Cerca

Gino Bruni

Il mio blog

Tag

Lanternarally

Rally della Lanterna l’aria della vigilia

Sono settantatré gli equipaggi, che si sono presentati alle verifiche preliminari e che saranno pronti a partire per la 36° edizione del Rally della Lanterna.

La gara è valida per il Challenge Rally seconda Zona, per il Campionato Rally Liguria Primocanale Motori e per vari Trofei di Marca.

Tra i big da segnalare, purtroppo, l’assenza di Arzà, uno dei protagonisti più attesi. Lo spezzino non potrà prendere parte alla gara per l’indisponibilità della vettura che aveva scelto per affrontare le prove della Val d’Aveto.

Oggi, questa prima giornata di rally, si è aperta con le verifiche “a distanza” come da protocollo federale e proseguita poi con lo Shakedown sul primo tratto della prova speciale di Pievetta, che quest’anno si percorrerà in senso inverso rispetto alle passate edizioni.

Una cinquantina le vetture che hanno partecipato alle prove libere di questo pomeriggio, che hanno dato le prime importanti indicazioni agli equipaggi, in modo da poter trovare la giusta messa a punto per la gara di domani.

Condizioni meteo perfette e clima estivo in questa prima giornata di un Lanterna leggermente diverso dal solito, con il parco assistenza “off limits” per il pubblico, ma con tanti appassionati comunque presenti nel massimo rispetto delle regole.

Le previsioni atmosferiche sembrano promettere bene anche per la giornata di gara, ma da queste parti l’incognita è sempre dietro l’angolo, con temporali improvvisi che potrebbero arrivare senza troppo preavviso, specialmente nel pomeriggio.

Sul piano sportivo è molto difficile fare un pronostico, anche se gli addetti ai lavori sembrano concordare sul fatto che Scattolon, in partenza con il numero uno sulla sua Skoda Fabia, possa avere un ritmo leggermente superiore agli avversari data la sua abitudine a correre in gare del Campionato Italiano o internazionali.

Da tenere d’occhio comunque il lombardo Spataro, apparso in gran forma nello Shakedown, così come i liguri Mezzogori, Guastavino e Giacobone, senza dimenticare il piemontese Araldo.

Non sono da escludere exploit di qualche outsider, come Aragno con la Clio Super 1.6 o Maurizio Rossi con la 207 Super 2000.

Domani, domenica 6 settembre, il via alle ore 9, con sei prove (due da ripetere tre volte) da affrontare prima di arrivare, alle ore 16:30, ad Allegrezze, dove sarà allestito il palco d’arrivo.

E’ il fine settimana del Rally della Lanterna

Sabato e domenica si disputerà il 36° Rally della Lanterna – 4° Val d’Aveto valido come prova per l’assegnazione della Coppa Italia Rallies Zona 2^ e vari Trofei di Marca. Nonostante la chiusura delle iscrizioni sia stata prorogata di alcuni giorni, colpa anche la concomitanza con altre tre gare, il numero di iscritti è inferiore a quanto ci si poteva aspettare per questa storica gara che, di fatto, è la prima in Liguria, dopo il lungo lockdown che ha paralizzato tutte le attività sportive.

C’è da dire che in questo particolare momento storico per l’economia le quote di iscrizione, definite dalla Federazione, non siano particolarmente economiche: per partecipare si va da un minimo di 323,30 Euro (di cui 265 di tassa d’iscrizione e 58.30 di Iva) per le vetture più piccole, sino a un massimo di 793.00 Euro (di cui 143 di Iva).

In gara comunque non mancheranno alcuni importanti piloti genovesi che si potranno giocarsi un posto sul podio; da Andrea Mezzogori in coppia con la moglie Roberta Baldini che sarà al via su una Skoda Fabia R5. Stessa vettura anche per Davide Craviotto con Fabrizio Piccinini alle note. Luigi Giacobone, affiancato da Marco Menchini, avrà a disposizione una Hyundai I20 R5.

Tra gli iscritti spiccano le quattordici autovetture della classe R5, che hanno ormai guadagnato a pieno diritto lo scettro di regine della categoria, scalzando le WRC, ormai molto rare e superate dalle vetture più moderne in tutti i campi, a partire dalle prestazioni.

A fregiarsi del numero uno sulle portiere sarà Giacomo Scattolon, protagonista internazionale al via con una delle tante Skoda Fabia, vettura che utilizzerà , come già detto, anche Andrea Mezzogori. Tra i protagonisti da tenere sott’occhio anche il piemontese Araldo e il lombardo Spataro. Pronti a dire la loro anche Federici, i genovesi Biggi, Craviotto, Leonardi, Bertani e Castelli con altre Skoda Fabia, lo spezzino Arzà con una Citroen C3.

Con l’unica Super 2000 al via, una Peugeot 207, ci sarà Maurizio Rossi, mentre in classe RGT “Iceman” porterà in gara una Fiat Abarth 124. Tre le auto in classe Super 1600, tutte Renault Clio per Aragno, Giordano Barberis e Peruccio. Un’auto in R3T, quattro R3C, tredici R2B, due A7, nove N3, due R1, un’A6, quattro RS, quattro A5, sedici N2, un’A0 e una N1 completeranno il parco dei partenti.

Il via ufficiale della gara è previsto per sabato 5 settembre alle ore 19, con gli equipaggi che sfileranno come di consueto tra le vie del centro storico di Santo Stefano d’Aveto.  In quell’occasione il pubblico potrà vedere le auto da vicino, sempre nel massimo rispetto delle norme anti contagio mentre, purtroppo, le prove cronometrate saranno a porte chiuse come previsto dalle norme vigenti.

Santo Stefano d’Aveto avrà così modo di salutare piloti e navigatori che, dopo aver parcheggiato le auto nel riordino notturno, affronteranno le sei prove speciali (due da ripetere tre volte) nella giornata di domenica 6 settembre, con la gara concentrata dalle ore 9 alle 16:30. L’arrivo è previsto ad Allegrezze in corrispondenza del parco riordino, non è prevista quindi la classica festa per il podio ai piedi del castello Malaspina – Doria, che tornerà di certo a fare da sfondo per la premiazione dell’edizione 2021.

Elenco iscritti 36° Rally della Lanterna – 4° Rally Val d’Aveto

Rally della Lanterna, confermata l’edizione numero 36

Santo Stefano d’Aveto (Ge) attende la gara il 5 e 6 settembre con molte novità
Sabato 5 e domenica 6 settembre sono i due giorni da segnare di rosso sul calendario gli equipaggi che avevano messo in programma la loro partecipazione al Rally della Lanterna. La trentaseiesima edizione della gara genovese è confermata, affiancata come nelle ultime stagioni dalla denominazione Rally Val d’Aveto, giunto all’edizione numero 4.
La ripartenza delle competizioni su strada in Italia, pur senza la presenza del pubblico, ha dato ulteriori motivazioni allo staff della Lanternarally che comunque, anche nei momenti più difficili, ha sempre creduto di poter organizzare la manifestazione. Il team organizzativo non si è mai dato per vinto e, grazie alla collaborazione degli enti locali e dell’Automobile Club di Genova è riuscito a mettere in campo un evento rivisto e rimodulato in funzione delle attuali normative.
Ora che è arrivato il definitivo via libera, è il momento di presentare il programma ufficiale del 36° Rally della Lanterna, che partirà il 6 agosto con l’apertura delle iscrizioni che chiuderanno il 26 agosto. Sabato 29 agosto presso l’Hotel Siva avverrà la distribuzione dei road book e l’intera giornata sarà dedicata alle ricognizioni del percorso, nel rispetto del Codice della Strada e con vetture di serie, come previsto dalla normativa Aci Sport.

Venerdì 4 settembre sarà pubblicato sul sito Lanternarally un videomessaggio degli organizzatori e del direttore di gara, che sostituirà il briefing per rispettare le norme di distanziamento sociale. A tal proposito verrà allestito un centro accrediti per permettere a tutti gli addetti ai lavori regolarmente ammessi alle aree con accesso controllato di ritirare il proprio pass; solo un componente per team potrà accedere al centro accrediti per prelevare il materiale, come previsto dalle attuali disposizioni.

Sabato 5 settembre l’intera giornata sarà dedicata alle verifiche; le sportive saranno interamente svolte online, mentre potranno essere regolarmente svolte sul posto solo da eventuali equipaggi stranieri. Le verifiche tecniche, invece, potranno avvenire tramite autocertificazione, come appena deliberato da Aci Sport in una nuova norma.
Proprio il test con le vetture da gara, previsto dalle 14 alle 18 in località Pievetta, tornerà a far sentire il rombo dei motori in Val d’Aveto, mentre la giornata si concluderà con la partenza ufficiale alle 19.

L’intera gara si svolgerà domenica 6 settembre, con diverse novità per quanto riguarda il percorso, formato da sei prove speciali (due da ripetere tre volte). Tornerà la prova speciale di Pievetta, da percorrere in discesa, un classico delle edizioni anni ‘80 del Lanterna, mentre sarà confermata la prova del Monte Penna. Le attuali normative non permettono la presenza del pubblico sulle prove speciali ed al parco assistenza, ma non è escluso che la situazione possa evolversi positivamente nelle prossime settimane.

nella foto arrivo dell’edizione 2019

Ultimi giorni in attesa del 35° Rally Della Lanterna

In Val d’Aveto ormai si fa il conto alla rovescia per far scorrere le poche ore che mancano al 35° Rally della Lanterna – 3° Rally Val d’Aveto Memorial Ugo Monteverde, in programma sabato 31 agosto e domenica 1 settembre a Santo Stefano.
La collaborazione tra Lanternarally, Gruppo Sportivo Allegrezze ed amministrazione locale è sempre più stretta, con la macchina organizzativa ormai super collaudata. Un raro esempio di collaborazione col territorio sul panorama rallistico nazionale che, troppo spesso, vede le gare confinate in periferie o zone industriali senza servizi per i partecipanti ed il pubblico.
La tradizione motoristica della Val d’Aveto è nota; oltre alle prime edizioni del Rally della Lanterna la zona vanta l’organizzazione di numerose competizioni internazionali, tra le quali spicca il Gran Premio d’Italia valido per Campionato del Mondo di Trial del 2012.

Tra i primi sostenitori della gara ligure il Sindaco Giuseppe Tassi, ecco una sua dichiarazione: “Vedere la nostra Valle così attiva, incandescente e sportiva rende non solo me, ma di certo tutti i compaesani, fieri di questa manifestazione, che da sempre ci trasforma in tifosi dei numerosi piloti che ogni anno accendono i motori delle loro macchine e… i nostri cuori. Questa edizione inoltre è dedicata ad una persona speciale, che si è sempre sacrificata per la sua passione, diventando un pilastro portante di una solida organizzazione, a cui sempre mancherà. Grazie Ugo.”

Inevitabile il riferimento al compianto ed insostituibile Ugo Monteverde, tra i principali promotori del Rally, che in passato mise anima e cuore al servizio della gara, fin dalle prime edizioni della Ronde della Val d’Aveto. Ugo era una delle colonne portanti del Gruppo Sportivo Allegrezze e durante tutto il weekend di gara sarà ricordato calorosamente. Il trofeo alla sua memoria sarà assegnato sulla prova speciale “Pievetta” del sabato sera ed immancabile sarà un commosso saluto sulla pedana di arrivo.

Tra le tante iniziative di una vallata che non si ferma mai, si segnalano quelle messe in campo dai commercianti, che da sempre sostengono la manifestazione. Già dalla serata di Venerdì 30 si potranno assaporare i prodotti locali all’aperitivo organizzato dalla Trattoria Montesanto in località La Villa, mentre sabato 31 toccherà all’Hosteria della Luna Piena organizzare un party con grigliata e musica. Immancabili i classici aperitivi al Bar Marrè, cuore pulsante della piazza di Santo Stefano.
Il Rally della Lanterna sarà inoltre seguito dalle telecamere di Primocanale Motori, che racconterà tutte le fasi della gara per chi non potrà assistere di persona.

Settantuno le vetture iscritte al 13° Rally Golfo Dei Poeti

Soddisfazione tra gli organizzatori del 13° Rally Golfo dei Poeti, una squadra formata dalla locale Bb Competition e dalla genovese Lanternarally per l’edizione 2019, in programma nel fine settimana, del Rally Golfo dei Poeti.

Settantuno gli equipaggi che hanno inviato la loro iscrizione, un numero positivo considerando il periodo difficile che sta attraversando il mondo dei rally in Italia. La nuova data estiva sembra dunque portare nuova linfa vitale a una manifestazione molto importante per il territorio spezzino e per tutto il levante ligure, molto apprezzata anche dagli equipaggi delle vicine Toscana ed Emilia-Romagna.

Proprio dall’Emilia arriverà l’uomo da battere, che risponde al nome di Luciano D’Arcio: il vincitore dell’edizione 2018 non ha voluto mancare e tenterà di difendere il numero uno che sarà sulle portiere della sua Renault Clio Super 1.6. La concorrenza però non mancherà, a partire dai liguri Guastavino e Raffo, ma gli occhi saranno puntati anche su Catanzano, Peruccio, Re, Pucci e Iacomini, tutti al via nella classe regina (la Super 1.6).

L’attenzione sarà anche rivolta alla classe R3, soprattutto sulla Clio R3T del genovese Mezzogori, che potrebbe inserirsi nella lotta al vertice, così come qualche sorpresa potrebbe arrivare dalla classe A7, che conta sei partenti. La lista dei partecipanti comprende poi sei vetture in classe R2B, classe che vedrà al via il siciliano Giuseppe Nucita, ben sedici in N3, quattro in A6, una in RS 2.0, quattro in A5, undici in N2, una in RS 1.6, tre in A0, quattro in N1 e una in N0.

“Siamo molto soddisfatti di questo primo risultato – dichiarano soddisfatti dall’organizzazione -, c’è stato un incremento notevole rispetto alla scorsa edizione, nonostante le molte gare a calendario in questo periodo, anche in zone relativamente vicine che fanno parte del nostro stesso bacino di utenza. Ora siamo concentrati sul weekend di gara, per far sì che tutto funzioni al meglio e che il territorio spezzino possa ottenere il massimo da questa manifestazione”.

Sabato 13 luglio dalle ore 8 i concorrenti ritireranno il road book presso il 5Terre Outlet Village di Brugnato e potranno effettuare le ricognizioni sul percorso dalle 9.30 alle 13.30. Dalle ore 14 scatteranno poi le verifiche, divise tra il 5Terre Outlet Village (sportive) e Autoservice Brugnato (tecniche), che precederanno lo Shakedown, il test con le vetture da gara, in programma dalle 16.30 alle 19.30 a Riccò del Golfo in frazione Ponzò. Qui l’associazione RICCiclò metterà a disposizione dei bambini un’auto da rally presso la propria sede, per scattare una foto ricordo. Sempre ai bambini è rivolto il concorso “Disegna il tuo Rally”; i tre disegni migliori saranno affissi sulle vetture della BB Competition allo Slalom Favale .- Castello.
Un’altra iniziativa rivolta ai più piccoli arriverà dalla frazione di Oltre Vara nel comune di Beverino; i bambini disegneranno il logo del Rally, che sarà utilizzato per la prossima edizione del Golfo dei Poeti.

Domenica 14 sarà poi la volta della gara, che partirà alle 9.31 da Piazza Martiri a Brugnato. I concorrenti affronteranno sei prove cronometrate, con l’arrivo previsto, sempre a Brugnato, a partire dalle ore 16.55.

Elenco iscritti 13° Rally Golfo dei Poeti

Automobilismo: La Spezia attende il suo rally

E’ ufficialmente iniziata la marcia di avvicinamento alla tredicesima edizione del Rally Golfo dei Poeti, manifestazione in programma il 13 e 14 luglio organizzato dalla genovese Lanternarally con la stretta collaborazione della scuderia locale BB Competition.
L’edizione 2019 del rally spezzino si presenta con molte novità, interessando diversi comuni della Val di Vara.
La collaborazione degli enti sul territorio è fondamentale per la riuscita di una manifestazione motoristica – fanno sapere gli organizzatori – e le amministrazioni dell’entroterra spezzino hanno sposato con successo il progetto del Rally Golfo dei Poeti, che va ben oltre la valenza prettamente sportiva. Il percorso, infatti, interesserà un’ampia porzione di territorio, permettendo sia agli equipaggi sia alle numerose persone al seguito di scoprire le zone parzialmente sconosciute e di apprezzarne i prodotti locali.

Il tracciato di gara interesserà i comuni di Brugnato, Riccò del Golfo, Beverino e Rocchetta di Vara; tutte queste amministrazioni giocheranno un ruolo molto importante nello svolgimento della manifestazione, a cominciare da Brugnato, che metterà a disposizione gli spazi per allestire il quartier generale del Rally; spazi che saranno gentilmente concessi anche dal 5 Terre Outlet Village, location in cui sarà allestito il parco assistenza e che ospiterà le verifiche sportive.
Il sabato pomeriggio, 13 luglio, invece il ruolo di protagonista spetterà a Riccò del Golfo, che ospiterà lo Shakedown, il test con le vetture da gara, sulla strada comunale Riccò – Ponzio.

Le prove cronometrate della domenica 14 luglio interesseranno, invece, il comune di Rocchetta di Vara, sul cui territorio sarà allestita la prova denominata “Stadomelli”, e parte della “Grabugliaga”, che poi sconfinerà sul territorio del comune di Beverino.

Il 13° Rally Golfo dei Poeti metterà in palio due importanti trofei: il 7° Memorial Valter Datteri, che  andrà al concorrente che giungerà da più lontano, mentre il 1° Memorial Eros Monducci andrà al primo navigatore della classifica assoluta con licenza  staccata dall’Automobile Club di Spezia.

Nel 2018 il Rally Golfo dei Poeti fu vinto da Luciano D’Arcio ed Elisa Filippini, su Renault Clio Super 1.6 (nella foto).

La Spezia: 53 equipaggi sono pronti per il 12° Rally Golfo Dei Poeti.

Alla chiusura delle iscrizioni sono cinquantatré gli equipaggi che si sfideranno al Rally Golfo dei Poeti in programma tra sabato 13 e domenica 14 ottobre.

La gara, giunta alla dodicesima edizione, è organizzata dalla BB Competition in collaborazione con la LanternaRally. 

Un elenco iscritti di qualità con diversi pretendenti al gradino più alto del podio.

Nove le autovetture della classe Super 1.6 e i nomi dei partenti promettono grande spettacolo: Sgadò, i genovesi Biggi e Casera, Forieri, Guastavino, Gaddini, D’Arcio, Catanzano, tutti su Renault Clio e Iacomini su Peugeot 206 sono i piloti che porteranno in gara le piccole e potenti “due ruote motrici”.

Due vetture della classe N4, guidate da Pessina e Sangermani.
Sei i partenti in classe R3C, tutti su Renault Clio, che potrebbero certamente inserirsi tra le zone alte della classifica, con i riflettori che saranno certamente puntati sul genovese Paolo Benvenuti, specialista delle strade liguri e ora uno dei migliori interpreti della vettura francese.
Cinque le vetture al via con i colori della Lanterna Corse Rally Team, capitanate dalla Renault Clio Super 1.6 di Gianluca Caserza ed Erika Badinelli. Per il pilota genovese si tratta dell’esordio sulla potente vettura francese, testata per qualche chilometro nei giorni scorsi: “Il test è andato molto bene, ma tengo i piedi ben saldi per terra e non mi aspetto alcun risultato da questa gara. L’obiettivo è quello di percorrere dei chilometri per conoscere la vettura e di raggiungere il traguardo senza intoppi. La concorrenza sarà agguerrita e ci sarà sicuramente da divertirsi” – ha dichiarato Caserza poco dopo la prima presa di contatto con la Clio.
Maurizio Pessina ed Ettore di Tullio saranno invece al via a bordo di una Subaru Impreza in classe N4, mentre Paolo Saredi e Giuliano Baixin, su Honda Integra, partiranno in classe A7.
Mario Tabacco, affiancato da Alessandro Cervi, darà l’assalto alla classe N3 con una Renault Clio, mentre Francesco Bigotti e Edoardo Crocco saranno della partita a bordo di una Peugeot 106 A5.

 Stesso numero di vetture per la scuderia Racing For Genova dove gli occhi saranno puntati su Michele Guastavino in coppia con Mirella Siri (Renault Clio), a fargli compagnia ci saranno Massimiliano Melara con Stefano Comando, Luca Basso e Simone Cuneo (tutti su Peugeot 106). Della compagnia ci saranno anche Gian Luca Incontrera con Nicolò Minetti (Fiat Seicento) e Fabrizio Carabetta e Federico Capilli su Peugeot 106.

A rappresentare la Sport Favale 07 ci saranno Lorenzo Mottola con Romina Mazzino; Michele Solari affiancato da Leonardo Muzzioli (tutti su Renault Clio) infine, Elio Canepa con Giorgia Lecca saranno al via su Citroen C2.

Il 12° Rally Golfo dei Poeti entrerà nel vivo già dalle 8 di sabato 13 ottobre, con la consegna dei road book e le ricognizioni del percorso, mentre alle 14 scatteranno le verifiche sportive e tecniche. Lo shakedown, il test con le auto da gara, si terrà dalle 16.30 alle 19.30 e chiuderà la giornata. Domenica 14 ottobre, per i concorrenti che lo richiederanno, sarà possibile effettuare le verifiche su prenotazione tra le 6.30 e le 8, mentre la gara scatterà alle ore 10.01. Gli equipaggi percorreranno sei prove a tempo, per un totale di trentotto chilometri cronometrati. Faranno ritorno a La Spezia dalle 18.05 per l’arrivo, presso il Museo delle Ferrovie.

 

L’ELENCO ISCRITTI E’ DISPONIBILE A QUESTO LINK

Rally Golfo dei Poeti: appuntamento a settembre

Per lo staff della Lanternarally, archiviato il 34° Rally di casa, è già tempo di tornare al lavoro.

Recentemente è nato  un nuovo sodalizio con la spezzina BB Competition, per collaborare all’organizzazione della dodicesima edizione del Rally Golfo dei Poeti, in programma a La Spezia nei giorni 8 e 9 settembre. La gara dell’estremo levante ligure, grazie a questo accordo prosegue  la propria storia.

I responsabili dei due team – LanternaRally e BB Competition –  si sono incontrate nella scorsa primavera, dopo l’uscita di scena del precedente organizzatore, per iniziare a lavorare al progetto.

Alla base di tutto, oltre una grande passione comune per lo sport dei motori,  la forte volontà di mantenere viva una manifestazione importantissima per il territorio.

Il bacino di utenza del Rally Golfo dei Poeti non si limitai infatti solo al levante ligure, ma si estende anche all’alta Toscana e all’Emilia Romagna, data la posizione geografica strategica.

Il format sarà quello del Rally Day. Da poco  è disponibile il programma ufficiale, che partirà con l’apertura delle iscrizioni prevista per il 7 agosto.

L’intera logistica ed il quartier generale del Golfo dei Poeti saranno ospitati dal Centro Commerciale Le Terrazze di La Spezia, che comincerà ad animarsi dalle ore 8 di sabato 8 settembre con la consegna dei road book.

La prima parte della giornata sarà dedicata alle ricognizioni del percorso, poi alle ore 14 scatteranno le verifiche preliminari, mentre lo shakedown, il test con le vetture da gara, sarà a disposizione degli equipaggi dalle  ore 16.30 alle 19.30.
Il via ufficiale del 12° Rally Golfo dei Poeti è fissato per le ore 10.01 di domenica 9 settembre; i concorrenti affronteranno un percorso con sei prove cronometrate (due da ripetere tre volte).

L’arrivo della prima vettura è previsto a partire dalle 18.15, con premiazione sul palco.

Nella passata edizione la vittoria andò allo spezzino Claudio Arzà, a bordo di una Renault Clio Super 1.6.

L’estate con il 34° Rally della Lanterna.

In occasione della premiazione sociale dell’Automobile Club di Genova, è stato presentato, il 34° Rally della Lanterna – 2° Rally Val d’Aveto, terzo appuntamento della Coppa Italia Prima Zona – Trofeo Pirelli 2018.

 

Tra conferme e novità, gli organizzatori della Lanternarally hanno illustrato il programma della manifestazione, che, come lo scorso anno, farà base a Santo Stefano d’Aveto.

La novità principale riguarda il cambio di data: la trentaquattresima edizione del Rally della Lanterna si disputerà tra sabato 14 e domenica 15 luglio, in piena estate e diventerà l’evento di riferimento per una vallata che da anni investe e crede nel Rally per promuovere il proprio territorio.

 

Una seconda novità dell’edizione 2018 riguarda proprio il percorso, che cambierà in maniera importante per la giornata di sabato.

I concorrenti saranno chiamati ad affrontare una prova inedita per il Rally genovese, tutta in territorio emiliano, con partenza prima dell’abitato della frazione di Orezzoli e arrivo sulla piazza di Ottone, dove sarà allestito un breve tratto con due inversioni artificiali, con uno spazio riservato al pubblico e un punto ristoro allestito dalla Pro Loco.

Confermato il format di gara, con sette prove cronometrate che saranno divise tra il pomeriggio del sabato e la domenica e il sodalizio tra Lanternarally, Gruppo Sportivo Allegrezze e amministrazioni locali, un esempio di collaborazione unico per promuovere lo sport e il turismo, con il contributo fondamentale dell’Automobile Club di Genova.

Nella passata edizione la gara fu dominata da Alessandro Gino, che poi si aggiudicò anche la classifica finale del Trofeo.

 

Ancora presto per conoscere i nomi dei protagonisti, ma è certo che il Rally della Lanterna offrirà, come sempre, un grande spettacolo agli appassionati.

Blog su WordPress.com.

Su ↑