Mito Italiano” raccontando l’influenza che questa auto ha avuto, e tutt’ora ha, sul popolo italiano e su ciò che rappresenta nel mondo intero.

L’evento conclusivo che idealmente chiuderà i festeggiamenti del “60°” si terrà sabato 20 gennaio a Johannesburg, Sud Africa. Qui Jan Huntly, grande appassionato di automobilismo storico, ha organizzato con il Fiat Club South Africa, di cui è presidente, un incontro tra possessori di  500 e altri mezzi Fiat. Si prevede la presenza di una trentina di cinquecento, più qualche altra decina di partecipanti a bordo di auto italiane. “I partecipanti si sono dimostrati molto entusiasti all’idea e stanno già lucidando i propri mezzi per la grande occasione” spiega il Sig. Huntly nella sua email di presentazione.

La manifestazione promette di essere memorabile: seppur lontani dalle diverse centinaia di equipaggi che caratterizzano i raduni a cui i soci del Fiat 500 Club Italia sono abituati, il numero dei partecipanti è notevole, considerando la distanza geografica dal Paese di origine della bicilindrica.

E nonostante gli oltre 11.000 km che ci separano, anche gli Italiani potranno prendere parte alle celebrazioni grazie ad una diretta Facebook sulla pagina ufficiale Fiat 500 Club Italia che prevede due appuntamenti: uno alle 9 di mattina, con interviste e racconti dei personaggi presenti ed uno alle 11 con le riprese del giro celebrativo che le auto compiranno nei dintorni della città.

La Befana arriva in Fiat 500

Sabato 6 gennaio si rinnoverà la tradizionale visita del Fiat 500 Club Italia all’Ospedale pediatrico di Genova per portare doni ai piccoli ricoverati.

L’iniziativa aveva avuto inizio nel 1998 e in tutti questi anni si è sempre ripetuta riscuotendo un maggiore interesse tra i soci del più Club che ha sede a Garlenda nel savonese.

Il giorno dell’Epifania, un convoglio di cinquecentisti del Fiat 500 Club Italia provenienti da tutta la Liguria e dal basso Piemonte, si recherà all’Ospedale Pediatrico Gaslini di Genova per portare doni e sorrisi ai piccoli pazienti. Ad accompagnarli saranno presenti anche alcuni rappresentanti della Pro Loco, del Comune e della Croce Bianca di Garlenda.

Il corteo delle vecchie 500 s’incontreranno alle 8.45 dal Piazzale Kennedy di Genova e poi partiranno in convoglio per la struttura ospedaliera, dove saranno accolte da “La Band degli Orsi” l’associazione Onlus che si occupa dell’ospitalità dei piccoli ricoverati e delle loro famiglie.

I sessanta anni della storica 500: Torino il 18 novembre

Quest’anno è un’importante ricorrenza per la storia dell’automobilismo italiano: la Fiat 500 compie sessant’anni. L’AISA – Associazione Italiana per la Storia dell’Automobile – dedica a questo rilevante traguardo una Conferenza che si terrà sabato 18 novembre alle ore 10.00 presso il Museo Nazionale dell’Automobile di Torino.

La Conferenza vuole mettere in evidenza alcuni temi importanti legati allo sviluppo e alla diffusione di una delle automobili più famose di tutti i tempi, dedicando particolare spazio anche agli aspetti di cui si è parlato meno, come la sua presenza nelle corse automobilistiche e le sue interpretazioni da parte dei vari carrozzieri.

Lorenzo Boscarelli, presidente AISA, parlerà del contesto storico e sociale nel quale la 500 è stata concepita; l’intervento di Roberto Giolito, responsabile di FCA Heritage, ha per titolo “500 – Back to the future” e racconterà come lo stile della 500 classica è stato reinterpretato nella 500 attuale; Lorenzo Morello dedicherà il proprio intervento agli aspetti tecnici e progettuali; Alessandro Sannia offrirà una panoramica sulle numerose e variegate interpretazioni della 500 da parte dei carrozzieri; Renato Donati parlerà, invece, della presenza della 500 nelle competizioni. Concluderà la Conferenza Carlo Giuliani, Vice-Presidente del Fiat 500 Club Italia che parlerà de “Il mito della 500”.

Alcuni esemplari di Fiat 500 particolarmente significativi saranno esporti in occasione della Conferenza, grazie alla collaborazione del Fiat 500 Club Italia.

L’appuntamento con “I 60 anni della Fiat 500” è per sabato 18 novembre 2017alle ore 10 presso il Museo Nazionale dell’Automobile “Giovanni Agnelli”, in Corso Unità d’Italia 40 a Torino.

La Conferenza è aperta a tutti gli appassionati e la partecipazione è libera fino a esaurimento posti.

Albenga: 3° Raduno “Made in Italy, le Fiat 500 sotto le Torri”

Domenica 3 settembre, ad Albenga, è in programma la terza edizione del raduno “Made in Italy, le 500 sotto le Torri”, organizzato dal Coordinamento Riviera delle Palme del Fiat 500 Club Italia.

Il programma prevede l’incontro con i partecipanti a partire dalle  ore 8 di mattina nella piazza San Michele, situata nel centro storico della Città Medievale di Albenga, sotto le maestose Torri.

In seguito i concorrenti potranno aderire ad una visita guidata alla scoperta delle peculiarità storiche ed architettoniche del centro, nonché degli interessanti Musei che raccontano la città Ingauna ed il suo sviluppo nel corso dei secoli.

Alle ore 11 il convoglio di cinquini partirà per un tour dell’entroterra e giungerà al Museo dell’Olivo di Marmoreo per una visita guidata all’Azienda Agricola Comparato Diego.

Dopo il pranzo presso Garlenda, si terranno le premiazioni e gli ospiti visiteranno il Museo della 500, aperto per l’occasione dalle 15 alle 17 con ingresso gratuito a tutti i visitatori: qui potranno ammirare in anteprima l’opera artistica realizzata da Filippo Biagioli, una fiancata di 500 rivestita da un tessuto molto particolare.

Festivalmare: Un premio per il Fiat 500 Club Italia

Il Festivalmare 2017 Sanremo è una manifestazione di Gala nella quale vengono premiati Enti ed imprenditori che hanno contribuito al meglio per un turismo di qualità durante l’anno ed in particolare durante la stagione estiva.

Le celebrazioni si terranno sabato 26 agosto alle ore 21 presso l’area spettacoli Pian di Nave a Sanremo. Tra i premiati ci sarà anche il Fiat 500 Club Italia per aver realizzato il memorabile 34° Meeting Internazionale di Fiat 500 Storiche, svoltosi dal 7 al 9 luglio.

La manifestazione ha avuto un ottimo riscontro non solo tra gli appassionati di motorismo, ma anche tra le migliaia di curiosi che in quei giorni si sono recati a Garlenda per festeggiare il 60° compleanno dell’auto che è simbolo dell’Italia e per prendere parte alla grande festa: una manifestazione divenuta ormai famosa in tutto il mondo per la quale centinaia di italiani e centinaia di stranieri organizzano le proprie ferie in Riviera, approfittando dell’occasione del tradizionale meeting per scoprire le bellezze del territorio.

A ricevere il premio saranno presenti Alessandro Scarpa, direttore del Meeting, e Domenico Romano, presidente fondatore. Oltre che alle premiazioni di rito, “Festivalmare” prevede una parte legata allo spettacolo con l’esibizione di artisti che si sono distinti in particolare modo in Liguria.

La manifestazione è presentata dalla Città di Sanremo, dai quotidiani La Stampa e Il Secolo XIX in collaborazione con il Casinò di Sanremo e la direzione artistica è affidata ad Eccoci Eventi. Ospite d’onore Mietta.

Oltre 1100 partecipanti al Meeting del Fiat 500 Club Italia

E’ finito con oltre 1100 partecipanti la 34^ edizione del Meeting Internazionale di Garlenda dedicato alla Fiat 500.

Diciotto le nazioni rappresentate tra quelle europee ed extraeuropee. All’appuntamento hanno comunque aderito anche tantissimi appassionati provenienti da quasi tutte le regioni italiane.

Dalle ore 9 di questa mattina le vetture si sono concentrate all’Ippodromo dei Fiori di Villanova d’Albenga e sono state schierate in pista raggruppate per luogo di provenienza.

Poi la carovana si è spostate per dare vita al grande carosello, tra bandiere, striscioni e costumi fantasiosi.

Nell’ambito della festa si è svolta anche la premiazione dell’auto più “POP”, quella di Davide Chersini. Una menzione speciale per l’auto di Guido Cubattolo, per avere l’auto più carica del senso di amicizia.

La giuria era composta da Donatella Alfonso, scrittrice e giornalista, Giorgio Amico, storico dell’arte e blogger di Vento Largo, Giuliano Arnaldi, presidente della fondazione Tribale Globale, Silvestro Catelli, presidente del collettivo artistico Zerovolume, Roberto De Capitani, musicista e Costanza Grandis, architetto.

Blog su WordPress.com.

Su ↑