Cerca

Gino Bruni

Il mio blog

Tag

Osservatorio Autopromotec

Manutenzione e riparazione auto: nel 2019 in Liguria spesi oltre 700 milioni.

794 milioni di euro. È questa la cifra che nel 2019 gli automobilisti della Liguria hanno speso per la manutenzione e la riparazione delle loro autovetture, pari al 2,4% dei 33,4 miliardi spesi a livello nazionale. Il dato deriva da uno studio dell’Osservatorio Autopromotec, che è la struttura di ricerca di Autopromotec, la più specializzata rassegna espositiva internazionale delle attrezzature e dell’aftermarket automobilistico.

A livello provinciale, è Genova la provincia della Liguria che registra, con 441 milioni di euro, la spesa più alta per le manutenzioni e le riparazioni di auto eseguite nel 2019. Seguono le province di Savona con 143 milioni, La Spezia con 117 milioni e Imperia con 93 milioni.

A livello nazionale, nel 2019 gli automobilisti italiani hanno speso 33,4 miliardi di euro per la manutenzione e la riparazione delle loro autovetture. Si tratta di una spesa superiore del 4,1% rispetto a quella del 2018.

Questo incremento deriva da tre fattori. Il primo è l’aumento dei prezzi dei servizi di assistenza alle auto che nel 2019, secondo l’Osservatorio Autopromotec, è stato dell’1,4%. Tale aumento è stato calcolato sulla base di una media ponderata degli indici Istat dei prezzi per la manutenzione e la riparazione, per l’acquisto di pezzi di ricambio e accessori, per l’acquisto di pneumatici e per l’acquisto di lubrificanti. Il secondo elemento che ha inciso sulla spesa è l’aumento del parco circolante di autovetture, che nel 2019 ha raggiunto quota 39.545.232 unità (+1,4% sul 2018). Infine, il terzo elemento che ha contribuito alla crescita della spesa è l’incremento della quantità di interventi di officina per le operazioni di manutenzione e di riparazione che, in base alle stime dell’Osservatorio Autopromotec, è stato dell’1,2%.

L’effetto congiunto dei fattori di crescita della spesa per la manutenzione e la riparazione di autovetture ha determinato per gli italiani un esborso complessivo che, come si è detto, è stato stimato dall’Osservatorio Autopromotec in 33,4 miliardi.

 

1° semestre 2018: in crescita i prezzi delle vetture nuove e servizi di assistenza.

Nei primi sei mesi del 2018 i prezzi delle vetture nuove in Italia sono aumentati mediamente dell’1,7% rispetto ai primi sei mesi del 2017, contro un incremento del livello medio dei prezzi al consumo dello 0,8%. Sempre con riferimento al primo semestre del 2018, anche i prezzi dei servizi per l’assistenza alle auto hanno registrato una crescita rispetto ai primi sei mesi dello scorso anno, crescita che è stata in media dell’1,1% e dunque lievemente superiore rispetto all’incremento del tasso d’inflazione.
Ben diversa, invece, la situazione per i prezzi delle vetture usate, che nel periodo considerato hanno visto un calo delle quotazioni del 3,1%. Questi dati derivano da un’elaborazione degli indici Istat dei prezzi condotta dall’Osservatorio Autopromotec sui costi dell’assistenza auto.
Le dinamiche dei prezzi sopra evidenziate sono legate naturalmente all’evoluzione della congiuntura economica. Per l’auto nuova, la ripresa in atto sta consentendo al settore di recuperare i sacrifici fatti, anche in termini di prezzi, durante gli anni della crisi che ci stiamo lasciando alle spalle. Il mercato dell’usato, invece, sta tornando verso livelli di prezzo più normali dopo la forte spinta alle quotazioni che il settore aveva avuto durante gli anni della crisi in quanto sempre più potenziali acquirenti di automobili nuove si rivolgevano al mercato dell’usato. Per quanto riguarda l’assistenza, il settore beneficia del buon momemto congiunturale che consente anche a molti automobilisti che avevano rinviato le manutenzioni in passato di eseguirle, anche a beneficio della sicurezza e dell’ambiente.
A proposito di assistenza, la tabella elaborata dall’Osservatorio Autopromotec mostra nel dettaglio anche la dinamica dei prezzi delle varie voci che compongono il settore. Il comparto che ha fatto registrare la maggiore crescita tendenziale, cioè rispetto allo stesso semestre dell’anno precedente, è stato quello della manutenzione e riparazione dei mezzi di trasporto privati che ha fatto segnare un aumento dell’1,2%. In misura più contenuta sono aumentati i prezzi dei pneumatici auto (+0,8%), quelli dei lubrificanti (+0,7%) e quelli dei pezzi di ricambio (+0,6%).

Blog su WordPress.com.

Su ↑