Ricerca

Gino Bruni

Il mio blog

Tag

Ice Challenge 2022

Aldo Pistono concede il bis a Pragelato:

Una sfida ricca di colpi di scena ha suggellato il quarto round di Ice Challenge – Campionato Italiano Velocità su Ghiaccio 2022 che si è disputato oggi (domenica 6 febbraio) a Pragelato. Nonostante le temperature molto alte e l’assenza di neve, Adriano Priotti e il suo staff sono riusciti nell’ennesimo miracolo, consentendo al circus tricolore del ghiaccio di disputare il round previsto in calendario.

Su una pista dapprima ghiacciata, poi mista con a tratti fango e terra, i piloti hanno dovuto affrontare una situazione in divenire particolarmente tecnica che ha regalato uno spettacolo incredibile in grado di confermare i verdetti solo alla fine di tre manches di gara.

Aldo Pistono e la sua Opel Astra alla fine l’ha spuntata anche questa volta bissando il successo di due settimane fa. Il pilota altoatesino, primo in Classe 8, ha interpretato alla grande l’ultima manche, quella che doveva consacrare Ivan Carmellino (Mitsubishi Lancer Evo Proto/New Driver’s Team) ed invece ha rimescolato prepotentemente le carte.

Il campione italiano in carica, leader della serie prima di Pragelato, sembrava avere vita quasi facile ma il un problema al pneumatico anteriore sinistro dopo tre dei sei giri previsti per la manche decisiva hanno estromesso Carmellino dalla lotta. Il pilota valsesiano ha comunque chiuso terzo, ma questo episodio ha reso ora più complessa la rincorsa al decimo titolo tricolore ghiaccio.

Rachele Somaschini (Kia Rio RX) ha chiuso ancora una volta seconda pur avendo disputato il suo migliore weekend fino ad oggi. Sempre perfetta, senza errori, alla fine ha ceduto all’attacco decisivo di Pistono, ma ha dimostrato grandissima padronanza al volante della potente vettura preparata da Gigi Galli e dal suo staff.

Quarta piazza per il due volte campione italiano Piero Longhi in gara con una Skoda Fabia R5 oltre che con la Subaru Impreza STI condivisa con Alex Pregnolato (Eurospeed): la partecipazione con la vettura preparata dalla P.A. Racing lo ha visto primeggiare in Classe 4. Quinta posizione per Roberto Nale (Skoda Fabia R5/Meteco Corse) primo di Classe 6, sesta per il rientrante Rudi Bicciato (Mitsubishi Lancer Evo) che ha vinto in Classe 3, settima per uno straordinario Massimiliano Zanatta (Skoda Fabia R5/New Driver’s Team), ottava per Werner Gurschler (Skoda Fabia Proto), nona per Natale Casalboni (Mitsubishi Lancer Proto/Tenjob), decima per Emanuele Lagrotteria (Equivoque Jeep) che ha primeggiato in Classe 7.

Piergiacomo Riva (Fiat Panda 4X4/Meteco Corse) ha conquistato la Classe 5 mentre Jean-Claude Vallino (Opel Astra/Meteco Corse) ha vinto in Classe 2 tornando in testa alla classifica riservata alle due ruote motrici nei confronti di Edoardo Nolasco (Fiat Panda Kit) vincitore in solitaria in Classe 1. Sergio Durante (Giannini 360 GP4/D4S Motorsport) ha vinto la classe 13 come unica vettura ibrida in gara, mentre Vittorio Gonella (Polaris RZR Turbo) ha portato a casa la Classe 12.

Tra i kart-cross inarrestabile Christian Tiramani (K3 Planet KC/Griusrallysport) che con questo ennesimo successo porta a tre su tre i suoi trionfi e mette una seria ipoteca sul titolo assoluto kart-cross 2022. Bravo Raffaele Silvestri (K3 Planet KC/Nico Racing) che ci ha provato con determinazione fino alla fine soprattutto nella terza manche quando è andato davvero ad un soffio dal successo. Terza posizione per Alessandro Trentini (KC K3 600/Squadra Piloti Senesi) che ha beneficiato nel finale del ritiro di Robert Gaerber Buonomo (Kamikaz 3 K3) costretto allo stop per una sospetta anomalia alla pompa della benzina.

Menzione speciale per l’esordio su ghiaccio della smart EQ fortwo e-cup con Massimo Arduini, Leonardo Arduini e lo youtuber Jakidale. Le vetture a propulsione elettrica, modificate con alcuni particolari come il differenziale autobloccante per essere più performanti sul ghiaccio, sono state protagoniste di tre manche dall’alto tasso adrenalinico con partenza da fermo. Le smart EQ fortwo hanno divertito con Leonardo Arduini che alla fine è risultato vincitore di misura davanti al papà Massimo e ad un arrembante Jakidale che tra prima e terza manche si è migliorato di quasi 5 secondi sul giro singolo. Un bell’esperimento che lancia le basi per quella che potrebbe diventare una collaborazione continua nella prossima stagione.

Ice Challenge – Campionato Italiano Velocità su Ghiaccio 2022 tornerà in scena il 19-20 febbraio per il round conclusivo della stagione.

Pragelato riaccende l’Ice Challenge.

Tutto pronto per  il quarto round di Ice Challenge – Campionato Italiano Velocità su Ghiaccio 2022.

 Dopo i primi due round si prepara a tornare sull’anello di Pragelato questa volta in senso orario.

Mentre BMG Motor Events, promoter del campionato, è al lavoro per definire il programma del weekend di domenica 6 febbraio.  Tra le novità: l’esordio sul ghiaccio della Smart EQ Fortwo e-cup.

Dopo i successi ottenuti dalla serie sui circuiti di tutta Italia, il monomarca per Smart full electric approda anche nel Circus tricolore neve-ghiaccio e lo farà con tre vetture affidate a Massimo Arduini, Leonardo Arduini e a Jacopo d’Alesio.

C’è ovviamente molta attesa per il debutto della Smart EQ e-cup ad Ice Challenge, un evento che prosegue la linea di continuità iniziata lo scorso anno con Ice Challenge Green. Questa volta però la competizione sarà di velocità e non di regolarità, dato che le Smart affronteranno la sfida con le stesse modalità di tutti gli altri concorrenti del Campionato Italiano Velocità su Ghiaccio: batterie di prove libere e qualifiche e tre manches di gara. Il primo campionato turismo al mondo dedicato ad una vettura elettrica che ha dato vita al Campionato Italiano Velocità Energie Alternative ACI Sport dovrà però vedersela questa volta con la scarsa aderenza e con le qualità di guida richieste sul ghiaccio.

“Siamo onorati di essere stati scelti anche da Smart EQ Fortwo e-cup per questa nuova avventura su ghiaccio – hanno commentato in BMG Motor Events – Una testimonianza di quanto Ice Challenge sia una serie propedeutica ad aumentare le doti di guida e il controllo della vettura in ogni condizione. Siamo sicuri che con le Smart potremo assistere ad un bellissimo spettacolo”.

“Portare le nostre EQ Fortwo e-cup sul ghiaccio sarà una sfida per tutti noi – ha aggiunto Massimo Arduini, pilota nonché CEO di Lug Prince & Decker, la società che ha ideato la Smart e-cup – Abbiamo modificato le vetture con l’inserimento di differenziali autobloccanti e di specifico assetto Bilstein appositamente studiato e testato. Si sa però che i test migliori si possono svolgere solo in gara quindi la tappa di Pragelato sarà un ulteriore banco prova per confermare la affidabilità delle Smart, peraltro già testata con 4 anni di esperienza in pista e nei rally”.

Ice Challenge: Michele Bormolini vince a Livigno, ma è il weekend di un super Tiramani

Michele Bormolini ha sfatato il mito ed ha conquistato, di misura, il primo round di Ice Challenge – Campionato Italiano Velocità su Ghiaccio 2022 a Livigno. Il pilota di casa ha imposto un ritmo indiavolato alla sfida in un weekend perfettamente organizzato da BMG Motor Events con il supporto di Yokohama Italia, OMP Racing, MAK Wheels e Bell Helmets.

Il giovane pilota livignasco vincitore anche in Classe 6, al volante di una Skoda Fabia R5 preparata da Colombi, si è confrontato con un super Ivan Carmellino (Fiat Grande Punto Proto) e con il fratello Loris, alternatosi sulla stessa Skoda Fabia R5. Al termine questo è stato il podio finale, con Carmellino primo in Classe 8, anche se ad onor del vero in un primo momento era stato Andrea Caspani ad emergere dal gruppo con la Opel Astra ex Snobeck, poi rallentata dalla rottura di un giunto.

“Sono davvero molto contento – ha commentato Bormolini – mi mancava proprio questo risultato e spero che possa essere di buon auspicio per la stagione che va ad iniziare”.

Esordio sul ghiaccio più che positivo per Ilario Bondioni, quarto con la Skoda Fabia R5 battente bandiera Rally Club Grigis Selvino che lo ha visto primo di Classe 4. Lotta sul filo dei secondi con Marco Gianesini al via con un’identica vettura e quinto al traguardo.

Il weekend è però vissuto sulla progressione ineccepibile di Christian Tiramani. Il ventunenne pilota italiano, recentemente nominato da ACI Sport per rappresentare l’Italia nel nuovo FIA Rally Stars, un programma che mira a scovare talenti da fare esordire nel WRC World Rally Championship, ha disputato una gara stratosferica. Primo tra i kart-cross con il suo K3 600 (GriusrallySport), Tiramani ha anche confezionato la migliore prestazione cronometrica assoluta del round di Livigno, precedendo di misura le auto 4X4. Un risultato che proietta il campione italiano kart-cross in carica in cima alla classifica di categoria e preannuncia un campionato di grande intensità.

Oltre a Caspani, anche Rachele Somaschini e Simone Firenze, attesi alla vigilia, sono stati rallentati da episodi. La driver di Cusano Milanino, all’esordio sulla KIA Rio RX preparata da Gigi Galli, ha siglato in seconda manche il miglior tempo tra le auto tenendo testa a Ivan Carmellino, ma nell’ultima frazione cronometrata ha forato complicando il risultato finale che non toglie comunque nulla al suo ottimo esordio. El Diablo invece, sul suo Semog Bravo, ha vissuto un weekend da dimenticare, complice un problema ad un giunto che si è ripresentato più volte e alla fine lo ha visto disputare pochissimi chilometri.

Nei kart-cross (Classe 11) hanno completato il podio, nell’ordine, Raffaele Silvestri (K3/Nico Racing), vincitore qui lo scorso anno, e Paolo Lunardi (K3 600), patron di Planet Kart-Cross Italia rallentato nel finale da una foratura che gli ha precluso di chiudere forse anche più in alto.

Primo successo stagionale anche per Vittorio Gonella (Polaris RZR Turbo) in categoria Side-by-Side Buggy (Classe 12) che ha meritato con un’andatura davvero da rimarcare, tanto che al termine della giornata di sabato era nono assoluto. Alle sue spalle un’ottima Tamara Molinaro (Yamaha YZX 1000) per la prima volta in gara con il side-by-side che lo scorso anno fu guidato da Craig Breen.

Tra le due ruote motrici vittoria per Jean-Claude Vallino (Opel Astra/Meteco Corse) che ha conquistato anche la Classe 2, precedendo Edoardo Nolasco con una divertente Fiat Panda Kit e vincitore in Classe 1.

Nelle altre classi successo per Rudi Bicciato (Lancia Delta/Scuderia Mendola) in Classe 3, Piergiacomo Riva (Fiat Panda 4X4/Meteco Corse) in Classe 5 nonostante un incidente in prima manche che ha poi complicato il suo weekend. Emanuele Lagrotteria (Equivoque Jeep) ha conquistato la Classe 7, mentre Sergio Durante sulla Giannini 360 GP4 della D4S Motorsport, spinta da una propulsione ibrida, ha vinto la Classe 13.

Il weekend si è concluso con uno scintillante Master King, sei giri uno contro uno con otto piloti in griglia di partenza. Aldo Pistono (Opel Astra/Hawk Racing Team) l’ha spuntata dopo un bel sorpasso su Ilario Bondioni, mentre il terzo posto si è deciso ad un giro dalla fine in quello che è stato il momento di maggiore adrenalina della due giorni valtellinese. In un primo momento Rachele Somaschini aveva provato l’affondo su Marco Togni (Audi Coupe Quattro), ma un’indecisione in bagarre ha permesso a Sergio Durante di infilarsi tra i due. Sembrava fatta per Togni ma all’inizio dell’ultimo passaggio Durante ha sferrato un attacco inaspettato andando ad artigliare il podio.

Ice Challenge – Campionato Italiano Velocità su Ghiaccio 2022 tornerà in pista la prossima settimana, 22-23 gennaio, dall’ICE Pragelato.

La stagione 2022 di Ice Challenge a Livigno grazie anche alla sinergia dell’Automobile Club Sondrio

Mentre si avvicina sempre di più l’inizio della stagione 2022 di Ice Challenge – Campionato Italiano Velocità su Ghiaccio 2022, che prenderà il via il prossimo weekend 15-16 gennaio all’ICE Driving School di Livigno, BMG Motor Events affina i dettagli logistici ed organizzativi per consentire al circus del ghiaccio tricolore di regalare nuove ed impareggiabili emozioni.

Il lavoro di sinergia con i tanti attori coinvolti intorno al campionato ha consentito, in questi 5 anni, di accrescere continuamente la popolarità e la nomea di Ice Challenge, arrivato a coinvolgere piloti militanti nel WRC World Rally Championship, giovani talenti italiani, personalità di spessore del mondo sportivo, non solo rallystico, e nuove realtà legate al motorsport.

In prima linea in questa attività di collaborazione e dialogo sono sicuramente i Presidenti degli Automobile Club che ospitano le gare in calendario. Andrea Mariani, Presidente dell’AC Sondrio è il capofila del calendario e si prepara per il primo round stagionale a Livigno, oltre ad assumersi oneri e onori di garantire le procedure amministrative per lo stacco delle nuove licenze laddove ve ne sia necessità.

“La natura ci ha regalato un luogo magico come Livigno – ha precisato Andrea Mariani, Presidente dell’Automobile Club Sondrio – e il Campionato Italiano Velocità su Ghiaccio ci permette di sfruttare occasioni importanti di visibilità e promozione del territorio. Tutto quello che è sport è per noi molto importante nell’ottica dell’avvicinamento alle Olimpiadi 2026. Queste iniziative ci permettono inoltre di avvicinare i giovani alle attività che proponiamo tramite la pista di Livigno, focalizzate principalmente sulla sicurezza e sull’educazione stradale, valore imprescindibile nell’attività del nostro AC. Sapere guidare su ghiaccio permette sensibilità che tradotte sulle strade di tutti i giorni restituiscono consapevolezza e controllo”.

“Ice Challenge – Campionato Italiano Velocità su Ghiaccio si compone come noto di cinque rounds, che abbracciano regioni della nostra Italia con grandi e radicate tradizioni nel motorsport: il Piemonte, la Lombardia ed il Veneto – ha sottolineato Gianluca Marotta, Presidente della Commissione Off-Road e Cross Country Rally che fa capo anche alla Velocità su Ghiaccio – Proprio per garantire anche agli AC la massima esposizione mediatica va sottolineata la creazione di un nuovo canale di comunicazione da parte di ACI Sport Spa riservato e dedicato alla velocità su ghiaccio, grazie a Marco Rogano ed a tutto il settore comunicazione coordinato da Luca Bartolini”.

“Fa inoltre piacere sapere che i Presidenti degli Automobile Clubs di Torino, Sondrio e Vicenza, territorialmente competenti per le rispettive locations di gara – ha proseguito Marotta – sono vivacemente interessati ed efficacemente propositivi alle attività automobilistiche sulle superfici a bassa aderenza come la velocità su ghiaccio e che la federazione ACI Sport ed il promoter BMG Motor Events possono contare sul supporto ed il gradimento degli AC, fini conoscitori delle esigenze di ciascun territorio anche dal punto di vista turistico”.

“Al Round inaugurale di Livigno sabato 15 gennaio – ha concluso Marotta – terrò inoltre un incontro con i teams ed i conduttori giovando anche della presenza dello stesso Pres. Mariani, di Giuseppe Pezzaioli quale Motorsport Manager di Yokohama Italia e del Direttore della Scuola Federale Aci Sport Michele Alboreto Raffaele Giammaria che interverrà in videoconferenza”.

Parte l’ Ice Challenge 2022

Si apre ufficialmente la settimana che terrà a battesimo Ice Challenge – Campionato Italiano Velocità su Ghiaccio 2022. L’attesissima serie invernale prenderà il via il prossimo weekend, 15 e 16 gennaio, sulle nevi di Livigno ospite dell’Ice Driving School, la pista che oramai da qualche stagione ospita il round inaugurale.

Lungo all’incirca 1000 metri, ridisegnato tuttavia ogni anno anche se con piccole modifiche, il Ghiacciodromo di Livigno è un fiore all’occhiello del calendario Ice Challenge. Nato da un’idea di Oliviero Bormolini nel 1992, questo impianto è diventato negli anni l’Università del Traverso ed è a disposizione, con istruttori qualificati, per sessioni di guida su neve e ghiaccio con vetture più o meno performanti per imparare le tecniche della guida in condizioni invernali ed aumentare anche la sicurezza sulle strade di tutti i giorni.

Il tracciato sorge ai piedi del passo Forcola, all’estremità del paese di Livigno verso il confine con la Svizzera dell’Engadina, Canton Grigioni. Posto ad un’altitudine di 1816 metri e in una zona di tramontana, il Ghiacciodromo vanta condizioni invernali perfette che assicurano un fondo ghiacciato con pochi eguali in Italia per spessore e qualità, motivo per cui è diventato anche il Centro Tecnico Federale Neve-Ghiaccio ACI Sport.

Lo scorso anno Livigno ospitò un doppio appuntamento con le vittorie di Andrea Bormolini, Raffaele Silvestri, Corrado Pinzano e Christian Tiramani. Quest’anno l’appuntamento livignasco sarà valido come un round unico e di conseguenza incoronerà solo un campione per categoria.

Fra le iscrizioni già protocollate confermati i nomi di Simone Firenze, Christian Tiramani, Paolo Lunardi, Sergio Durante, Jean-Claude Vallino, Erik Lindeblad, Piergiacomo Riva, ma la lista continua e lascia presupporre uno spettacolo tutto da seguire.

Il programma del weekend inizierà già venerdì 14 gennaio alla sera con l’accreditamento dei concorrenti che seguirà ovviamente tutto il Protocollo Covid per il contrasto alla diffusione della pandemia. L’azione in pista si svolgerà su due giornate, sabato 15 e domenica 16, con un programma che verrà dettagliato nelle prossime ore.

Come già confermato, le due giornate di sabato e domenica saranno trasmesse con continui collegamenti in streaming sulla pagina Facebook icechallengeofficial e in contemporanea su Acisporttv. I collegamenti seguiranno le prove libere, le qualifiche e le batterie di gara con immagini dal tracciato, interviste ed il consueto commento by Ice Challenge aperto agli interventi in diretta del pubblico

Blog su WordPress.com.

Su ↑